Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest

note su accesso stradale :: Ok fino al secondo tornante sopra il rifugio a 2220 mt
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti per la normale dopo la Galambra. Canale fatto in discesa e trovato in ottime condizioni, con neve leggermente umida e ben grippante. Bella sciata. Solo due metri alla fine del canale da passare a piedi o con attenzione su pietre scoperte. Con Enri.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: ok fino al rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
salito dal canale SO su neve dura, arrivato in cima alle 10.30. la parte superiore del canale è levigata e trasformata bene, quella inferiore invece ghiacciata ed ondulata, percui ho optato per la discesa dalla normale. bella neve primaverile fino al pianoro finale dove alle 11.30 era già bella marcia. siamo alla fine della stagione ormai.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: un auto sino al Rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Parto sci in spalla dal piazzalino antistante il rifugio Scarfiotti in direzione Pian dei Morti, già conscio del portage che mi aspetta. Intorno ai 2.400 m del Pian dei Morti calzo gli sci, e terminato il lungo tratto in piano imbocco il Vallone della Balma. I passaggi nuvolosi sono frequenti, ma si sale quasi sempre sotto il sole, solo le delle torri della Rognosa di Etiache rimangono sempre coperte dalle nuvole. La mia idea odierna era raggiungere la Punta d'Ambin passando dal passo dei Forneaux settentrionale, per affacciarmi verso la Francia, poi risalire sino a Punta Sommeiller e riscendere dal canale sud-ovest. Una volta raggiunti i Forneaux le nuvole coprono sia la Punta d'Ambin che Vallonetto e Galambra, oltre naturalmente alla Punta Sommeiller.
Decido quindi di abbandonare le mie velleità esplorative, frustrate dall'assenza di visibilità sulle cime circostanti, e mi dirigo verso Punta Sommeiller. In cima trovo un discreto affollamento, ed appena le nuvole si diradano un pò ne approfitto per godermi la discesa del canale sud-ovest con il sole. La neve, per effetto del sole, è migliore rispetto a due giorni fa, e mi godo una piacevole serpentina su neve discreta e fondo abbastanza regolare. A metà canale esco sul pendio adiacente esposto a sud e trovo fondo regolare e neve trasformata, che mi regalano le migliori curve della giornata. Inizio quindi ad obliquare verso sud per sciare sui pendii che risalgono verso i Forneaux e sottostanti il Ricovero e la Punta Galambra: qui riesco ancora a fare un pò di belle curve, poi tanto trasferimento su fondo sempre più irregolare fino alla fine del Pian dei Morti, dove rimetto gli sci in spalla per scendere allo Scarfiotti.
Gita nel complesso accettabile, ma la stagione è ormai agli sgoccioli, è tempo di pensare a riporre gli sci sino al prossimo autunno.
Nel caricarmi gli sci a spalla mi sono accorto di non avere chiuso la tasca superiore dello zaino, e di avere quindi perso in discesa da qualche parte tra la Punta Sommeiller ed il Pian dei Morti un paio di occhiali da alpinismo, riposti in una custodia nera con la scritta julbo. Se qualcuno li trovasse, potrebbe per favore contattarmi tramite questo sito? Sarò debitore di una sana abbuffata post-gita in piola verso l'anima pia che dovesse ritrovarmi i miei amati occhiali da montagna....


[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: In auto al rifugio Sarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Molte auto ai rifugio, parcheggio sulla strada pieno.
Lasciata l’ auto, portate fino al Pian dei Morti, poi neve continua. Salita piacevole fino in cima, la neve non ha mai mollato.
Discesa dal canale su neve primaverile.
Una buona giornata.
Con Giovanni e Marcello

