Äbeni Flue o Ebnefluh da Interlaken Ost per la dalla capanna Hollandia

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: macchina o bus fino a Blatten
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti il giorno precedente da Blatten. La salita al rifugio Hollandiahutte è lunga (ca. 7h, 1700 D+ e più di 10km di sviluppo), ma in ambiente splendido. Giunti al ghiacciaio de Langgletscher si mantiene sempre la sinistra orografica, contrariamente dall'itinerario indicato da Swiss topo.
Il giorno seguente siamo partiti dal rifugio verso le 8. L'itinerario, stando a sinistra, è molto sicuro e ben tracciato fino in vetta, dove si gode di una vista eccezionale. La neve purtroppo era dura come cemento, a parte i primi 500 m dalla vetta in giù, dove era polverosa e divertente.
Gita in ottima compagnia con Giulio ed Elena.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiamo dal rifugio alle 8-15 ed arriviamo in cima alle 10-30, per tutta la salita non troviamo nessun crepaccio aperto, tolto in cima, lungo il filo di cresta dove c'e' una bella bocca aperta, ma si passa agevolmente su un ponticiattolo di neve. Bellissima la salita e spettacolare la vista da questo quasi 4000 mt, discesa per i primi 300 mt su neve ancora dura e difficile, dopodiche' da quota 3700 circa ai 1500 mt di Blatten neve divertentissima e mooolto bella..2500 mt di discesa fantastici! Grazie al mio amico Marco, compagno di 2 giorni bellissimi. Ciao Massi

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2000
Siamo partiti il 3 mattina dal Jungfraujoch, abbiamo valicato il Monchsjoch e siamo scesi su Konkordiaplatz dall'Emigschneefald, passando sotto i due Fiescherhorn, per poi risalire all'Hollandia Hutte dove abbiamo pernottato nel locale invernale, dotato di pentole, stoviglie e un'ottima stufa a legna (il rifugio è chiuso fino a fine giugno). Il 4 siamo saliti all'Abeni Flue per poi scendere dalla Lotschental su Fafleralp. I ghiacciai sono in ottime condizioni. Le nevicate abbondanti dei giorni scorsi hanno fatto si che non trovassimo firn, bensì crosta morbida il primo giorno e crosta da rigelo portante il secondo e reso insidiose le condizioni per quanto riguarda i crepacci. La discesa dalla Abeni Flue é stata entusiasmente su crosta portante dall'inizio fin quasi alla quota di 2000 m (bocca del Langgletscher) dove termina l'innevamento. In questa stagione durante la settimana il bus per Fafleralp NON fa servizio e quindi abbiamo dovuto sorbirci una camminata supplementare e non prevista fino a Blatten!
Sono stati due giorni in totale solitudine, passato il Monchsjoch non abbiamo più visto anima viva fino a Fafleralp, nessuno a Konkordiaplatz, nessuno all'Hollandia, e abbiamo avuto il privilegio raro di trovarci il giusto itinerario in discesa e farci la traccia in salita! Tempo chiuso e nevischio la mattina del 3 al Jungfraujoch, poi si è aperto, pur restando nuvoloso, quel tanto che bastava per vederci bene in discesa. Il 4 giornata spettacolare senza una nuvola! Con Francesco, Mario e Carletto alla loro prima esperienza in Oberland: credo che ne siano rimasti entusiasti.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1300
Partenza da Blatten, la strada fino a Fafleralp è ancora chiusa. Incontrate molte persone che facevano eliski, ghiacciai in ottime condizioni. Dislivello e sviluppo notevoli. In compagnia di Cristiano

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
9 km di trasferimento pressochè in piano dalla Konkordiahutte al colle Lötschenlücke. Da qui a dx sempre su ottima traccia. Oggi dovrebbe arrivare una perturbazione e le nuvole ci girano intorno minacciose. Tentiamo ugualmente. Dopo un ulteriore trasferimento quasi in piano si raggiunge la base della Ebnefluh a quota 3600. 300 mt nelle nuvole con visibilità ridotta ci portano in cima. Discesa alle 13.30 sempre su neve dura e molto lavorata dal vento. Più in basso ottimo firn fin sopra il rifugio Hollandia. Discesa per la Lötschental: Ottimo firn con qualche gobba. Nella parte centrale neve vecchia ancora ben sciabile (se si sta nelle tracce di discesa precedenti). Si tolgono gli sci a circa 20 minuti da Flaferalp.
Grande conclusione con Renzo e Paola.
Altre foto prossimamente su


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Blatten - Fafleralp
quota neve m :: 2200
Comoda salita a partire dall'Hollandiahutte che permette di attraversare una grande conca glaciale non visibile dal basso.
Saliti dal colletto a Ovest della vetta e scesi nel catino che inizia a SE della vetta fin nella conca a 3550m
L'hollandiahutte è collocato su uno sperone roccioso ed è visibile da ovunque, permettendo così di farsi un'idea degli immensi spazi...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: sgombro
neve un poco crostosa fino alla capanna, poi ben trasformata fin quasi alla fine del ghiacciaio.
il passaggio della fronte del ghiacciaio è ormai quasi senza neve, ma poi si arriva ancora agevolmente fino al parcheggio di Fafleralp: qualche "guado erboso" nelle ultime centinaia di metri
itinerario molto battuto: nessun problema d'orientamento

[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 3235
quota vetta/quota massima (m): 3962
dislivello totale (m): 727

Ultime gite di sci alpinismo

10/12/18 - Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè - Teddy
Confermo le condizioni di ieri relazionate da Lucianeve, sci dall'auto su traccia visibile e neve tra farinella vecchia e primaverile sotto la dorsale finale. Niente crosta specie nelle zone in ombra [...]
09/12/18 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - lucabelloni
Per me prima gita della stagione, visto il forte vento previsto abbiamo scelto Limonetto che, offrendo parecchie gite con partenza in comune, ci dava la possibilità di scegliere al momento la meta o [...]
09/12/18 - Durand (Cima) da Artesina - f.gulliver
Il vento ha fatto il suo giro, salito prima verso il Mondolè ma un'estesa zona di accumulo con placche a vento prima di raggiungere la dorsale di salita mi ha fatto tornare indietro, salito allora al [...]
09/12/18 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - Puzzole
Nonostante la poca neve ovunque, su questa vetta si possono calzare gli sci fin dalla macchina senza mai toglierli, neppure in discesa. Nella parte alta moltissimo vento, che comunque ha lavorato la n [...]
09/12/18 - Baral (Bec) da Limonetto - luca76
Saliti su neve primaverile con buon grip già dal mattino visto il caldo. Ultimi metri a piedi sulla cresta per raggiungere la vetta. Scesi 400m circa per risalire al colletto delle Giosolette. Qui il [...]
09/12/18 - Nebin (Monte) dal Colle della Cavallina, anello per Monte Cugulet e Cugn di Goria - gazzano
Alta Val Maira già interessata dalla perturbazione da Nord, abbiamo deciso di "ripiegare " verso il colle di Sampeyre, più libero dalle nuvole.Ne è uscita una " cavalcata" molto divertente sulla [...]
09/12/18 - Fontana Fredda (Punta) da Cheneil - citta
Saliti sotto una nevicata dapprima leggera, poi sempre più fitta. Vento moderato fino a che siamo arrivati al Colle, poco sopra il Santuario, poi tempestoso (da non riuscire a stare in piedi) proprio [...]