Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena

neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 2100
Breve, ma bella; partenza alle 7.30, in vetta alle 9 e discesa dopo pochi minuti, con ritorno all’ auto alle 10. Nuvoloso in tutta la bassa valle e nebbia da Argentera al colle, poi tutto pulito. Condizioni primaverili con neve ormai trasformata anche in pieno nord; neve continua da circa 2100m (le racchette si possono mettere anche subito collegando le chiazze di neve). Salito e sceso per il pendio centrale, le tracce di salita di sci presenti comportano dei lunghi traversi sul ripido nella parte alta; con queste condizioni tanto vale salire per la massima pendenza. Dunque gita ottima per racchette; con gli sci si deve considerare un portage più lungo e neve buona e continua per un dislivello di circa 500m.
-3° alla partenza (sereno), ventoso in vetta e caldo al sole, poi -2° all’arrivo nella nebbia, nel frattempo salita un po’ più in alto.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
Siamo partiti io e Manu appena prima del lago su neve dura che ci ha permesso un'ottima progressione e in poco più di due ore siamo arrivati in cima. L'aria era frizzante ma non particolarmente fastidiosa. In zona circa una ventina di sciatori. Neve ancora discreta su tutto il percorso.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: C'è spazio per parcheggiare a bordo strada
quota neve m :: 1800
Gita tascabile dell’ultimo momento per fuggire dal grigio-bigio di Borgo S.D.; già a Vinadio il tempo è bello, bellissimo al Colle Maddalena. Parto quindi alle 10, dal Lago della Maddalena e sulla parte bassa devo stare rigorosamente sulle tracce, pena profondi sfondamenti; condizioni ottime poi nella parte alta. I maggiori ravanamenti sono stati causati da una motoslitta (o due, presumo ieri), che è arrivata fino in cima. Non una bella cosa, ma da vecchio endurista (scarso) non posso non apprezzare la bravura nella guida dell’affare sui ripidi pendii sommitali, con rischio di ribaltamento. In vetta alle 11.30 insieme ad una folla di tedeschi, si sta bene ma non caldo. E infatti nella discesa della parte alta trovo ancora bella neve, con farina vecchia; poi via via più smollato fino agli sprofondamenti della parte bassa. All’auto alle 13.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
neve non portante,ma traccia presente su tutto il tragitto.utili i ramponi per il ripido tratto finale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
Piacevole giornata al Ventasuso. Partiti dal colle con racchette ai piedi su una bella neve compatta abbiamo risalito i pendii abbondantemente innevati. La traccia è sempre ben visibile tranne nella parte centrale dove si perde un pò, ma l' itinerario da svolgere è molto intuibile . Il pendio per arrivare al colle è un pò ripido, ma i vari zig-zag ne facilitano la salita, fare attenzione se in discesa si trova traffico come è successo a noi... dal colle alla vetta bisogna proseguire per la facile dorsale facendo attenzione alle diverse cornici, ma tutto molto banale.
Arrivati in vetta in circa 2 ore e venti minuti dove un bellissimo sole e un panorama a 360° ci attendeva! Tanta gente in giro anche sulla vicina Enclausetta, pausa di un oretta e siamo scesi prima che la folla arrivasse, meglio di cosi non poteva andare! Giornata passata con Rosa.

