Biolley (Cima) e Cima Bracca da Traversella, anello per Passo Pian del Gallo e Rifugio Chiaromonte

note su accesso stradale :: Nessun problema, parcheggio molto comodo nella piazza principale di Traversella
Saliti dal Rifugio Chiaromonte, abbiamo pestato neve a chiazze a partire dai 1900 mt e più continua nella conca del Rifugio, ma senza grosse difficoltà nella progressione e nella individuazione del sentiero, sempre ottimamente segnato fino alla cima (lunghezza 8 km dal parcheggio alla cima). Per la discesa abbiamo optato per il sentiero diretto che da Passo Pian del Gallo scende a Traversella, seguendo la traccia gps di [email protected]: nonostante la traccia, abbiamo avuto molte difficoltà sia a reperire il sentiero sia a percorrerlo, in quanto è praticamente scomparso ed inghiottito dalla vegetazione (lunghezza dalla cima al parcheggio 6,7 km). Cima molto panoramica nonostante la quota, giornata calda con ottima visibilità fino alle 13:00, poi velature molto sottili in avanzamento da ovest e qualche nuvola intorno al Mombarone ed al gruppo Quinseina-Verzel. Con mia moglie Antonella e la nostra amica Claudia.
Cima Biolley a sinistra e Monte Gregorio a destra dalla cresta

[visualizza gita completa con 1 foto]
Fatto il giro al contrario salendo prima al Rifugio Chiaromonte e poi dal Colle di Pian Spergiurati per cresta fino alla Cima Biolley. Discesa per il Colle della Cima su tracce di animali fino a trovare il lungo sentiero pianeggiante che riporta a chiudere l'anello sul sentiero 719. Qualche cespuglio con tracce di neve all'ombra sopra i 2000. Giornata freddina soprattutto in cresta. Incontrato solo qualche cacciatore in basso. Con Bruno e il suo Axel. Bel giro con bel panorama limitato dalle nuvole in arrivo.

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: ok sino a traversella
Saliti e scesi dal rifugio Chiaromonte ( portando così il dislivello a 1600 m) su sentieri/tracce ben evidenti e segnalati anche nel bosco iniziale; assenza di neve su tutto il percorso grazie all'esposizione in pieno sud.
Giornata con sole e temperature simil-estive che ci ha fatto decidere di scendere dalla parte della salita allungando di molto il percorso. Molto belli i panorami dalla cima e dagli alpeggi sul percorso. Incontrati solo un paio di escursionisti diretti al rifugio mentre altri si trovavano sul vicino Monte Gregorio.Allego traccia.
Con l'instancabile moglie Stefania.
Più info e foto su climbandtrek.it




[visualizza gita completa con 11 foto]
Gita decisamente selvaggia, con poco sentiero e molta parte di avventura (utile se non indispensabile la traccia qui presente di [email protected], ma nonostante ciò talvolta sono finito nei rovi e vegetazione invadente). Partenza dal Ponte Folle e salita lungo la strada delle miniere (un po' spettrale). Raggiunto il secondo ponte, è iniziata la salita per sentieri nel bosco, con qualche perplessità sulla via da seguire, poi spostandomi a sinistra ho raggiunto il torrente che ho attraversato nei pressi di una bella cascata, e quindi mi sono portato sui bellissimi prati costellati di baite del versante opposto. A circa 1300 m, sempre seguendo la traccia gps, ho nuovamente attraversato il torrente verso destra, questo sicuramente è il tratto più scomodo del percorso, perchè l'antica traccia ormai è svanita, e lascia posto a rovi e arbusti. Anche la risalita della sponda opposta è faticosa, fino quasi alla dorsale, dove si incontrano alcuni ometti e poi finalmente un sentiero più marcato, oggi ricoperto da viscida erba secca. Questo sentiero sale gradualmente una dorsale, per poi compiere un traverso insidioso con neve o ghiaccio, ma oggi tutto ok. Raggiunta nuovamente la dorsale, la traccia piega verso destra, in direzione dell'Alpe Pian del Gallo Inferiore e Superiore, poste in luoghi davvero dimenticati dal mondo. La traccia un po' appare un po' scompare, ma il percorso è intuitivo, pur attraversando ripidi pendii erbosi. Dopo il secondo alpeggio compare un po' di neve, giusto una spanna, che non crea comunque alcuna difficoltà. Raggiunto il Colle Pian del Gallo, non mi lascio sfuggire la vicina Cima del Pianello, salendo il pendio innevato (20 cm) fino al grosso ometto in cima. Ridisceso al colle, proseguo come da programma sulla dorsale in direzione della Cima Biolley, con chiazze di neve nella prima parte, e innevamento continuo nei tratti in cui il sentiero si sposta sul versante di Scalaro, esposto a nord. Anche in questo caso nessuna difficoltà. Dalla cima, sceso comodamente lungo la traccia gta in direzione del Colle della Cima, dal quale in pochi minuti si è sulla Cima Bracca (che avevo già salito anni fa con le racchette da neve). Da questa, ritornando al colle, ho inizialmente trovato un evidente sentiero che scende nel vallone sottostante verso Traversella, peccato che poi questa si perde facilmente, perciò mi sono ritrovato a scendere alla buona per pascoli abbastanza ripidi, finchè nei pressi di un canalone ho recuperato il sentiero, che mi ha riportato con un comodo traverso pianeggiante alle baite incontrate all'andata. Da qui nuovamente per il percorso a me noto, fino all'auto, che raggiungo con gli ultimi scampoli di luce, d'altra parte oggi le temperature primaverili invitavano a godersi appieno la giornata).
Nessun umano sul percorso, e stranamente nemmeno animali avvistati.

