Autes (Monte) e Varirosa da Neraissa

meta molto panoramica sull'intera valle Stura: una bella passeggiata che merita davvero

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada molto stretta tra Vinadio e Neraissa.
Effettuato il percorso ad anello partendo da Neraissa Inferiore e seguendo un bel sentiero segnalato con tacche rosse. Il sentiero parte di fronte alla fontana di Neraissa Inferiore (freccia per Monte Autes e Colle di Neraissa), sale dapprima ripidamente per un bel bosco di faggi, esce allo scoperto sull'ampia dorsale sud-est del M.Autes, attraversa con un ampissimo tornante il ripido ed erboso versante sud a picco sulla Valle Stura e si porta infine in cresta fino alla vetta del M.Autes. Si tratta probabilmente di un vecchio sentiero militare, ripristinato recentemente. Dalla vetta del M.Autes abbiamo raggiunto in breve la Cima Varirosa (tracce, cresta erbosa) da cui siamo scesi per l'ampia ed erbosa cresta nord-ovest fino a un casotto in lamiera rossa e poi per tracce tra i rododendri (tratto innevato) fino al Colle di Neraissa, dal quale per la strada militare a tornanti (tagli possibili) siamo scesi verso Neraissa Superiore. All'ultimo tornante a sinistra si stacca un sentiero che costeggia la strada dall'alto e riporta al punto di partenza.
Bel percorso ad anello, molto panoramico sulla Valle Stura, le Marittime e il versante sud del M.Nebius. Stupendi colori autunnali. Con Emily.


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Strada stretta dalla frazione Podio in poi, procedere con cautela.
Occorre parcheggiare nel prato proprio davanti alla borgata di Neraissa superiore.
La strada subito dopo diventa sterrata ed è bloccata da una frana che rende difficoltoso girare indietro.
In salita abbiamo seguito fedelmente l’itinerario descritto.
La sterrata fino al colle ha una pendenza modesta che permette di girovagare con lo sguardo per cogliere i bellissimi colori autunnali che si presentano in questi giorni.
Dal colle, una palina indica la mulattiera da seguire.
Il percorso alterna tratti completamente asciutti ad altri ricoperti da dieci centimetri di neve gelata, da percorrere con la dovuta cautela, ma semplici da superare in quando la mulattiera ha una pendenza modesta ed è molto larga.
La parte superiore, più soleggiata, è completamente libera da neve.
Grandioso il panorama dal Monte Autes sia verso il colle della Maddalena che verso valle: proprio di fronte, il Becco Alto d’Ischiator si presenta con il vestito invernale.
Vale la pena tagliare per i prati a nord del monte Autes per raggiungere anche la vicina cima Varirosa.
Sulla strada del ritorno, abbiamo preferito evitare il tratto più innevato tagliando per i prati esposti a sud, appena la pendenza degli stessi lo ha consentito.

Bella gita autunnale, in un vallone appartato, ma comunque abbastanza frequentato.
In compagnia di Cristina, Michela, Rita, Vanna, Gianni e Luigi, che ringrazio.


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: si parcheggia appena superato Neraissa, poi valanghina ostacola la sterrata
Bellissima valletta di mezzo tra Valle Stura/V.ne dell’Arma con esplosione di colori autunnali. Escursione piacevole e panoramica con facile facile salita sia l’Autes che alla Varirosa. Si pesta neve dal colle ( la mulattiera volge prevalentemente a nord) Meteo discreto, qualche goccia di pioggia a termine gita. Con Maury e LU

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Podio inferiore
Partiti da Podio inferiore (1110 m) causa neve sulla strada, abbiamo seguito il sentiero per Podio superiore. Di qui a Neraissa Inferiore (meglio seguire la strada, il sentiero fa perdere circa 80 m di quota) , poi a Neraissa Superiore, Colle di Neraissa, Monte Varirosa e Autes. Discesa per cresta fino a Podio Inferiore: fino al colle del Barro (1700 m) è perfettamente segnalato con segni rossi. Poi il sentiero principale scenderebbe a Neraissa inferiore, quindi lo si abbandona e per cresta (alcuni ometti) si raggiunge al meglio, nel sottobosco (percorso non molto agevole) quota 1440 m dove si prende il sentiero che arriva da Neraissa inferiore e ci porta a Podio superiore, nuovamente segnalato con tacche rosse.
Su tutto il percorso circa 5-10 cm di neve farinosa.
Con Daniele e Romano