[visualizza gita completa con 3 foto]
concordo con descrizione itinerario
Gita sociale CAI Alessandria, 21 partecipanti tutti in vetta compreso Alessandro di 9 anni e 5 skialp con Livio di 15.
un saluto all'entusiasta Pinuccia e alla stravolta Sara "Sciarpetta". grazie a Woods e al Principe per la co conduzione della gita e agli skialp che ci hanno atteso fino al nostro rientro alle macchine.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 2000
Il Ventasuso era l'intenzione! Poi una serie di errori di valutazione (e la totale assenza di qualcuno che potesse darmi una dritta) mi hanno portato fuori strada. Risultato: mi sono trovato su una puntina rocciosa a quota 2500. se interpreto bene la carta IGM, dovrebbe essere chiamata punta del vallonetto. Da lì ho finalmente visto il ventasuso (e quelli che ci salivano), ma non riuscivo a proseguire sulla cresta, che presenta dei salti. Così sono dovuto tornare indietro, maledicendo la mia presunzione di andarmene da solo in zone che non conosco...ma poco male, sarà per la prossima. Oggi del resto giornata patagonica, con bordate di vento gelido che buttavano a terra. Begli incontri ravvicinati con marmotte appena sveglie...stando sottovento si arrivava a un metro!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok fino al colle
quota neve m :: 1800
Per la prima volta del 2016 ho fatto mettere le ciastre a Manu e direi che, nonostante la sua assenza di allenamento, se l'è cavata molto bene. La neve non era particolarmente abbondante, ma comunque sempre continua e in discesa abbiamo ancora trovato della farina. A parte il vento, la giornata è stata bella. Abbiamo incontrato una quindicina di sciatori ed un solo ciastrista. Saluti a tutti.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok lato Italiano, sporco quello Francese
quota neve m :: 1500
Prima ciaspolata di stagione con gli amici Matteo e Gian di Frabosa, scegliendo la piu' gettonata di questi giorni e anche oggi parecchi scialpinisti, peccato per le velature con una partenza freddina (-12) ma itinerario con discreto innevamento che ci ha regalato una bella gita. Oggi visto le nuvole e il freddo, siamo poi finiti a mangiare un'ottima polenta al Rifugio della Pace dove ci siamo trovati molto bene, consigliandolo e che saluto. Un saluto agli scialpinisti incrociati e Buona Montagna a tutti.

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: parcheggiare proprio al colle, sulla destra salendo, dall'altro lato rispetto il Rifugio della pace
quota neve m :: 2000
Ottomilaottocentonovantasette piedi. Partenza frescolina: meno 7° (19,4 Fahrenheit), con alcune nuvole piantate proprio sopra il Colle, fortunatamente in rapido dissolvimento per lasciare spazio ad una giornata limpida.
Percorso attualmente più adatto ai ciaspolatori che agli ski-alp (oggi comunque prevalenti): la neve, molto polverosa, ha uno spessore che va dai 20 cm (alla partenza) fino ad oltre 50 cm, ma non ha fondo, e il vento in diversi tratti l'ha sollevata scoprendo erba e pietre.
Partendo dal Colle (ampio parcheggio) si segue per un buon tratto il tracciato di una sterrata, piegando poi a destra e puntando ad un evidente e caratteristico dosso arrotondato (2350 m), che si supera per entrare nel vallone; la nostra meta è adesso evidente e verso i 2450 m il percorso, sin qui dolce e poco inclinato, si impenna divenendo anche più tecnico per risalire la dorsale (attenzione e ramponi in caso di ghiaccio). Le ultime decine di metri sono in cresta, dove ci ha raggiunto un vento diversamente caldo....: fortunatamente sulla cima Eolo se ne è andato, lasciandoci soltanto il sole e il panorama grandioso.
Gita dal dislivello contenuto (2339 piedi) ma di soddisfazione incontenibile.
Con la immancabile compagnia di Gian Mario


