Muret (i) da Malciaussia

note su accesso stradale :: Regolare.
Montagna non bellissima che però, almeno fino al Passo Muret, regala un'escursione in ambiente selvaggio e piacevole. Ad integrazione della relazione possiamo aggiungere che il punto in cui abbandonare il sentiero per il Tazzetti si trova circa a quota 2350. La traccia è piuttosto labile nella prima parte ma ci sono alcuni ometti. Poi, nel pianoro erboso successivo gli ometti spariscono e la traccia è ancora più vaga. Comunque bisogna puntare alla selletta detritica che si vede a destra di un torrione roccioso (vedi foto). Dal Passo nessun problema fino alla quota 2960. Poi il tratto di traverso su detriti è veramente disagevole, mentre la parte finale è su roccia nel complesso più solida e senza difficoltà. Giornata nel complesso calda ma con moltissime nebbie lato Valle di Susa e panorama limitato e Rocciamelone non pervenuto! Avvistati alcuni stambecchi. Veramente indecoroso il comportamento dei merenderos, a Malciaussia, che hanno letteralmente intasato di immondizia ogni spazio utile. Riportarsi a casa la propria rumenta no? In vetta segnale Vodafone. Con Fausto, Michele ed Antonio.
Sul primo pianoro erboso. Sulla destra il collettino da raggiungere.
Il valloncello con il laghetto ed il Passo Muret.
Dalla vetta sguardo verso il Palon con le nebbie in arrivo dalla Valle di Susa.
La piccola croce di vetta.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Nel canalino finale sono presenti molte pietre instabili. Da percorrere con molta prudenza, assolutamente solo uno per volta.
Saliti in una bella giornata , che però si è coperta nel pomeriggio. Non abbiamo incontrato un'anima viva in tutta la giornata. Anzi mi correggo, molte grasse marmotte.
Sempre una gita come quelle di una volta, senza sentieri nè segnali, dove ti devi cercare il passaggio migliore in un ambiente selvaggio, senza alcuna traccia dell'uomo.
I segnavia sul ciaplè, che avevamo fatto qualche anno fa, sono tutti spariti. Visto il tipo di terreno, in effetti non possono durare più di qualche mese.
Con il redivivo Battista e Sebastiano.


[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: nessuna
La volontà di salire in cima a I Muret si è scontrata con il meteo. La ns. escursione si è fermata al laghetto a quota mt. 2.670 poco sotto il colle: nuvole incombenti, tuoni e prime gocce di pioggia ci hanno fatto tornare sui ns. passi riprendendo velocemente la via del ritorno.
Da Malciaussia il sentiero verso il Tazzetti in perfette condizioni, ma quando lo si lascia per inerpicarsi su vaghe tracce nel vallone che porta verso il Colle dei Muret si entra in un ambiente selvaggio: radure erbose, pietraie e piccole lingue di neve. Ma la progressione è costante e l'obiettivo del colle ben visibile, non è problematico.
Purtroppo abbiamo dovuto desistere; sarà sicuramente per un'altra volta! Il Posto merita in maniera assoluta.
Parecchie stelle alpine nelle radure.
Salito con gli amici Mario e Sebastiano.

[visualizza gita completa con 6 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 04/09/13 - mario-mont
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: 111 fino al bivio - poi rari omettifino al passo Muret
    difficoltà: EE/F :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Est
    quota partenza (m): 1805
    quota vetta/quota massima (m): 3059
    dislivello salita totale (m): 1254

    Ultime gite di escursionismo

    26/02/20 - Lera (Monte) da Givoletto per il Monte Castello e Madonna della Neve, possibile anello - madox
    Vento impetuoso e aria fredda. Superbi panorami sulla pianura e su Torino. Pista forestale lunga e poco varia, molto allenante la ripida salita a Madonna della Neve. Sempre ottima traccia a parte ne [...]
    26/02/20 - Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio - robyberg
    Salita al Grignone quasi solitaria, effetto virus, solo 7 persone salite in cima. Neve da poco sotto i Comolli, da qui ramponi indispensabili, neve dura senza remollo. Sole poi velature, nuvole e poi [...]
    26/02/20 - Martin (Punta) e Monte Penello da Acquasanta, anello - anna1092
    Partita con il sole e arrivata in vetta con nubi nere, tuoni e granelli di neve e tanto vento, Punta Martin non delude mai! Completato il giro ad anello.
    25/02/20 - Paglie (Bric), da Graglia per il Col S. Carlo e traversata a Borgofranco - brunello 56
    Giornata peggiore non potevo scegliere. Le previste ed attese schiarite non ci sono state, tutta la gita all’insegna della scarsa (o nulla) visibilità. Di inquadramento neanche a parlarne, si saliv [...]
    24/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - laura59
    Caldo intenso.Sentieri puliti e ben segnati.Arietta fresca solo in vetta.
    24/02/20 - Sapei (Monte) da Comba, anello per il Colle Arponetto e Rocca Sella - mario-mont
    Sentieri ormai completamente sgombri da neve. Tutto il percorso ribollinato di recente, a parte il tratto Arponetto-Sapei, senza segnaletica.
    23/02/20 - Pian Spigo (Punta) da Vonzo - andrea.paiola
    Saliti più o meno fino alla cresta, c'è ancora un sacco di neve nelle zone in piano e il caldo l'ha resa liquida, quindi si sprofondava fino all'inguine dopo le 11... un calvario tornare al Santuari [...]