Emmat Dadaint (Piz d') per il Lago di Grevasalvas

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Calzati gli sci alle ore 9.45 circa: cielo azzurro, niente vento, temperature primaverili, nessun altro in giro, a parte due ciaspolatori che ci precedevano tracciando.
SALITA - nella prima parte su neve portante, poi polverosa recente.
DISCESA - Bella sciata su polvere in via di trasformazione nella parte alta, poi neve primaverile

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal piccolo parcheggio alcuni tornanti sotto La Veduta in direzione Bivio e saliti diretti per canali e vallette puntando in direzione dell'Emmat Dadora. Un po' di vento alla partenza faceva percepire una temperatura nettamente inferiore rispetto alla temperatura reale. Dal colletto sotto il Dadora tocca scendere verso il lago per una cinquantina di metri abbondanti di dislivello. Proseguito poi nel vallone tenendoci sul lato destro. Cima raggiungibile facilmente a piedi dal deposito sci senza l'ausilio di ramponi.
Discesa su ottima neve polverosa a tratti pesante dove il sole ha scaldato di più.
Ripellato dal lago al colletto e poi discesa su ottima neve fino alla macchina tra vallette e bei canali.
Solo noi su questa parte di itinerario, altri scialpinisti sono saliti partendo da La Veduta.
Vista l'alta pressione dei giorni scorsi e l'assenza di precipitazioni nevose mi sarei aspettato di trovare tutto tritato invece gli spazi ancora intonsi erano molti.
Meteo top! Giornatona!

Col Davide, il Teo, l'Antonio, il Walter, il Marco, il Rosso e il Lincio.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulite
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Utili i coltelli
Partiti per fare anche il Colonnuas ma il mood vacanziero post Platta ha prevalso. Ottima sciata su moquette


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
partiti da La veduta, seguendo tracce dapprima fino al lago Grevasalvas e successivamente fin nei pressi del Passo Grevasalvas.
Tracciato il pendio verso la vetta raggiunta a piedi (pochi minuti). Discesa entusiasmante su neve leggera e polverosa in rapida umidificazione verso il lago per poi proseguire con il Piz de la Coluomnas.

Cielo terso, vento pressochè assente, qualche nuvola lungo il confine italiano.
Con Roberto

[visualizza gita completa]
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora una volta in Svizzera, nell'antica Repubblica delle Tre Leghe, ora Canton dei Grigioni, per goderci quest'altra bella giornata di sole e di neve, per niente calda e con un leggero vento da Nord.
Nei pressi del Julierpass\Bivio numerosi sono gli itinerari scialpinistici che si possono percorrere in questo periodo: noi oggi abbiamo deciso di andare al Piz d'Emmat Dadaint.
Siamo saliti lungo il percorso che parte dall’Ospizio La Veduta, per poi ricongiungerci, in prossimità del lago di Grevasalvas, a quello descritto. Bella traccia, in qualche tratto un poco scivolosa, almeno per me che avevo le pelli un po’ consumate. Dopo aver raggiunto il deposito sci, in pochi minuti di camminata, siamo arrivati in cima, da cui si apre un’incantevole visuale sul comprensorio. Siamo scesi lungo le nostre tracce di salita fino al lago di Grevasalvas per poi seguire quelle che salgono dalla strada Bivio – Julierpass.
A piedi, lungo la strada, in poco meno di mezzora abbiamo raggiunto il punto di partenza.
Per quanto riguarda la sciata, per la verità, ci aspettavamo qualcosa di meglio: neve, in alto, molto dura e tritata dai numerosi passaggi, poi crostosa non portante fino al lago, infine trasformata dura fino alla strada.


[visualizza gita completa con 3 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 2080
quota vetta/quota massima (m): 2927

Ultime gite di sci alpinismo

19/02/20 - Pianard (Monte) da Palanfrè - dados
Ancora zona Pianard e ancora bella neve e continua fino all'auto. Noi partiti con calma e giunti in vetta senza rampant essendo già tardi... Discesa alle 12.00 circa su bella neve trasformata. Ancor [...]
19/02/20 - Paschiet (Passo) da Fontane di Lemie - bagee
Saliti in auto sino a 50 m. sotto la cappella di S. Bartolomeo; sci ai piedi da subito ma la situazione è al limite, alcuni passi su erba che saranno sempre più ampi dopo che si abbandona la strada; [...]
19/02/20 - Ciriunda (Monte) da Tornetti - gio notav
Inizialmente ti chiedi che fine ha fatto l’innevamento….poi la situazione migliora decisamente, e si scopre anche che la salita al Monte Ciriunda è un itinerario che si sviluppa in un ambiente al [...]
19/02/20 - Pianard (Monte) da Palanfrè - lucianeve
Neve continua dall'auto. Salita e scesa dal versante destro orografico. Oggi non necessari i coltelli. Anche se sono scesa presto la neve era vellutino. Pure in fondo la sciabilita è ottima, sembra u [...]
18/02/20 - Ciriunda (Monte) da Tornetti - luca94
Colle pian Fium/Marmottere/Ciriunda/Ciarm del prete. Partito molto tardi dal parcheggio (ecomostro), non avevo idee molto chiare su cosa fare ho fatto i primi 100 metri a piedi non essendoci più ne [...]
18/02/20 - Ciarva (Rocca) da Balme e il Colle Battaglia - gianni-r
Partenza da Balme ore 11.30 circa . No coltelli. Discesa dopo ore 15 neve perfetta morbida al punto giusto. Neve in via di trasformazione , leggera crosta poco prima del piano. Poi dal rifugio in giù ottima e scorrevole pista.
18/02/20 - Gias (Pian) da Balme per il Canalone delle Capre - rifugio ciriè
PArtire come sempre presto per questo bel canale, il 18/2 in condizioni ottime! Prende sole dal mattino presto, noi in discesa l'abbiamo imboccato alle 11.00. Le condizioni attuali lo rendono salibile interamente con gli sci ai piedi.