Pissousa (Cima) da Valdieri per Madonna del Colletto

Da Valdieri al santuario esistono 2 sentieri entrambi segnalati, quello di destra più ripido e diretto. Dal santuario in poi, seguendo sempre i bolli gialli e gli ometti (tanti) ora il sentiero è tracciato fino alla vetta. Visuale migliore che dal vicino Saben.
Se poi si vuole fare un po' di boschismo (come me) si tralascia il sentiero a si continua sulla cresta in discesa che entra nel bosco e con una lieve traccia raggiunge il roccione chiamato Croce del Pissousa (quota 1538) dove comunque non c'è nessuna croce attualmente. Da qui per tornare a Madonna del Colletto si scende a destra nel bosco (dicesi ravanare...)fino ad incrociare il sentiero di accesso quasi alla stradina con catena. Tanta gente a Madonna del colletto, nessuno in vetta.
Monte Matto
cima croce del Pissousa

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Strada sostanzialmente pulita fino alla Madonna del colletto
Partiti dalla Madonna del Colletto, sentiero non sempre evidente ma stando un po' attenti si trovano un po' di bolli gialli anche se ogni tanto sono nascosti dalle foglie secche. Poche chiazze di neve sui versanti in ombra.
Oggi molto caldo ma piacevole permanenza in quota in compagnia di Aessandro e Cristina che saluto.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: si arriva a Madonna del Colletto, strada pulita ma solo da Valdieri, ghiaccio da Festiona
Partendo da Madonna del Colletto è una gitarella da 2 h a/r, conviene allungare un po' partendo da Valdieri secondo me.
Sentiero bollato di vernice gialla abbastanza intuitivo, a tratti ripido. Solo in una zona dove il bosco ha alcuni larici caduti il sentiero si perde, io ho sbagliato e sono salito su dritto per il ripidissimo pendio, invece occorre continuare sul traverso fino a raggiungere la dorsale ovest; da qui per tracce sempre con forte pendenza si arriva alla spalla erbosa dell'anticima. Da qui seguendo i bolli nel bosco si arriva presto alle roccette della cima, un po' friabili e che richiedono un minimo di cautela, specie ci fosse neve o ghiaccio (ma in questo caso la gita non è consigliabile).
In cima tre ragazzi intenti a comunicazioni radio con attrezzature varie. Io sono arrivato qui dopo essere partito da Valdieri ed aver salito il Monte la Piastra, 40' da Madonna del Colletto con un po' di ravanamenti.


[visualizza gita completa]
Bella e veloce gita vicino a casa ad una cima poco appariscente e scarsamente frequentata,la Pissousa appunto.Sentierino e tracce abbastanza semplici da trovare e seguire,parecchi bolli gialli e ometti lungo il percorso.Bel panorama dalla cima(a dire il vero molto simile a quello che si può ammirare dal vicino Saben) oggi un pò limitato dalla foschia presente.Temperatura parecchio alta....visto una vipera poco dopo la partenza dal santuario.
Salita effettuata con Buck e la compagnia dei miei genitori.
Personalmente penso sia una gita da riservare nel periodo autunnale...e forse rimarrebbe più completa partendo direttamente da Valdieri e seguendo il sentiero fino a Madonna del Colletto.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Rapida gita integrata da interessanti osservazioni naturalistiche (ricca fioritura di cui allego qualche foto). Il sentiero è stato reso più visibile da ometti e tacche di vernice gialla; in particolare, rispetto alla descrizione dell'itinerario, là dove scrivevo nel 2011 "A questo punto seguono due vallonetti erbosi delimitati nettamente in alto dal bordo del bosco; da questo punto in poi il sentiero non è più visibile se non in traccia qua e là....", le tacche gialle invitano ad entrare nel bosco evitando così il ripido traverso sull'erba. Sulla Spalla SO di q. 1657 è stato eretto un grande ometto di pietre. Nessuno sul percorso.

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: ottima strada asfaltata sino al colle
Anche se non conoscevo questa zona con una descrizione così dell'itinerario non ho avuto nessun problema ad arrivare su.L'unica difficoltà è stare in piedi in discesa perchè è tutto secco e scivoloso.Utili i bastoncini.Giornata spaziale con un caldo persin inquietante.Visto purtroppo passare numerose volte il canadair per spegnere incendi sopra Aisone o Demonte.

