Parcellara (Pietra) Cresta Sud-Est

note su accesso stradale :: OK
Partiti da Donceto, percorso poco asfalto fino bivio su sentiero x Parcellara, sale ripido e assolato, poi entra nel bosco e arriva alla cresta, fondo buono, qualche albero abbattuto che si supera facilmente,segnavia rosso bianco, no acqua x rifornimenti su tutto il percorso.
Arrampicata facile, a tratti esposta, un paio di passaggi con cavi, sempre bianco rosso.
In discesa percorso la normale e poi un sentiero in quota x tornare alla base della cresta dove avevamo lasciato i bastoni, come da itinerario
La croce di vetta

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: ok fino a Donceto
La cresta è divertente e non presenta difficoltà particolari specialmente se affrontata con terreno
asciutto.Ottima la segnaletica lungo tutto il percorso,sia in cresta sia nell'avvicinamento.
Considerando la quota non elevata è meglio evitare di fare l'escursione,comunque sempre bella,nei mesi
più caldi.
Ritorno alla Pietra Parcellara dopo qualche anno(oggi con gli amici Paola,Cristina e Claudio).
Per godere per un poco di tempo in più del piacevole paesaggio dell'Appennino Piacentino e ricordando una precedente uscita fatta col CAI, si è deciso oggi in una splendida giornata di "allungare"la gita, lasciando l'auto a Donceto nei pressi della fontanella poco sotto il bivio per Travo e di risalire,seguendo i segnavia bianco-rossi,prima per asfalto,poi per sterrato e ripido sentiero fino al colletto all'inizio del sentiero EE;superate le roccette della cresta si è discesi dalla vetta per la via normale all'Oratorio Parcellara e
da qui col sent.185 si è raggiunta la Pietra Perduca;si è ridiscesi quindi alla partenza con circa 45 min.di asfalto,compiendo in tutto un anello di poco più di 10 Km.in circa 5 ore scarse di marcia(compresa una breve pausa pranzo).
Buone gite a tutti


[visualizza gita completa con 1 foto]
Dato che mi trovavo in zona per motivi famigliari, ho approfittato per fare due brevi gite nella bassa Val Trebbia. Preciso che sono salito e sceso per la via normale partendo dalla località Pietra (frazione di Travo) e che ho visitato anche la vicina Pietra Perduca. Sentieri di avvicinamento ridotti a una fanga infame a causa delle cospicue precipitazioni dei giorni scorsi, roccia ancora bagnata nel breve tratto dall'Oratorio alla vetta. Ottimo panorama dalla vetta sull'intera Val Trebbia e sulle montagne dell'Appennino; molto bello in particolare lo spettacolo dei colori autunnali sulle vicine colline. Giornata caratterizzata da temperature relativamente alte per il periodo (in cima in maglietta) e da una nuvolosità alta con sporadici sprazzi di sole. Tornato all'auto, mi sono poi spostato a Rallio per salire sul Monte Dinavolo.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Nessun problema, ottima possibilità di parcheggio a lato strada
Alle 6.30 in Val Trebbia c'erano 4 gradi.. in una giornata del genere, l'idea di venire a scoprire questi posti magnifici si è rivelata decisamente azzeccata! Partiti alle nove dalla strada asfaltata, abbiamo seguito la via normale e alle 9 meno cinque siamo arrivati in vetta. Per la discesa abbiamo optato per la più impegnativa cresta Sud-Est, divertente ma che necessita un pizzico di attenzione. Successivamente ci siamo dedicati alla Pietra Perduca e a una visita dei dintorni, monte Penice incluso.
Bella giornata con Matteo B. del CAI Ligure! Cinque stelle per il piacevole fresco primaverile, del tutto inconsueto per un 29 giugno in questi posti.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: 167; 169 per la Cresta Sud-Est,;167 per il ritorno
difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 450
quota vetta/quota massima (m): 836
dislivello salita totale (m): 400

Ultime gite di escursionismo

20/02/19 - Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino - nmanlio
Salita in notturna fino alla vecchia stazione della seggiovia. Sci e ciaspole si possono lasciare a casa. Siamo saliti con i soli scarponi. Qualche tratto ghiacciato ma gestibile. L'unica cosa utile p [...]
20/02/19 - Freidour (Monte) da Cantalupa, anello per Colle Aragno est e Colle Ciardonet - mario-mont
Ancora un po' di neve nei tratti non esposti al sole. Ghiacciata sotto il colle Castellar, mentre sulla dorsale è abbastanza morbida. In discesa verso colle Sperina ghiacciata, ma tutta evitabile. No [...]
19/02/19 - Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Case Picat - bus
Mi sono fermato sull'Angiolino perchè la cresta è innevata. Il giudizio complessivo è determinato dalle difficoltà a raggiungere pian friserole per la molta neve presente soprattutto dall'alpe fon [...]
18/02/19 - Baceno da Pontemaglio Sbrinz Route - Franco1457
L’appetito vien mangiando e allora proseguiamo il bellissimo tragitto della Sbrinz Route in val Ossola. Partiti da Pontemaglio saliamo a Crodo (consigliata la visita alla Latteria Antigoriana e al F [...]
18/02/19 - Musiné (Monte) da Caselette - maxleva
Relaziono solo per segnalare che sono iniziate le processioni delle processionarie ne ho Incontrate parecchie sul percorso.
18/02/19 - Sella (Rocca) da Celle, sentieri vari di Rocca Sella - maxleva
Salito dal versante colle Arponetto. Consigliatissimii i ramponcini, parecchio ghiaccio nell'ultimo terzo della salita. Sceso dal Tramontana che essendo tutto al sole è completamente pulito. Giorn [...]
18/02/19 - Bram (Monte) da San Giacomo - Klaus58
Sono salito solo fino al bivacco tralasciando le cime. Fino lì tutto ben tracciato con neve dura che teneva benissimo anche in discesa tanto che le racchette sono rimaste appese allo zaino. Altre due [...]