Trovinasse (Frazione) da Cesnola, anello per Chiaverina

note su accesso stradale :: Poco parcheggio a Cesnola
Solita gita pomeridiana dopo-lavoro. Andata e ritorno sullo stesso tragitto, qui descritto per la discesa. Condizioni immutate rispetto allo scorso anno, pochi i tratti ingombri di foglie, mulattiere asciutte e niente ghiaccio, a parte nella zona umida a monte dell'Alpe Cavanne (evitabile). Due piccole chiazze di neve, una di queste di fronte alla chiesetta.
Giornata nitida con cielo blu cobalto, ma nuvole nere da tormenta appena un po' più in là verso la VdA. Il rombo del vento in alto tra gli alberi mi ha accompagnata per tutto il pomeriggio, fortunatamente nel bosco si è abbastanza riparati. Da Surro in su il vento si è fatto sentire, piuttosto freddo. In basso temperatura molto mite per la stagione.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Parcheggiato a Settimo Vittone sulla piazza della chiesa
Partita da Settimo Vittone per vedere il tracciato della camminata/corsa "Settimo - Trovinasse" che si svolge in luglio per la festa di San Quirico. Da Cornaley in avanti e' lo stesso qui descritto per la discesa. Da Settimo a Cornaley itinerario comune a quello per la Corma degli Ordieri ma che diparte da questo a Solapra' passando per Ripiano (bel tratto di mulattiera). Rispetto alla partenza da Cesnola, si fa un tratto di asfalto in piu'. Discesa ad anello, in senso inverso rispetto alla descrizione, fino a Torre Daniele, raggiungendo Cesnola per la Strada delle Murazze (n.852) e poi Settimo Vittone per la bella mulattiera detta Strada di Chiavalle (priva di indicazioni, necessaria la cartina MU n. 02 se non si conosce la zona). Circa 15 km per 1300 m di dsl comprensivo delle risalite.
Neve piu' o meno continua da q. 1100 circa, sopra Chiaverina, da pochi cm ai 15-20 circa, ma sentiero gia' tracciato, non servono ne' racchette ne' ramponcini, solo un po' di attenzione alle peste ghiacciate. Ghette utili.
Condizioni delle mulattiere: piu' sporco di foglie il tratto da Chiaverina a Torre Daniele, con chiazze di neve fin sui 900 m., albero caduto di recente tra Cornaley e La Sneira (da scavalcare).
Cielo sereno ma con velature in aumento, temperatura freddina a Trovinasse. Ambiente stupendamente innevato e neve ancora bella.
Un saluto al simpatico escursionista con cane incontrato a Cornaley e al gruppo di tre incontrato salendo.


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: Solo 4 posti auto al parcheggio
Andata e ritorno per l'itinerario qui descritto come discesa, sviluppo A/R km 9,5. Le poche foglie sulla mulattiera nel bosco e qualche breve tratto su asfalto, oltre alle buone pendenze, rendono agevole e veloce la progressione sia a salire che a scendere, ideale se si ha poco tempo. Pietre asciutte che consentono un buon grip, poca l'acqua da sorgenti e ruscelletti e mai ghiacciata.
Giornata nitidissima e ventosa, freddo solo dai 1200 in su, spettacolare la vista sulla nostra bella piana eporediese senza neanche un velo di foschia! Gran tormenta e nuvoloni scuri verso la VdA ma tutto il tragitto e' ben riparato.
Pomeridiana post-lavoro con poche ore a disposizione, oggi il target era arrivare all'auto prima del buio, per me bella soddisfazione esserci riuscita, corricchiando un po'.
Saluti alla escursionista incontrata nei pressi di Cesnola, che scendeva, anche lei corricchiando, mentre salivo.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Buon parcheggio a Torre Daniele ma evitare gli orari delle funzioni festive
Gita a meta' tra escursionismo e racchette. Salita e scesa da Torre Daniele. Mulattiera innevata da quota 550 m., pochi cm che non creano problemi ma che diventano una decina o piu' da quota 900. Calzate le racchette da q. 1080, dopo l'attraversamento della strada asfaltata per Trovinasse (innevata ma qualche auto e' salita, forse 4x4). Si puo' anche farne a meno sino ai 1200 risalendo una traccia battuta da ski-alp. Oltre pero' la quantita' sale ad almeno una trentina di cm e le racchette sono decisamente consigliate. Neve molto bagnata in basso o appena crostosa nelle zone in ombra, umida e tendente a fare zoccolo in alto ma ancora buona anche in discesa (tenute le racchette fin sotto a Chiaverina, con qualche acrobazia). Poco piacevole la discesa sulla mulattiera su neve ormai fradicia e saponosa.
Da Surro seguito una ottima traccia di racchette (quelle di ski-alp eran tutte dirette verso la Torretta) che risale il bosco subito dietro le baite di q. 1300 per sbucare proprio di fronte alla sterrata per Trovinasse. A scendere invece percorso il sentiero estivo, in questo tratto ancora piacevolmente intonso.
Nebbia in basso ma cielo blu e sole caldo da poco sopra Senge, nel pomeriggio velature in formazione come da previsioni. Panorami e luci molto suggestivi.
Incontrato un escursionista a Surro inferiore e un bel gruppo di ski-alp che traversavano verso Maletto. Ancora qualcuno in salita con ciaspole e sci mentre scendevo. Un pensiero e un saluto alla gulliveriana lancillotto ;).