[visualizza gita completa con 3 foto]
Inserisco la (bella)gita solo per segnalare che il nuovo sentiero che parte direttamente dalla fontana di Neraissa inferiore e' stato tracciato e segnato appositamente per la gara di mtb da Vinadio di domenica 14/6.Ho visto oggi sul giornale che il tratto del Monte Autes e' stato eliminato dal percorso a causa del maltempo.Considerato che il tratto di bosco del nuovo sentiero e' ripido e tutto su terreno morbido,dunque fangoso con pioggia,e che i concorrenti erano trecento,il fondo dello stesso deve essere rimasto perfettamente agibile. Ho percorso questo sentiero sia in salita che in discesa;nella parte alta,a piedi,conviene abbandonarlo appena si arriva all'inizio della dorsale sud-est.Incontrato tre con la mtb.Ideale anche per chi corre a piedi;buon sviluppo,bel terreno e pendenze sostenute.

[visualizza gita completa]
Compiuto un anello con partenza da Neraissa Inferiore, salita diretta al Monte Autes per il nuovo sentiero ben segnalato (palina difronte alla piazzetta con la fontana), proseguimento di dorsale fino alla Cima Varirosa, discesa al Colle Neraissa e quindi a valle seguendo la pista mtb e, da quota circa 1600 mt in giù, attraverso un sentiero che permette di evitare Neraissa Superiore arrivando direttamente a Neraissa Inferiore.
Molto bello il sentiero di salita, ripido nel primo tratto nel bosco, panoramico e poco faticoso nel tratto successivo, da quota 1700/1800 mt in poi. Occorre prendere l'acqua a Neraissa Inf., poi non se ne trova più.
Molte persone al Colle Neraissa, in arrivo sia da Neraissa che da Sambuco.
Gita fatta in mattinata.
Con Pucci


[visualizza gita completa con 4 foto]
Piacevole escursione di tutto relax, abbellita da un'ottima vista sulla valle Stura, sul Matto e sulle montagne dell'altipiano della Gardetta.
Concordo in pieno con la relazione precedente: non lasciarsi tentare dalla vecchia strada che dal colle di Neirassa conduce sulla Varirosa( invasa da ogni sorta di arbusti) ma seguire il ripido e diretto sentiero che dal colle sale ripido in direzione S.
In discesa , dopo una giornata soleggiata, sono stato vittima di un improvviso quanto violentissimo temporale , accompagnato da fulmini e tuoni che si rincorrevano all'interno di una nebbia fittissima(!?!).Mai visto una situazione del genere!!
Un grazie di cuore al signore di Pianche che in discesa,lungo la stradina del colle Neirassa, mi ha accolto sulla sua Panda 4 x 4 ,facendomi risparmiare almeno una mezz'ora di piogge e grandinate monsoniche.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Ok fino a Neraissa superiore
Arrivati al Colle di Neraissa consiglio di evitare il primo tratto di mulattiera, in alcuni punti completamente invasa dagli arbusti, salendo per la traccia di discesa dalla Cima di Varirosa che troviamo a sinistra del colle; la si segue fino ad un evidente taglio verso sinistra che porta a prendere la larga mulattiera dopo il tratto invaso dalla vegetazione.
Per il ritorno son salita sulla cima di Varirosa per crinale, poi si segue una traccia che porta ad un vecchio casotto abbandonato e in breve si scende sul colle di Neraissa. Panoramico e veloce e si fa un breve anello!
Neraissa è una vera oasi di pace, un posto idilliaco che sembra fuori del mondo moderno.
Noiosa ma distensiva la strada, fioritura notevole e un verde sgargiante che hanno reso interessante anche il percorrerla. In discesa fatte le tagliole. C'è ancora un nevaio nella parte alta che la ostruisce completamente, ma lo si evita agevolmente per prati. Interessante la bella caserma, anche se diruta, al Colle di Neraissa.
Nebbie che andavano e venivano in alto, ma sempre e solo dal lato di Vinadio, han reso suggestiva e magica la giornata. Panorama davvero notevole, un vero balcone! La stella in meno solo per il panorama limitato dalle nebbie verso la bassa valle.
Salito un signore fin al colle di Neraissa, mi è venuto dietro per poiche decine di metri, ma poi ha sentito latrare un cane, (che fosse stato il suo persosi indietro?)è tornato indietro e non l'ho più visto.
Temperatura gradevole, mi son goduta in completa solitudine il panorama per un bel pò e poi son ridiscesa, volevo scendere a Sambuco....,son scesa per un bel pezzo di sentiero....., ma poi la macchina a Neraissa.....?