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1900
A conti fatti,considerato il brutto tempo e la brutta neve in basso,una bella gita.Mi decido a partire da casa solo sul tardi e quindi sono al Lago della Maddalena alle 8.45.Neve dall'auto e continua fino in vetta.Non c'e' stato rigelo,quindi si sfonda parecchio e la neve e' abbastanza compatta solo sul ripido pendio per la vetta(bella anche poi a scendere).In salita visibilita' scarsa e nebbia incombente,ma grazie alla traccia di tre scialpinisti davanti non ho avuto problemi di orientamento.L'anfiteatro del Ventasuso e' praticamente l'unico posto con buona visibillita',mentre tuttintorno le vette sono coperte dalla nebbia e da nubi nere.In vetta alle 10.00 dove mi fermo venti minuti in compagnia dell'amico di Borgo Alberto(che saluto),con gli sci,arrivato appena dopo di me.In discesa la visibilta' migliora ed esce addirittura un po' di sole.All'auto alle 11.00,senza aver preso pioggia o neve.Innevamento ancora spettacolare sopra i 2200 mt.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
il finimondo..di gente. pessima scelta (e l'idea era mia...).cielo con nuvoloni che ha completato il quadro. con Pietro,Romano,Simone,Daniele.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Buono
quota neve m :: 1600
Oggi non mancava proprio nessuno, la parete finale del Ventasuso ( vedi foto) sembrava la pista affollata di una stazione di sci, pochi i ciaspolatori ma innumerevoli gli Skialp che sbucavano da ogni lato. Purtroppo il tempo non buono ha un po' rovinato la prima uscita della stagione, alternanza di timido sole, nebbia e nevischio finale, speriamo vada meglio in futuro. Buona montagna a tutti.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 2000
Bella gita. Prima volta sul Ventasuso. Neve discreta ma molto ventata con ampie zone quasi pelate. Leggermente insidioso l'ultimo tratto ripido in discesa che, con le attuali condizioni d'innevamento va affrontato con un po' di cautela. Unico racchettista in zona; incrociato in tutto una dozzina di sciatori. Molto freddo (temperatura sotto lo zero di qualche grado) che abbinato alle raffiche di vento ha fatto si che, giunto in vetta, ci sia stato giusto il tempo per scattare qualche foto. Vale comunque la pena per lo splendido panorama.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
Alla partenza meteo incerto, poi il sole ha fatto capolino tra le nuvole alte, quando purtroppo eravamo già sulla via del ritorno. Tanti scialpinisti, ottimo panorama, itinerario breve ma molto bello. Neve ancora farinosa nella parte medio-alta del percorso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: strade ok
quota neve m :: 1700
La destinazione era Limone, ma il tempo uggioso ci ha fatto cambiare idea a Robilante. Come ripiego la meta era allora la Cima delle Manse, ma non trovando parcheggio nei pressi di Le Pontet abbiamo ancora cambiato obiettivo.
Poca gente sul percorso (3 skialp francesi e 7 racchettari). Traccia comoda ed evidente, solo un po' confusa all'inizio con molte altre. Neve farinosa su fondo duro, solo sulla dorsale finale qualche placca da vento dura. Giornata finalmente più fresca. Oggi con Anna.

[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Partiti a sud del lago con leggera pioggerella che è durata per fortuna poco, successivamente è arrivata la nebbia ed il sole pieno subito sotto vetta. Vetta nella nebbia. Nella parte alta la neve era "sapone" a causa del forte soleggiamento. Visti moltissimi segni di valanghe consistenti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Partiti dal colle della maddalena, tornando leggermente indietro per una stradina all'inizio pianeggiante, proseguendo poi sull'itinerario descritto.
Non tantissima neve, ma rispetto ad altre zone è una pacchia.



Salito con Antonella e Mariella + Zeus


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
SALITI AL COLLE DELLA MADDALENA PER TROVARE UN PO' DI NEVE , NON SIAMO STATI TRADITI . TENTATIVO IL SABATO (GITA INTERROTTA A CIRCA mt. 2.600 CAUSA VISIBILITA' NULLA) ABBIAMO REPLICATO, CON MIO PADRE, LA DOMENICA VISTA LA GIORNATA LIMPIDA . BELLISSIMA GITA CON NEVE PIU' CHE SUFFICIENTE (NON CE N'E' UN'ESAGERAZIONE MA VA BENE COSI'). BELLISSIMO IL COLPO D'OCCHIO CON MOLTISSIMA GENTE IN SALITA E PUNTA SUPER AFFOLLATA . UN SALUTO A TUTTI E ... BUONE GITE .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Gita sconsigliabile ai principianti, sopratutto gli ultimi 200 metri.
Gran giornata di sole pieno ma con vento freddo, soprattutto in cima (circa 6 gradi centigradi).
Neve a partire da circa 20/30 minuti dalle macchine.
Poi ancora abbondante, a partire da 2200 m.
C'e' stato parecchio vento sia il sabato sia ieri. Notate cornici su tutta la cresta spartiacque.
Neve molto morbida su tutto l'intinerario, facilmente scalettabile sulla dorsale e nel canale di discesa.
Michela & Daniele