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: In auto da Settimo Vittone fino al tornante a Pian del Surro
L’avevamo preparata come “la prima invernale sulla nord di Trovinasse” poi viste le condizioni è stata ridimensionata.
Premetto che lo scopo comunque non era l’itinerario come qui descritto da erba olina ma l’arrivo a Trovinasse da Settimo Vittone.
Saliti in auto, si procede su asfalto pulito fino al tornante a Pian del Surro,m. 1100 circa, poi iniziano le macchie di neve e ghiaccio e non ha senso proseguire, anche perché lo scopo non è arrivare a Trovinasse in macchina.
Salita a Trovinasse senza problemi, neve a chiazze con pendio pulito, poi praticamente continua dalla chiesa in poi. Salito fino all’Agriturismo Belvedere e poi nel bosco fino alla sovrastante strada nei pressi dell’alpe di Pianmaglio.
A differenza del grigio della pianura, giornata serena e con sole caldo (quando c’era), con piacevole sosta all’aperto presso la trattoria. Ma la Befana porterà il cambiamento.
Sempre una bella sgambata, qui ancora possibile a differenza dell’alta VdA, ergo 5*.

Grazie a Gianni per l’idea e per l’impeccabile ospitalità nella sua Trovinasse e la giornata trascorsa insieme (però sul presepio non proprio vivente ……)
Naturalmente con Frank, stra-felice per il giusto compromesso tra neve e terreno pulito (ma soprattutto per il panino al lardo …)



[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Parcheggiato a Torre Daniele
Salita da Torre Daniele (q. 278), raggiungibile in pochi minuti dal casello di Quincinetto. Mulattiera n. 854 GTA in ottime condizioni, qualche chiazza di neve da attraversare dove solitamente si ferma cioè nel pianoro di Liazzo (q. 1300-1350) e nei pressi dell'Alpe Cavanne. Dal retro della chiesa proseguito per l'Alpe Buri superiore (q. 1600 circa) su neve praticamente continua e nel complesso portante, voltando a dx di fronte all'ex - ristoro alpino e intercettando la strada innevata sui 1500 m di quota. Dopo un tratto di strada (più sfondosa) salita libera per il pendio, persino piacevole nonostante l'ora, peccato non avere le racchette, la Torretta era invitante! Rientro ad anello come da relazione, la mulattiera n. 853 è un po' più "fogliata" rispetto a quella di salita ma sempre stupenda. Nei pressi di Guarda di Las un proprietario che ripuliva il proprio bosco dalle foglie ha pensato bene di bruciarle in mezzo alla mulattiera e la cosa si commenta da sé... Da Cesnola tornata a Torre Daniele per la via Francigena e poi per la bella strada delle Murazze anche questa indicata a tacche b/r.
Il versante di Maletto è completamente sgombro da neve sin quasi alla Becca di Nona.
Sereno con sole caldo ma arietta fredda per tutto il tragitto, dal pomeriggio velature.
Poco tempo, pochissima voglia di andare a scoprire posti nuovi senza condividerli con qualcuno e zero idee. Ma come sempre poi mi lascio prendere da questi luoghi e ne è venuta fuori una bella sgambata.


