Echallogne (Frazione) da Ville, anello

note su accesso stradale :: OK
Volevo segnalare interruzzione del sentiero dopo Ponteille, è caduto il ponte sul torrente Prè il percorso è stato chiuso con ordinanza comunale. Noi siamo risaliti con la traccia del ritorno a Echallogne, Flavio, Piera, Franco, Elio
un saluto hai due escursionisti incontrati a Echallogne.


[visualizza gita completa]
Giro suggestivo in bassa quota sempre ben esposto al sole, da farsi nelle mezze stagioni. Belle le borgate che si attraversano. Anello che avevo già fatto in parte in occasione di gita limitrofa e che ieri ho concluso. Indicazioni non sempre perfette ma impossibile perdersi! Meteo un po' velato.

[visualizza gita completa]
Piacevole anello, sentieri /scalette in legno/mulattiere in buone condizioni, stranamente in VdA senza segnatura e paline ma il tutto facile (ottima la traccia di Franco) . Ben ristrutturare le borgatelle attraversate. Raggiunto anche il “faggio secolare”. Continua il bel tempo con qualche folata di vento.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Salita per l’itinerario proposto fino a Echallogne, poi visto che il meteo, contrariamente alle previsioni, da nuvoloso andava aprendosi, ho allargato il giro proseguendo per le borgate di Les Barmes, Le Pellouas, Arsines, La Meriou secondo un percorso già conosciuto, ricongiungendomi alla mulattiera che scende da Echallogne dopo La Ruvire e tornando a Ville per Ponteille. Sentieri e mulattiere complessivamente in buono stato, anche se nessuno di questi è indicato da tacche di vernice o paline, la numerazione citata sui portali ancora presenti rimane solo “sulla carta” e in alcuni punti la traccia si fa labile. Non avendo una cartina decente di questa zona, molto utile la traccia di Franco che mi ha risolto i casi dubbi evitandomi un tot di ravanage. Molto divertente il percorso di salita, via via più “avventuroso” a causa dei segni lasciati dall’inverno: un albero abbastanza grande, caduto poco sotto Reille (ma si passa con un piccolo detour), la passerella che permette di guadare il torrentello prima dei passaggi su scalette leggermente fracassata, il tratto in cui si alternano le scalette, reso ancor più ripido dall’acqua dei giorni scorsi che l’ha scavato un po’. Il bivio dopo Les Barmes per raggiungere le borgate di Arsines e La Meriou è diventato un po’ più vago e al momento si deve attraversare il torrente Poussine sui residui di una grossa valanga, lo spessore della neve pare ancora consistente ma al di sotto l’acqua scorre… Trovato già ripulito il tratto per Le Pellouas, mentre lo stesso non si può dire della mulattiera che si imbocca dopo La Ruvire e che va a congiungersi con quella proveniente da Echallogne: i rovi e le giovani gaggie se la stanno mangiando. Nonostante il tempo incerto, temperatura gradevole, perfetta per camminare.
Oggi da sola. Superfluo dire che non ho incontrato escursionisti ma a Le Pellouas ho avuto una piacevole conversazione con un anziano proprietario delle case della borgata: è anche grazie a persone come loro se questi sentieri continuano a vivere.


[visualizza gita completa con 8 foto]
Ripercorso l’anello salendo dalla fraz Ville alla Casa Forte Costaz, al Castello di Arnad, alla borgata Prè alla baita Languesse e la soprastante Reille. Attraversato il torrente, salite le scalette (in buone condizioni) a raggiungere Sant Anna di Echallogne e il vicino borgo.
Rientro per la mulattiera sino a Champgraffion_Vachères e Bonavesse dove scesi alla strada, percorsa per un breve tratto a sx, si svolta sullo sterrato che porta direttamente a Ville. Sentieri tutti ben evidenti e puliti, giornata di pieno sole e caldo afoso.

Nuovamente su questo percorso per sopralluogo per gita sociale. Oggi con [email protected], [email protected] Pietro e [email protected]



