Mentà (Costa di) da Chiapili di Sotto

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Assente
note su accesso stradale :: Sbarra all'Alpe Pilocca m. 1.940
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Innevamento molto scarso che in più tratti sotto i 2.500 con expo da est a ovest è già in parte inesistente; tutte le gite sono al limite di convenienza poiché la neve è buona solo nelle expo nord e dai 2.250. L'idea iniziale era la Oin, ma giunti al Lago Serrù abbiamo visto tutto pulito il traverso verso il Piccolo Colluret e ci siamo così diretti verso la Violetta dove ci sembrava un pò più raccordato, benché anche lì molto esiguo, anche se lo spostamento da questa parte con munta e cala è assai noioso.
Deviato poi alla Costa di Mentà perché la parte finale della Violetta è già tutta pulita.
La Basey è buona solo sopra il Colle Agnel; è fattibile il Carro con neve dall'Alpe Mandetta o meglio ancora dal Lago Serrù per la Selletta Inferiore della Capra o del paletto.
Buona la sciata, ormai tutta sulla vecchia neve che é ben portante, mentre quella recente é già tutta sparita.
Con alcuni gava e buta scesi fino alla curva sopra l'Alpe Brangie ed in meno di 10 min a piedi scesi alla sbarra all'Alpe Pilocca.
Il vallone della gorgia sotto il Lago Agnel è già tutto pulito.

Altra giornata didattica per Ale.

Condi Vallone del Carro
It al Carro dalla Selletta Inf della Capra
Condiz verso il Piccolo Colluret
Condiz dal Lago Agnel verso la Violetta
Salendo a Costa di Mentà
Condiz Basey
Condiz Punta Violetta
Condiz Gran Paradiso
La neve tiene bene
Si arriva ancora sopra all'Alpe Brangie

[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: fino a 1930m
attrezzatura :: scialpinistica
Strada chiusa a quota 1930m circa. In salita lunghissimo portage sulla comoda mulattiera reale, fino a incrociare la strada sopra il lago Agnel. Cielo velato che ha mantenuto la neve in ottime condizioni. Discesa: firn perfetto, purtroppo solo fino al lago. Poi di nuovo a piedi, stavolta lungo la strada e facendo il giro verso il lago Serrù, dove si riesce a rimettere gli sci e raccordando le neve residua si arriva sci ai piedi a 10 minuti dall'auto. Molta gente in giro per essere un venerdì. Un saluto alla coppia di evergreen con cui abbiamo condiviso parte della salita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Si arriva all' alpe Pilocca
attrezzatura :: scialpinistica
Portage da 10 min. a mezz'ora a seconda di dove si vuole passare; lieve rigelo dal lago dell' Agnel in su, che ha mantenuto in buone condizioni la neve; discesa iniziata verso le 11; neve molto bella nei primi 300 m. e poi ancora buona sino all' Agnel; di li in poi più molle ma non pappa, sempre sciabilissima; nel complesso meglio delle aspettative.
Giornata splendida, bel sole e senza vento; un casino di macchine alla sbarra, sembrava di essere alle Gru .....
Ripresa delle attività in compagnia di una dozzina di Evergreen.

