Les Ecules (alpeggio) da Planaval

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: A piedi da Cheverel
quota neve m :: 1400
Tanta neve in Valdigne. Esagerata. E poi si è ancora aggiunta quella caduta in nottata. Il risultato è stata una gita all’insegna della fatica.
Viste le condizioni si è optato per un’uscita in zona, evitando di muoversi visto che oggi era inutile pensare a grandi cose; come obiettivo ci si è allora dati l’alpeggio Les Ecules, sopra Planaval.
Partito da Grassey e risalito il sentiero per Piginiere: nella neve immacolata la gamba scompare, in alcuni traversi dove la mulattiera è inghiottita, la neve arriva alla vita. Se l’arrivo a Piginiere normalmente richiede 25 minuti, oggi sono occorse 2 ore. Da Piginiere sono poi risalito agli alpeggi superiori direttamente lungo i ripidi pendii, poi visto che c’era ancora l’opportunità per altra fatica sono salito sulla sterrata (sentiero 20-21 estivo) e ho proseguito per Planaval. Arrivato al villaggio, la salita sull’asfalto è stata una benedizione: Les Ecules sarà per la prossima volta.
Da Planaval ritorno sull’asfalto fino al bivio per Les Ors, poi discesa a Belle Crete e ancora giù per sentiero fino a ricongiungersi con il percorso dell’andata e rientro a Grassey.
Naturalmente nessuno in giro, nemmeno animali nel bosco. Meteo in miglioramento, anche se la mattinata è stata ancora all’insegna della nuvolosità.

Naturalmente in compagnia di Frank, che stamattina pestava per andare. Generoso come sempre, quando però ha tentato il fuori traccia si è subito ravveduto e rimesso in coda ….

L’alpeggio superiore di Piginiere, prima di salire sulla sterrata per Planaval
E finalmente Planaval !!!!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1400
Non è certo una gita che comporta un grande dislivello, da Planaval sono 100 m scarsi; io ho aumentato il dislivello partendo da Cheverel, raggiungendo Morge per sentiero e poi Planaval su strada asfaltata. Il tratto da Planaval fino all’Alpeggio di Les Ecules è stato invece su neve completamente immacolata, visto che ancora nessuno mi aveva preceduto.
Giornata dal meteo incerto. Bello al mattino, con sole pieno e caldo all’alpeggio, poi però è subentrata la nuvolosità come da previsioni.
Neve invece molto soffice, pochissimi i tratti con la crosta portante, il che ha aumentato la fatica.

Gita in compagnia di Frank, ormai diventato cane delle nevi. Però da Planaval a Les Ecules, con la neve alta, ha scelto di mettersi a ruota e si è ben guardato dal sorpassare, lasciando sempre al padrone con le ciaspole il compito di indicare la via ….


[visualizza gita completa con 3 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
esposizione: Sud
quota partenza (m): 1790
quota vetta/quota massima (m): 1880
dislivello totale (m): 90