Pancherot (Monte) da Perreres per la Finestra di Cignana

Bel giro che non fa mancare nulla; colle, vetta, bivacco, lago, alpeggi, boschi e immancabile vista sul Cervino. Sentiero relativamente ben segnalato. In alcuni punti mancano indicazioni sulla direzione dei sentieri (tipo bivio 8 -8A, oppure subito dopo la diga a scendere per l’1. In questo punto conviene tenersi sulla destra, lasciando la strada e prendendo il sentiero che si vede scendere al centro del versante. Come da aspettative, molta gente su tutto l’itinerario.
Ringrazio fyplom per la traccia su Gulliver, che ci ha aiutato nei momenti di dubbio lungo il percorso. Oggi con Daniela.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
Gita di contenuto dislivello ma di lungo sviluppo. Dalla punta scesi al lago di cignana e da quì un lungo rientro con tempo doppio rispetto alla salita. Bella giornata e ottimi panorami. Dallo sbarramento della diga piccolo errore sul reperimento del sentiero che ci ha fatto perdere almeno venti minuti. Aggiungo traccia gps.
Con Montserrat, Giuseppe, Luana. Giovanna, Bepi, Silvia e Lia.


[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: Ottimo
Sentiero bellissimo e ben segnato, un po' di attenzione dalla Finestra di Cignana, fino in cima.
Anche oggi nonostante il tempo incerto l'organizzazione dei SENIOR del CAI Ivrea hanno scelto il monte Pancherot, nella Val Tournanche. La gita si è svolta nel migliore dei modi, partendo da Perreres, con il gruppo che consisteva di 32 partecipanti e con 2 piccole soste sono arrivati tutti in cima, tranne qualche partecipante che si è fermato al colle. complimenti alla signora Barbara per aver saputo gestire un gruppo cosi numeroso, complimenti al gruppo SENIOR per la disciplina durante la salita e la discesa. Bravi tutti. Roby.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Bella cimetta, gita con grande panorama all’andata (il 107) e poco dislivello, qualche tratto prima della Croce un pochino esposto. Rientro passando dal lago (graziosa la Chiesetta), sentiero n. 1 fino alla fraz..Falegnon, poi 8A e poderale fino a Perreres. Discesa noiosa, a nostro giudizio, ci è piaciuta poco
Con Renè e Maury


[visualizza gita completa con 3 foto]
Oggi una giornata spaziale al cospetto della Gran Becca (Cervino) anticipando il previsto cambiamento delle condizioni metereologiche - Seconda volta sul Pancherot scegliendo la giornata giusta per gustare fino in frondo i bellissimi panorami, parzialmente preclusi la volta precedente per nebbia - Sentieri ottimamente segnalati fino in cima, dalla Finestra di Cignana il sentiero 7 si restringe diventanto in alcuni tratti verso la fine molto esposto (percorso non banale, dove è necessario piede fermo) - Partenza come da itinerario dalla centrale di Perreres, risaliti sino all'alpeggio Grillon, da dove si entra nella pineta dai colori autunnali fantastici, il sentiero risale al di sopra delle balze rocciose, poi con un lungo traverso esce alla Finestra di Cignana, di qui sentiero 7 a sinistra che sale ripido raggiungendo l'anticima poi con traverso discendente raggiunge l'intaglio che da accesso alla vetta del Pancherot sormontata da una grande croce di legno - Panorami dalla vetta grandiosi - Cervino - Dent d'Herens - Grand Murailles - Piccolo Cervino - Breithorn con il gruppo del Rosa - le cime della conca di Chenei (Grand e Petit Tournalin - Roisetta - Becca Trecare) - Sometta - Cima di Tzan e moltissime altre, un 360° di vette - Nessun escursionista lungo il percorso, incontrato solo una coppia con parapendio in procinto di lanciarsi appena prima della Finestra di Cignana
Oggi con Valerio


[visualizza gita completa con 6 foto]
Leggera spruzzata di neve freschissima che, insieme ai meravigliosi colori autunnali esaltati da una giornata dal meteo perfetto(caldo quasi estivo a parte qualche raffica di vento freddo tra la Finestra e la vetta),ha reso questa gita il massimo che potessi ottenere essendo alla ricerca di una vetta facile,con poco dislivello e con percorso tranquillo.
Il Pancherot presenta tutte queste caratteristiche.
Non ho notato nessun passaggio esposto nè tantomeno aereo;gita semplicemente escursionistica sempre ben segnalata
Tutto il percorso,sentiero balcone per la Finestra di Cignana e poi ottimo sentiero tracciato e segnalato fino alla croce di vetta,è molto panoramico;Rosa,Cervino,la conca di Cheneil e le sue meravigliose montagne!