p.s. oltre all' amico fyplom oggi ad aver smarrito maglie in cima ci siamo anche noi ....!!! si tratta di due maglie nere .... se qualcuno le ha recuperate o le trovasse mi può contattare .... grazie.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Strada bloccata a quota 1930
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Parcheggiato a quota 1920 e portato gli sci sullo zaino fin quasi sotto il lago serru' poi neve continua fino al lago agnello dove si tolgono gli sci per un breve tratto e poi neve continua fino in vetta. Bella giornata e bei panorami che mi hanno fatto dimenticare una maglietta grigia a maniche lunghe appesa al grosso ometto di vetta. Se qualcuno di torino e dintorni la recupera può contattarmi al n. 3490832822 e verrò a trovarlo. Discesa abbastanza bella se pur con neve a tratti cedevole ma compatta per lo più.
Con Cesare e Giampiero. Un saluto ai mitici evergreen incontrati mentre scendevano.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Salita fino alla Diga del Serrù. Neve continua sulla stradina dal parcheggio di Chiapili di Sotto. Su stradina e zone limitrofe neve dura, compatta, con ghiaccio sottostante e a volte farina su ghiaccio. Parte superiore (da Chiapili di Sopra fino alla diga) condizioni molto dipendenti dalla zona e dall'ora: in salita (ore 10 circa) neve compatta e dura, a tratti ghiacciata e difficile da salire senza rampant e a tratti trasformata, traccia presente ma sui tratti "duri" si perdeva completamente su una neve che sembrava "gattata"...verso il Serrù, inizio di crosta portante e sastrugi: insomma si trova di tutto. A scendere, sulle parti "gattate" discesa con condizioni da pista, altrove sciabilità più difficile proprio a causa della varietà della neve a seconda del tratto. In linea generale discesa godibile fino a Chiapili di sopra, poi stradina sempre ghiacciata e di difficile sciabilità.
Con Luca, siamo saliti con un buon numero di persone sul percorso tra scialpinisti, ciaspolatori, gente a piedi, fotografi...giornata spettacolare, temperature vivibili, poco vento. Vivamente consigliati i rampant, noi non li avevamo e su un tratto abbiamo sganciato per salire a piedi...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok fino alla sbarra
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dalla sbarra 25 min di portage fino al canalone, saliti dal lato agnel anche se alcuni son passati dalla bastionata sotto i tralicci.
All' incirca stesso tempo,per noi breve discesa,. Fin al ponte poi ripellata fin alla costa,bella discesa su neve trasformata un filo ancora dura,traversata alta a dx verso il colle Nivolet,sci a spalle e portati di là,discesa costeggiando il rifugio città di chivasso, fin sotto le rocce bianche,ripellata per circa 200 MT e bella discesa dalla normale delle rocce bianche per canale,un po' già molle oggi sul Mezzogiorno in discesa.
Consiglio partire presto e scendere entro le 11 x neve top.
Comunque bel giro ad anello con neve ottima e abbastanza sicura,evitare solo il caldo.
In accordo con la stagione.
Strada quasi pronta per il giro d italia

Con Fabri,ale,e davide


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada chiusa all'Alpe Pilocca km 8+200
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo "ripiegato "sulla Costa Mentà e rinunciato alla Violetta che presentava evidenti segni di scariche ...ma che ripiego!
Come un pò per tutti gli scialpinisti in questa splendida giornata di primavera abbiamo trovato una neve da urlo da cima a fondo,perfetta per la salita e godereccia per la discesa.
Sole,caldo smorzato da un venticello fresco e mai fastidioso,cielo limpido:non si poteva chiedere di più!
Innevamento abbondante e continuo dal tornante sotto la diga del Serrù,ma si calzano gli sci anche prima.
Arrivati a poche centinai di metri dalla macchina con gli sci ai piedi...

Una meraviglia unica,il tempo,la neve,il posto,il panorama,la fauna
Dall'Agnel in poi solo Sandro ed io e nessuna traccia di passaggi umani recenti;pendii intonsi tutti per noi!


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema fino alla sbarra
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata stupenda, solo un po' di venticello durante la salita, ma nulla di fastidioso.
Si portano gli sci fino a due tornanti dopo il bivio del carro, per imboccare poi l'ampio vallone a destra che rapidamente conduce sopra l'Agnel.
Discesa cercando i pendii più a est dove il sole aveva cominciato a lavorare, altrimenti ancora un po' duretta, comunque davvero bella ( attorno alle 11).
Dall'Agnel scesi direttamente nel canale sotto la diga: da qui purtroppo temperatura diversa e neve umida fino alla fine.
Bellissima gita e splendido panorama.
Con mio figlio Simone, percorso in parte condiviso con due altri skialp che saluto ( visto che non ci siamo più trovati all'auto).


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Nessun problema fino alla sbarra
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ha già detto tutto Giovil: tanti camosci, nessun umano oltre il lago dell'Agnel (a parte Giovil, Simone ed io). La gita è un po' noiosa a causa del lungo sviluppo, ma la neve è buona e non ci sono pericoli. Se partite presto, vale la pena salire alla Violetta. Noi, purtroppo, siano partiti tardi ....
Grazie a Gio', inarrestabile tracciatore e a Simone, inarrestabile anche sotto altri profili.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: fino alla sbarra loibero
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Qualcuno in giro fino ai laghi, poi nessuno. Battuto traccia in 30cm di neve fresca, molto bella da sciare. Rinunciato a salire alla Violetta visto che erano gia' le 1330. Sciata molto bella in discesa, non male anche la strada fino alla macchina, sciabilissima oggi. Tanti caprioli in giro, bella giornata, un po' di vento freddo in giro. Notevoli gli accumuli formati in giorni di vento. La gita tuttavia oggi ci e' sembrata sicura. Grazie ai soliti compagni di gita Enri e Simone. Fortissimi.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: barra chiapilli superiore
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Mi sento di dire che è stata una bella gita,con neve in trasformazione o già di tipo primaverile,sicuramente molto più sciabile rispetto a qualche giorno fa.Passato dai pendii della strada del Re, sono sbucato oltre il casotto del guardiaparco ,ritorno un pò indietro e salgo sopra il lago Agnel superiore e quindi in punta alla Costa.Molto bello il tratto della strada del re,ricco di fauna.Discesa per i bei pendii fin prima dell'Agnel e quindi giù per i pendii del sentiero reale.Visto solo 4 persone provenire dal Nivolet,tanti vicino al Serrù.Volendo si può andare sulla Violetta,ma non so se vale la pena .