[visualizza gita completa con 26 foto]
note su accesso stradale :: Ok fino a Neraissa inferiore
Quando sono partito da casa non pensavo di riuscire a fare la gita a causa della pioggia. Invece con papà, Andrea, Cinzia e Francesco siamo partiti da Neraissa inferiore e abbiamo raggiunto il colle.In seguito con papà e Francesco sono andato sin dal ripetitore passando nella neve. Bella sgambata!!!

[visualizza gita completa con 2 foto]
meteo bello e parecchia gente in zona.dal colle seguito la dorsale che passa x cima varirosa (2286m, la + elevata) giungendo sul m.autes(2275m). molto panoramica, data la posizione a balcone sulla valle.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero segnalato
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1520
quota vetta/quota massima (m): 2286
dislivello salita totale (m): 770

Ultime gite di escursionismo

20/02/19 - Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino - nmanlio
Salita in notturna fino alla vecchia stazione della seggiovia. Sci e ciaspole si possono lasciare a casa. Siamo saliti con i soli scarponi. Qualche tratto ghiacciato ma gestibile. L'unica cosa utile p [...]
20/02/19 - Freidour (Monte) da Cantalupa, anello per Colle Aragno est e Colle Ciardonet - mario-mont
Ancora un po' di neve nei tratti non esposti al sole. Ghiacciata sotto il colle Castellar, mentre sulla dorsale è abbastanza morbida. In discesa verso colle Sperina ghiacciata, ma tutta evitabile. No [...]
19/02/19 - Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Case Picat - bus
Mi sono fermato sull'Angiolino perchè la cresta è innevata. Il giudizio complessivo è determinato dalle difficoltà a raggiungere pian friserole per la molta neve presente soprattutto dall'alpe fon [...]
18/02/19 - Musiné (Monte) da Caselette - maxleva
Relaziono solo per segnalare che sono iniziate le processioni delle processionarie ne ho Incontrate parecchie sul percorso.
18/02/19 - Sella (Rocca) da Celle, sentieri vari di Rocca Sella - maxleva
Salito dal versante colle Arponetto. Consigliatissimii i ramponcini, parecchio ghiaccio nell'ultimo terzo della salita. Sceso dal Tramontana che essendo tutto al sole è completamente pulito. Giorn [...]
18/02/19 - Bram (Monte) da San Giacomo - Klaus58
Sono salito solo fino al bivacco tralasciando le cime. Fino lì tutto ben tracciato con neve dura che teneva benissimo anche in discesa tanto che le racchette sono rimaste appese allo zaino. Altre due [...]
17/02/19 - Trubbio (Cima) da Craveggia - erba olina
Si raggiunge il parcheggio dal centro di Craveggia svoltando prima a sn (dir. "Vocogno") poi subito a destra (per "Vasca-Blitz"), la piazzola si trova pochi metri oltre, sulla sn. Le indicazioni per [...]