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ok
Partite dal Laghetto di pesca sportiva oltre Perreres imboccato il sentiero n. 9 fino a circa 2185 metri,poi deviazione a sx sul segnavia n.35......il percorso prosegue a mezzacosta..... fino all'innesto nel segnavia che arriva da Perreres ......(più tardi lo seguiremo come via di rientro) ....raggiungiamo Finestra di Cignana e visto la poca visibilità scendiamo alla cappella di Cignana..... Risaliamo alla Finestra e a ritroso fino al bivio ....qui a dx seguendo il 107 che ci porta in prossimità del ponte sul torrente Marmore......oltre il ponte a sx ......fino a raggiungere il punto di partenza...... Previsione meteo non corretta.......
.....in ottima compagnia......


[visualizza gita completa con 2 foto]
Giornata splendida, nemmeno una nuvola, clima mitigato da una piacevole brezza.
Ambiente bellissimo e ottime segnalazioni dei sentieri.
Molto bello l'ultimo tratto prima della cima a picco sul lago di Cignana.
Splendido panorama sul Cervino che ci ha accompagnato per tutta la salita.
In compagnia della Dona che ha preferito fermarsi a prendere il sole alla Finestra di Cignana.


[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: ok
Ancora un bellissima giornata. Salita al Pancherot totalmente esente da neve. Panorami stupendi. Incontrati degli escursionisti fino alla Finestra di Cignana poi in cima nessuno. Visti degli stambecchi quasi in vetta.
Un saluto a Giuliana da Franco e dal “mitico” Gauso.


[visualizza gita completa con 11 foto]
note su accesso stradale :: tutto ok
sentiero tutto ok anche sul tratto esposto

[visualizza gita completa]
Ottima escursione, con lunghezza e dislivello moderati e quindi adatta anche alla giornate invernali più brevi, come questa ad es..
Un pò di neve sul percorso, solo in qualche tratto -aggirabile- ghiacciata, ma pulito il sentiero/traverso un pò esposto tra anticima e cima; oggi non è stato necessario usare i ramponi.
Oggi -come già da un po' in questo periodo...- cielo sereno, limpido e terso e temperatura mite...
In questa situazione e con la compagnia fissa del Cervino -dal primo passo dell'andata fino all'ultimo del ritorno..., che è davvero spettacolare e che costituisce un notevole "valore aggiunto" di questa escursione, oggi sicuramente ..."spaziale"...-, è stato bello ricordare sulla cima il compleanno di Aldo/"abe", festeggiato insieme in anni precedenti...
Notevole (e pressoché completo) il panorama su Valtournenche e su tutta la valle ( e anche oltre) con relative montagne, che abbiamo -con visibilità e temperatura perfette e assai gradevoli- abbiamo potuto ammirare anche con lunghe"binocolate" dalla vetta...
Escursione in compagnia del "fuoriclasse" Franco F. e Franco G. con il quale ho condiviso le escursioni autunnali di quest'anno. Avrei/avremmo voluto che -almeno le ultime- fossero state sci-alpinistiche..., ma anche a piedi sono state altrettanto belle, e quindi grazie per questa bella opportunità...

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: ottimo, ampio parcheggio
Essendo di passaggio alla la Finestra di Cignana per il sentiero Perucca-Vuillermoz, una capatina al Monte Pancherot è stata quasi obbligatoria. Sentiero ottimamente tenuto e segnalato fino alla Finestra di Cignana, poi traccia un po’ più faticosa per raggiungere la cima, ma senza particolari difficoltà. Il tratto che separa la cima dall’anticima e scende all’intaglio è un po’ aereo ma non presenta alcuna difficoltà con terreno asciutto. Cima molto panoramica come già si poteva immaginare vedendola da lontano, e ho chiuso il conto essendomi fermato la volta precedente poco prima dell’intaglio (ma avevo le scarpette da bici!). Peccato che il simpatico bivacco sotto la cima sia chiuso e quindi inutilizzabile. Molta gente in giro grazie alla bella e calda giornata, con solo un po’ di nuvolaglia passeggera.