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK fino ai Chiappili di sopra
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti dalla barra dei Chiappili di sopra,sotto i tornanti del Serrù,visto che a sud non c'era quasi neve,abbiamo imboccato il sentiero reale,sovente tirando su dritti per evitare lunghi giri e sbucando già oltre il lago Agnel,accorciando notevolmente il percorso che passa dal Serrù.Tempo impiegato per arrivare fin qui per noi è stato di circa un'ora e un quarto,poi si possono mettere gli sci senza interruzioni fino in punta.Arrivati alla Costa Mentà mio cugino Giovanni decide di salire alla Violetta per la cresta nord-ovest e con i soli bastoncini sale in vetta.(A chi volesse fare la cresta io consiglio piccozza e ramponi)Giornata e neve stupenda fino al lago dell'Agnel ***** poi breve risalita senza pelli fino al Serrù,di qui in giù neve un pò marciotta ma ben sciabile.Con qualche breve interruzione si scende fino a un paio di tornanti sopra la strada per il vallone del Carro.Nessuno in giro oltre noi,nessuna traccia,pendii immacolati che aspettano per chi ha voglia di sobbarcarsi oltre un'ora di sci in spalla.
Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima neve

un Inno alla VITA

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
fin sopra la diga dell'agnel seguita la strada tranne qualche raccordo tra i tornanti.una volta abbandonata la strada si entra nel vallone,noi siamo stati un pò troppo al centro,dove affioravano parecchie pietre,sarebbe stato meglio a sx lungo la linea dei piloni dell'alta tensione.da metà in su ottima neve sia da tracciare ma soprattutto x la discesa veramente molto bella anche grazie al sole spuntato proprio a metà giornata e che ha scaldato il giusto.
al ritorno dietro l'alpe agnel viste piccole valanghe a pera non presenti la mattina,ma cmq lontane dalla traccia di passaggio.
Gita soddisfacente visto che ho rimesso le pelli dopo mesi di inattività e infatti lo scarso allenamento si è fatto sentire rovinando un pochino il divertimento della discesa.
In compagnia di Alex che sta diventando un bravissimo sciatore.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: stop alla sbarra a mt 1750 circa
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti sul sentiero a lato la strada con neve quasi dall'auto, poi diretti alla diga dell'Agnel e di li in punta, con giro molto ampio, idem in discesa, trovando buona farina umida ma ben sciabile sino all'altezza della strada a mt 2.000 poi seguito il sentiero a sx scendendo. Valutazione neve in discesa 72/100.

L'itinerario diretto che passa accanto ai piloli dell'alta tensione sarebbe stato più veloce, ma sembrava un pò privo di neve, dall'alto abbiamo notato che sarebbe stato fattibile.
Con Filo, Marita e Mario A.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo il ventaccio preso ieri si cambia!!! Meteo più che soddisfacente e neve sciabilissima. Salito fin contro le ultime "roccette" della punta Violetta. Pervenuto al secondo tornante della strada dopo il lago dell'Agnel salendo dai pendii sulla sx. orografica. Sceso dal pendio ovest di punta Violetta e quindi seguendo il percorso di salita. Neve prevalentemente farinosa (un pò compattata dal vento) in alto. Già trasformata e sciisticamente gratificante in basso sui pendii a rientrare sulla strada a quota 2000. - 100 -

