Cros (Pera dji) da Fondo, anello del Sentiero dei Mufloni

note su accesso stradale :: ottimo
Bellissimo percorso ad anello, paragonabile alla parte alta del sentiero degli Invincibili in V. Pellice; buone la manutenzione e la segnaletica, a parte qualche cavo metallico un po' ballerino.
Dopo tre quarti d'ora quasi pianeggianti lungo il torrente, fino a Tallorno, la salita si fa subito brutale e continua, da prendere con calma, fino agli spettacolari ed esposti traversi che collegano diversi alpeggi in quota, alcuni ancora usati; non capisco come possano pascolare le vacche su prati così ripidi, eppure le tracce ci sono.
Sconsigliabile con neve, con nebbia e a chi soffre di vertigini.
Da ammirare le numerose case perfettamente restaurate anche senza strada carrozzabile.
Ottimo il caffè del bar di Fondo, dove si può anche mangiare: speriamo che ce la facciano a continuare l'attività.
Con Ivano.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Accesso in auto senza problemi fino a Fondo
In solitaria.
Salito da Tissone.
Sentiero molto ben tracciato, pulito senza neve.
Tratto un po' esposto ed a tratti scivoloso sopra l'alpeggio Dondogna inferiore.
Bellissima giornata di sole.
Vento freddo nel pomeriggio.


[visualizza gita completa con 5 foto]
da solo, bel giro in un vallone solitario. Salita ripida fino alla Pera e poi verso l'alpe Dondogna inferiore. Luoghi che sanno di abbandonato, arroccati in posti quasi incredibili. L'attraversamento del rio Dondogna prevede ancora il passaggio, non banale, su due residui di nevai (che rimarranno per parecchie settimane ancora). Bella poi la discesa, finalmente con un panorama più aperto, verso Tissone.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Arrivato a quota 1600m circa sono ritornato indietro causa nuvole nere che si abbassavano velocemente. A Tissone fatto il sentiero basso che porta velocemente a Tallorno e da qui, sotto leggera pioggerella, rientro a Fondo. Guardando l'itinerario da Tallorno, non sembra ci sia piu neve, a giudicare dalla cascata, la portata del rio Dondogna e alta e non so se ci sono problemi nel guadarlo. Oggi in solitaria.




[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ottimo fono a Fondo
Salita da Fondo a Tissone per vedere i Mufloni,a quota 1750 per cercare di vederli ho perso il sentiero,ridiscesa di 100 m e risalita sul sentiero con tacche bianco/rosse(n.13)segnalato, ed in qualche tratto un po' sbiadite, il sentiero ora e' visibile perche' le oline non sono ancora cresciute. Fatto questo percorso per avere il traverso verso il Rio Dondogna asciutto, visto che lo si deve percorre su erbe oline,non e' presente neve prima e dopo l'intaglio per scendere verso il Rio Dondogna, una fettuccia di nylon puramente psicologica aiuta prima dell'intaglio in salita sul tratto esposto, quando si scollina in discesa vi sono dei paletti di metallo piegati con una corda che toccava il suolo,avvistato in salita una bellissima vipera sibilante e dei mufloni a quota 1750,piu' una coppia di Aquile,L'Armonia e' in Voi

[visualizza gita completa con 6 foto]
da Fondo una bella gita ad anello, varia e con esposizione favorevole nel tardo autunno. Lunghezza di circa 9 Km con un dislivello complessivo inferiore a 900 m. Allego traccia gps
Con Patrizia, Germana e Fausto


[visualizza gita completa con 6 foto]
Percorso l' itinerario con partenza da Fondo per Tallorno, la Pera dij Crus, all’alpe Dondogna inf, traverso per Rej di Vico, Canton Tissone, Tissone e rientro a Fondo.
Sul traverso per l’alpe Rej le corde di protezione (in un paio di punti esposti) sono inservibili e parte del sentiero è ormai invaso dall’erba ma con la dovuta attenzione non vi sono problemi oggetivi; mentre da poco sopra l’alpe Reja il sentiero è ben segnato e netto.

Giornata inaspettatamente molto bella, vento forte e incessante (e fresco) sole splendente. Un unico residue di nevaio nel canalino sotto la cascata all’alpe Dondogna inf. oggi attraversabile con un minimo di attenzione fra qualche giorno si assottiglierà e per un breve periodo sarà più problematico passarlo (vale sempre … il togliere gli scarponi …) e poi diverrà tutto molto semplice.

Escursione organizzata da [email protected] per la GM d’Ivrea in ambito delle attività escursionistiche “conoscere il canavese” con 20 partecipanti; conclusasi a casa di Claudia per una caffè strasformatosi in una ottima merenda (… altro parametro per conoscere il canavese!) - grazie Claudia.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Percorso l' itinerario al contrario rispetto alla descrizione. Un paio di scivoli di neve sui ruscelli poco dopo la Pera di Crus .
All' altezza dell' alpe Reja Ciossa abbiamo seguito una traccia di sentiero , molto rovinato dai cinghiali, che porta a un punto panoramico , dove ci sono i ruderi di un ricovero, a quota 2040; qui abbiamo deciso di tornar giu' perchè le tracce sparivano e c'era solo erba olina su tratti esposti che finivano su dei balzzi di roccia.
Giornata soleggiata e molto calda.
Assieme a Michele DB che doveva provare la gita per la settimana prossima per la GM Ivrea e Mario (cuttadino44).
Nessuno sul sentiero, parecchia gente a Fondo.