[visualizza gita completa]
splendido balcone sul cervino,dopo il colle fare attenzione in caso di neve o ghiaccio,attraversa un tratto esposto,
un Inno alla VITA.....

[visualizza gita completa]
bella gita anche se il tempo non prometteva bene, ma per fortuna ci ha graziato facendoci intravedere qualche raggio di sole, gita veloce, su sentiero ben tracciato, prestare attenzione all'ultimo tratto di cresta un po' in esposizione ma superabile senza troppe difficolta', magari pericoloso se bagnato
con Raffaella e Sergio


[visualizza gita completa con 1 foto]
Gita Sociale Gruppo Giovanile Cai Cuorgne',46 partecipanti di cui 17 under 18.
Traversata in bus.
Clima secco gradevole, bella fioritura, Cervino incappucciato di nuvole, assenza di nebbia, buona visibilita', comodo il 107, temuta pioggia solo un po' al ritorno.
Alla finestra di Cignana in 5 saliti al panoramico Pancherot su mia pressante richiesta.
Il cartello da 50', ma io ho impegato 30'.
Compattamento al Rif. Barmasse chiuso.
Scesi a Valmartin, 1493m.
Solo io ho scroccato un passaggio in auto fino a Paquier risparmiandomi una noiosa risalita su asfalto dove era parcheggiato il bus, la signora autista valdostana simpatica e disponibile.
Merenda sinoira all'accogliente bar gelateria L'ancient Paquier.
Grazie ai compagni di gita, in particolare ai capigita Maria Rosa e Felice, che mi ha dato l'ok x la vetta non in programma, a Lodovico e Flavio Chiarottino che mi hanno fatto fruttare piacevolmente il giorno festivo torinese
Ci siamo persi un pezzo della partita dell'Italia, poco male...

[visualizza gita completa]
Saliti con il sentiero 107 fino alla finestra di Cignana abbiamo poi proseguito sulla cresta che porta in vetta al Pancherot.Quì al primo nevaio Sergio ha deciso di tornare al colle e di aspettarci li.Noi abbiamo proseguito, c'è ancora qualche nevaio ripido che ci ha comunque complicato la vita.La neve era marcia ma sotto c'era ghiaccio vivo.Calzati i ramponi li abbiamo tolti poco prima della vetta su sentiero stretto, a tratti sdrucciolevole e molto ma molto esposto.Nei pressi della vetta c'è ancora un pò di neve ma non è questa a preoccupare, piuttosto lo sono i lastroni che pur essendo di grosse dimensioni si muovono quando caricati.In punta foto di rito e ritorno veloce (si fa per dire) al colle dove Sergio ci aspettava.Tanto per complicarci la vita abbiamo deciso di fare il percorso ad anello quindi siamo scesi fino al lago di Cignana sempre con il sentiero 107 alla disperata ricerca del sentiero 8.Purtroppo non avevo una cartina aggiornata e abbiamo preso un sentiero che parte appena dopo la borgata diroccata di Falegnon evidenziato da un ometto di pietre.NON FATELO, vi porta sul vecchio sentiero ormai in disuso che oltretutto ci hanno detto sia franato.Per fortuna abbiamo incontrato un giovanissimo runner che ci ha indicato la retta via.Siamo quindi tornati sui nostri passi e siamo scesi fino alla centrale idroelettrica e solo quì abbiamo trovato il nuovo sentiero 8 che più che un sentiero sembra una carrareccia.Questa corre sul fianco della montagna tutta in piano fino alla frazione Perreres da cui eravamo partiti.Insomma un giro lunghissimo ma pieno di soddisfazione.
Il tempo ha tenuto nonostante la nuvolosità.Il Cervino ha fatto un pò il difficile nel farsi ammirare ma vanitoso com'è si è mostrato a tratti.Condiviso la gita con Ivo, Nicola, Sergio.Vedi filmato


