Lunella (Punta) spalla Est 2620 m da Pian Benot

neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: snowboard
Buone condizioni, ma dal colle delle Lance in poi, sotto si salva solo la pista. Pendio finale expo est e sud molto bello, trasformato e ben rinvenuto, stretto per una cinquantina di metri subito dopo il colletto a causa di rocce affioranti. Canalino molto bello, su polverosa o farina pressata, specialmente nelle contropendenze di destra. Lungo pianoro al cui termine conviene traversare in piano fin sotto al colle delle Lance, la risalita è molto breve.
Pendii del vecchio skilift in neve bruttina, scarsa e collosa. Ancora qualche curva decente tra boschina e poi strada per fortuna non più ghiacciata come la mattina presto, piste ottime. In salita sbagliando ho quasi raggiunto la pala, per poi scendere disagevolmente per ripidi prati verso il vallone di salita. Conviene decisamente puntare la depressione del colle. Salut!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle otto, buon rigelo ma aria calda foriera di vento
Saliti utilizzando la pista per un breve tratto, poi deviato in direzione del colle delle Lance
Scesi su prati erbosi poche decine di metri e ri cslzati gli sci in direzione del colle della Forcola raggiunto fra momenti di caldo estivo alternati a raffiche di vento gelido.
Zoccolo monumentale nel tratto farinoso in ombra nel canale
Al colle della Forcola breve indecisione sul da farsi, poi,vista la totale assenza di vento, la decisione di proseguire verso l'anticima della Lunella
Raggiunta la cima alle 10,30.
Breve momento di relax subito disturbato da forti raffiche di vento.
Scesi su ottima primaverile il bel pendio sotto la punta e fino al colle.
Dal colle, stando all'ombra, 5 cm di farina su fondo duro.
Arrivati sotto la Pala Rusà, tolti gli sci e risalito il ripido pendio erboso raggiungendo la cima.
Divertente discesa fino a raggiungere la pista, poi relax da pista fino alla macchina.

Una sola persona incontrata nell'itinerario.
In buona compagnia di Lurens, che c'ha visto bene proponendo questa gita, Piero e Marco


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Detto tutto dal socio, ci siamo fermati al colle della Forcola causa neve già troppo molle sui pendii lato V.d.S..
RIsaliti anche alla Pala Rusà.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Ci siamo fermati al Colle sotto il pendio finale. Troppo caldo e neve marcia. Bella discesa ,breve salita fatta a piedi e poi giù su neve nel complesso divertente. Posto bello . Con Davide e angela.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: libero
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con idee un po' vaghe, saliti al Pala Rusa, scesi su crosta non portante e portante, risaliti al Portia, scesi su crosta non portante, risaliti alla Lunella, scesi su neve trasformata fino al colle poi crosta non portante ma abbastanza sciabile e poi polverella all'ombra giù nel vallone. Per non farci mancare nulla risaliti al Pala Rusa e scesi sopra lo skilift pensando di trovare la neve di ieri ma tutta ventata (non scendete da lì che c'è rischio che si stacchino dei lastroni!!!). Panachè per concludere. Con l'ottima compagnia dei local. Tra ieri e oggi ho dato, ora si lavora!!

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Pala Rusà-Maritano-Spalla Est Lunella (sciata la cresta)-Rusà
Da solo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Nevi di vario tipo; buon rigelo da Benot alle Lance; la conca che sale al colle è tutta svalangata e molle già alle 9,00, da questo sino alla quota 2620 rinvenuta ma più consistente;
in discesa sino al colle ben sciabile, poi piuttosto marciotta, richiede attenzione; risaliti a Pala Rusà e scesi alle Lance; prima parte crosticina morbida poi bella trasformata sino in fondo.

Bella giornata calda e senza vento, con la nubi della perturba all' orizzonte;
ottimo fine gita con Ago, Giorgio, Marco e Giselle


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Causa "dritta" completamente errata sulla Lucellina (controllare sempre gli informatori) partiamo dopo le 09:30 dal parcheggio. Alle 12:00 comincia la discesa dalla spalla (dopo essere scesi dalla Pala Rusà abbiamo incontrato tre vipere, probabilmente uscite dai pendii svalangati, ferme sulla neve, a presto foto) su bel firn, grazie alla copertura nuvolosa che ha mantenuto la temperatura costante. Decidiamo di scendere nel Vallone, dove troviamo neve bagnata ma comunque divertente. Non è una discesa da sottovalutare, considerando anche le grosse valanghe che si attraversano. Risalita prima su tracce e poi su strada sterrata al parcheggio. Con Aldo e Zoe (trazione integrale a quattro zampe).