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: in auto sino al rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Arriviamo nella conca del rifugio Scarfiotti piuttosto tardi, e troviamo tantissime macchine e poco spazio per parcheggiare. Partiamo sci in spalla, salendo con un buon ritmo quasi "dritto per dritto" ed in poco tempo raggiungiamo il Pian dei Morti dove, a quota 2.420 m, riusciamo finalmente a calzare gli sci. Continuiamo a salire con buon ritmo sotto un sole fantastico fino al passo dei Forneaux settentrionale e, poco dopo aver intrapreso l'ultimo tratto di salita sul versante meridionale del Sommeiller, arrivano le nuvole dalla Francia, che ci chiudono la visuale ed abbassano le temperature. Arriviamo sulla cima di Punta Sommelier mentre c'è ancora parecchio affollamento, perciò cambiamo assetto con una certa calma e poi iniziamo la discesa del canale sud-ovest in perfetta solitudine. La neve è piuttosto dura, ma ricercando i tratti con neve più liscia il grip delle lamine è ottimo (grazie anche ad Andrea ed al suo provvidenziale diamante per tirare il filo alle lamine). La sciata è nel complesso buona ed appagante per tutta la discesa del canale, che abbandoniamo della parte finale per portarci nei pendii adiacenti esposti a sud, alla ricerca di neve trasformata. Fino a quota 2.850 metri troviamo bellissima neve trasformata che ci regala magnifiche curve in velocità sotto un sole nuovamente splendente. Da qui cominciano i lunghi traversi che portano ad imboccare il vallone della Balma, dove il manto nevoso è fortemente irregolare e poco sciabile per le numerose buche ed ondulazioni: riusciamo ancora a trovare qualche breve tratto sciabile sino ad arrivare al Pian dei Morti, alla fine del quale ci carichiamo gli sci in spalla e con un deportage abbastanza rapido raggiungiamo la conca del rifugio Scarfiotti e la nostra vettura.
Finalmente riesco a scendere da Punta Sommeiller con gli sci dal suo canale sud-ovest: per un motivo o per l'altro sin'ora non ne avevo mai avuto l'occasione, nonostante io frequenti abbastanza queste cime dietro casa. Oggi in formazione sci-alpinisticamente agguerrita della Confraternita: ringrazio i Confratelli Andrea l'Occitano, Andrea il Valdostrano e Luca il Libero-Battitore per la bella gita in clima goliardico sia in salita che in discesa.
Terminiamo la gita al ristorante L'Fouie di Rochemolles con un buon pranzo innaffiato dal vino bianco per celebrare con il nettare tipico dell'estate quest'ultimo scorcio di primavera sugli sci


[visualizza gita completa con 10 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Off Topic: Desidero ringraziare il gentilissimo Andrea che, avendo ritrovato il mio buff, mi ha contattato per darmelo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: in auto quasi allo Scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, dopo breve tratto spinto per rientrare sul percorso di salita, ancora neve più che decorosa. Con qualche numero si arriva (ancora per poco) a pochi minuti dall'auto.
Giornata splendida, diversi ski alp in zona. Con Gianluca.

[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Aperto, difficoltoso con auto 'bassa'
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Come capita in questa stagione alla partenza eravamo un po' perplessi per via degli 8 gradi allo Scarfiotti. In realtà, una volta superati i tornanti e messi gli sci, il rigelo riscontrato era più che buono. Al di sopra di Pian dei Morti innevamento ottimo e paesaggio appagante. Si arriva in vetta sci ai piedi anche senza rampanti.
Il canale ovest dalla punta, sceso alla 10.30 (in boucle) era veramente su neve molto dura seppur ben grippante, ma attendere, come sarebbe stato logico, voleva dire soffrire più del dovuto la parte bassa. Tutto il resto su trasformata ottima sino al pian dei Morti da cui conviene stare alti a sinistra, eventualmente spingendo un po', per poi scendere sulle slavine sulla verticale del rifugio che si concatenano facilmente. Alcuni tratti sfondosi, meglio la parte bassa. In sci a 10 minuti dall'auto.
Ancora consigliabile.
Con il Pier, con il quale abbiamo poi fatto man bassa di spinaci selvatici...
Un saluto ai gulliveriani trovati in vetta.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva allo Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Aggiungo al commento di Bubbolotti, che condivido, qualche foto. Noi siamo saliti già calzando gli sci a 10 minuti dall'auto su un fondo di valanga, per poi stare sul fianco sinistro orografico (opposto ai tornanti della strada) e traversare in alto per raggiungere la gorgia e pian dei Morti. Discesa alle 10.40, fino a 2400 m. da 5 stelle. Con Met.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Come tutti sci a spalle fino a quasi Pian dei Morti, poi salita su neve continua, con ottimo rigelo dai 2400m in su. Scesi dalla cima nel canale alle 11 trovandolo in ottime condizioni. Bellissimo fino a 2500m poi neve più cedevole per lo scarso rigelo. Gorgia piena e lingua di neve lungo la strada permettono di arrivare praticamente all’auto.
Con Bubbola e Silvia.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza 645. Portage fino a Pian dei morti, buon rigelo da 2400. Meteo super , sceso alle 10 dal canale diretto dalla vetta che è in ottime condizioni, discesa su neve commovente fino a 2500, si arriva a 100 metri dalla macchina ravanando, Sommeiller come sempre bellissimo