[visualizza gita completa con 4 foto]
Bella domenica di fine estate. L’aria è frizzante e e ci godiamo la camminata prima nel bosco, che sembra dimora di folletti, e poi lungo il sentiero che si inerpica lungo i pascoli, dopo l’alpeggio dove accarezziamo e coccoliamo le mucche.
Alle nostre spalle, sua maestà il Cervino vigila sugli escursionisti che osano avventurarsi nel suo territorio.
E, lungo la salita, uno sguardo nel fondovalle verso Valtournenche, dove l’amico Gero si è trasferito qualche mese fa.
Alla finestra di Cignana vista impagabile verso il lago, di quel turchese così incredibile come pensi di trovare solo nella tua immaginazione. Svoltati a sinistra verso la cima del Pancherot, inizia la parte divertente che si inerpica lungo la cresta della montagna. Sulla destra lo sguardo cade su diverse stelle alpine, piccole cristalli lanosi di quella neve che presto cadrà. A sinistra qualche camoscio cattura la nostra attenzione. Un po’ di attenzione su qualche passaggio un po’ esposto, soprattutto per il piccolo Andrea che viene sorvegliato con attenzione dallo zio Ale. Ancora poco… ed ecco la croce che segna la cima, e lo sguardo spazia lungo le cime del versante opposto: Bec di Nana, Becca Trecarè, i due Tournalin, il monte Roisetta. Più in lontananza, un po’ di foschia lungo le vallate rende ancora più irreale il panorama.
Con Ric, Andrea, Diego e zio Ale.


[visualizza gita completa con 4 foto]
gita gia' fatta.....bella ma ahimè abbiamo trovato brutto tempo, salita agevole e veloce circa 2 ore in pinto
con bimbo gigi


[visualizza gita completa con 1 foto]
bellissima gita priva di difficolta', prestare attenzione solo nella cresta che porta alla vetta, ma nulla di piu', paesaggi meravigliosi
grazie sergio per avermi fatto conoscere questa punta


[visualizza gita completa]
bellissima gita priva di difficolta', prestare attenzione solo nella cresta che porta alla vetta, ma nulla di piu', paesaggi meravigliosi
grazie sergio per avermi fatto conoscere questa punta


[visualizza gita completa con 2 foto]
Bella gita di allenamento in compagnia di Manu.Saliti da Perrères fino alla finestra di Cignana e poi in cima al Monte Pancherot.Bei panorami a 360°,peccato che il Cervino fosse nascosto dalle nuvole,belli invece sui monti della conca di Cheneil.Rientro dalla finestra di Cignana, Rifugio Barmasse e sentiero 1 dell'alta via fino a Promoron, dove si è preso a sinistra il sentiero 8 (lunghezza circa 5,5 km.),splendida balconata sulla valle del Cervino,che finalmente ha fatto capolino dalle nuvole e ritorno a Perrères.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nn
Salito nella nebbia fino alla Finestra di Cignana ma poi, secondo le previsioni, cielo terso ed ampia vista sul Cervino, sul Rosa e fino al lontano Gran Paradiso.
Nonostante la relativamente bassa altitudine il panorama è a 360°.
Presso la punta un branco di 7/8 stambecchi.

[visualizza gita completa con 5 foto]
la salita fino alla finestra di Cignana può sembrare faticosa a chi non è ben allenato. Bella comunque. Molto panoramico l'ultimo tratto e anche un po' esposto. Incontro con un branco di camosci :)

[visualizza gita completa]
Sarà il meraviglioso paesaggio.. sarà la vista sul Cervino.. sarà per i tanti incontri (anche ravvicinati) di selvatici.. questa gita mi è rimasta nel cuore.. La consiglio a tutti!

[visualizza gita completa con 5 foto]
Peccato per il meteo che non ci ha permesso di vedere il Cervino..visto solo per pochissimo tempo molto innevato..Va beh torniamo alla gita..sentiero molto ben segnato che porta, seguento le indicazioni per il lago di Cignana, in circa 1h30' alla finestra di Cignana da dove si gode di un bel panorama, qui dopo breve sosta si siamo incamminati a sinistra verso la cima del pancherot raggiunta con un'altra mezz'ora di cammino sempre su buon sentiero stavolta un po' più esposto ma con bel panorama sul lago di Cignana. Raggiunta la cima ci ha purtroppo raggiunto anche la pioggia ed allora a passo veloce siamo dovuti tornate all'auto.
Sul percorso cartelli "attenzione vipere".Noi non ne abbiamo viste.
Grande lucky che nonostante alla fine fosse distrutto ha raggiunto brillantemente la cima..



