Excenex (Falesia di)

confermo l'ottima disposizione dei resinati e delle catene per effettuare le doppie, falesia che non sembra molto frequentata nonostante la vicinanza da Aosta non solo oggi (solo noi )ma tante volte che sono passato sotto in mtb mai visto nessuno a cimentarsi con la verticalità delle numerose vie in loco, la spiegazione potrebbe essere che troppo pochi i tiri facili , tutti tiri molto fisici che mettono a dura prova .
oggi con Enzo giornata come già spiegato di ripiego e benedetti da una copiosa pioggia al rientro fino al parcheggio di Planet.


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: Tutto a posto
Falesia molto fisica attrezzata con resinati posizionati correttamente per superare i passaggi in gran quantita' al di qua' della verticale in piena sicurezza. Soste su catene con moschettone fisso per calate mediamente di 25m, l'altezza standard dei monotiri, e salita in moulinette. Noi avevamo 50 metri di corda giusto sufficienti per atterrare senza che ne avanzasse una volta toccato terra, con una mezza da 60 si giostra decisamente meglio ai fini della sicurezza.
Saliti la Patric, il Diedro, Incastro Magia. e il primo tiro di 6a di Voglia di vivere, diversi resting per forze fisiche ormai al limite.
Con chopin anche lui non piu' un goivanotto, a fare degnamente anche lui la sua parte su per questo muro aggettante dove e' piu alle braccia che alle gambe cui bisogna fare appello per guadagnare faticosamente metro dopo metro il traguardo della catena.
In realta i piani erano ben altri, ma per cio che avevamo in mente necessitava una giornata di tutto sole oggi purtroppo non previsto.
Scatta allora il piano B, e siamo gia' ai ripieghi, ma anche qui all'atto di risalire la strada su a Lazey, un albero dal peso di qualche tonnellata, crollato probabilmente a seguito il forte vento di ieri, di traverso sulla strada ci costringe a girare i tacchi e cercare altri rimedi. Non resta che attuare l'ultimo dei piani il C, ovvero il ripiego nel ripiego, quello sempre attuabile.. di finire con il cimentarci a fare i ragni su per un muretto tosto fin che si vuole, al comodo, al caldo (fin troppo) al sicuro da eventuali cadute, ma non risparmiati da una fantozziana nuvola che ci ha scaricato addosso tanta di quell'acqua, per fortuna a vie ormai tutte salite che e' una cosa da non credere, come non bastasse..quando poco piu' in la nello stesso momento sopra quel di Aosta al sole non si poteva resistere.



[visualizza gita completa con 3 foto]
La falesia è in un angolo di paradiso, la qualità della roccia non è il massimo (in alcuni punti a scaglie e abb. scivolosa) ma nel complesso mi è piaciuta.
Sul tiro Diedro è pieno di nidi di vespe, non sono usciti i proprietari di casa ma è meglio fare attenzione.


Con Fulvio, torneremo a chiudere il conto aperto ;)


[visualizza gita completa]
Accesso: da Aosta verso il G.S. Bernardo, a sx bivio per Excenex. Oltrepassare il paese e proseguire per Gignod. Dopo Gignod, direzione Pierre Besse, si oltrepassa il golf club (green a destra e a manca). Poco dopo, in corrispondenza di un tornante verso sinistra, ci sono dei cartelli gialli che indicano un sentiero che taglia a metà il tornante stesso. Nel cartello di sinistra c'è l'indicazione per la falesia di Joe Mazza. 15 minuti di gradevole camminata in piano costeggiando a sx un canale.
In realtà ci sarebbe un altro accesso che permette di raggiungere la falesia dalla parte opposta del sentiero ma noi non l'abbiamo trovato.
Falesia molto carina. Il muschio è presente nei primi 2 metri della parte centrale dove non mi sembra ci fossero tiri degni di nota. Abbiamo scalato "la Marlier", dove il muschio pur essendoci non dà alcun fastidio, e la via merita di essere scalata.
Bisogna cercare di evitare la via "Elisabet", almeno in questo periodo, perchè il tratto centrale è pieno di nidi di vespe muraiole (bisognerebbe informarsi sul loro periodo di nidificazione).
Molto bella "Ivan la terribile". Oltre a quelle già nominate, abbiamo scalato "Voglia di vivere", carina e duretta come riscaldamento e la facile "La Patric".

[visualizza gita completa]
Mini perlustrazione serale con vento freddo e temperature prossime ai 10°.
Segnaliamo la colonizzazione del muschio sui primi metri della falesia, un po' ovunque.
Bella "Ivan e la terribile", via movimentata con pagnottoni e fessure da afferrare.

ATTENZIONE!!: EVITARE "Pancia dell'elefante", 6c. La via ha spit molto ballerini e l'uscita in catena dallo strapiombo è letteralmente impedita dal muschio. La catena ha un aspetto comunque poco invitante. Lasciato majon su ultimo spit.

Toccherà tornare per pulizia generale...

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 04/03/12 - spartacozzo
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: dal 4 :: al 7a ::
    esposizione arrampicata: Sud-Est
    quota falesia (m): 1225
    lunghezza min itinerari (m): 8
    lunghezza max itinerari (m): 25

    Ultime gite di falesia

    09/03/20 - Biel (Placche di) - michele motta
    Grandissimo lavoro dei chiodatori per rendere la falesia agevole!! Imponente di aspetto e con bel panorama, mi ha deluso un po' come stile di scalata, quasi sempre di allungoni su scagliette. Alcuni t [...]
    08/03/20 - Ponte Romano (Falesia del) - mastroteo
    Dopo tanti anni e la chiusura della falesia(perché scalatori zozzoni si dimenticavano che si era su terreno privato)sono tornato in quest'angolo di Valle d'Aosta. Ad oggi è nuovamente accessibile. [...]
    07/03/20 - Nolitudine - Noli - matteooo
    ATTENZIONE! Ci siamo calati dal golfare della rete per le rocce dal lato della galleria verso Noli. Dal golfare ci si cala in doppia fino all'evidente sentiero che si segue e si arriva alla prima cord [...]
    07/03/20 - Cantoira Tchaparàt - dragar
    Bel posto intimo immerso tra gli alberi. Le gradazioni leggermente più severe rispetto a quanto sono abituato. Fatti i quinti più facili per riprendere la mano. Spittatura rassicurante, i primi sp [...]
    07/03/20 - Bracco (Monte) Falesia dei Forestieri - thebrd
    07/03/20 - Barro (Monte) da Galbiate - alef16
    Scalato nei settori Oasi, Black Macigno e Rovine. Falesia che offre un gran numero di vie con gradi diversi, peccato per l'unto sulla maggior parte dei tiri e la presenza di tanta gente.
    07/03/20 - Campambiardo La giostra - clynamen
    Dettagli per raggiungere la falesia: Al cartello 'Sezione 5TA via celle - Cordove' seguire la freccia che punta a sinistra. Salire prima a sinistra, seguendo la ringhiera, poi a destra, sempre seguendo il sentiero in pietra