Lombarda (Colle della) e Laghi di Sant'Anna da Vinadio, giro per Cima Moravacciera

tipo bici :: full-suspended
Partiti poco prima del bivio Colle-Santuario abbiamo percorso lo stesso giro fatto da Chiara e soci qualche anno fa.
Direi percorso che si divide in tre: prima parte dall'auto fino ad imbocco discesa sul lago di Sant'Anna bel percorso quasi totalmente ciclabile su terreno in più che discrete condizioni e senza accorgerci della folla di gente che era oggi da queste parti.
Seconda parte fino al colle erboso sopra il lago Lausfer Soprano non un gran che, discese che ho ciclato poco e salite impegnative anche se quella dal lago di Sant'Anna fino all'omonimo colle e oltre risulta più ciclabile di quello che sembra. Terza parte passando per il colle Saboulè ed il passo Tesina fino al Santuario semplicemente bella ciclabile al 100% ma sempre abbastanza tecnica. Dal secondo tornante sotto il Santuario sulla sinistra abbiamo imboccato un sentiero che con bellissimo percorso ci ha depositato all'auto.
Direi giro molto bello ma devono piacere le pietre (ce n'è in abbondanza sia a salire che scendere)! Occhio anche ai numerosi tratti un po esposti! Oggi tanta gente nella seconda parte del percorso ma dato il terreno dove non puoi certo correre non è stato un grosso problema!
Con Super!

la bella sterrata che porta al colle della Lombarda
passaggi in dorsale nella prima parte
dura risalita dal lago del colle di Sant'Anna
breve digressione a piedi alla cima del Lausfer
verso colle Saboulè inizia la terza spettacolare parte del percorso
Saboulè - Tesina pezzo che da solo vale la fatica del giro
giù dal Tesina per una sassosa ma splendida militare
splendido single track sotto il Santuario

[visualizza gita completa con 8 foto]
Giro ad anello percorso cosi: Partenza al bivio (1850 m) - Colle della Lombarda - cresta della Testa Grossa del Caval - discesa su laghetto di Sant'Anna - Passo di Sant'Anna - Col du Lausfer - Laghi Lausfer - Col du Saboulè - Passo Tesina - discesa diretta al Lago di Sant'Anna - Santuario di Sant'Anna - Bivio (1850 m)


La prima salita (per il colle della Lombarda ) è facile e scorrevole su buon fondo, carino e panoramico il GTA su cresta della Testa del Caval, segue discesa (sul lago di S.Anna) tecnica con molti tratti non pedalabili, (interessanti i segni di pellegrinaggio).
La risalita su strada militare al Col du Lausfer è impegnativa per il fondo molto pietroso e sconnesso, ma che migliora nel finale.
Breve tratto di portage per il Col du Saboule con vista sul bellissimo Lago sup del Lausfer, prestare un po' di attenzione al successivo traverso esposto sulla val Tinée sia a quello per il Passo Tesina (spettacolare!). Discesa finale su S.Anna completamente ciclabile e divertentissima!
Conoscevo ed avevo già percorso la prima parte di questo giro e devo dire che la seconda dal Col du Lausfera al Passo Tesina è notevole... nettamente più appassionante!

Con Alessio e Luca


[visualizza gita completa con 17 foto]
tipo bici :: full-suspended
Un percorso da non sottovalutare, per il fondo spesso pietroso, i tratti tecnici e quelli esposti. Noi, compiuta la discesa (molto tosta) dalla Cima Moravacciera, abbiamo proseguito per il Colle di Sant’Anna, i laghi Lausfer, Colle Saboulé e Passo Tesina: imperdibile il traverso verso l’ultimo colle, ringraziando chi 80 anni fa ha immaginato e costruito una mulattiera larga due metri e mezzo a metà di pareti e pendii ripidissimi. Da evitare nei mesi estivi per non fare lo slalom tra gli escursionisti, è un percorso ideale “fuori stagione”…
Con Luca e Chiara.


