Aigle (Pitre de l') da Traverses per la Costa Zalet

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa compatta
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante
note su accesso stradale :: parcheggio dopo la rotonda
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
sempre carino salire dalla Zalet, oggi ancora tutta tracciare e piuttosto delicata...diverse tracce di dietrofront ad inizio cresta
Il vento ha completamente spazzolato la cima e quindi ultimi 100 metri, come quasi tutte le montagne della valle sono in queste condizioni, valloncello di discesa sicuro e farina un pò appesantita più che buona fra i larici..
Con Mire (marco c.)
tre persone sul percorso, poi... no comment sulla comitiva che "incapace" di seguire le nostre tracce sulla costa, pensa bene di "tagliare" orizzontalmente tutto il pendio nord sottocosta, ventato e stracarico... noncurante di chi in quel momento scendeva tranquillo il valloncello. Complimenti!

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
Salito da Chezal
Al mattino - 4 primo pomeriggio + 5
Mediamente sono presenti dai 20 ai 40 cm di neve, 50 nelle zone di accumulo.
Salita : da Chezal niente traccia, si sale su una decina di cm di bella farinella caduta ieri, qualche zona crostosa ma si evita facilmente.
in cresta ho trovato una vecchia traccia appena visibile proveniente da Traverses, lo spessore aumenta e lo sforzo pure.
all'antecima le condizioni della cresta non sono buone, il vento ha lavorato duro.
Si traversa lato nord, il pendio è già svalangato.
Mi sono fermato sotto la cima, il ripido pendio non aveva niente d'invitante, sastrugi, placche ventate ecc.
Discesa: decisamente interessante, puntantando nel valloncello con bosco rado, su bella farina.
Rientrato sul versante di Chezal ancora farina evitando le zone crostose.
Finalmente una bella gitarella...... zero passaggi, tanto terreno vergine, consigliata


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
neve ancora continua.
Assenza di:
- rigelo
- visibilità
Presenza di:
- pioggia in basso
- neve in alto
- vento

Con Never


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Strade pulite
attrezzatura :: scialpinistica
Salito da Chezal.
Temperature: -2 al mattino e + 4 al rientro.
Con sorpresa Il repentino abbassamento della temperatura ha mantenuto la neve farinosa , sono presenti da 20 a 40 cm su fondo duro.
Salita: trovato 2 tracce, una più diretta che attacca subito i pendii sovrastanti la borgata poi quella proveniente dal fondo valle che in molti punti risulta più soft.
Arrivato all'antecima, il ripido pendio presenta placche ventate poco invitanti ma ieri qualcuno ha tracciato un bel traverso alla dx (salendo) sotto la parete rocciosa che evidentemente ha già scaricato.
La traccia poi si riunisce a quella proveniente dal Combeiraut e con ampio semicerchio arriva in vetta, tra sastrugi e punti spelati.
Discesa: primo pezzo fino al bosco da urlo, bella farina asciutta, poi per non perdere quota ho dovuto rifare il traverso anche se più in basso rispetto alla salita, qui neve un filo umida ma sempre ben sciabile.
Ripellato per 50 metri circa e sono sbucato sui ripidi pendii sopra Chezal, da qui giù a bomba su neve più umida ma essendo meno si scende che è un piacere.


Prima volta al Pitre per la Zalet, bellissima cavalcata sul filo di cresta.
Partito da Torino con molte nuvole poi a Pinerolo pioggerella e infine da Usseaux sole a palla, giornata fantastica.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Tracciata diverse volte in salita ; mai scesa sci ai piedi...condizioni a dir poco eccezionali e neve tra le più belle mai sciate.con Mire