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: arrivati in auto fino al Colle della Maddalena
quota neve m :: 2000
Volevamo fare una bella ciaspolata in Valle Stura di Demonte in giornata, e non essendoci ancora stati la preferenza è andata per il Monte Ventasuso. Siamo arrivati al Colle della Maddalena, abbiamo parcheggiato l'auto e abbiamo a risalire i pendii del versante NE, appena sopra il lago. Nella prima parte del vallone la copertura nevosa era discontinua, però la neve teneva bene, crostosa ma dura e reggeva bene le ciaspole. La copertura continua iniziava da circa 2300 m. in avanti. Nella parte alta abbiamo risalito direttamente il pendio su neve dura e a tratti gelata (era quasi da mettere i ramponi !) e la breve cresta finale era in buona parte ghiacciata...ma fattibile con le ciastre. Una bella montagna e una bella gita, fatta fortunatamente su neve buona e con l'ausilio di una giornata decisamente favorevole, con il cielo quasi sereno e con visibilità molto buona. Altro aspetto positivo era che oggi non c'era quasi nessuno sul Ventasuso. Oltre a noi 3 con le ciaspole, sono saliti solamente 6 scialpinisti...che sono pochissimi data la notevole frequentazione abituale di questa montagna...solitamente "piena" di scialpinisti ! Siamo riusciti a fermarci in vetta per quasi 1 ora, e meritava, dato che il panorama era molto esteso. Non ci siamo nemmeno stancati più di tanto oggi, siamo saliti abbastanza velocemente e scesi senza problemi...la fioca ha tenuto anche in discesa. Oggi abbiamo avuto "culo" trovando una buona traccia precedente battuta da diversi ciastristi che l'hanno fatta nei giorni scorsi, e trovarmi davanti la pista fatta una volta ogni tanto...devo dire che non mi dispiace affatto ! Una montagna e una gita che ci ha pienamente soddisfatto e ritorniamo a casa contenti di averla fatta !
Una bella giornata trascorsa in Valle Stura e una bella salita fatta con i miei companeros Davide I. del CAI Ligure di Genova e Luigi C. del CAI Ule Sestri Ponente.


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 27/11/10 - elia&laura
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Nord-Est
    quota partenza (m): 1974
    quota vetta/quota massima (m): 2712
    dislivello totale (m): 738

    Ultime gite di racchette neve

    11/12/18 - Ostanetta (Punta) e Punta dal Razil o Rumelletta da Ostana, anello per Punta Selassa - Andrea93
    Arrivati alle 09:00 a Meire Durandini, senza neve, abbiamo lasciato la macchina nel piazzale in prossimità dell ‘Agriturismo di li siamo saliti lungo la strada sterrata fino ad una deviazione dove [...]
    11/12/18 - Baral (Bec) da Limonetto - luciano66
    Viste le (un po’ scarse) condizioni dal Giosolette qualche giorno fa e dunque non rimando oltre questa bella gita. Vento assente e ritorno del freddo con -2° alla partenza alle 8 e +5° al sole al [...]
    11/12/18 - Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino - Tom57
    Che la neve non ci fosse era una certezza. In molti punti il vento e la temperatura ha reso ghiacciata la poca neve rimasta. Che dire.. aspettiamo che ne scenda tanta. Per lo meno una bella giornata di sole e assenza di vento
    10/12/18 - Ostanetta (Punta) e Punta dal Razil o Rumelletta da Ostana, anello per Punta Selassa - Joker
    Giornata di una limpidezza incredibile, con pennacchi di bufera sul Monviso per venti da NO. Dal parcheggio un comodo sentiero porta sui prati sovrastanti, dove si trova una deviazione per l’Ostan [...]
    10/12/18 - Durand (Cima) da Baracco - massimo66
    Gita lunghina...oggi vento forte e freddo dalla Turra fino sulla cima....dove sono rimasto pochino nonostante il bel sole. Tutto pelato fin sotto alla Celletta..dove si possono mettere le racchette. P [...]
    09/12/18 - Marguareis (Punta) da Carnino Superiore per la Gola della Chiusetta - roberto vallarino
    Sempre una stupenda gita anche se si fa portage fino a prima della Chiusetta dove calzate le ciaspole, attraversiamo la parte iniziale del pianoro per poi salire a dx lungo il vallone ancora innevato [...]
    09/12/18 - Ostanetta (Punta) e Punta dal Razil o Rumelletta da Ostana, anello per Punta Selassa - bonix89
    neve dai 1900 molto dura per vento forte. Presenza ghiaccio imporante. Vento forte. Utili i ramponi. Sentiero segnato