[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: lasciata macchina zona picnic
Sentiero ben segnato numero 107 e ritorno dal numero 8 (strada poderale con gallerie). Tempo nuvoloso con inizio nel bosco e parte finale in ampi pendii. Visto Stambecchi al colle delle finestre. Bello pezzo di sentiero dopo il colle per la punta, cervino parzialmente coperto da nubi e innevato.

Ringrazio Cai uget Torino


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: comodissimo
Facile escursione in un ambiente spettacolare. Si gode della vista del Cervino che sembra così vicino da poterlo toccare. Il sentiero è ottimanente segnalato n 107, basta seguire i bolli e cartelli. Alla Finestra (colle) di Cicagna piegare a sinistra e seguire il sentiero che sale fino in cima con alcuni tratti esposti ma senza particolari problemi. Davvero godibili i punti in cui si è quai a strapionpo sul lago di Cicagna.
Giornata soleggiata al mattino che si è trasformata in una breve e gelida pioggia sull'ultimo tratto della cima che però non ci ha fatto desistere e meno male perchè il sole ci aspettava in cima.
Tutto questo non sarebbe accaduto senza la tipica alpinistica tensione alla cima di Sabina che non è stata scalfita minimanente dall'invito a fermarsi al colle di un escursionista-gita-cai che deve aver vissuto con una certa "drammaticità" la sua ascensione. Un saluto alla signora "contro vento" della cima e ai suoi due forse-troppo-assennati compagni di gita.
Al ritorno alla macchina volgete lo sguardo alla Punta appena "comquistata" vi restituira una senzazione orgogliosamente piacevole insieme al fresco pediluvio nel torrente.


[visualizza gita completa]
Nessun problema particolare, anche se concordo che la parte finale è da classificare EE in quanto parecchio esposta.
Gita settimanale degli evergreen del CAI Pianezza.
Giornata all'inizio abbastanza bella, poi guastata da parecchie nuvole attorno alle punte, specie al Cervino che non abbiamo più visto.Incontrato solo un escursionista belga che sta facendo l'alta via n° 1 in solitaria. E ovviamente marmotte e stambecchi...



[visualizza gita completa con 3 foto]
fatta la gita partendo da Crepin ( 1577 m.) e rientrando da Perreres. Il sentiero inizia alla fine della frazione , oltre la chiesetta. A sinistra c'e' la palina che indica il percorso. Il sentiero incrocia piu' volte una strada poderale e poi la segue per un lungo tratto, ma sullo sterrato ci sono pochissimi segni sbiaditi e inintelligibili. Credevo di essermi sbagliato , tanto che stavo tornando indietro a cercare qualche riferimento, quando ho incontrato un pastore che accompagnava le mucche al pascolo che mi ha dato delle indicazioni. Sono risalito restando sulla poderale fino ad arrivare all'ingresso di una cava , e su una roccia in alto a destra ci sono i bolli gialli con le frecce. Poi e' tutto ben tracciato fino in vetta e con il Cervino in bella mostra. Al rientro, quando sono arrivato alla Finestra di Cignana, sono sceso seguendo il sentiero marcato 35 e 107 verso Perreres. Poco prima di passare il torrente Marmore ho preso a destra un bello sterrato pianeggiante marcato con il numero 8 , con un divieto di transito perche' stanno mettendo in sicurezza la strada soggetta a frane ( ma passano tutti ) . Dopo 2,5 km, e passando tre corte gallerie, si arriva ad un gruppo di case dove c'e' l'indicazione per scendere a Crepin , per ricongiungersi poco in basso con il sentiero dell'andata, completando un anello. Nella scala delle difficolta' nella locandina di Gulliver, questa gita e' considerata "E" . A mio avviso e' una valutazione decisamente scarsa e puo' trarre in inganno, considerando l'ultima parte del sentiero poco sotto la vetta , dove vi sono dei tratti ripidi ed esposti ( almeno la doppia "EE" ) . Il tracciato GPS ( garmin etrex summit HC , riferimento WGS 84 ) da uno sviluppo totale di 14,2 km ( andata 5,5 km e ritorno 8,7 km ) e un dislivello di 1050 metri. Bel giro e bella giornata di sole senza vento.

