Bravaria (Rocca) da Bagni di Vinadio per il Vallone d'Insciauda

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: telemark
Ci siamo fermati al colle di Bravaria, cercando l'innevamento migliore. La vicina Steliere è infatti già senza neve nell'ultimo tratto. Si mettono gli sci dal ponte appena sotto il parcheggio di Strepeis. Finora si riesce a salire quasi sempre su neve, togliendo gli sci solo in 2-3 punti molto brevi. Appena la valle si allarga le condizioni di innevamento migliorano nettamente, salendo benissimo fino al colle. Oggi grazie alle temperature relativamente miti la neve in alto era primaverile da favola per un lungo tratto (2/3 di percorso fino allo stradino), in basso la neve in discesa è primaverile pesante, ma sufficiente per aggirare ancora i principali punti senza neve. Nell'ultimo tratto neve marcia e sassi, a breve si farà portage.
Oggi scelta davvero azzeccata! Il vallone ci ha protetto dal forte vento di maestrale, preservando la neve, oggi in condizioni eccellenti per buona parte della gita! bel gruppo misto sci/ciaspole e bella compagnia! tutti contenti!

sotto il colle
discesa dal colle
vista dal colle
in discesa
canalone in condizioni splendide

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: fino a Bagni di V.
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Premetto che non sono arrivato in cima ma mi sono fermato al Passo di Bravaria (2311m)
In salita poco da dire, se non che è ben tracciata
In discesa meno peggio di come si poteva pensare: in alto, e tutto sommato fino a quota 2050 buona, variabile (si passa da crosta ventata a primaverile) ma buona neve, sciabile
Nel tratto sottostante, fra i 2050 e i 1800 neve grosso modo sciabile, un po' meno bene ma non male
Sotto, ovvero lungo la strada, un toboga liscio e duro che con un po' di spazzaneve, qualche derapage e qualche rapido scodinzolo conduce in breve a valle
Gita con panorami ampi sebbene sia piuttosto incassata nel vallone Insciauda
Salito da solo


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: perfetto accesso fino a Bagni
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
BATTUTO TRACCIA FINO AL PASSO.
con gg. stupenda e fredda. Si parte dal ponticello, siamo in ombra e la neve è perfetta, via a tracciare, un po' per uno, per noi e ..... per chi verrà. Entriamo nel vallone degli sbarramenti e ci teniamo sul lato dx di salita, cercando ed intuendo il tracciato del sentiero, buona progressione in ambiente notevole, troviamo tante slavine cadute e già ricoperte da ultima spolverata. Arriiviamo al pianoro mediano con uno scivolamento dalla sx veramente notevole, zone Testa del Robinier, imponente e distruttivo scivolamento che ha spazzato tutto, arrivando al lato opposto!
Sempre con 30 cm. di sprofondamento, si arriva alla vista del colletto, con tanta bellezza, si prosegue, tengo il lato sx, salendo a lato di perfette impronte di una lepre variabile che di li ha fatto il suo giro in cerca di cibo.
Sosta al colle in pieno sloe, con la Maladecia e la cvista si S.Anna di Vinadio che ci allietano....e ci scaldiamo un po'.
Per la discesa, direi da urlo, farina totale, sfruttata fin alla chiusa bassa, non si poteva rinunciare e poi si deve risalire un pelo, ma ne vale la pena. Ora su traccia si scia ancora bene fin in fondo, perfetto !
un saluto a noi, Ettore e Sergio ed Angeloski... sul pezzo !!!


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Noi siamo andati al Passo Bravaria mt 2311 + breve salita verso le Stelliere,fermati a quota 2360. Salita su traccia gia' fatta nei gg precedenti da 6-7 skialp,in basso innevamento non abbondante ,comunque nei tratti di sentiero sotto i pini la neve c'e'. Innevamento abbondante dai 1500-1600 in su'.Cima delle Stelliere al momento da evitare per crosta visto l'expo sud e non sicura,grande stacco da Rocca Bravaria gia' esistente arrivato fino in prossimita' del colle Bravaria.Discesa:evitando le expo sud,bellisima farina omogenea molto scorrevole(5 *****),non ventata,nessun altro passaggio fino a quota 1600 circa(gli altri ski alp sono scesi tutto a sx),poi 150 mt sempre farina gia' un po' tritata da altri passaggi, dopodiche' l'importante era scendere,noi abbiamo tenuto parecchio la gorgia facendo un po' i boscaioli evitando il sentiero....abbiamo scelto il male minore.
Diciamo 700 mt di pura goduria, 150 mt ancora divertente,ultimi 250mt discesa alla viva il parroco!!
In compagnia di Mario,nessun altro in giro.
Meteo ottimo ,niente vento.
Sono anni che me lo ripeto,questa gita va fatta con innevamento abbondante in modo da poter scendere bene nella gorgia la parte bassa,visti i ridotti spazi sul sentiero.




