Ciarnier (Punta) da Baraccone per il vallone della Maladecia

Itinerario non adatto a chi è abituato seguire percorsi con numerosi segnavia e bolli ravvicinati. L'unica freccia che indica la direzione si trova al bivio presso il Gias Soprano 1750 m. Dà lì in avanti bisogna seguire gli ometti e usare un pò l'intuito per cercare la via migliore, soprattutto sul ripido pendio erboso in vista dei ruderi della fortificazione posta sulla Punta Ciarnier.
Dalla vetta bel panorama sul Vallone di Rio Freddo e le Marittime che vale la fatica della salita.
Con Rosanna oggi non in splendida forma, magari per il caldo eccessivo; bella giornata comunque!

I ruderi della fortificazione sulla Punta Ciarnier.
Testa Cairiliera, Passo Cairiliera, Testa Gias dei Laghi, Colle e Punta Maladecia.
Panorama sul fondovalle.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Arrivato ad uno slargo erboso con recinto di pietre (q.2167 circa) finiscono gli ometti, tranne uno in direzione Est. Sono salito di lì in direzione del Resdour, superando un tratto roccioso sono arrivato sullo spartiacque e, con breve percorso di cresta verso sx, ad una cima con ometto (q 2487 rilevata), questa però non è la "vera" cima Resdour...proseguito quindi, un pò per cresta e un pò evitando degli spuntoni sulla sx, sono arrivato sulla Cima Resdour (q 2474 rilevata coincidente con quella della cartografia), ancora al "naturale", senza ometti.
Bella vista circolare, ma in particolare sulla sottostante conca con mini-laghetto e rovine di una casermetta (difronte campeggia la Testa Combè).
Tornato indietro per tracce di camosci sul versante del Vallone Maladecia, sono arrivato alla sella della Cima Ciarnier e quindi sulla Cima..veramente sorprendente il forte che c'è! Peccato che tra pochi anni sarà un mucchio di pietre visto che è ormai senza copertura.
Di lì ho proseguito poi fino al Funs Ciarnier e mi sono dovuto fermare lì perchè il tempo stava peggiorando rapidamente.
Sono sceso direttamente a valle attraverso un ripido pendio che mi ha portato nel Vallone Maladecia a quota 2010 circa.
Con Pucci, infaticabile compagna di gite, per la quale mi sono sobbarcato il carico supplementare di 1,5 lt di acqua...


[visualizza gita completa con 4 foto]
Salito prima alla selletta che divide la cima Ciarnier dalla Rasdour e salito prima quest'ultima,poi salito la punta Ciarnier con visita alla diruta opera militare e seguendo la dorsale sono arrivato al Funs Ciarnier.Sentiero che arriva a quota 2000, molti ometti fino a 2200, poi a vista. Bella gita e bel panorama dalla cima.
Ovviamente nessuno in giro...


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: Normale
Relazione in ritardo per motivi tecnici . Con Andrea abbiamo scelto di visitare questo vallone sconosciuto , che ci è parso comunque molto bello , anche perchè solitario e poco battuto (a parte il bestiame in basso) . Volevamo fare la traversata fino alla testa Cairiliera , ma le nuvole e alcune nebbie in prossimità del passo ci hanno consigliato al meglio per la discesa (attenzione in caso di nebbia per difficoltà di orientamento) . Noi comunque abbiamo sbagliato anche con buona visibilità , ma ci siamo poi arrangiati con un breve tratto di cinghialismo in discesa tra rododendri e prati ripidi . In definitiva comunque ottima gita festeggiata con una buona bottiglia comodamente seduti in prossimità del forte . Panorama di prim'ordine sul vallone di Rio Freddo e sulle Marittime e , come sempre , un saluto e buone gite a tutti .

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: traccia di sentiero e ometti (sconsigliato in caso di nebbia)
difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1533
quota vetta/quota massima (m): 2572
dislivello salita totale (m): 1039

Ultime gite di escursionismo

21/03/19 - Corma (Croix) da Fey Dessus per il Col di Finestra - carlo40
Pensavamo di trovare qualche traccia di neve sul versante nord, ma il sentiero che sale poco prima del Col di Finestra, era quasi tutto ghiacciato rendendo la salita abbastanza impegnativa.Bella gior [...]
21/03/19 - Estelletta (Monte) da Viviere per il Colle Ciarbonnet - giody54
Percorso quasi completamente privo di neve ,i tratti rimanenti sono evitabili,tranne il primo tratto nella pineta di circa 200 ,dove permane neve assestata ,evitabile comunque tagliando nel pendio .
21/03/19 - Calcante (Uja di) da Traves, anello per Le Lunelle - Tom57
Anch'io come altri ho provato a raggiungere l'Uja dalla variante del colle Lunellle, avendola già salita dalla facile spalla sud. Dal colle fino alla zona dove si intravede quello che sembra l'ingre [...]
21/03/19 - Piatta (Punta) e Monte Rubbio da San Damiano Macra, anello - Klaus58
Da san Damiano salito le varie cime ma tralasciando l'ultima (punta Piatta) poi tornato alle grange Rubbio sono sceso verso Lottulo su buon sentiero e da qui circa 4 km sulla provinciale della valle Maira per tornare all'auto. Nessun altro in giro.
20/03/19 - Gerbido (Colle del) da Pradleves, anello per Barma Grande - rolly52
Bel giro ideale per la giornata dell'equinozio di primavera. Ovviamente zero neve ma fioritura di primule e viole sensazionale.Acqua assente, fontane secche. Cosa succederà quest'estate? Giro raccom [...]
20/03/19 - Cavallo (Monte) e Bric Maciarì da strada per Rorà per il Bric Valanza - bpovero
Il percorso da me descritto si riferisce al Rifugio e Bric Valanza e da classificare E. Superato Rorà e giunti in località casa Rivoire si arriva nei pressi della “Colonia Piccolo Tibet” dove c [...]
20/03/19 - Bellavarda (Uja di) da Ru per Lities e la diretta Sud - parinott
In compagnia di Terulvio , da Ru a Lities sulla Viassi ben tenuta. Da Lities alla vetta sentiero evidentissimo e asciutto, solo una breve lingua di neve sopra gli alpeggi Bellavarda sup. ma facilmente [...]