Terrarossa (Punta di) o Wasenhorn dal Passo del del Sempione

osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: normale, un senso unico alternato con semaforo a Simplon Dorf
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi scarso rigelo e quel poco oltre i 2600 metri di quota. Rinunciato alla vetta per dubbi sulla stabilità del manto nevoso a quota 3130 circa. Provocato lievi distacchi superficiali nel pendio al di sotto della barra rocciosa a quota 3000 circa.
Trovato comunque neve ben sciabile oltre le aspettative. Sci ai piedi fino al lago sopra l'Ospizio.
I pendii sopra al Rifugio

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Accantonamento di 2 giorni al Simplon Ospiz, trattamento e prezzi dignitosi con ottimi servizi e docce. Sci ai piedi alle 6 fuori dall'uscio. Buon rigelo che ci ha fatto usare i coltelli da subito. Spettacolari i pendii per il Leone saliti da alcuni scialp, noi compiamo il lungo diagonale per poi salire le splendide vallette costeggiando il versante N del Leone col vasto ghiacciaio. Dalla Capanna una valletta sospesa ci porta sotto il punto più alto della caratteristica e lunga cornice rocciosa che sbarra l'accesso al ripido pendio finale prima della cresta di sfasciumi. Passata bene tale cornice verso sx dove un paio di punti deboli ed innevati permettono il superamento sci ai piedi. In sci ancora un po' fino su uno spalto piatto dal quale il pendio si impenna di colpo con punte a 50° alla fine della neve sulla cresta. Ramponi e picozza su neve abbastanza portante e poi roccette e sfasciumi leggermente esposte con qualche ometto, portano in vetta. Spettacolare vista su tutto intorno anche se con qualche nebbia vagante e nuvole sparse. Bella sciata nella parte alta e fino all'inizio del traversone che abbiamo scelto di fare per non dover tornare a piedi sulla strada. Ma se torno in zona per il Leone scendo direttamente perché i pendii sono straordinari. Con dovio e c.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Perso sci movement ALP TRACKS L 177 nero.
Perso e partito in prossimità della capanna del leone e sceso verso il passo del sempione, probabilmente in mezzo alle morene.
Per chi lo dovesse trovare prometto ricompensa.
Nel caso di ritrovamento, per favore portatelo all'ospizio del sempione che hanno I miei riferimenti.
oppure contattatemi ai seguenti recapiti:
francescobianchi185@libero.it
cell. +39 333 7459737
Allegata foto dello sci superstite!
Grazie e buone gite

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Spettacolare! Pendii un po' duri al mattino (comodi i rampant) poi cresta facile preceduta da tratto a 45° con ottima neve - utilissimi picca e ramponi.
Discesa ore 12 con manto appena ammorbidito e curve super quasi fino in fondo. Per goderci meglio i bellissimi pendii abbiamo optato per scender più giù, fino alle gallerie della statale. Ultimissimo tratto um po ravanoso nei cespugli ma comunque ski ai piedi fin dentro la galleria. Fattibile ancora per un po'
Alla grande con Luca DT pernottando in tendina a Iselle, per una feria spesa benissimo! Incontrati 4 svizzeri simpatici e cortesi! E ringraziamo il tipo che ci ha dato passaggio x tornare all'ospizio.