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Neve recente, dai 20 cm della partenza ai 40 cm in alto, su fondo ancora morbido. -7 alla partenza, 0 al rientro. Calma di vento. Nonostante le temperature basse la neve non era proprio polvere. Comunque bella sciata. Oggi una decina alla Pitre.
Mi sono attenuto ai fondamentali, così il Giolitti non dovrà correggermi il compitino.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gita con numerosa truppa di amici e ragazzi dai 13 ai 18 anni.
Seguito traccia di ciaspolatori sino al colletto da dove abbiamo poi tracciato. Nonostante la data, nessuno in giro...
Neve buona in alto, meno in basso... Diciamo che ne abbiamo viste di migliori ma anche di (ben) peggiori!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: SENZA PROBLEMI
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Dalle recenti relazioni, mi sarei aspettato un po' di neve in più alla partenza. Invece ci sono sopratutto molti rami caduti nella parte iniziale del bosco che infastidiscono un po'. Inoltre attorno ai larici talvolta è un po' pelato (da Villardamond sembra ancora peggio).
Comunque in sidscesa non ho mai tolto gli sci è sono arrivato alla statale sci ai piedi.
La neve per la parte alta è abbastanza varia. C'è ancora un po' di farina vecchia e qualche breve tratto di crosta abbastanza morbida (sciabile) e molta crosta portante. Ovviamente tutte le variazioni di quanto appena indicato. Ci sono già abbastanza tracce di ieri o ancora precedenti, che sono indurite e rendono la sciata un po' menno piacevole.
Nella parte bassa la neve non sarebbe affatto male, ma a tratti sotto alla piante è abbastanza ghiacciata e nei bei prati che si incontrano, talvolta è così piena di dossi ed increspata che bisogna aggredirla un po' per passare senza vibrare troppo (l'ho trovata morbida ma non troppo).

Dopo i dettagli tecnici posso solo indicare che oggi ho più patito il caldo che il freddo ed incontrato altri 5 scialpinisti.

Voglio invece dire 2 cose su uno strano episodio automobilistico. Mentre scendevo in auto dall'alta valle, mi sono lentamente avvicinato ad un'auto che mi precedeva un po' più lentamente, arrivando fino a qualche decina di metri (credo di altri scialpinisti).
A questo punto l'auto è partita ad una velocità notevole (credo frequentemente abbastanza oltre ai 100km/h) anche se con continue frenate ad ogni curva, per poi rallentare a 50 km/h in ongi paese. L'impressione che ne ho ricavato è che volesse infastidire chi arrivava dopo, anche se non ne ho capisco il motivo. Infatti mi ero avvicinato a loro molto tranquillamente e senza fare alcuna pressione per passare.
Arrvato a Pinerolo dove la strada si sdoppia, si è spostato sulla corsia di destra procedendo più lentamente e l'ho sorpassato. Qui potrebbe finire una storia già apparentemente un po' "stupida", ma una decina di km dopo sull'autostrada Torino - Pinerolo, una macchina mi sorpassa abbastanza velocemente per poi tagliarmi immediatamente la strada, ovviamente senza motivo perchè non c'erano altre vetture nei dintorni. Subito dopo avermi tagliato la strada, la vettura è tornata nella corsia di sorpasso continuando molto velocemente e sparendo per sempre. Provate voi ad immaginare quale auto potesse essere.
Ovviamente non credo sia il caso di fare ulteriori commenti.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
Le condizioni meteo non erano delle più belle, ma la voglia di andare in montagna sempre tanta è stata ricompensata con un'ottima farina, come ha già relazionato il socio Flavytiny e mi associo, le 3 stelle le stanno comode, le 4 sono troppe per la scarsa visibilità e per la nevicata in corso.
Grazie hai miei soci CARLIN e FLAVIO, con i quali ho condiviso delle fantastiche curve ancora in farina.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ottimo
attrezzatura :: scialpinistica
Stamattina nevicatina in corso in basso pochi cm in alto 10-15 cm. Momenti con poca visibilita alternati a tratti con visibilità migliore.I primi 100 -200 m di dislivello crosta non fastidiosissima poi 700m di farina versante Villardamont ,ultimi metri verso la punta poca neve in salita nessun problema discesa x un pezzettino bisogna fare attenzione a non rovinare gli sci.Comunque ne è venuta una gita divertente con Seep e Carlin.Inserisco traccia gps.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Bella variante di salita al più classico percorso nel vallone del rio Combeiraut.
Dorsale molto panoramica e bella neve anche se leggermente umida.
Neve ventata solo nel tratto finale della cresta per l’arrivo in cima.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo aver salito il triplex ho ripellato e passando, inconsapevolmente per via della nebbia, dalla costa treceira sono arrivato in cima al pitre. In discesa primo tratto come sempre ventato e con tanto slalom fra le pietre. Quindi giunto al colletto con l'anticima ho risalito brevemente (saranno 10m) e sono sceso lungo la costa Zalet su neve dura e irregolare, passaggino della balza rocciosa stretto ma fattibile. Dal bosco in giù due dita di farinella su fondo duro molto divertente da sciare. Stando a dx comunque sempre neve trasformata fino alla strada, solo nell'ultimo pezzo danno un po' fastidio le vecchie tracce rigelate.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Costa Zalet fattibile tutta sci ai piedi in salita, attenzione a qualche piccola gonfia proprio in cresta. Nell'ultimo tratto per raggiungere la crestina finale mancano 2m di neve per via del vento. Partenza diretta dalla cima nel canalino a N per pochi metri per poi traversare a dx e scendere dal valloncello della normale, come sempre in alto neve ventata ma sciabile tranquillamente e poi sulla dx bella farina. Dal bosco bella neve polverosa fin quota 2000 poi via via più umida o con un filo di crosticina ma comunque divertente.
Con Piotta, valdostano in trasferta.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Vista la carenza di neve a Traverses partenza da Chezal (il dislivello si riduce così a ca 700m) dove si segue la stradina, da subito innevata, fino a una bergeria e di lì per prati ci si ricollega a dx sulla dorsale dove si sale solitamente. Costa Zalet tracciata solo da ciaspole, delicato il primo saltino (neve dura a dx e molle e sfondosa a sx) e anche un tratto un po' ripido prima della penultima gobba, comunque si fa tutto sci ai piedi trigando un po'. Occhio a qualche placca a vento sul versante sud. Sceso dalla normale: primo tratto di neve dura ventata, poi un breve pezzo di crosta da vento e quindi neve abbastanza leggera e bella fin sotto l'uscita del valloncello. In basso bosco con neve un po' umida e con sempre meno fondo finché ci si ricongiunge con la stradina che riporta a chezal, con disprezzo delle solette fattibile in sci fino a 100m dal paesino.
Con Maurizio in ciaspole e Wild.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Fatta in realtà da sestriere. L idea era il fraiteve ma il troppo vento ci ha fatto poi deviare sulla destra fino a tale cima.
Con Stefano e Luca alla sua prima assoluta gita scialpinistica

