Senghi (Rocca) Via Ghigo Fumero

Via veramente di soddisfazione! Assolutamente da non sottovalutare, ingaggiosa al punto giusto, regala sicuramente delle belle emozioni! Ben chiodata dove serve, si integra bene. Su L1 abbiamo trovato un tratto bagnato che richiede estrema attenzione. Per quanto riguarda la roccia, si presentano alcuni blocchi staccati a cui stare attenti, ma complessivamente direi che è molto buona per essere una via di questo genere.
Molto "sfascioso", invece, lo zoccolo per arrivare all'attacco, prestare molta attenzione!

Grazie mille ad Enrico per avermi portata su questa perla!!


[visualizza gita completa]
La firma di Ghigo non delude mai! Ambiente, roccia e V gradi molto "Senghi".

I chiodi necessari sono in posto: ottimi quelli presenti su L2 e L3 (cuneo di legno ancora buono), abbiamo lasciato solo un chiodo su L4.

Come materiale è sufficiente una serie di friends dai micro al 2 bd e qualche chiodo scaramantico.

Esaltante la rampa di L4 (IV grado???), che evita a sfregio un mare di strapiombi! Molto bella anche L2!

Con Manuel



[visualizza gita completa]
Difficile dare un parere per questa salita...sicuramente di valore, linea che pur non essendo tecnicamente estrema, è sicuramente audace e coraggiosa (pensando ai primi salitori).
Ambiente da 5 stelle, magnifico! Ci si immerge in questa parete fino a sentirsi inghiottiti, coronati dalle cime bianche di neve tutto intorno. Linea da 5 stelle, per chi ama le salite di stampo classico. Expo da 5 stelle, dopo i primi 10 mt. si viaggia sempre belli ariosi. E roccia....bè, qui possiamo parlarne... Primi tre tiri su roccia che direi discreta-buona e ben attrezzata. Seguono due tiri su un miscuglio di roccia-sabbia-pietrisco-scaglie-blocchi poco chiodati e poco proteggibili che impegnano molto la testa più che le braccia, pur non essendo su gradi elevati. Una volta girato lo spigolo la roccia cambia ancora, ma per fortuna migliora.
Insomma, per noi è stata molto impegnativa, complice anche il vento fastidioso e il sole, che ha deciso di presentarsi soltanto verso la fine.
Al momento, a parte la stradina che continua ad essere innevata, i pendii circostanti la rocca sono privi di neve. Ancora qualche nevaietto in cima.

Super giornata con il socio Francesco!


[visualizza gita completa con 2 foto]
mi è piaciuta molto. La via è in gran parte chiodata (non immagino quante ore in apertura a chiodare il secondo tiro... spero che uno dei due salitori sia almeno mancino!), chiodi e soste generalmente buoni; tuttavia una buona scelta di chiodi, friend 0,3-3, nuts e una ventina di rinvii ci sono stati utili. La roccia è buona nei primi tre tiri, poi richiede attenzione, ma l'arrampicata non è eccessivamente difficile e i movimenti sono belli. Grande esposizione nel secondo e terzo tiro. Attenzione solo al quarto tiro, il traverso è ascendente, non puntare al pilastrino staccato sullo spigolo ma salire sulla cengia ascendente (da S3 sembra extreme ma è "solo" III-IV).
Con Trilly


[visualizza gita completa con 6 foto]
Bella via in ambiente splendido. L'arrampicata non è certo entusiasmante e su roccia da favola ma lo scenario magnifico vale il viaggio. D'inverno tra l'altro il contrasto tra l'oro della roccia e la neve circostante è magnifico.
Ottima gita con Serafino. Dormito in tenda alla base sfidando la temperatura di -10°. In parete non abbiamo patito grazie al sole.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 5c obbl :: A2 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 2200
quota vetta (m): 2450
dislivello complessivo (m): 600

Ultime gite di alpinismo

23/05/19 - Entreves (Aiguille d') Cresta SO - jonathan
Cresta ancora innevata, ma sfondosa, condizione che rende la traversata ancora più bella ma che richiede ancora più attenzione, specie nelle fasi di discesa. Ampia possibilità di protezioni volanti [...]
23/05/19 - Entreves (Aiguille d') Cresta SO - luther
Avvicinamento da Punta Helbronner in traccia ben marcata nonostante le nevicate dei giorni precedenti. Cresta ancora ben innevata che aumenta il piacere di scalare il misto.
23/05/19 - Lunelle (le) Cresta Nord (via Accademica) - Garaca
Bella salita dal sapore antico dove ci siamo veramente divertiti. Percorrendo integralmente il filo di cresta ne risulta una salita non banale, alla ricerca dei passaggi più belli, dove si apprezza [...]
23/05/19 - Vierge de l'Aroletta Cresta Sud - RobyF
Si comincia a pestare neve già prima del rifugio, a tratti. Dal rifugio in su condizioni invernali, cresta pulita, a parte i colletti e il versante ovest. Ciaspole indispensabili per il rientro. A [...]
19/05/19 - Focalone (Monte) Canale Sinuoso - davec77
La Majella è tanto piatta e insignificante da lontano, quanto severa e impenetrabile non appena la si avvicina. Non penso di sbagliare affermando che è una delle catene montuose più selvagge d'Ital [...]
16/05/19 - Cristalliera (Punta) Canalino Nord Ovest del Torrione - Enzo51
La salita diretta da Seileraut seguendo gli ometti oltre il ponticello sul rio delle Vallette sulla destra, per quanto poco agevole possa essere, fa comunque risparmiare non poco tempo. La copertura [...]
14/05/19 - Malinvern (Monte) cima NO Couloir Dufranc - m.gulliver
La neve continua inizia poco oltre il rifugio. Noi abbiamo usato le racchette per salire fino alla conoide, ma probabilmente la neve sarebbe stata comunque portante per il rigelo. Canale in condizioni [...]