pics su guardainalto.weebly.com/punta-terrarossa-6-3-17.html


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: semaforo eterno nella galleria dopo il Passo del Sempione
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza ritardata in attesa di condizioni meteo accettabili. L'intenzione è salire dallo scivolo a metà circa del paravalanghe; la presenza di cantieri aperti costringe a raggiungere l'uscita della galleria e partire dalla località Schallbett, raggiunta dopo un'interminabile attesa al semaforo che regola il senso unico alternato sotto il tunnel. Saliamo sopra il paravalanghe e procediamo su neve discontinua fino ai pendii che conducono nel vallone di Chaltwasser dove finalmente ci lasciamo alle spalle lo squallore del cantiere. Come annunciato dalle previsioni, il cielo al mattino è coperto con nuvole che vanno e vengono sospinte dal solito vento del Sempione; all'inizio cade anche qualche fiocco di neve. Più tardi il tempo migliora e continuiamo a salire su neve rigelata a partire da circa 2200 m sempre accompagnati da raffiche di vento non molto fastidiose. Il nostro percorso (indicato come alternativa in discesa nella descrizione dell'itinerario) è sicuramente da preferire dal punto di vista sciistico ed evita il traverso dell'Hübschhorn. Dove ci si congiunge con il percorso "normale" incontriamo una gran folla di scialpinisti diretti prevalentemente al Mäderhorn; niente al confronto dell'"esercito" che sta affrontando il ghiacciaio di Homattu verso il Breithorn o il Leone. Superata la Capanna Monte Leone, non ancora aperta, ci alziamo in direzione della fascia rocciosa, attualmente priva di neve, che superiamo sci in spalla. Rimessi gli sci ci alziamo il più possibile sul ripido pendio sotto la vetta, dove la neve ha una buona consistenza che permette di salire senza problemi nonostante l'inclinazione accentuata. Tolti gli sci a meno di cento metri dalla cima, saliamo con piccozza e ramponi più o meno verticalmente, su neve dapprima molto indurita dal vento poi cedevole. Al termine del tratto innevato, decidiamo di non raggiungere la cresta Sud ma salire direttamente per un canalino con poca neve ghiacciata, alla nostra destra, per proseguire in un misto piuttosto delicato a causa del terreno fortemente instabile fino a sbucare, attraversato un ultimo muro di neve, un paio di metri ad Ovest del palo che indica la vetta. In questo ultimo tratto sono stati indispensabili i ramponi, mentre per tutta la salita con gli sci abbiamo potuto fare a meno dei rampanti. Il meteo ci ha dato una grossa mano volgendo al bello mentre ormai mancava poco alla cima, dopo un'ora circa con vento forte e nuvole insistenti che rischiavano di compromettere la salita. Scendiamo seguendo abbastanza fedelmente il percorso fatto all'andata e raggiunti gli sci troviamo nella prima parte della discesa neve trasformata ben sciabile nonostante la superficie movimentata. Attraversata nuovamente sci in spalla la fascia rocciosa troviamo poi un breve intervallo di firn che lascia il posto a neve sfondosa per tutto il resto della discesa, dovuta al caldo e all'orario. La valutazione di quattro stelle è quindi da considerare "teorica"; sarebbe stata effettiva se fossimo riusciti a scendere almeno un'ora prima.
Gita fino in vetta con Andrea e Marco, accompagnati fino ai pendii superiori da Mauro e Massimo G. con due amici. Un saluto a tutta la compagnia compresi Massimo M., Simone e le amiche che con le racchette da neve hanno raggiunto la Capanna Monte Leone.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Si parte con gli sci a dieci minuti dall'ospizio. il passaggio obbligato del traverso è un po' antipatico al mattino. Pendii superiori oltre il rifugio leone parecchio slavangati!
Ultimo tratto con ramponi.
Salita in solitaria in tutti i sensi. Neve super!! Giornata iper!! Peccato che molti pendii abbiano accesso in traverso togliendo una stella alla valutazione.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1800
partito questa mattina presto ( 4.20 da casa). sci ai piedi alle 6.40 in vetta alle 9.20. non potevo che trovare neve buona.....bella salita fatta in totale solitudine , visto che tutti puntavano al breithorn........... la discesa sulla galleria e' bella fino a 2200 poi bisogna tribulare un pò per via della neve marcia (10.30). usato picca e ramponi, lasciando sul campo una punta.......saluti

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 2005
quota vetta/quota massima (m): 3245
dislivello totale (m): 1240

Ultime gite di sci alpinismo

17/06/19 - Fluchthorn Traversata dalla Britanniahutte al Lago Mattmark - manty57
Portage di 40 minuti. Partiti da Mattmark.
17/06/19 - Zumstein (Punta) da Indren - ANDREALP
Seconda giornata di sci alpinismo sul Monte Rosa e splendida salita alla Zumstein. Partiti dal rifugio Città di Mantova alle 5.45 con meteo eccezionale. La neve piuttosto dura ci ha indotti a mettere [...]
16/06/19 - Vincent (Piramide) da Indren - ANDREALP
Saliti a Punta Indren in funivia e successivo pernottamento al rifugio Città di Mantova per salire la Zumstein il giorno dopo. Giornata calda e con poco vento con condizioni eccezionali per salire. R [...]
16/06/19 - Spiriti (Punta degli) dal Passo dello Stelvio - joevaltellina
Partiti dal Passo dello Stelvio con gli sci ai piedi: qualche nuvola qua e là, discreto rigelo notturno, niente vento. Saliti sulla Punta degli Spiriti dall'arrivo dello skilft, spallando gli sci e [...]
16/06/19 - Rognosa d'Etiache (Passo Ovest della) dalla Diga di Rochemolles, giro per il Vallone di Fond - mountain
Ottima gita di chiusura della stagione; saliti dalla passerella sotto Pian dei Morti. In compagnia del Guru e di Enrico, i quali appassionati dei percorsi sostenuti sono saliti in vetta alla Rognosa, [...]
16/06/19 - Fréduaz (Chaine de) e Monte Bella Valletta dal Colle del Piccolo San Bernardo, anello per il col de la Traversette - brusa
Al mattino, quando sono arrivato al colle, in territorio francese c'erano parecchie nuvole con nebbia che impediva la visibilità. Quando stavo per rinunciare, un po' di vento ha velocemente ripulito [...]
16/06/19 - Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti - lupo alberto
Ottimo rigelo, salito prima a R. Rossa, discesa su neve molto dura in alto, comunque liscia. Breche innevata solo nella metà inferiore, Brusalana liscio come un biliardo, discesa molto bella. Al rito [...]