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Veramente un itinerario bellissimo dal sapore alpinistico, unica pecca le molte piste e gli enormi impianti di risalita in vista. Oggi sole e caldo, trovato farina nella parte alta esposta a nord, poi tratti di crosta leggera e neve ancora non completamente trasformata. Se il caldo non esagera sarà in ottime condizioni fra qualche giorno.
Con Vitt e Norma


[visualizza gita completa]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: qualche buca a pragelato è stata sistemata
attrezzatura :: scialpinistica
Prima volta dalla Costa e prima volta con il “trio pinaschese”.
Nonostante il dislivello ridotto e la comodità di accesso oggi è venuta fuori una gitarella avventurosa… qualche tratto con gli sci sulle spalle nella parte alta della costa (a tratti pelata o con placche ventate) e la costante attenzione da tenere nel vallone di discesa ci hanno regalato un sapore un po’ più alpinistico del solito.
ATTENZIONE che il manto di neve fresca degli ultimi due gironi non è completamente stabile e domani con il sole il pericolo non sarà da sottovalutare!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: termiche
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Tutta la gita nella nebbia sotto una bella nevicata.
Partito seguendo sontuosa traccia che in alto si è coperta e ho dovuto battere.Qualche accumulo sulla cresta in alto
(da valutare con attenzione).
Vista la scarsa visibilità,l'abbondanza di neve e l'incertezza dei luoghi, in discesa ho seguito le mie tracce sulla cresta.Poi nel bel bosco.Purtroppo mi sono lasciato tentare da bei pendii molto a sin. e son finito nel fondo del rio Combeiraut: mi ci è voluta un'ora per tirarmene fuori.
Bella neve: 10-30 cm di fresca su fondo morbido,ma fa caldo.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strada ottima in tutta la valle
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Mentre pian pianino tutt'attorno andava chiudendosi una bella finestra di sole ci regala una salita con discesa altrettanto fantastica.Tanta gente al Moncrons, mentre al Pitre solitudine totale e tutto da battere...Zalet un po' delicata come sempre, valloncello al momento sicuro. Discesa commovente...con Luke, Matte e Federica. (nota marco c.)

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
bell'itinerario che si svolge su pendii ben più sciistici del percorso classico che, partendo da Villardamont, si svolge nel vallone del rio Combeiraut;
parte alta del percorso: crosta portante,
parte mediana: bella neve nei pendii esposti ad est e crosta morbida, sciabile, nei pendii esposti a sud.

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
...condivido quello detto dal compagno di escursione Enzo 51
prima gita scialpinistica per il mio fido compagno Fargo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Gita molto bella e appagante.
Davvero un itinerario interessante.
In vetta comincia a essere pelato ma siamo arrivati comunque con gli sci fino alla croce.
Fatta con il grande Luca,come sempre bravissimo e di grande " testa" ...compagnia perfetta .