[visualizza gita completa con 7 foto]
tipo bici :: front-suspended
Bellissimo percorso in un bellissimo contesto ambientale.
Salito al Colle della Lombarda tutto su asfalto per far girare un po' più la gamba, la salita è bella mai particolarmente dura e offre tratti rilassanti (tra l'altro sono anche i più panoramici).
Dal colle seguito il crestone e toccato le varie cimette incontrate, fino alla Moravacciera (10 minuti a piedi). Sono poi sceso tutto di portage per il sentiero che raggiunge il primo dei numerosi laghetti lungo la strada sterrata per il santuario. Breve discesa e poi risalito ai laghi di S.Anna, qualche tratto impossibile da pedalare ma nel complesso ci si diverte. Mi sono fermato al lago superiore anche se la tentazione di continuare per il Passo Tesina era forte, ma 1800 m di dislivello cumulati andavano già bene, tornerò senz'altro. Bei luoghi molto panoramici e frequentati, molti ciclisti/bikers al Colle della Lombarda, poi solo escursionisti fino a S.Anna di Vinadio.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
Bellissimo.Sono partito da Baraccone con giornata dal clima ideale,inizio sterrato ai 1900 mt circa e salita perfetta senza alcun problema fino al colle, alcuni strappi ma con ottimo fondo.All'unica deviazione che ho incontrato ho tenuto la sinistra con stretti totrantini sono arrivato al colle.Da qui a destra su sentiero GTA battuto con sali e scendi obbliga al portage negli ultimi 100 mt di dislivello.Seguito il GTA in discesa sentiero non pedalabile che porta alla Militare che in breve scende su S.Anna
IL Seboulè me lo tengo per il prossimo anno


[visualizza gita completa con 5 foto]
tipo bici :: full-suspended
inserita traccia GPS con salita su asfalto e discesa al lago S.Anna e risalita al colle omonimo.

[visualizza gita completa con 2 foto]
tipo bici :: full-suspended
Vorrei ridare onore a questo giro che dai commenti precedenti piuttosto spenti non ha quel che merita .
STUPENDO GIRO AD ANELLO a tratti molto tecnico e divertente in uno scenario incredibile ...
Si sale dalla malga Malgheria su una strada militare sterrata e a volte un pò dissestata tanto da trasformarsi in sentiero stretto , con bei passaggi in equilibrio ... giunti al Colle della Lombarda si rimane in cresta verso la Testa Grossa del Caval .
Poi si può salire bici a fianco sulla cime Moravacciera per scendere sul crinale direttamente al Passo Sant'Anna , ma è molto ripido e pericoloso ... meglio scendere il vallone su sentiero dissestato ma molto spettacolare con vere caratteristiche di "pellegrinaggio" ... si incontreranno madonnine e bigliettini di buone intenzioni ... si potrà meditare o pregare ... comunque il misticismo circostante eviterà le imprecazioni verso l'alto che il sentiero richiederebbe .
Sbucati sulla strada sterrata non resta che prendere il più famoso anello dei laghi Saboulè , Lausfer con risalita al Colle del Saboulè o Lausfer come lo si vuole chiamare ... ai sottostanti laghetti Lausfer e con spettacolare traverso esposto fino al Passo Lausfer sotto le Roche di Saboulè ... di lì giù in discesa sullo spettacolare sentiero (ex strada militare ) che è un percorso dei più belli da fare in mtb a mio modesto parere con tratti esposti e davvero panoramici ... così fino al luogo dell' apparizione della madonnina ... santuario .. civiltà e tutto il resto
Bellissimo giro ( km 30 circa per 1000 mt di dislivello -- sterrate e sentieri ... pochissima bici in spalle )