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Parcheggio pieno a Torre Daniele
Non sapendo se il tempo mi avrebbe graziata, ho lasciato da parte l'anello qui descritto percorrendo invece il sentiero 854 da Torre Daniele, più diretto, sia all'andata che al ritorno. Mulattiera piuttosto scivolosa, nonostante gli scarponi nuovi, ma non troppo bagnata. Pochi i tratti "fogliati", erba ancora bassa nella parte iniziale, sentiero in ordine. Nuvole molto alte, ben oltre la cima del Mombarone, quindi buona visibilità. Asciutto fino alle 12,30, poi durante la discesa pioviggine a goccerelle piccole e rade, discontinua, buona soltanto ad aumentare l'umidità dell'aria. Relativamente caldo e afoso per la stagione. La neve, rispetto a dieci giorni fa, è arretrata moltissimo, verso la dorsale Bec di Nona - Punta Cressa sarà sui 1800-1900. Ho notato con piacere che il portale con la descrizione dei sentieri poco sotto la chiesetta è stato ripristinato.
Quasi in completa solitudine: incontrato un escursionista biellese con l'auto a Pian del Surro e un anziano abitante di Torre Daniele che mi ha garantito che non sarebbe piovuto e in fondo così è stato.


[visualizza gita completa]
Salita e scesa da Torre Daniele (sentiero n.854). Percorso asciutto e sgombro da neve. Versanti sud del Cavallaria e della Croix Corma puliti.
Caldo mitigato da un'arietta fresca deliziosa, persino un po' freddina in alto, anche a metà giornata.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Poco parcheggio a Cesnola
Le mulattiere sono in ottimo stato di conservazione. Si trova neve marcia nel pianoro di Liazzo (q. 1350 circa). La cartina appesa al portale in legno a lato della strada poco sotto la chiesa di Trovinasse è caduta a terra, l’abbiamo sollevata e appoggiata al portale per evitare che le auto ci parcheggino sopra. Bella giornata di sole con un po’ di vento freddo anche alle basse quote.
Ripercorsi questi sentieri con Vittorio che non li conosceva.


[visualizza gita completa con 5 foto]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero n. 852, n.854 e n. 853
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 314
quota vetta/quota massima (m): 1374
dislivello salita totale (m): 1100

Ultime gite di escursionismo

15/03/20 - Tapuae O Uenuku dall' Hodder River per la Via Normale - panerochecco
Niente neve sul percorso, molto sfasciume e salita faticosa. Consiglio a turisti provenienti da lontano di dedicare 3 giorni al tutto e di portare due paia di scarponi oppure di salire ai rifugi con [...]
15/03/20 - Chestnut Park Loop Da Dairy Farm Nature Park a Mandai Rd per il Zhengua Nature Park e la Central Catchment Reserve - vicente
Itinerario di notevole sviluppo, da non sottovalutare a causa della calura e umidita' tropicale. Il lato positivo e' che la maggior parte dell'itinerario si svolge in una fitta giungla e quindi si e' [...]
10/03/20 - Sbaron (Punta) da Prato del Rio - bus
09/03/20 - Grammondo (Monte) da Olivetta San Michele, anello per Sospel, le Cuore e Col du Razet - roberto vallarino
Con una mattinata ben soleggiata, abbiamo seguito l'ottimo sentiero che costeggia la Bevera portandoci dal Pont de Cai e dopo il breve tratto di strada, a riprendere la mula fino al primo ponte. Attra [...]
09/03/20 - Peretti Griva (Rifugio) al Pian Frigerola da Saccona per la Punta Prarosso, la Rocca Turì e la Rocca Frigerola - parinott
Dalla Rocca Turì agli Alpeggi Frigerola utilissime le ghette. Dagli Alpeggi al Rifugio anche i ramponcini, Il traverso stamani si presentava con neve ghiacciata.
08/03/20 - Sungei Buloh Wetland Reserve Anello completo - vicente
Splendida giornata di relax in tempi difficili. Ci voleva proprio! La natura di questa riserva naturale e' meravigliosa. Ho ammirato numerosi uccelli migratori, oltre a diverse libellule rosse, un coc [...]
08/03/20 - Bernard (Monte) da La Cassa - bengia