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: OK fino a Pian Benot, io ho le gomme da neve.
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti tardi (12.00) con l'idea di fare il Tumlet, poi dato che il tempo non era male... Saliti su bella traccia fino al colle delle lance, scesi con le pelli fino al pianoro sottostante. Saliti ribattendo a tratti la traccia (chi l'aveva fatta stava 'già' scendendo) fino al colle e poi proseguito fino all'anticima: in tre brevi tratti potrebbero essere utili i rampant.
Ottima neve, anche se leggermente appesantita, dalla cima al colle, solo due tracce prima delle nostre. Da qui in giù la crosta da vento in tutte le sue varianti la fa da padrona. Ripellato per salire. Dal colletto delle lance si cerca di sopravvivere anche se non abbiamo toccato nulla. Poi finalmente la pista, perfetta. Fuori pista impossibile scendere: sotto a dieci centimetri di fresca tutto quello che si può trovare in un prato estivo... Freddo su buona parte del percorso.
Con Bubbola. Due persone incontrate prima della cima e una decina in tutto lungo il percorso.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: utili le termiche dopo Perinera
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza -7 gradi e vento assente (durante tutta la gita). Discesa dalla spalla fino al colle della Forcola con una spanna di polvere su fondo duro. Dal colle della Forcola in giù farina splendida anche se adesso di spazi vergini ne rimangono pochi. Dal colle delle Lance fino alle piste di pian Benot c'è meno neve e quindi si sente molto il vecchio fondo ghiacciato. Niente da fare...ci potrà essere tutta la boschina di questo mondo, ma le Valli di Lanzo sono sempre le più belle!!

Bella giornata con Lu, Paolo, Lore, Aldo e Supermarcotaxi.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: termiche necessarie da Perinera
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti senza una meta precisa non sapendo l’entità della nevicata, alla fine ne è uscita una bellissima giornata!!!
Partenza alle 9.30 da Pian Benot con -3° e 15-20 cm di neve fresca (in alto saranno circa 30), grazie alla traccia di chi ci ha preceduto siamo saliti senza problemi fino al Colle delle Lance, proseguendo poi fino alla Pala Rusà, da cui abbiamo potuto verificare il buon innevamento del vallone che porta al Colle Forcola.
Siamo quindi scesi per un breve tratto sul plateau sommitale su bella farina con fondo duro anche se un po’ “mosso”, tenendoci sulla destra al fine di individuare il punto migliore per poter raggiungere il più rapidamente possibile il fondo del vallone. Siamo scesi su una stretta spalletta appena superata la fascia rocciosa, sicura ma un po’ insidiosa per il fondo duro e sconnesso. In totale abbiamo perso circa 100 metri di dislivello.
Quindi ripellato e raggiunta l’anticima della Lunella…utili i rampant dal colle all’anticima, raggiunta intorno alle 12.40. Bella e prolungata sosta visto che al sole si stava bene e non c’era vento…panorama molto bello!!!
Discesa iniziata alle 13.30; dalla cima al colle, tenendosi sulla destra, abbiamo trovato ancora della farina su fondo duro e liscio, solo un po’ cotta dal sole, ma divertentissima, tanto che ci siamo lasciati attrarre e siamo scesi 70-80 metri sotto il colle Forcola. Breve risalita, fattibile anche a piedi visto che non si sprofonda, e quindi altra splendida discesa sul versante Nord. Qui è ancora tutta farina, anche se conviene scendere con cautela perché sotto i 20-30 cm di neve nuova il fondo è duro e abbastanza irregolare…peccato che una lieve velatura abbia ridotto un po’ la visibilità rendendo difficile individuare le asperità del terreno…
Raggiunto il fondo del vallone altra breve risalita (70-80 metri scegliendo la via più breve possibile) per tornare al Colle delle Lance e ultima discesa; ancora bella farina, ma il fondo è duro e veramente sconnesso e pieno di ondulazioni, quindi piuttosto faticoso e da prendere comunque con molta cautela, anche perché qualche pietra in agguato c’è…poi ultimo tratto sulle piste, battute alla perfezione, che ci hanno permesso di chiudere alla grande la giornata!!!
Gran bella gita, sicuramente superiore alle attese sia dal punto di vista sciistico, sia per l’ambiente che nella parte alta è davvero interessante. Noi abbiamo fatto un po’ di munta&cala supplementari (alla fine credo circa 1.200 metri di dislivello), ma viste le condizioni della neve e l’astinenza da farina ci siamo fatti prendere un po’ la mano. 3 stelle decisamente abbondanti!!!
Gita consigliabilissima, specie se le temperature si abbassano e la neve si “asciuga” un po’…ovviamente però sarà abbastanza tracciato.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con poche aspettative, invece è venuta fuori una bella giornata di sci.Neve appena caduta tra i 20 cm alla partenza e i 30 in cima.Splendido il pendio sottol'anticima...tanto è vero che ci siamo lasciati attrarre e scendere verso i pendii a sud, sotto il colle della Forcola. Poi risalita e discesa nel vallone nord. Altra risalita al colle delle Lance (meno neve..si sente il vecchio manto sotto, duro e un pò dissestato). Poi pista fantastica fino alle macchine. Gruppetto CAI Pianezza (elena, luca, franco, corrado, marco, ermes)