[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: regolare
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza con sci ai piedi fin da Bagni, però fino a quota 1600 circa è un pò scarsa e bisogna rassegnarsi a qualche gava/buta (ruscelli che attraversano il sentiero) specialmente in discesa lungo la stradina dove con le derapate si tocca sotto in più punti.
C'è quasi sempre stato un leggero nevischio e molta nebbia, neve abbondate in alto ma pesante. Una valanga si era staccata sulla dx orografica, dai pendii del M.te Fovria
Arrivato a circa 2250 mt di quota mi sono fermato, poteva bastare.....
Nessuno in giro.

Con Pucci che si è portata dietro la zavorra di tante palle di neve attaccate al pelo.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Viste le pessime condizioni meteo oltre confine (era in programma la gita alla Pointe de Vermeille con Franco che pero' non accettando l'alternativa per una gita di ripiego in Italia dove tra l'altro vigevano condizioni di tempo decisamente migliori) ho finito per ritrovarmi a salire la Bravaria in totale solitudine. Poiche' dato anche per scontato che ormai c'e' troppo da portare sci in spalla, queste gite non c'e' piu' nessuno che le va a fare. Ed e' un peccato perche', anche se c'e' un po di fatica in piu'da fare, si finisce per addentrarci in ambienti cmq sempre di rara bellezza e estremamente rilassanti e tali da far presto dimenticare il surplus di fatica in piu'. E c'e' inoltre ancora tanta neve per sciare con soddisfazione e al contempo infilarsi sempre in posti nuovi e su cime (o Rocche come in questo caso)ancora mai salite prima.

[visualizza gita completa con 8 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: incassato in stretto fondovalle
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1300
quota vetta/quota massima (m): 2550
dislivello totale (m): 1245

Ultime gite di sci alpinismo

17/03/19 - Traversata passo Pasche´ - bomber
Bellissima traversata senza nessuno in giro. Caldo per il periodo pero´ mitigato dal vento mai forte se non a raffiche in forcella. Discesa su polvere leggermente lavorata dal vento e via via piu´ p [...]
17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - f.gulliver
Gita magnifica, che abbiamo pure allungato per errore di itinerario (saliti fino al Questa, poi traverso e discesa fino al lago di Valscura, da qui salita evidente). Utili i ramponi per la cima. In di [...]
17/03/19 - Corborant (Cima di) da Besmorello - cuccimaira
Gran gitona e grande ambiente! Come già ben recensito da MAX 64 che saluto aggiungo qualche notizia dal bivio del Laris in poi. La neve su questo itinerario si presenta un pò più lavorata dal vent [...]
17/03/19 - Content (Bric) da Chialvetta - Castel
Si parcheggia sulla strada presso Viviere. Neve a meno di cinque minuti dall’auto. Sulla strada tre o quattro brevi togli-metti. Saliti e scesi sull’itinerario per il Passo Scaletta per godere di [...]
17/03/19 - Pè de Jun (Testa) da Grangie - skeno
Saliti dalla normale (data la poca neve ultimo pezzetto a piedi) e scesi sul vallone opposto esposto inizlamente a sud est e poi a nord est. Neve primaverile quasi sempre ben sciabile, ultima parte lu [...]
17/03/19 - Jafferau (Monte) - Monte Vin Vert da Bacini Frejusia, traversata con discesa per la Valfredda - HHEB
Preso impianti fino in cima alla seggiovia BAN (14 euro per un'ora di biglietto, gli impianti hanno aperto alle 8,50). Arrivati in cima al jafreau alle 9,45 (15-20 min a piedi dall'arrivo dell aseggio [...]
17/03/19 - Silleskogel dal maso Steckholzer - silverrain
Gita molto affollata perché con rischio minimo di valanghe (nella parte finale). La neve sopra i 1800m era spettacolare, 50cm di fresca su fondo duro; sotto, ovviamente, polenta considerando il caldo.