[visualizza gita completa con 1 foto]
Meteo buono e le ottime condizione dei sentieri (anche sul tratto ripido nel canalino dopo Reille dove le condizioni delle scalette in legno erano ottimali) ci hanno permesso il completamento dell’intero anello. Partiti dal centro di Ville, raggiunta la Casa Forte Costaz, siamo saliti per l’ampia mulattiera che parte sul alto sx della costruzione e raggiunge i resti del Castello di Arnad (in corrispondenza della strada asfaltata).
Salendo la mulattiera, che inizia superato il ponte, abbiamo raggiunto il borgo di Prè 815m. Dalla strada a monte di Prè siamo saliti a raggiungere Languesse e la soprastante borgata Reille. Percorso un breve tratto di sentiero (a scendere), sottostante il rascard, appena attraversato il torrentello siamo saliti per il ripido sentiero al centro di un canalino con tratti attrezzati a scalette in legno e passerelle; proseguendo, abbiamo raggiunto la chiesetta di Sant Anna di Echallogne e il vicino borgo (in fase di ampia ristrutturazione).
Il rientro da Echallogne è avvenuto con la mulattiera che parte sulla dx un paio di tornanti sotto e che scende tagliando alcune volte la strada raggiunge il bivio a quota 968m, dove abbiamo proseguito a sx e raggiunto direttamente Champgraffion_Vachères 709m. Percorrendo la mulattiera siamo scesi a Bonavesse 674m e alla chiesetta di s. Lorenzo. Proseguito per la sottostante strada, percorrendola a dx, abbiamo raggiunto, in poco tempo, Revire 580m. A valle del borgo abbiamo salito il breve tratto di strada a dx e prima di raggiungere i ruderi del castello, sulla sx, parte l’ampio sentiero che scende a Ville dove siamo rientrati al parcheggio.
Vedi traccia GPS “anello Echallogne da Arnad per sant Anna”.



Ritornati qui con buone condizioni meteo e in buona compagnia per completare l’anello. Oggi con [email protected], [email protected] [email protected] Alberto, Pietro Anna Flora e [email protected]


[visualizza gita completa con 5 foto]
Nuovamente su questo percorso alla ricerca del sentiero che sale a Echallogne senza passare dalla baita di Languesse 1064m e il rascard di Reille inferiore 1248m ma proseguendo sul sentiero a sx di quota 1080m sentiero che porta ancora con facilità alla baita Va-de-Nira a quota 1317m ma poi ci si perde nel seguire le numerose tracce di passaggi ormai persi tra i quali dovrebbe esserci quello che permette di superare la zona delle placche, e in direzione est ricondurre al sentiero sopra Reille da dove facilmente si prosegue per Echallogne. Anche se avevamo informazioni che vi è un passaggio facilitato da catene di sicurezza non l’abbiamo trovato … alla prossima.

Oggi con [email protected] e Max49 pioggerella e nuvolaglie.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Mulattiere e sentieri sempre ben evidenti privi di difficoltà oggettive, che porta a visitare una area molto interessante. Giornata inizialmente soleggiata trasformatasi in piovosa. 3* solo per il meteo.
Permane una bella escursione organizzata da [email protected] per la GM Ivrea (20 i partecipanti - tra cui [email protected] e Max49); raggiunto Reille, ormai poco distanti dalla meta, la pioggia a tratti insistente ha indotto a ritenere problematica la risalita del canalino sulle ripide scalette di legno decidendo così per il rientro. Molto apprezzata la preparazione di Michele … si vede che aveva studiato … nell’illustrarci con dovizia di particolari i luoghi raggiunti.



[visualizza gita completa con 10 foto]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: pannelli informativi in loco
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 440
quota vetta/quota massima (m): 1407
dislivello salita totale (m): 1000

Ultime gite di escursionismo

05/06/20 - Bellavarda (Uja di) e Punta Marsè da Lities - bengia
Sentiero perfetto, un po' umido nella prima parte nel bosco. Giornata variabile con forte vento in cima. Montagna verdissima con bellissima fioritura sui versanti oltre San Domenico. Un po' di gent [...]
05/06/20 - Sant'Anna a Meinardi (Santuario di) da Rocci per Bertodasco e Perebella - ida77
Sentiero lungo e molto ripido e scalinato. Molti sali scendi...
05/06/20 - Mondolè (Monte) da Prato Nevoso per il Colle della Balma - giody54
Gita improvvisata,con una giornata simile ,non si poteva non salire su questa cima che in questo periodo presenta un fioritura che h a pochi eguali,tra rododendri ,orchidee,gigli ,anemoni ecc..fatto i [...]
05/06/20 - Attia (Punta d') da Ala di Stura - gigi02_to
La meta era il Plu ma giunto al colle e visto quanto mancava e l'impegno tra le salite e le discese (andata e ritorno), ho deciso di accontentarmi di questa vetta. Molto appagante la salita che non mo [...]
03/06/20 - Nona (Becca di) da Pila - titti67
Salita con temperatura ottimale senza toccare neve, tranne un minuscolo attraversamento in piano su un nevaio con ottime tacche. Il tratto di sentiero da Comboe' fino al Plan Valle' è molto scomodo [...]
03/06/20 - Muanda (Costa) dal Santuario di Oropa per il versante Nord-Est - franco1457
Saliti da Oropa per il sentiero Papa Giovanni Paolo II fino al Poggio Frassati e poi per facile cresta fino al Colle del Limbo. La giornata come previsto è peggiorata ma siamo scesi senza pioggia.
03/06/20 - Appenna (Monte) da Grange Argentera - teddy
Bella passeggiata su pratoni fioriti prima e ultimi nevai sotto il colle Clapis che è meglio evitare senza ramponi come fatto da noi, uscendo a dx dell'elevazione con palo a sua volta a dx del caratt [...]