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strada sporca solo da Perinera, utili le gomme da neve
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con tempo buono sopra alle nuvole in pianura, 30cm di polvere su crosta portante. Fatto passaggio al Pala Rusa' e poi scesi nel vallone per risalire alla Lunella. Neve a tratti molto dura sulla spalla della Lunella, fantastica sotto il forcola (qui 4 stelle) e fondo molto accidentato dalle lance, piste spettacolari.
17. Con i coniugi J e Ale, siamo stati i primi a salire... un grazie sentito per la traccia ferroviaria extra lusso a Mrs "Locomotiva" J con i suoi fiammanti nanga parbat che malgrado stesse battendo traccia ci ha fatto sudare lo stesso.
Un saluto a Dovio alias il mitico ettoruccio.it (grande sito!) incontrato al bar di pian Benot.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok fino a prailles
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Piste chiuse per vento. Ghiacciate sia al mattino sia al ritorno. Strada con diversi tratti ridotti ad una lastra di ghiaccio trasparente. Poi in mezzo agli arbusti co poca neve per un centinaio di metri. Da qui in su neve triturata, molto irregolare e dura. Non ha mollato minimamente neanche in discesa. Pendii levigati dal vento in salita al forcola. Divertenti da sciare in discesa. Dal colle alla spalla est neve decente, poco battuta dal vento essendo protetta. Oggi unica parte della gita senza vento. Giunto alla spalla sono rimasto un paio di metri sotto la cima per evitare di essere portato via dal vento furibondo che batteva con vortici di neve tutta la cresta del Lunella. In discesa il vento è montato in maniera incredibile e la risalita al Rusà è stata assai tormentata. Siamo stati tutti più volte scagliati a terra da raffiche impressionanti. Ritirata velocissima (nelle pause tra una raffica e l'altra) fino al gabbiotto abbandonato dello ski-lift sci in mano per sistemare le pelli. Anche al gabbiotto vento patagonico, quindi siamo scesi di altri 50mt a piedi. Da qui in giù discesa tormentata dal vento ma ok. Sempre con Simone e Enri, grazie mille a entrambi perché come al solito non ci si annoia mai.....tutto sommato molto divertente e a suo modo unica.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
si sale su pista ben innevata, scesi verso le 11,30 su neve primaverile, dal colle della forcola bisogna cercare dove ci sono stati pochi passaggi la neve è crosta portante, saliti alla pala rusà e scesi dalla pista vecchia. Un saluto a starmuntin incontrato alla spalla

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: .
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Questa volta dalla Spalla continuo sino in cima alla Lunella .
Bella cresta divertente che da un tocco alpinistico alla gita.
Ho usato la piccozza (molto utile) e possono venire utili anche i ramponi.
Tempo stupendo ....anche troppo.