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Fino alla diga
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 6:30 circa dalla diga. In salita abbiamo seguito l'itinerario classico dal passo dei Forneaux. In discesa abbiamo fatto il canale ovest (a mio parere in ottime condizioni); dopo il canalone abbiamo seguito dei pendi molto ampi (con neve buona) tenendoci sulla destra ("orografica") rispetto all'itinerario di salita e ritrovandoci dal lato della carrozzabile che porta al colle di Somelier. Arrivati in prossimita dello scarfiotti abbiamo provato a scendere con gli sci sul lato sinistro orografico (troppa poca neve); meglio passare sul lato destro e camminare fino alla diga.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino alla diga poi portage...
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
ottima neve, si deve ravanare un po per arrivare in basso con ski...
con francuzzo, inossidabile, partiti alle 5,40 arrivo alle 10,00 a palla giù per il canale, in perfette condizioni!! in basso fino al secondo ponte, attraversando valanghe immani,, con un sacco di legna in mezzo, quest'estate bracciolate a go go...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada non percorribile dalla diga in su per avanzi di neve ancora presenti
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
ottima, un po di portage un ora fino all'inizio dei tornanti sopra lo scarfiotti
con l'inossidabile francuzzo, che macina dislivello a più non posso...partiti alle 5,40 arrivo alle 10 in vetta, poi raggiunti da altri tre skialp, inizio discesa alle 10,15, giù a palla per il canale in ottime condizioni, e ravanando un po siamo arrivati fino quasi al secondo ponte sotto lo Scarfiotti.....spettacolare!!!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino al 4°tornante sopra il rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Noi ci siamo fermati al 4° tornante a 2300m, ma alcune auto sono arrivate quasi al Pian dei Morti.
A parte le circa due ore di coda per la transumanza (quasi fino alle Grange Mouchecuite), i 200 metri di portage, il nevischio verso il Passo dei Forneaux, l'elettricità nell'aria in Cima, il resto è andato tutto bene. Discesa nel canale Ovest perfetta grazie ai 5-10cm di nuova neve.

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Gita in buone condizioni, portage minimo..saliti per la normale nella nebbia che non lasciava sperare a niente di buono, pero' la cocciuttaggine questa volta e' stata ripagata! Scesi per il canale con buona visibilita' su neve duretta grippante..saluti