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino alla sbarra
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti verso le 8.30 con leggero nevischio ma fiduciosi del miglioramento. Continuità di neve sulla strada solo a quota 2000 circa sotto il canale a destra del ristorante albergo mentre prima si tolgono gli sci parecchie volte. Arrivati al livello del lago serrù abbiamo visto parecchi che andavano a fare il ripido pendio della rocca Bianca ma noi avevamo deciso di allungare la gita fino alla costa di mentà, oltre 8 km di sviluppo solo andata. Ha battuto traccia quasi tutto Piero su circa 15/20 cm di neve fresca ma umida quindi zoccolo garantito e fatica ad arrivare in cima! Un paio di persone sulla Violetta dove non c'è tantissima neve. Arrivati in cima ampie aperture con bel panorama sulle cime circostanti e sul Granparadiso. bella discesa su la poca neve fresca su fondo portante fino al lago Agnel. di seguito bella neve primaverile sul canale sottostante e quindi sulla strada. Con tanti "gava e Buta" si arriva al parcheggio altrimenti si devono portare gli sci per circa mezzora. Visti parecchi camosci ed una volpe vicino al ristorante Muzio. Nel compesso bella gita. Considerato lo sviluppo il portage è relativo.
Ringrazio e saluto tuttala compagnia: Piero, Carlin, Osvaldo, Fabrizio, Roberto, Rinaldo,Andrea, Simona e Lia. Una menzione speciale a Simona che ha preparato la merenda per tutti!


[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Con la piccola nevicata di stanotte la situazione stamattina era completamente cambiata. Partiti sotto una nevicata primaverile, prima del Serrù spuntava già il sole come da previsione meteo. Tanta gente sul canale della Rocca Bianca
e noi proseguima per Costa Mentà / Violetta. Ambiente magnifico co 10/15 cm di farina fresca sul firn sottostante.
Per arrivare sulla cresta Mentà battendo traccia impieghiamo quasi 4 ore. Solo due skialp a combattere sulla Violetta. Panorama sul Grampa magnifico. Discesa bella su neve un pò tecnica : farina su fondo duro e quindi veloce, ma comunque divertente. Ripellata sulla diga dell'Agnel per risalire 150 metri e prolungare la discesa. Un pò di portage finale che non ci ha disturbato più di tanto. Bellissimo ambiente e bella gita, anche se , in queste condizioni di neve, un pò lunghetta. Visti decine di camosci, una bellissima volpe e alcuni cinghiali(sugli sci).
Saluti alla compagnia: Osvi the President, Fyplom, Rinaldone, Carlin,Fabrizio,Roberto,Andrea,Lia E Simona che ci ha servito una favolosa merenda, grazie Simo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si parte da Chiapili di Sopra
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni primaverili da fine aprile, ma proprio bella gita "sociale" oggi con gli amici del CAI di Ciriè. Saliti presto, dal parcheggino considerate pure di mettere già gli sci nello zaino per un bel tratto, diciamo un paio di km e poi si tagliano i tornanti della strada sulla quale ormai manca già parecchia neve. Alcuni tratti in traverso nella parte bassa quasi necessitavano l'uso dei coltelli o buone pelli... All'incirca alla quota di M.nna della Neve in 3 abbiamo percorso la strada (percorso più lungo), per aspettare i più lenti e ci siamo portati verso l'Alpe Agnel aggirando da sx la punta senza nome q. 2329 e portandoci proprio sotto alla Rocca Bianca. Così facendo si deve ridiscendere con le pelli un pendio di circa 50mt. di dislivello per giungere alla diga del Lago dell'Agnel. Percorso in dorsale la Costa Mentà e saliti poi sulla punta omonima. La Violetta impossibile da effettuarsi con gli sci. Discesa con neve tutta trasformata, splendido il gran canale solo alla diga dell'Agnel al fondo del quale abbiamo visto scendere lenta ma inesorabile una valanga da fondo quasi con più terra che neve a 50 metri dal passaggio con gli sci, innocua per tutti.
Un saluto ad Ivo, Lorena e Giorgio nonchè la veloce -per ora ancora racchettara- Elisabetta!


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo fino a Chiapili di Sopra
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissimo ambiente,ottimo rigelo notturno, seguito strada e poi tagliato nel canale per arrivare alla diga del Serru',discesina su crosta portante,e poi salitella alla costa.DISCESA,la prima parte su esposizioni al sole SUD EST,neve marcetta,dove non batte il sole a fianco il lago Agnel crosta sfondosa alle h.12.dopo i 2 canalini che immettono alla diga del Serru' marcetta al punto giusta,3 piccoli gava e buta sulla strada che porta a Chiapili di Sopra.L'Armonia e' in VOI

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strada aperta fino alla sbarra
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Fino al lago Serrù 10-15 cm di neve fresca compattata dal vento; oltre una crosta ventata portante, ma mai fastidiosa, nonostante numerose crestine da vento.
Neve fresca decisamente compatta, con qualche accumulo qua e là nel primo tratto.
Incrociato Marco e Fabrizio con i quali ho condiviso la discesa, oltre ovviamente al fido EOLO....


[visualizza gita completa con 2 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1679
quota vetta/quota massima (m): 2822
dislivello totale (m): 1143

Ultime gite di sci alpinismo

27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]