Fontanalba (Pizzo di) da Arvogno

Giro ad anello passando per I Motti, salita alla cima per un percorso alternativo a monte della Cappella di S. Pantaleone, discesa per il canale descritto nell'itinerario e ritorno per Bocchetta di Ruggia, Bocchetta di Muino e Alpe Sdun. Saliamo quindi direttamente il ripido versante Sud-Ovest sfruttando le cenge inclinate che ci portano alla cresta Nord-Ovest, appena a monte delle difficoltà alpinistiche presenti nel primo tratto di cresta sovrastante il Passo di Fontanalba. Il percorso si dimostra più complicato del previsto, con tratti esposti e pendenze superiori a quanto si poteva stimare osservando dal basso. Anche grazie all'erba completamente asciutta, arriviamo comunque senza particolari problemi in cresta, da cui saliamo agevolmente in cima superando qualche facile formazione rocciosa affiorante. Per la discesa optiamo per il canale che dalla verticale della vetta scende direttamente a raccordarsi tramite un ampio conoide al pendio sottostante, percorso dal sentiero detto “Moinasca” che collega la Cappella di S. Pantaleone alla Bocchetta di Ruggia. Completiamo quindi l’anello scendendo all’Alpe Ruggia e risalendo alla Bocchetta di Muino, dove di recente sono stati eretti una cappella e un monumento ligneo. Ritorniamo ad Arvogno transitando per l’Alpe Sdun e l’Alpe Cortina. Giornata caratterizzata dal caldo record, con eccezionale fioritura di rododendri pressoché su tutti i pendii al di sopra dei 1800-1900 metri. Si notano però gli effetti del caldo anomalo e della lunga fase di siccità sui prati e sulle altre fioriture, decisamente inferiori alla norma.
Gita in compagnia di Beppi con il suo cagnolino Toby, decisamente a suo agio anche nei tratti più impegnativi dove a volte intuiva i passaggi migliori prima di noi.

Versante Sud-Ovest percorso in salita
Dal percorso di salita vista sulla Pioda di Crana e sul Pizzo del Corno
Cengia inclinata verso la cresta Nord-Ovest
Fioritura di rododendri sul versante Nord della cresta; sullo sfondo Alpe Galeria
Percorso della discesa visto dall'alto
Percorso della discesa visto dal basso
Bocchetta di Ruggia, versante Onsernone
Toby e la nuova scultura lignea alla Bocchetta di Muino

[visualizza gita completa con 8 foto]
Siamo partiti da casa con cielo coperto, confidando sulle previsioni meteo svizzere. Questa volta si sono rivelate esatte, ma questa "cosa" ultimamente -ahimè- non è più così scontata... In val Vigezzo sono apparsi i primi squarci di cielo sereno che poco dopo e poco sopra la partenza di Arvogno è risultato completamente sereno con i suggestivi colori autunnali, regalando una giornata ...spaziale...
L'idea era quella di andare al Pizzo Ruggia, ma -per la prima volta in questo bel settore della val Vigezzo- "mi sono lasciato prendere dalla bellezza del sentiero" selciato, gradonato, pressochè perfetto che porta al passo di Fontanalba, e così ci siamo trovati senza accorgersi alla cappella/ricovero di San Pantaleone, e quindi abbiamo salito la montagna soprastante ovvero il Pizzo di Fontanalba.
L'abbiamo salito proprio dalla cappella/rifugio per evitare il primo pezzo di cresta (nord-ovest con tratti rocciosi), me è proprio quello più ripido (per i primi 100 metri circa) e quindi meno consigliato. In discesa abbiamo seguito la cresta sub-est nel primo tratto (facile), poi ci siamo abbassati e l'abbiamo costeggiata poco sotto sul versante sud, avvicinandoci -con attenzione ma senza difficoltà- alla bocchetta dei Laghetti, senza raggiungerla e piegando sul sottostante sentiero che riporta all'alpe I Motti.
Esatta e precisa la descrizione di "larix66" di questa scheda, che però ho letto solo ora...
Segnalo che il Pizzo di Fontanalba (oggetto di questa escursione) non è il Pizzo della Fontanalba sci-alpinistico (descritto anche su questo sito), che si trova nelle vicinanze a nord-ovest, sopra il lago di Panelatte e la Forcola di Larecchio. Questa cosa, l'ho pensata/intuita durante la salita e sulla vetta, ma proprio bene l'ho capita solo al ritorno, al bar/rifugio di Arvogno consultando l'ottima carta escursionistica della Val Vigezzo, Canobina, Onserone, ecc. pubblicata delle Comunità Montane Valle Canobine e Valle Vigezzo, edizione 2008, 1: 25.000, avuta in omaggio al bar... Grazie del gradito omaggio (forse premio per la bella giornata e salita...)...
Con Gianni A., senza il quale oggi non sarei venuto quassù, visto che sono ancora in fase di completamento di una ulteriore convalescenza sanitaria, con addosso ancora alcuni "rimasugli" chirurgici, penso/spero per solo per pochi giorni.

[visualizza gita completa con 7 foto]
Queste montagne, viste e riviste innumerevoli volte, offrono sempre grandi emozioni ogni volta che ci torniamo, anche in giornate non del tutto favorevoli ai grandi panorami come quella di oggi. Al ritorno completiamo il giro ad anello passando per il Rifugio Regi della nostra sezione Cai per un sopralluogo e piccoli interventi di manutenzione.
In compagnia di Cristina e Marco.


[visualizza gita completa con 5 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1200
quota vetta/quota massima (m): 2200
dislivello salita totale (m): 1000

Ultime gite di escursionismo

15/03/20 - Tapuae O Uenuku dall' Hodder River per la Via Normale - panerochecco
Niente neve sul percorso, molto sfasciume e salita faticosa. Consiglio a turisti provenienti da lontano di dedicare 3 giorni al tutto e di portare due paia di scarponi oppure di salire ai rifugi con [...]
15/03/20 - Chestnut Park Loop Da Dairy Farm Nature Park a Mandai Rd per il Zhengua Nature Park e la Central Catchment Reserve - vicente
Itinerario di notevole sviluppo, da non sottovalutare a causa della calura e umidita' tropicale. Il lato positivo e' che la maggior parte dell'itinerario si svolge in una fitta giungla e quindi si e' [...]
10/03/20 - Sbaron (Punta) da Prato del Rio - bus
09/03/20 - Grammondo (Monte) da Olivetta San Michele, anello per Sospel, le Cuore e Col du Razet - roberto vallarino
Con una mattinata ben soleggiata, abbiamo seguito l'ottimo sentiero che costeggia la Bevera portandoci dal Pont de Cai e dopo il breve tratto di strada, a riprendere la mula fino al primo ponte. Attra [...]
09/03/20 - Peretti Griva (Rifugio) al Pian Frigerola da Saccona per la Punta Prarosso, la Rocca Turì e la Rocca Frigerola - parinott
Dalla Rocca Turì agli Alpeggi Frigerola utilissime le ghette. Dagli Alpeggi al Rifugio anche i ramponcini, Il traverso stamani si presentava con neve ghiacciata.
08/03/20 - Sungei Buloh Wetland Reserve Anello completo - vicente
Splendida giornata di relax in tempi difficili. Ci voleva proprio! La natura di questa riserva naturale e' meravigliosa. Ho ammirato numerosi uccelli migratori, oltre a diverse libellule rosse, un coc [...]
08/03/20 - Bernard (Monte) da La Cassa - bengia