[visualizza gita completa]
oggi giornata da dimenticare. partiti dal forte di vinadio, salita nel vallone fino a fontana luigi. tentativo di salita dalla militare, prime gocce di pioggia e ritorno sui nostri passi. sull'asfalto smette di piovere, allora proviamo a salire al santuario. il cielo si apre un po', cosi, raggiunta l'apparizione, bici a spalla su verso il colle di s'anna, ma dal lago delle rane.. ancora pioggia!!questa volta non smette, noi + decisi che mai continuiamo ma in condizioni pessime: diluvio, freddo e nebbia a tratti. il sentiero dall'apparizione fino al colle ha una ciclabilità del 15-20%.al colle riparo nei fortini, ma non smette cosi bagnati marci partiamo e scendiamo, su asfatlto pero, perche nessuno aveva voglia di passare sulla militare... l'unica cosa che sognavamo era di arrivare alle macchine infretta!! in fondo, la giornata si è conclusa abbastanza bene: freno posteriore totalmente consumato per tutti i partecipanti dell'avventura, ma...anche un buon caffè caldo offerto da un compare ciclista che, forse + furbo di noi, ha passato la giornata dentro il suo camper...vestito e asciutto...

ps: il giro fatto da noi è di circa 45 km, ma quasi nove in piu si portano a spalle... la stessa mulattiera che scende dal passo di s'anna è pedalabile, ma comunque non è molto divertente causa fondo troppo sconnesso...

[visualizza gita completa]
tipo bici :: attenzione ai tratti esposti
gita nel complesso abbastanza pedalabile.strade e sentieri hanno un fondo abbastanza sconnesso ma pedalabile.ciclabilita':80% ,alcuni tratti abbastanza tecnici ed altri esposti.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BC :: BC+ :: S2 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 850
quota vetta/quota massima (m): 2378
dislivello salita totale (m): 1800
lunghezza (km): 45

Ultime gite di mountain bike

15/02/20 - Sirio, Pistono, San Michele (Laghi) da Banchette, giro per Borgofranco e Montalto Dora - monviso71
Abbiamo fatto un giro diverso di quello descritto qui. Partiti da Montalto Dora abbiamo seguito i cartelli per il giro dei laghi, passando per il Nero poi Pistono ed infine Sirio. Vari saliscendi t [...]
11/02/20 - Baraccone (Monte) da Altare per Quiliano e Roviasca, giro - lonely_troll
Tra i vari percorsi di questa zona dal mare alle ultime montagnole delle Alpi questo è di difficolta media. Sulla pista di discesa a Viarzo si trovano poche indicazioni ma è sufficiente seguire le [...]
07/02/20 - Pietraborga (Monte) e Monte San Giorgio da Trana, giro - bubetta
Siamo saliti solo al Pietraborga. Sempre suggestivo e piacevole il tratto di bosco nel "Sito dei Celti". Una volta ritornati al Colle Damone abbiamo imboccato il sentiero molto panoramico, scorre [...]
06/02/20 - Peitagù (Testa di) da Aisone, giro - kika
Per evitare la salita su neve dal versante dell'arma, mi sono cammellato la bici sul sentiero delle punte chiavardine fino al bivio sotto alla Peitagù. Sentiero bello, panoramico e ben segnalato, ma [...]
29/01/20 - Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette - monviso71
sterrata in buone condizioni generali, qualche canale di scolo (tipo guardrail) é fuori sede ma si passa senza problema, magari in discesa potrebbero essere più insidiosi. un po' di fango nelle zon [...]
26/01/20 - Colletta (Monte) da Piasco, giro - lonely_troll
I sentieri della Valle Bronda sono evidentemente frequentati e sempre ben segnati sia per bikers sia per escursionisti. Ho scelto un itinerario a bassa quota e senza discese lunghe per evitare neve e freddo.
19/01/20 - Moncuni da Rivoli, giro per la Collina Morenica - rg68
Ritornato sul Moncuni in mtb dopo qualche anno: tutto a posto, parecchi ciclisti e gente a piedi, giornata tersa e freddina, sentieri e strade in buone condizioni, poco fango.