Malatret (Colle) Canale est o Canale dei Cacciatori

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
quota neve m. :: 1500
In questo gennaio straordinario riusciamo a scendere il magnifico Canalone dei Cacciatori, dopo avere salito un nuovo canale che si biforca a destra (da noi chiamato Canale del Dissuasore) nel cuore del Bec Cerel (vedasi relazione specifica). Da Forno imboccare la strada di Sea e, poco dopo la casetta dell'acquedotto ma poco prima di un caratteristico masso liscio (Masso dello Scherzo) prendere una diramazione (accenno di sentiero) a destra (bollino rosso e indicazione Gias Mombran). Salire nella pietraia per circa 200 m a piedi fino a entrare nel canalone. Attenzione! il canale non è quello di destra che va contro le pareti dei Numi (e muore in alto nella gola) ma quello a sinistra (salendo). Neve molto bella nella seconda parte (liscia) e farinosa un pò pesante nella prima (verso di salita). Ambiente pazzesco e selvaggio, uno dei più aspri e misteriosi delle Alpi Piemontesi. Stupenda l'uscita al colletto, al cospetto della Est della Mombran. Attenzione se nevica..potrebbero formarsi pericolosi accumuli nei cambi di pendenza. Il canalone è al limite dello sci ripido, un OS sostenuto. Valli di Lanzo sempre al Potere.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1600
Vent'anni fa con Alessandro eravamo scesi direttamente all'acquedotto sulla strada! Partiti alle 5,30 con ramponi e picozza e scesi alle 9 fino a quota 1600 m. Condizioni splendide nella parte alta dove però ci sono delle pericolose placche a vento sul lato sx idrografico. Nella parte bassa, alla strettoia, occorre aggiustarsi per non inforcare pericolosamente rododendri e ontani. Attenzione ai buchi nella pietraia. Ambiente grandioso e selvaggio, come solo Sea sa offrire. Con Max in gran forma. Prossimamente filmato

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: canale
difficoltà: I :: 3.2 :: E1 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 1219
quota vetta/quota massima (m): 2620
dislivello totale (m): 1401

Ultime gite di sci ripido

23/02/20 - Querellet (Monte) Dorsale Monte Querellet - Monte Sises, itinerari vari - mbourcet213
Sono salito da Bessen Haut perché da sotto sembra che ormai la neve non sia più collegata in diversi punti, al mattino la neve dura non da problemi fin sotto la cima ma l'ultimo pendio non è assolu [...]
23/02/20 - Quattro Sorelle (Punta) anticima 2700 m Diretta Versante SO - teo
Gran bella gita. Usciti dal canale andati sulla gasparre, così facendo si scia il bel pendio finale. Neve molto bella che in basso inizia a essere al limite, ma ancora fattibile. Qualche pietra è ve [...]
23/02/20 - Nasta (Cima di) Canale/Parete Sud-Ovest - tommy89
Partiti da Terme con grandi aspettative con gli amici Simo e Matte. Le condizioni del canale non erano per niente buone, molto magro e neve non omogenea e molto lavorata che hanno reso la sciata molto [...]
22/02/20 - Lesache (Aiguille de) Canale SE - chicca
Alternativa al Canale Sud, si esce sempre sui pendii finali della normale della Lesache. Oggi alle 8 siamo partiti da Crevacol 9° !!! Risaliti in parte le piste della Comba di Merdeux ben fresate poi [...]
22/02/20 - Vallonasso (monte) Drogati di Vallonasso - giole
Bella linea che unisce la fantastica parete del Vallonasso con un tratto basso più ingaggioso e ripido, meno logico ed evidente dell’ingresso classico, ma estetico e più esigente. Attenzione a [...]
22/02/20 - Brenva (Ghiacciaio della) - gianni.lucco
Da punta Helbronner discesi aggirando l'Aiguille de Toula puntando alla base della Tour Ronde risaliti sci ai piedi fino alla terminale (poco marcata) del canale est della salita normale alla Tour Ron [...]
22/02/20 - Grand Golliat Canale NE, da Col Fourchon e ritorno col des Angroniettes - esteban
Preso la prima seggiovia che parte alle 8.45. Ottime condizioni di innevamento e di sicurezza. Gli unici accumuli ventati erano molto duri e stabili. Oggi usato i ramponi (sufficienti quelli legger [...]