Gran Rossa da Mont Blanc, anello dei 10 laghi

Partito e arrivato a Dondena, facendo il giro in senso orario. Il giro da Dondena richiede probabilmente più tempo rispetto a quanto ci vorrebbe partendo da Gran Mont Blanc, in quanto dal parcheggio si deve risalire, prima percorrendo un pezzo di sterrata e poi un sentiero che si inerpica fino al Bec Raty occidentale per poi discendere al sottostante lago Raty e dopo poco all'Alpe Raty; in questo tratto il sentiero a volte diventa non troppo evidente a volte, ma i segni gialli sono abbastanza frequenti.
Dell'Alpe Raty (1h e 20 circa da Dondena) comincia il percorso ad anello oggetto di questa gita (e della relativa traccia GPS). Il tratto verso la Gran Rossa si svolge dapprima su terreno erboso, poi su un'enorme pietraia in cui i radi segni si perdono continuamente, infine su stazioni ripidi e a volte instabili per lo strappo finale fino al Colle della Gran Rossa; questo tratto richiede molto tempo. Dal Colle ho provato ad attaccare la cima a vista, si sale dapprima abbastanza tranquillamente, poi su roccette e cengette fino a una prima elevazione; da qui vedo una vetta con un grosso ometto che dovrebbe essere proprio la Gran Rossa, ma mi fermo qui perché sembra che continuando si debba passare tra rocce rotte e instabili in un tratto molto esposto. Ho visto alcuni radi ometti ma non sono riuscito a eseguire la traccia.

Anche la discesa dal versante opposto è un po' delicata, ma ora la traccia è più chiara e per fini detriti si scende verso un primo lago, attraversando anche un nevaio non particolarmente ostico. Qui seguo alcuni segni gialli che contornano i primi due laghetti (il primo in fase di disgelo), che dopo poco perdo, probabilmente perché il sentiero arriva dal Col Mezdove leggermente più da nord. Infatti, dopo essere andato a vista verso la scarpata sopra il Gran Lago, trovo il sentiero (ora evidente e ben segnato) nei pressi del casotto dei guardiaparco. Da qui si scende costeggiando il Gran Lago, dopo cui comincia una ripida discesa su sentieri in parte lastricato, quasi sempre ripido. Quindi, in un ambiente molto scenografico , appaiono in lontananza i laghi Bianco, Nero e Cornuto cui si arriva dopo un lungo tratto che attraversa a mezzacosta il vallone. Nei pressi del Lago Bianco, che chiude la serie, si trova il Rifugio Barbustel: da qui si sale verso il Colle del Lago Bianco,si discende al Lago Muffe su sentiero ripido e si devia verso destra (per Grand Mont Blanc si prosegue dritto), fino ad arrivare a un lago. Da qui si continua a salire fino a una depressione che si affaccia sulla Piana dell'Alpe Raty, cui si arriva dopo qualche minuto prima di richiudere l'anello (3h 30 dal Rifugio a Dondena).

Giornata molto nuvolosa, ma il tratto Rifugio Barbustel-Gran Lago ha comunque il suo perché: se volete un percorso tranquillo è senza rogne evitate di andare verso la Gran Rossa e fare solo questo pezzo, ne vale sicuramente la pena.
Come detto giro molto lungo, ho impiegato circa 11 ore per il giro.
Panorama sui laghi dai pressi della Gran Rossa
La Gran Rossa dal punto in cui mi sono fermato, non sembra proprio facile
Il ripido pendio detritico che occorre scendere dal colle della Gran Rossa
Gran Lago e Glacier a destra
Dalle sponde del Gran Lago
Appaiono i laghi Nero e Cornuto
Paesaggi incantati
Dai laghi un'occhiata verso il percorso fatto
Lago Bianco

[visualizza gita completa con 9 foto]
Bellissimo anello (18 km con 1400m d+)! L'unico tratto un po' noioso e "ravanoso" è nella pietraia tra il col raty sopra al lago e il colle della Gran rossa, senza sentiero (ma fattibile) ! Il resto è tutto spiegato molto bene nella descrizione dell'itinerario!

[visualizza gita completa]
Itinerario interessante, valutato sulla cartografia, con qualche dubbio sulla sua facile percorribilità, ma a parte il tratto di pietraia e il traverso, che abbiamo voluto percorrere alla ricerca del vecchio sentiero, si è rivelato fattibile. I nostri maggiori dubbi erano sulla possibilità di scendere facilmente dal colle verso nord (verso i laghi) ma a parte l’attenzione necessaria vi sono i segnavia che facilitano la progressione.
Per il resto giornata spendente, neanche troppo calda, a parte qualche nuvola stazionaria il panorama era notevole. Gran bel posto nel parco dell’AVIC!.

Oggi con Max49 sino al colle, Elio@C, Michele@P, Matteo@A, Beppe@Dl e Tino sulla dorsale sommitale.


[visualizza gita completa con 17 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1750
quota vetta/quota massima (m): 2865
dislivello salita totale (m): 1400

Ultime gite di escursionismo

16/08/18 - Rous (Mont) da Perreres per il Rifugio Perucca-Vuillermoz e il Colle di Vofrede - RebeccaTorché
Partiti dalla cava/laghetto pesca sportiva e giunti al col Vofrede per mezzo della via ferrata. In vetta al M.Rous (presente sentierino) e scesi dal lato vallone di Cignana come descritto da questo it [...]
16/08/18 - Ghicet del Vallone da Pian della Mussa - otaner
in quattro evergreen siamo saliti alla cresta che unisce l'Albaron di Sea al Ghicet di Sea. Essendo una cresta innominata qualcuno di noi l'ha denominata punta FRANCI in ricordo di Zavattero Francesco [...]
16/08/18 - Faveroy (Col) da Runaz - Brunello 56
Era uno sfizio fare il Col Faveroy da Runaz in versione estiva per vedere il percorso su terreno pulito da neve. In breve: dal parcheggio basta seguire sempre il sentiero 20B, che è sempre ben segnal [...]
16/08/18 - Rossa (Colle della) da Cretaz - freney1961
Partito da Cretaz un po' tardi (h.11) tempo sereno, sole ma fresco, sentiero in buone condizioni, no neve, discesa dal versante Sella con molta gente ancora in salita, anche qui il sentiero è ok.
16/08/18 - Beccia (Pas de la) dal Colle del Moncenisio, anello per il Forte de la Petite Turra - mario-mont
Cone segnalato nell'itinerario, l'attacco del sentiero è molto da cercare.
16/08/18 - Belice (Cappella di) da Cuorgnè per la vecchia mulattiera di Chiesanuova - laika58
Poco tempo a disposizione, solita gitarola di allenamento - Salita mattutina dal versante di Nava e discesa per il versante di Chiesanuova - Sentieri parzialmente invasi dalla vegetazione - Tempo nuvoloso e molta umidità
16/08/18 - Cinto (Monte) da Haut Asco - basca
Partenza da Haut-Asco alle 7,00 in cima alle 10,00 acqua sul percorso sia all’inizio che dal ruscello prima della salita al colle. Dal colle seguire i bolli Rossi e gli ometti a volte difficili da individuare (meglio in discesa).