[visualizza gita completa con 7 foto]
Sarebbe un ottimo itinerario con bel tempo e buona visibilità
Oggi il Cervino era avvolto nella bufera.
Dalla Finestra di Cignana alla vetta vento patagonico con granuli di nevischio in caduta orizzontale

[visualizza gita completa con 1 foto]
Lasciare la macchina al parcheggio dell'area pic nic (poco oltre la centrale elettrica) Da li iniziano subito i cartelli per il sentiero 107
Bel giro, tranquillo anche se i sentieri (per il colle e per la cima) sono considerati EE. Per la cima ci sono effettivamente dei tratti esposti ma il sentiero è sempre tranquillo e ben marcato.
Ottimo panorama ed una fioritura favolosa.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Per questa gita ho eseguito un giro ad anello con partenza e arrivo a Crepin.
Bellissime le osservazioni geologiche dalla vetta e ancor più al Lago di Cignana (vedi il mio sito)



[visualizza gita completa con 2 foto]
Perfetto itinerario. Partendo dall'attacco della ferrata del Gorbeillon, ho raggiunto l'alta via che porta al lago di Cignana. Poi per il colle e la punta. Dalla punta ora verso nord, e in discesa per sterrati e sentieri fino a Valtournenche.
Gino in bici, io di corsa


[visualizza gita completa con 1 foto]
in salita nella nebbia fin quasi al colle di cignana, poi sole splendido.
breve ma bella sgambata con sevro cancelliere. reverente pensiero a tutti coloro che non ci hanno creduto e sono rimasti a marcire in pianura.


[visualizza gita completa]
Salito attraverso il sentiero 107 che le cartine acquistate oggi presso il punto informazioni di Valtournenche indicano come "grande balconata". Discesa attraverso il sentiero n. 8 dopo aver costeggiato il lago Cignana e passato attraverso la borgata diroccata di Falegnon immersa nei lamponi selvatici. Subito dopo la borgata ho infilato il sentiero sulla sinistra e sono sceso fino ad agganciare una sterrata che alcuni cartelli indicano come "Percorso Naturalistico di Perreres Promoron"; alcuni tratti sono immersi in una fresca pineta, in altri tratti si emege in balconi panoramici, si percorrono 3 gallerie scavate nella roccia lunghe alcune decine di metri. Bel giro ad anello che avevo in programma da tempo. La sorpresa di questa gita, già molto buona sotto tutti punti di vista, è stata proprio il Monte Pancherot, cima eccezionalmente panoramica, mi ha permesso di farmi un' idea precisa delle montagne che stanno di fronte anche grazie alle persone che ho incontrato. Questa zona della vallata è molto bella e naturale in quanto lontana da impianti e costruzioni, fatta eccezione per l'imponente diga.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Escursione corta ma estramamente panoramica.
Oggi un pò di nubi al mattino ma poi il cielo si è aperto e ci ha permesso di vedere un ottimo panorama sul Cervino e sul Rosa.
Sentiero molto agevole solo un pochino esposto negli ultimi metri sotto la punta.

Con Sergio, Ugo e Rosy


[visualizza gita completa con 1 foto]
Lasciata l'auto nel posteggio nei pressi della centrale idroelettrica di Perreres, Decidiamo di fare l'anello che include la finestra di Cignana, il monte Pancherot, il lago e ritorno da carrozzabile che riporta a Perreres. Imboccare il sentiero n°107 direzione finestra di Cignana. giunti alla finestra seguire l'evidente sentiero a sinistra che in circa 45 minuti porta al monte Pancherot. Alcuni tratti sono discretamente esposti, porre particolare attenzione in caso di pioggia. Tornando con lo stesso sentiero alla finestra di Cignana, scendere all'omonimo lago, percorrere tutta la sponda sinistra, vale la pena visitare la suggestiva cappella in riva al lago, Raggiunta la diga, proseguire sempre sul lato sinistro su sentiero che porta al borgo disabitato di Falegnon, all'uscita del borgo abbandonare il sentiero principale e prendere quello meno evidente a sinistra indicato con n°8, il quale attraversata una pineta si ricongiungerà al vecchio sentiero "Grande Balconata" ormai in disuso che termina sulla carrozzabile che collega a mezza costa l'abitato di Perreres. Imboccatala in direzione nord si tornerà al punto di partenza, chiudendo l'anello dopo circa 6 ore di camminata.
Giornata dalle mille condizioni atmosferiche, dal sole al fresco per finire in un acquazzone indimenticabile.