[visualizza gita completa]
Per me ultima gita dell'anno 2011: non si poteva terminare meglio questa ricca annata di escursioni. Temperature veramente miti, sentieri praticamente sgombri da neve (se ne trovava nella risalita da Cima Bracca al Colle di Pian Spergiurati e poi verso Cima del Vallone ma si procedeva senza problemi) e ottimi panorami verso pianura e Cervino e Rosa.
Un saluto a tutto il gruppo e auguri di buon 2012 all'allegra compagnia e a tutti i Gulliveriani


[visualizza gita completa]
L’idea era di salire alla Biolley e basta, ma poi, con una giornata da favola, fredda ma piacevole al sole e in assenza di vento, la dorsale era troppo invitante e l’idea di completare il rientro per il sentiero del Chiaromonte si è subito concretizzata e ci ha permesso di apprezzare un ulteriore modo di percorrere questo bel spartiacque.
Va posta un po’ di attenzione nella parte di salita all’alpe pian del Gallo in quanto il sentiero in alcuni tratti si sta perdendo.
Vedi anche traccia GPS ch purtroppo termina poco prima di Traversella, per il resto ha una sua validità.

Oggi con [email protected], [email protected], [email protected], [email protected] e Monica in questa gita percorso per emulare la salita di qualche giorno fa alla Biolley di Tiziana. Nessuno sul percorso.



[visualizza gita completa con 9 foto]

Caratteristica itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: ex GTA, 728, GTA e 719
difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 810
quota vetta/quota massima (m): 1984
dislivello salita totale (m): 1300

Ultime gite di escursionismo

03/06/20 - Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani - abaandrea
Giro ad anello salendo da Milani di Forno per percorso normale, discesa dal versante est(verso Mares) fino al termine del primo tratto in discesa (piano della Pessa). Si scende per tracce a sud-est (d [...]
03/06/20 - Ferra (Monte) da Sant'Anna per il vallone di Reisassa - test95
Giornata relax x recuperare le fatiche dell'oronaye. Itinerario molto diretto e remunerativo nella magnifica cornice della valle varaita unico neo l'erba alta nel tratto di passaggio sopra la borgata [...]
03/06/20 - Andolla (Passo e Rifugio) da Cheggio - rolly52
Bellissimo luogo che ho scoperto oggi . ci sono alcuni nevai da attraversare , l’ultimo salendo e’ decisamente ostico poiché crollato ai bordi( fa uno scalino assai disagevole) Rifugio in fase [...]
03/06/20 - Barel (Auta di) da Pontebernardo, anello per il Colletto dei Becchi Rossi - lonely_troll
E' veramente strano che una mulattiera cosi ben costruita e panoramica, larga quanto una stradina di campagna, sia stata completamente dimenticata. Dopo molti anni da quando l'ho percorsa in discesa a [...]
02/06/20 - Santanel (Lago) da Piamprato, anello per il Lago Teppon - alfonsom
saliti al Lago secondo la relazione. In discesa siamo passati per le Gr. Marmotta e volevamo scendere percorrendo vecchio sentiero sulla destra orografica del torrente. Ci sono ancora dei segni ma le [...]
02/06/20 - Aver (Becca d') e Cima Longhede da Champlong, anello per Ronc e il Col des Bornes - enri61
Splendida escursione molto panoramica.Percorso bello tra sentieri in ordine e ben evidenti , e ampie dorsali. Lasciata la macchina all'area picnic di Champlong (1645) , preso la poderale fino al Col [...]
02/06/20 - Lunella (Punta) da Prarotto per Rocca Patanua - sheislorena
sentiero sempre ben segnato, gita più faticosa del previsto. non c'è acqua durante il percorso! è necessario prenderla al parcheggio iniziale di prarotto. presenza di nevaietto lineare (senza ghi [...]