[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok fino Pian Benot
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita in ambiente vario e panoramico.
Inizio su pista quasi marmorea coi coltelli.
Al Colle delle Lance si sbuca finalmente al sole.
Tenute le pelli scendendo alla "Sagna".
Nel vallone visto sfrecciare il Bongio reduce da Pala Rusa' diretto alla vetta vera e propria non rallentando neanche dove bisogna battere.
Non cosi' estremo il pendio ripido sotto il Colle della Forcola dal quale ampia vista sul Monviso e cuneese.
Poi traccia facile fino all'anticima sciistica.
In discesa bisogna accontentarsi soprattutto sotto i 2000m.
Ottimi panini con acciughe al verde a"La nuova ca' bassa" di Viu'".
Grazie ai soci: Igi, Marco, Cristina, il radioamatore Giuseppe, Giorgio, Massimo ed Ettore



[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok fino a Pian Benot
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata, 3°C alla partenza, ma pista dura, saliti al colle delle Lance (quello più a sinistra salendo), scesi nel vallone della Sagna perdendo 80m senza spellare. Salita al col della Forcola su pendio ripido, dal colle in su neve trasformata non gelata. Complimenti a chi è salito fino alla Lunella con piccozza e ramponi. Discesa bella fino al colle, accettabile fino al vallone della Sagna, risaliti 70m più a sinistra, verso gli impianti e discesa su neve tritata dai passaggi, gran finale su pista grazie ai cannoni fino a Pian Benot.
Vedi itinerario, foto, tracce su:
%20Lanzo/P_Lunella_Est.htm


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: buono
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo oggi ok ma nel primo pomeriggio rialzo termico.Gita tutta tracciata si sale senza rampant neve dalla punta fino al colle crosta portante dal colle in giù farina vecchia tritsta dai numerosi passaggi dal colletto delle lance pista ancien regime condizioni ottime x il periodo con Piero Rinaldo Simona e Dino Aggiungo traccia gps.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Bel giro con Pala Rusà, spalla est Lunella e punta delle Lance.
Salita sempre sicura.
Discesa da Pala Rusà con neve complicata lavorata dal vento e a tratti crostosa in fase di trasformazione.
Dalla spalla della Lunella fino al colle si alternano placche morbide uniformi e neve un po' più dura, sempre ben sciabile e divertente. Dal colle per i primi 200 mt neve più difficile a causa del vento e dei numerosi passaggi, anche se a ben cercare qualche curva buona si fa, gli ultimi 100 mt prima di ripellare farina fredda bella.
Discesa da punta della Lance per il canalino nord su zucchero, conoide in farina, poi fino alle piste sempre farina tracciatissima ma ben sciabile. Piste perfette.

Da solo a godermi il primo giorno dell'anno con un bel sole e una vista spaziale.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: pulita
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte sci ai piedi dalla macchina anche perchè i cannoni di Pian Benot hanno lavorato bene.
Salito prima a Pala Rusà con discesa diretta nel vallone della Sagna sino ad incrociare la traccia di salita al Colle Forcola.
Al sole temperatura gradevole, quasi calda.
Discesa dalla cima con tutti i tipi di neve, ma tutto sommato si scia discretamente. quest'anno bisogna accontentarsi.
Buon 2015

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a pian Benot
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
200m di portage su prati, poi neve continua anche se scarsa. Condizioni di sicurezza buone, vista la poca neve, ma non resterà così se nevicherà sopra come previsto. Dal colle delle Lance siamo scesi circa 100 metri, raggiungendo il vallone verso il colle Forcola con qualche sali e scendi. Dal colle su pendii ripidi di neve portante alla spalle est. Abbiamo poi proseguito fino alla cima della Lunella a piedi seguendo la cresta fino ad un salto roccioso e compiendo un traverso tra rocce e neve fin sotto la vetta,poi 30-40 metri dritti, più o meno il percorso estivo, senza bisogno di corda e ramponi. In discesa crosta non portante alternata a brevi tratti di farina pressata. Sicuramente non entusiasmante come neve ma ambiente molto bello e cima panoramica.
Con Fabrizio e Luca


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: .
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora buone condizioni. Praticamente sci ai piedi dalla macchina.
Dal Colle delle Lance sono sceso nel Vallone della Sagna e da qui sono risalito sino al Colle della Portia.
Divertente discesa sin nel Vallone su firn perfetto.
Altra ripellata e salita al Colle della Forcola e poi sino alla spalla della Lunella.
Bella discesa su neve cotta il giusto e veramente bella dal Colle delle Lance sino alla macchina.
Alla fine sono quasi 1500 m di dislivello.
Un saluto a Sergio, Raffaella e Cinzia incontrati lungo il percorso.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Scendendo nel vallone della Sagna si tolgono gli sci per qualche minuto. Scesi alle ore 11 su neve molto bella che aveva mollato il giusto, risaliti sci in spalla per 10 minuti per andare a pala rusa e da qui in giù bella discesa in aprte sulla pista battuta dal gatto questa mattina. Comunque gita agli sgoccioli...soprattutto il pendio est della Lunella oggi molto bello e continuo ma non più per tanto.
Con l'ottima compagnia di Fulvio, Giorgio e Joao.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Sgombere da neve
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Gita tranquilla effettuata per il corso ISA