[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza alta (da Chezal) per questa estetica salita effettuata mantenendo costantemente il filo della costa fino in vetta alla Pitre de l'Aigle (alla selletta una bella traccia battuta invitava a snobbare dal filo di cresta in quel punto un po' ardito, ma noi abbiamo optato per mantenerlo fino all'ultimo con una piccola correzione per ritornare in cresta), e ancora oltre toccando la Costa Treceira e mollandolo definitivamente al Col Basset. Il resto, (si parla ormai di discesa) utilizzando per la parte alta la ben battuta stradina sinuosa che dal Col Basset porta giu' dritto a Sestriere lungo il vallone del rio Croux , dalla quale a ca 2200m siamo usciti per effettuare con un lungo traverso verso sx sotto i pendii del clot Grip, la chiusura ad anello di questa tutto sommato abbastanza breve tragitto, a picco di nuovo sopra le case di Chezal. Ancora tanta neve sui fianchi sotto le creste e interna ai valloni, di consistenza gessosa pesante umida e di conseguenza sfondosa. Spelata vistosamente la costa seguita in salita ma ancora percorribile sci ai piedi. Il vento in cresta non ha dato grossi fastidi salendo, solo in vetta i suoi effetti si sono sentiti di piu', per cui sosta breve e immediata ripartenza. Velature miste ad ampi spazi di sereno.
Buona la prestazione di Fargo al suo primo impatto con l'alta montagna, il retriever del socio Wainer. Un grazie a entrambi per l'ottima compagnia!


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ottimo
attrezzatura :: scialpinistica
Prima volta su questo itinerario davvero molto suggestivo. Saliti lungo la dorsale fino alla stelletta dopo la quale il vento ha spazzato via la neve quasi del tutto. Traversato in diagonale e riallacciati all'ultima parte della traccia di salita classica. Saliti con sci ai piedi fino alla croce di vetta su esili lingue di neve rimasta dopo l'azione del vento. Temperature primaverili. Vento in quota da ovest. Discesa in alto su neve ventata non troppo semplice. Parte centrale nel bosco con neve fresca asciutta di ottima qualità. Poche tracce di altre discese. Parte bassa invece su neve molto bagnata e pesante.
Nel complesso la sciabilita' non sempre ottimale e' stata compensata da un ambiente bellissimo. Gita decisamente completa anche se di breve dislivello. Con Giulio Roberts sempre di ottima compagnia!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Questa volta ho optato per la cresta e l'anticima, il valloncello per la vetta era troppo carico. Ci siamo alternati a battere traccia in 3 su una più che abbondante nevicata del giorno precedente. Su tutto il percorso neve da 5*.
Fuori dai pini il vento ha lavorato molto.
Colgo l'occasione per aggiungere anche la foto dell'ordinanza comunale per chiarire "forse" un po' la situazione in zona.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: libero
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima neve nel bosco ove il vento era inesistente.
In alto invece il vento ha lavorato e sta lavorando parecchio, tanto da impedirci di seguire la cresta nel suo tratto finale: abbiamo quindi tagliato a destra rimanendo appena sotto le rocce della cresta stessa (attenzione ad un breve tratto potenzialmente valangoso) per giungere così agli ultimi pendii che hanno neve ventata con roccette ormai esposte negli ultimi metri prima della vetta.
In discesa, ovviamente, ci si arrangia per i primi centocinquanta metri poi farina molto bella.
Un saluto al Luc.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Nulla da segnalare.
L’itinerario al “Pitre” per la Costa Zalet non è certo consigliabile per neofiti skialp come chi scrive … “didattico” alla pratica sì, comunque bello e panoramico soprattutto quando si esce dal bosco. Noi ci siamo fermati al “colletto” dove l’itinerario entra nella sua parte più impegnativa sull’ombroso versante Nord Est, godendoci la meritata sosta al sole e davanti ad un panorama di tutto rispetto (fatta eccezione per il carosello di Sestriere). Qualche tratto di “farina” ad allietarci in discesa nel bosco … per il resto crosta. Oggi con Adelina e Carmen ciaspole-munite e Guido.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: tutto pulito
attrezzatura :: scialpinistica
Ho dimenticato i 2 bastoncini ( vecchi gipron con rotella grossa , ma a cui sono affezzionato) alla partenza/arrivo a fianco della strada per il Sestriere a destra dopo il rio dove c'è il gardrail; se qualcuno nei prossimi giorni le ritrova e mi può avvisare per il recupero 3408482408 Torino .Ringrazio Dino
Gita fatta in compagnia con gli Ever Green e altri skialp,un pò ravanato la parte bassa .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: tutto pulito
attrezzatura :: scialpinistica
Ho dimenticato i 2 bastoncini ( vecchi gipron con rotella grossa , ma a cui sono affezzionato) alla partenza/arrivo a fianco della strada per il Sestriere a destra dopo il rio dove c'è il gardrail; se qualcuno nei prossimi giorni le ritrova e mi può avvisare per il recupero 3408482408 Torino .Ringrazio Dino
Gita fatta in compagnia con gli Ever Green e altri skialp,un pò ravanato la parte bassa .