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: buono fino alla diga, si arriva allo Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata, un po' velata, qualche raffica di vento fresco ma poi caldo. Discreto rigelo notturno. Si arriva in macchina allo Scarfiotti, portage nullo o quasi, poche decine di metri secondo dove si riesce a parcheggiare (oggi veramente tanta gente sull'itinerario). Parte alta su neve recente che ha crostato, portante (scesi intorno alle 11 ci siamo proprio divertiti), nella parte bassa la neve aveva mollato ma era ancora sufficientemente sciabile. Gli ultimi pendii sopra lo Scarfiotti (a sn dei tornanti scendendo ) sono ancora ben collegati, ma se farà caldo durerà poco.
Con Stefano, molto motivato e determinato, complimentoni, e Alberto.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino al ponte a 2100
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata di ferie per il compleanno di Bubbola. Cinque minuti di portage poi neve continua fino in vetta. Saliti per il passo dei Fourneaux. Scesi per il canale Ovest fin dove questo spiana, poi con un traverso tornati sulla tracci di salita. Ripellato per rifare il canale una seconda volta, Bubbola in quanto festeggiata si è seduta a godersi il panorama. Canale in buone condizioni. Discesa sui panettoni un po' rovinata dalla nevicata di ieri che ha lasciato cinque centimetri di neve un po' collosa.
Con Bubbola. Saluti ai conoscenti, vecchi e nuovi, incontrati lungo la salita.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Tutto ok fino allo scarfiotti
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo la N dell'Ambin sono tornato sul sommeiller per scendere il canale W (e tornare così in italia).
In salita gli sci si portano fino al pian dei morti (ca 2500), quindi neve continua fino ai fourneaux dove si tolgono per qualche tratto pelato.
Discesa buona nonostante l'ora (12.20): prime curve un po' allo stretto e poi un tratto di neve molto brutta e grutuluta (tipo "ciuffi di meringata"). Quindi bel firn morbido abbastanza liscio e ben sciabile fino al fondo, dove conviene traversare a sx per riallacciarsi alla normale. Neve via via più morbida ma mai sfondosa.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: con panda 4x4 fino al pian dei morti
quota neve m :: 2600
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo aver salito la parete nord discesa per il canalone ovest (la normale è ormai quasi senza neve). A mio avviso non conviene scendere dopo le 9.30, max le 10. Primo tratto senza neve quindi 2 alternative: o si scende nel canale a piedi per un centinaio di metri scarsi, o si scende sempre a piedi un breve tratto di cresta S fino a reperire un colletto innevato che dà sul canale (io ho seguito la prima ma consiglierei la seconda). Il canale in basso è un po' concavo e presenta una strettoia e un po' di pietre in mezzo, quindi a circa metà ho tagliato a sx su neve più liscia, continua e con meno pietre.Vallone quasi in piano con neve via via più butterata abbastanza noioso; un po' di gava e buta e qualche risalitina per scendere il più possibile sci ai piedi: sono arrivato fino a quota 2600 ca ma la neve è ormai troppo sporca e a onde e non permette una sciata piacevole.
Mi sa che ormai per questa zona la stagione è finita...
Un solo scialpinista incontrato a metà canale mentre io scendevo.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dalla via normale. Le 4 stelle si riferiscono al canale (anche 5!) e ai canali raccordati che partono dal Piano dei Morti. Ciò che sta in mezzo non è classificabile (molto molto bagnata). Con Riccardo e Claudia fidandosi di Nimbus che, a ben leggere, offriva buone speranze. Così è stato. Il canale l'abbiamo percorso in un momento di buona visibilità con 10 cm di fresca umida ma divertente. Purtroppo l'abbiamo piuttosto devastato creando riccioloni e boccioni di 50 cm di diametro ad ogni curva. Difficile immaginare che neve ci sarà domani su tutto il percorso. Dipende dal rigelo. Si sale bene sulla neve (o a piedi o già con gli sci) dai primi tornanti.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva sino allo Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita che si può salire direttamente in salita (indispensabili ramponi) o scendere dopo aver percorso il facile itinerario per il colle settentrionale dei Fourneaux. Con neve dura non è da sottovalutare. Giornata bellissima con Mark, Paolo e Giulia, dirottati in questo bell'angolo della Val di Susa viste le condizioni in quota e la chiusura del Moncenisio.

[visualizza gita completa con 12 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: in canalone
difficoltà: OS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 2140
quota vetta/quota massima (m): 3333
dislivello totale (m): 1200

Ultime gite di sci alpinismo

07/07/20 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - funcool
Preso la prima telecabina da Stafal alle 7.35, calzati gli sci ad Indren alle 8.25. Saliti dal canalino di sinistra abbastanza duro per la temperatura bassa ed il vento moderato che ha interessato t [...]
06/07/20 - Giordani (Punta) da Indren - nordend4612
Bellissima gita e grande sciata; tolti i 100 metri finali, piuttosto duri, il resto è tutta trasformata bellissima fino alla funivia. Segnalo solo alcune cose: - forte rigelo che ha richiesto in sa [...]
06/07/20 - Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren - giovanni de rosa
Buona sera. Percorso tranquillo. Alcuni crepi appena aperti ma ben visibili e facilmente evitabili. Saliti agevolmente dal canale (destra Gnifetti) su neve morbida e ottima traccia. Un vento da No [...]
05/07/20 - Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren - andrealp
Salita la ferrata e raggiunto il Cristo delle Vette scendendo dal Corno Nero, come da altra relazione. Discesa sul versante della Piramide Vincent con neve primaverile molto divertente e ben sciabile [...]
05/07/20 - Breithorn Occidentale da Cervinia - robertov
Salito, sci ai piedi, dalle Cime Bianche con innevamento continuo e max 3 minuti di portage. Partendo alle 8,45 non sono serviti i rampant lungo tutto l’itinerario. Oggi grande affollamento dal Pla [...]
05/07/20 - Nero (Corno) da Indren - andrealp
Condizioni di innevamento ancora ottime, considerando di essere a luglio, e molta gente in giro. Saliti da Staffal con la prima funivia partita addirittura in anticipo e sci ai piedi poco dopo le 8. I [...]
05/07/20 - Ludwigshohe, Corno Nero, Piramide Vincent da Indren - giovil
Saliti dal canale di sinistra in ottime condizioni. Scivolo del Corno Nero ottimo stando tutto a destra non si trova ghiaccio. Usate due picche ma poteva bastarne una. Anche la crestina non ha probl [...]