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi temperature molto alte, un po' di vento in quota che non ha mai dato fastidio. Accumuli pericolosi nella sinistra orografica della seconda valle che da' accesso al secondo colle. Ottima la traccia di salita. Discesa su neve da umida a bagnata salvo la quella meno trasformata(asciutta) che abbiamo trovato nel canale sotto la cima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi giornata CAMPALE abbiamo scorrazzato come pazzi: partiti da Perinera, saliti al colle Lusera, scesi a pian Benot, risaliti al pala Rusà, scesi nel vallone e risaliti alla Lunella per poi ritornare su pian Benot. Pochissimi skialp in giro la neve non è delle migliori sfondava molto anche perchè faceva parecchio caldo. Comunque nei tratti esposti a nord si poteva fare qualche bella curvetta.
Con Mr J che sul finire ci mancava solo mi trainasse con la corda!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: gomme termiche sulla strada di Pian Benot
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita, ho battuto traccia dal colletto prima della Pala Rusà fino all'Anticima, solito affollamento alla Pala, mentre nessuno su questo itinerario.
In discesa: dall'Anticima al Colle Forcola, neve lavorata dal vento con una crosticina morbida, ben sciabile; dal Colle Forcola al punto di risalita alla Pala Rusà, neve polverosa, con brevissimi tratti di crosta portante da vento; dalla Pala Rusà pendii ormai massacrati dai numerosi passaggi, ma cercando un po' fuori dalle solite tracce si trova ancora bella farina fino alle piste battute.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Da solo ..Bel silenzio ..Decisamente piu' divertente della solita pala rusa'
Volendo bei canali dalla cima con pendenze ragionevoli
La neve tutto sommato non manca anche se dura . Al ritorno mi sono lasciato tentare a tenermi alto sui pendii a sx ?Non ne vale la pena ,meglio scendere un po' e ripellare per salire al colletto est

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: in canalone
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1620
quota vetta/quota massima (m): 2620
dislivello totale (m): 1150

Ultime gite di sci alpinismo

17/03/19 - Traversata passo Pasche´ - bomber
Bellissima traversata senza nessuno in giro. Caldo per il periodo pero´ mitigato dal vento mai forte se non a raffiche in forcella. Discesa su polvere leggermente lavorata dal vento e via via piu´ p [...]
17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - f.gulliver
Gita magnifica, che abbiamo pure allungato per errore di itinerario (saliti fino al Questa, poi traverso e discesa fino al lago di Valscura, da qui salita evidente). Utili i ramponi per la cima. In di [...]
17/03/19 - Corborant (Cima di) da Besmorello - cuccimaira
Gran gitona e grande ambiente! Come già ben recensito da MAX 64 che saluto aggiungo qualche notizia dal bivio del Laris in poi. La neve su questo itinerario si presenta un pò più lavorata dal vent [...]
17/03/19 - Content (Bric) da Chialvetta - Castel
Si parcheggia sulla strada presso Viviere. Neve a meno di cinque minuti dall’auto. Sulla strada tre o quattro brevi togli-metti. Saliti e scesi sull’itinerario per il Passo Scaletta per godere di [...]
17/03/19 - Pè de Jun (Testa) da Grangie - skeno
Saliti dalla normale (data la poca neve ultimo pezzetto a piedi) e scesi sul vallone opposto esposto inizlamente a sud est e poi a nord est. Neve primaverile quasi sempre ben sciabile, ultima parte lu [...]
17/03/19 - Jafferau (Monte) - Monte Vin Vert da Bacini Frejusia, traversata con discesa per la Valfredda - HHEB
Preso impianti fino in cima alla seggiovia BAN (14 euro per un'ora di biglietto, gli impianti hanno aperto alle 8,50). Arrivati in cima al jafreau alle 9,45 (15-20 min a piedi dall'arrivo dell aseggio [...]
17/03/19 - Silleskogel dal maso Steckholzer - silverrain
Gita molto affollata perché con rischio minimo di valanghe (nella parte finale). La neve sopra i 1800m era spettacolare, 50cm di fresca su fondo duro; sotto, ovviamente, polenta considerando il caldo.