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: un pò sporche in mattinata, poi ok
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: snowboard
Giornata super, assenza di vento e neve ottima, pochi sull'itinerario e ampi spazi da tracciare. In salita per la costa zalet su ottima traccia appena fatta, a tratti sfondosa, proseguito sulla costa anche nella parte alta quando la traccia di sci si spostava a dx. Qui neve ventata e qualche roccia affiorante. Discesa dall'ometto di vetta con qualche pietra che spunta nei primissimi metri, poi polvere sontuosa. Breve risalita nel pianoro quindi discesa diretta per il bosco su neve impalpabile, profonda e pendii intonsi, infine lungo traverso a destra per riprendere la zalet e ultimi pendii verso la strada lievemente appesantiti. Salita che rende e varie possibilità di discesa, ambiente del bosco splendido. salut!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
bel percorso nel bosco, poi ho preso la traccia della costa zalet, qualche tratto è un po' delicato (nei pressi degli affioramenti rocciosi), ma si sale comunque senza grosse difficoltà. giunto all'anticima, in breve alla vetta. discesa per l'itinerario classico per il valloncello nord. prima parte un po' spelacchiata ma le pietre sono abbastanza visibili. nellla prima parte del valloncello neve stupenda ma qualcosa si tocca, bella discesa fino al bosco, dove mi sono riportato sulla traccia di salita. man mano che si scendeva la neve diventava via via più pesante nei tratti soleggiati e nel bosco, oggi il sole ha fatto danni umidificando fortemente il manto. domani probabilmente sarà un crostone infame. cmq discesa ancora divertente, anche nel bosco.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di ripiego dopo lo stop imposto dai militari sopra Balboutet per accedere al Pelouxe; comunque sempre una bella gita in un paesaggio "natalizio" più che da fine novembre..
Freddo intenso alla partenza (-10°)che però ha fatto sicuramente bene alla neve, bella leggera e polverosa praticamente fino all'auto.
Con i tempi un po' ristretti per andare ancora in ufficio a Torino nel pomeriggio, mi sono fermato all'anticima "sciistica" per buttarmi subito a destra nel valloncello in pieno nord con neve da sballo..
Buon inizio stagione...

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ottime
attrezzatura :: scialpinistica
Splendida giornata, ma per il periodo fin troppo calda.
Nella parte finale di cresta le tracce dei predecessori erano state completamente cancellate dal vento e nella risalita dopo il colletto c'erano parecchi scogli affioranti e la parete era abbastanza spelata, pertanto abbiamo preferito ultimare la salita in quel punto ed iniziare la discesa.
Pur salendo tardi e scendendo verso le 11.30 abbiamo trovato una neve spettacolare in tutti i tratti in ombra , anche nel bosco, mentre in qualche pendio assolato era collosa e faceva uno zoccolo da paura. Purtroppo senza sciolina in quei tratti è stato un calvario.
Con Marco, una giornata speciale.
Grazie ai battitori di domenica!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: parcheggio con solo due posti
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Un gran c... veramente ma ne è valsa la pena, tolto i soliti primi cento metri per il resto il paradiso con oltre 80 cm di farina zuccherosa.Completamente ed incredibilmente soli!

[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima come sempre,passati per la Zalet, con mark,Icio,Piera,Enri e Bea...un saluto al grande Gerbi e consorte incrociati ad inizio gita. Farina splendida nel valloncello, poi si salta a sud e firn fino alle auto, una stellina in meno per la visibilità

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Senza parole!Firn bellissimo fino alle auto, nessuno in giro e giornata da ricordare, l'idea di mark di scendere a sud direttamente dalla cima è stata strabiliante.stupenda!

[visualizza gita completa con 13 foto]