[visualizza gita completa]
Terminata la ferrata del Gorbeillon decido di non chiudere la giornata alle 11 e così seguo il sentiero che parte da Cre du Pont per al Lago di Cignana e poi fino al Monte Pancherot, raggiungendo così la cima della montagna sui cui contrafforti si sviluppa il percorso attrezzato. Il caldo afoso mi sega un po' le gambe nell'ultimo pezzo ma comunque dopo 2h 30' sono in cima dove è stato posto anche un bivacco in lamiera. Panorama solo parziale con la foschia che nasconde quasi tutto il Cervino. Per chi fosse interessato, comunico che la quota neve è di 2400-2600 a seconda dei versanti. Tournalin, Trecarè e Roisetta ancora con innevamento cospicuo.

[visualizza gita completa]
Ultima gita escursionistica per quest'anno ... speriamo nella neve !!! ... la gita è molto piacevole e non presenta grandi difficoltà anche se oggi il sentiero coperto da neve e ghiaccio su quasi tutto il percorso era motivo di attenzione particolare sprattutto nei 500 metri finali per cresta!!!... il panorama è stupendo dalla vetta ma sanche su tutto il percorso la figura del Cervino la fa da padrona ... consigliata nel periodo primavera-estate

[visualizza gita completa con 1 foto]
Complimenti a Valter e Luigi per la scelta!!! Ottima gita, facile ed altamente panoramica, con il Cervino che ci accompagna per tutto il percorso. Belissimo panorama dalla vetta su tutta la valle e oltre... sul Rosa. un grazie anche allo stambecchino che si è messo in posa a poche passi dalla cima!!!

[visualizza gita completa]
Splendita gita, per il panorama, la facilità del percorso, la fioritura e la compagnia, Valter e Guido. Un grandissimo grazie al Cervino, che splendore, sempre ben in vista dall'inizio alla fine dell'escursione.

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 12/06/11 - fabrygeo80
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: 107-7
    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord-Est
    quota partenza (m): 1844
    quota vetta/quota massima (m): 2616
    dislivello salita totale (m): 772

    Ultime gite di escursionismo

    22/10/18 - Renon (Bec) da Scalaro - luc_0000
    Traccia sempre evidente, tranne che nel punto già segnalato in prossimità dell'Alpe Balma Piatta. Corde fisse sotto la cima in ottimo stato, rimangono molte perplessità sul senso dei tanti spit sin [...]
    22/10/18 - Renon (Bec) e Cima Battaglia da Scalaro, anello - nakatu
    una gran bella gita, ben segnata e sulla cresta anche ben attrezzata.oggi ho trovato nebbia in basso ma in alto c' era un sole splendente.unica accortezza stare attenti sull' erba che in questa stagio [...]
    21/10/18 - Crocetta (Cima della) da Rivotti, anello valloni Vercellina e Unghiasse - laura3841
    Cielo limpidissimo, stupendi panorami e colori d'autunno, temperature quasi estive. Niente neve, ghette e ramponi rimasti nello zaino. Acqua sorgiva a 2000m. Ben segnalato, bello il Vallone di Un [...]
    21/10/18 - Dondeuil (Col) dal Vallone di San Grato - daniele59
    Dal piccolo parcheggio nei pressi della sbarra, località Hurllji (m. 1433, carta L’escursionista foglio 12), breve tratto di sterrata poi ripido sentiero fino a San Grato. Sentiero 1C fino alla cap [...]
    21/10/18 - Vacca Piero (Bivacco) da Grange d'Arpon - Val48
    21/10/18 - Noire (Tete) da Planaval - Brunello 56
    Gita pensata e scelta per godere della giornata e dei colori dell’autunno, restando in zona. Percorso esattamente come da itinerario e come tracciato sulla fotografia; sono salito prima sulla vetta [...]
    21/10/18 - Manzol (Monte) dal Rifugio Barbara Lowrie - lucabelloni
    Gita molto bella in ambiente molto selvaggio e con dei colori autunnali spettacolari. Partenza alle 10 dal Rifugio Barbara, un po’ difficile individuare l’attacco del sentiero in mezzo alle baite, [...]