[visualizza gita completa con 1 foto]
Percorso l'itinerario al contrario rispetto alla descrizione (conviene cosi' i tratti piu' ripidi si fanno in salita).
I segnali 13 sono abbastanza rovinati e in parte da ripristinare. Arrivati a Tissone bisogna entrare nel paese fino alla chiesa e il sentiero è a destra guardando la chiesa, se non si entra in paese si trova un altro sentiero che porta a Tallorno.

Con Ernesto che mi ha fatto il favore di accompagnarmi visto che dovevo rilevare il sentiero per il catasto regionale.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Bella gita. Salito da Fondo a Tissone, fino al secondo gruppo di baite si sta in ombra poi comincia lo spettacolo, grandiosi panorami, giornata limpidissima. Qualche breve tappa nella parte alta e procedo spedito fino in prossimità dell'alpe Dondogna inferiore, poco sopra dove mi ero piantato l'anno scorso causa troppa neve, qui ricomiciano i problemi. Il rio Dondogna scorre impetuoso con le sue rumorose cascate infilandosi sotto un grosso nevaio diviso in due tronconi che confluiscono poco più in basso arrivando fino a Tallorno, scorre molto ripido affiorando di tanto in tanto. Il sentiero è malamente interrotto dal nevaio ma dopo aver osservato col binocolo i segnavia capisco dove devo arrivare. La cosa più saggia da fare sarebbe stata quella di tornare indietro, ma a piccoli passi, gradinando con le scarpette basse e usando i bastoncini riesco a passare facendo attenzione a non battere troppo ... se sfonda sono panato. Poi discesa tranquilla e rientro sul GTA. Ho fatto anche una breve puntatina verso l'alpe Dondogna superiore ma non ci sono ancora le condizioni adatte per andare agevolmente oltre i 2000 m. Sentiero 13 sempre ben segnato.

[visualizza gita completa con 6 foto]
Una assaggio per mettere l'occhio sull' alta Valchiusella.
La mattinata con cielo limpido si prospettava strepitosa. Salito fino a 1800 circa ma le condizioni della neve fresca e non portante a causa delle alte temperature mi fa prudenzialmente rinunciare all' anello, per cui torno indietro. Neve da 1500, decisamente da evitare in queste condizioni. Zona bellissima e selvaggia. Mi permetto di aggiungere un link con decrizione dell' itinerario da me seguito, inverso a quanto proposto :


[visualizza gita completa con 2 foto]
Si sale bene fino in quota, poi neve sul traverso e sopratutto tanta neve in discesa il che in alcuni punti puo' essere poco piacevole

[visualizza gita completa con 1 foto]
Partito molto presto. Erba olina insidiosa.

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 21/10/18 - gieffe
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero dei mufloni n.13
    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1074
    quota vetta/quota massima (m): 1885
    dislivello salita totale (m): 1000

    Ultime gite di escursionismo

    30/05/20 - San Besso (Santuario di) e Monte Fantono da Campiglia Soana, anello - sergio 51
    Terza gita "religiosa" di fila, dopo S. Cristina e Prascondù; tutti punti per un buon posto in Paradiso. Breve ma ripido anello in una giornata freddina e semi coperta, per accompagnare Piero, torna [...]
    30/05/20 - Pessa (Colle della) da Carella per Alpe Bellono e ritorno per San Bernardo di Mares - laika58
    Gitarella pomeridiana in compagnia di mia moglie - Salita su strada poderale e sentiero sino al rifugio alpe Bellono, dove purtroppo la gita si è conclusa a causa di un temporale - Dopo un pò di att [...]
    30/05/20 - Vallone (Punta del) dal Santuario di Prascondù per il Colle Crest, anello per Cima Rosta - guido.ch
    30/05/20 - Gregorio (Monte) da Quassolo, anello per il Monte Cavallaria - rfausone
    Percorso sporco ed invaso fa erba molto appena usciti da Coassolo e quasi fino a Praja. Poi per il resto in condizioni normali. Io sono in realtà andato alla P. Pian dei Francesi e del Pianello. Spe [...]
    30/05/20 - Rocciamelone da la Riposa - coste
    Si può fare tranquillamente con scarpe da trekking. Due brevissimi nevai e ancora un po' di neve sotto la vetta.
    30/05/20 - Limbo (colle del) da Oropa - franco1457
    Riprendo le escursioni con il sempre in forma l’ottantanovenne Gausolino. Trovati a Oropa mi propone un itinerario per me nuovo. Il tempo è variabile con la solita nebbia in arrivo. Saliamo al Lago [...]
    30/05/20 - Bonne Mort (Pointe de la) da Glacier per Mont de Balme - rocri76
    Salite sulle due punte , grazie alla traccia scaricata ,esente ormai da neve entrambe.nessuno sul percorso vista mozzafiato.in compagnia di tizy e manu Confermo che sulle cartine hanno invertito le quote.....