Les Ors (Alpeggio) da Cheverel

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Parcheggio lungo strada dopo le case di Challancin.
quota neve m :: 1500
Rifatto giro ad anello da Challancin fino a Les Ors per poi scendere a Morge. Buon innevamento fin dalla partenza e lungo tutta la poderale con i relativi "tagli" a piacere. Tolte le racchette al parcheggio alto di Morge per circa cento metri e presa la solita traccia al primo tornante verso sinistra che porta, sui pianori sopra la strada, a Plan Pro' e poi, lungo il Ru di Combe, a Challancin in circa mezz' ora. Qualche breve tratto scoperto lungo il Ru ma si riescono a tenere le racchette fino all' auto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Parcheggio lungo strada a Challancin
quota neve m :: 1400
Fatto anello partendo da Challancin e scendendo sul piazzale di Morge ,volendo tutto su comode poderali. Da li' si tolgono le racchette per meno di cento metri e , al primo tornante, si imbocca a sinistra una traccia in leggera discesa che traversa i prati fino ad una panchina con cartello in legno " Pian Pro". La traccia in piano (103) segue un "ru" e porta in breve a Challancin e all' auto.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1700
Saliti direttamente da sopra Morge, limitando percorso e dislivello (circa 400 m). Traccia ben battuta, anche nella parte alta (vista gente salita con soli scarponi). Panorama bellissimo, con tanta neve in quota.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1600
Oggi la meta originale era il villaggio di Charvaz, ma da Challancin non è ancora passato nessuno; con le ciaspole la progressione sarebbe senza problemi ma il povero Frank sprofonda e allora cambiamo destinazione, saliamo verso Les Ors un po’ seguendo la sterrata, un po’ risalendo i ripidi pendii ricalcando le discese degli skialp. Così in breve siamo all’alpeggio, sotto i primi deboli fiocchi di neve. Inevitabile poi la discesa su Morge a chiudere l’anello.
Tanta neve ma strada sterrata stra-battuta. Poca gente sul percorso, quasi tutti si sono fermati all’alpeggio, solo un minuscolo gruppo proseguiva verso la Testa dei Fra.
Gita sempre piacevole per l’ambiente e il silenzio, meteo oggi ingrato ma si sapeva, valutazione comunque da 5* e non solo per l’atmosfera natalizia. E restando in tema, Buone Feste e Buon Anno a tutti.


Naturalmente con la compagnia di Frank, molto più a suo agio sulla pista battuta.
Un saluto alla skialp incontrata a Les Ors e alla sua Forest.



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: A piedi da Cheverel
quota neve m :: 1900
Classica gita primaverile, si parte che è tutto bello pulito poi a quota 1900 ca. inizia la neve che rimane continua per tutto il resto della salita. Ma causa la giornata calda e il non rigelo la neve non è portante ed in breve è anche marcia, quindi fatica assicurata anche per il fido quattrozampe al seguito.
Sono ritornato a Les Ors con questo itinerario ad anello (oggi non avevo grandi pretese) sia per vedere in anteprima ove possa trovarsi un posto che non ho mai toccato, il lago di Les Ors (ma qui la conferma arriverà solo in estate..) sia per toccare gli alpeggi di Plan Bellard (2024 m), in posizione davvero invidiabile.
Come da itinerario, salita da Challancin (qui con ricerca di una via di fuga per evitare i vari cani liberi del villaggio) e successiva discesa a Morge lungo la sterrata che - percorsa dal gatto o da altro cingolato equivalente - è un’autostrada.
Incontrata parecchia gente sul percorso, chi con le ciaspole che in “salita libera” (oggi nessun sci-alpinista), predominanza di quote rose e tutte carinissime con Frank. Grazie.

Oggi per questa gita si giocava in casa, quindi niente prelievo della moglie e relativo coffee-break.
Tutto secondo lo standard invece per l’onnipresente Frank.



[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
bella ciaspolata, rilassante, alla ricerca di nuove linee per lo snowboard

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1400
Non è certo una gita che si possa definire a chilometri zero, però a fatica zero quasi certamente sì: da Challancin parte infatti una pista per ciaspolatori che è quasi un’autostrada, anche se si restringe poi nel bosco e si interrompe improvvisamente nei pressi di Hopitaux, lasciando così la possibilità di battere un po’ di pista in neve fresca; la pista che sale da Morge invece è stata battuta addirittura con il gatto delle nevi.
Gita in compagnia di Frank ed effettuata in perfetta solitudine: nessuna persona incontrata durante tutto il percorso, nonostante il noto affollamento di questo itinerario. Giornata grigia, anche se nel mezzogiorno si è avuto qualche timido raggio di sole. Cinque stelle comunque la valutazione, visto l’ambiente silenzioso che ha dato piacere alla camminata.


[visualizza gita completa con 2 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
esposizione: Ovest
quota partenza (m): 1480
quota vetta/quota massima (m): 2100
dislivello totale (m): 620