Gias dei Laghi (Testa) dal Vallone di Rio Freddo

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Non si parte dal bivio quota 1.640 come suggerirebbe la descrizione dell'itinerario, bensì dal park sotto la diga, quota 1.130 circa. Il dislivello attuale è quindi di circa 1600 metri per 21 km a/r.
Portage di circa 20 minuti, poi si possono calzare gli sci con qualche gava-buta. Al bivio del vallone di Aver ci si inoltra nel bosco fitto su un sentiero innevato ma ruvido che solo dopo circa 200 metri si apre in pendii più accessibili. Man mano che si sale il selvaggio vallone si scopre e regala scorci pittoreschi. Bella la parte alta; qualcuno di noi è salito diretto sotto la vetta, altri per la spalla di sinistra. Buone tutt'e due le alternative che portano in vetta sci ai piedi. Scesi direttamente sotto la vetta nell'evidente canale, con neve primaverile molto bella e divertente sin sotto i laghi. Nella parte media, stando sulla destra orografica si incontra ancora farina pesante e marcetta divertente.
Nella parte bassa, per evitare l'ostico sentiero di salita, difficilmente sciabile, bisogna fidarsi delle tracce di discesa presenti che stando alte sulla destra si inoltrano nel bosco a cercare pendii raccordati da rampette che, sia pure con qualche equilibrismo, consentono di scendere sino alla stradina di fondovalle senza togliere gli sci.
Stradina scorrevole in discesa, fin quando c'è neve.
Gita interessante soprattutto nella parte alta che alza parecchio la media delle stelle di sciabilità.
Parecchia neve sugli itinerari intorno; dirimpetto, la testa delle Novelle (metto foto) ci è parsa ancora raccordata ma un po' magra.


Oggi con lo zoccolo duro canavesano, ben rappresentato da Bru, Pier, Gianca e Guido

Arrivo in vetta
Vallone di salita e versante opposto
Dalla vetta verso Sant'Anna
Vetta sullo sfondo e canale di discesa
Condizioni verso Testa delle Novelle

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema fino alla diga Enel m.1130
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
A distanza di una settimana la neve è arretrata parecchio sopratutto nella parte bassa e costringe a partire a piedi calzando poi gli sci ben oltre la diga,neve continua da m.1400 circa,mentre invece meglio del previsto il tratto nel bosco dove si riesce a salire con gli sci.Parte alta bellissima senza difficoltà a parte lo zoccolo persistente dovuto alla neve recente (5/10 cm.negli avvallamenti )che non ne voleva sapere di staccarsi dalle pelli.Discesa su primaverile bellissima con la neve recente che non ha dato problemi ,breve tratto in farina prima di entrare nel bosco dove abbiamo fatto un tratto di sentiero a piedi causa alcune pietre affioranti,mentre nella stradina causa ora tarda la neve marcia ha richiesto un po' di esercizio di braccia. Ripello per salire i bei pendii fino alla quota m.2612 a fianco del passo Cairilliera.Gran vista sul gruppo di Rocca la Paur.
incontri : un francese in arrivo da Isola 2000 via col dei Morti e un altro scialpinista in cima in arrivo dal vallone di S.Anna.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita, azzeccata da Anto visto il forte vento da SW e la scarsa visibilità nelle vallate vicine. Partenza da S. Anna, 5-10' di portage (evitabile se si sta alti sulla destra dopo il ponte). Scarso rigelo (10 gradi alla macchina), anche se il forte vento ha mantenuto ottima la neve. Saliti al colletto con gli sci ai piedi poi alla cima traversando, scesi per 800m nel vallone del rio freddo per rivelare fino alla cima di nuovo. Discesa stupenda con sci ai piedi quasi fino alla macchina.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok fino a qt.1630 poi placche di ghiacco
attrezzatura :: snowboard
Con l'auto siamo saliti dopo la barra fino a qt 1630 circa poi ghiaccio vivo con 4x4 si potrebbe continuare.Portage fino a 1900 cioe' per tutto il fitto bosco,poi si ravana abbastanza sia in salita che in discesa nel tratto che porta al lago sottano 2136.Poi finalmente inizia la farina subito un po'ventata ma piu'si sale e piu' aumenta fino sotto il colle dell'Aver,da qui stupendo primaverile fino in punta alternato a zone con farina riportata.
oggi con Nella E Fabry che ringrazio per aver battuto,alla sua prima stagionale, dal lago sottano al colle dell'Aver.
Nessun incontro e nessun passaggio precedente,visto gente sull'Aver.


[visualizza gita completa con 15 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: altro
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 1548
quota vetta/quota massima (m): 2739
dislivello totale (m): 1191

Ultime gite di sci alpinismo

17/03/19 - Peroni (Rocca) da Chialvetta per il Canale Nord - mavik
Abbiamo ritenuto il canale poco sicuro avendo notato placche da vento significative. Fermati a metà canale abbiamo deciso di scendere a malincuore. Altri prima di noi forse il giorno prima si erano f [...]
17/03/19 - Traversata passo Pasche´ - bomber
Bellissima traversata senza nessuno in giro. Caldo per il periodo pero´ mitigato dal vento mai forte se non a raffiche in forcella. Discesa su polvere leggermente lavorata dal vento e via via piu´ p [...]
17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - f.gulliver
Gita magnifica, che abbiamo pure allungato per errore di itinerario (saliti fino al Questa, poi traverso e discesa fino al lago di Valscura, da qui salita evidente). Utili i ramponi per la cima. In di [...]
17/03/19 - Corborant (Cima di) da Besmorello - cuccimaira
Gran gitona e grande ambiente! Come già ben recensito da MAX 64 che saluto aggiungo qualche notizia dal bivio del Laris in poi. La neve su questo itinerario si presenta un pò più lavorata dal vent [...]
17/03/19 - Content (Bric) da Chialvetta - Castel
Si parcheggia sulla strada presso Viviere. Neve a meno di cinque minuti dall’auto. Sulla strada tre o quattro brevi togli-metti. Saliti e scesi sull’itinerario per il Passo Scaletta per godere di [...]
17/03/19 - Pè de Jun (Testa) da Grangie - skeno
Saliti dalla normale (data la poca neve ultimo pezzetto a piedi) e scesi sul vallone opposto esposto inizlamente a sud est e poi a nord est. Neve primaverile quasi sempre ben sciabile, ultima parte lu [...]
17/03/19 - Jafferau (Monte) - Monte Vin Vert da Bacini Frejusia, traversata con discesa per la Valfredda - HHEB
Preso impianti fino in cima alla seggiovia BAN (14 euro per un'ora di biglietto, gli impianti hanno aperto alle 8,50). Arrivati in cima al jafreau alle 9,45 (15-20 min a piedi dall'arrivo dell aseggio [...]