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: ok
Partito da Valdieri per allungare il percorso, salendo alla Madonna del Colletto sui vari tratti di sentiero che tagliano la strada. Molte nuvole in alto e visibilità nulla sulla cima, che ho intravisto quando sono ritornato alla chiesetta. Gitarola mattutina godendomi i colori autunnali,,,peccato per il panorama..
Alcuni camosci sulla cima.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Itinerario breve ma non banale,con pendii ripidi ed esposti.Il panorama dalla cima è favoloso
Mi mancava ancora questa cima per completare la displuviale Gesso/Stura e ancora una volta devo ringraziare Gianpiero 56 per la precisa descrizione del percorso,altrimenti di non facile identificazione.Pochi ometti di pietre,ma nei punti giusti,alcuni li ho rifatti io salendo.Questa cima non ha nulla da invidiare alla frequentatissima Saben,ma è assai poco conosciuta dagli escursionisti.Salendo ho incontrato un bel gruppo di camosci ,subito spariti nella faggeta ,senza darmi il tempo di fare una foto.La giornata al mattino era stupenda,con temperatura fresca e cielo terso.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Bella gita da effettuare tranquillamente in mezza giornata.
I colori autunnali sono stupendi! peccato la vista dalla cima velata per via della foschia...
seguire bene le indicazioni fornite perchè non difficile prendere il sentiero sbagliato, attenzione agli ometti in salita e discesa. Noi abbiamo sbagliato strada durante la discesa e abbiamo girovagato per una decina di minuti nella faggeta prima di orientarci e ritrovare il sentiero.
un grazie a Giacomo per la compagnia e la bella mattinata!


[visualizza gita completa]
Dopo aver pestato neve per ore e ore il giorno prima sul Ray, avendo una manciata di ore a disposizione, ho scelto la vicina (almeno per me….) Pissousa dove la neve praticamente non c’è più. Veramente bella la strada sterrata, coperta da un tappeto di foglie, senza neanche una pietra; anche il sentiero è comodo, poi, da dove finisce in avanti ci si arrangia ma, se si ha visibilità, non c’è nessun problema perché il percorso è ovvio. Panorama un po’ guastato dalla foschia, però il sole c’era. Ho eretto un ometto in un punto strategico dove si potrebbero avere dei dubbi sul percorso e ne ho risistemati altri due sul costolone. Nessuno in giro, grande pace, colori autunnali meravigliosi. Gita consigliabile

[visualizza gita completa con 12 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 19/05/13 - enzo51
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: segnavia bianco-rossi fino a Madonna del Colletto, poi tacche gialle e tracce
    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 774
    quota vetta/quota massima (m): 1673
    dislivello salita totale (m): 900

    Ultime gite di escursionismo

    19/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - rolly52
    Confermo l’ottima valutazione di questa gita, tutta su sentieri piacevoli e ben tracciati.Peccato per il momentaneo annuvolamento appena giunti in vetta. Lunghetta nel complesso ma poco faticosa.
    19/02/20 - Santa Cristina (Monte) da Bracchiello per el Senté dla Scalinà - parinott
    Diversi alberi caduti sul sentiero 261, il Cai di Lanzo ha previsto a Marzo l'intervento di pulizia, comunque ben segnalato da bolli B/R. e cartelli ai bivi. Molto meglio dai Monti di Voragno a S.Cristina.
    19/02/20 - Croce dell'Ubacco (Monte) da Moiola - klaus58
    Fatto il solito giretto mattutino salendo per la strada asfaltata, prima il monte Croce dell'Ubacco, poi punta Il Bric e il boscoso Saret Alto, scendendo dai tetti Masuè per il tracciato MBK con un s [...]
    18/02/20 - Frassati (Poggio), da Graglia per il Tracciolino e traversata a Oropa - brunello 56
    Gran gitona, all’arrivo ad Oropa erano 30 km con un 1500 m di dislivello, con 8h abbondanti di cammino. Ma ne valeva la pena. Non conoscevo il Tracciolino e volevo percorrerlo, anche sapendo che sa [...]
    18/02/20 - Artondù (Cima) da Tetti Gallina per il Bric della Ciarma, anello per Meschie - lonely_troll
    Una passeggiata alle pendici della Besimauda con salita per un percorso dimenticato e attualmente riportato solo da OpenStreetMap. Pochi brevi tratti di neve dura ma non scivolosa che non danno fastidio.
    16/02/20 - Corte Lorenzo (Cima) da Bracchio - chit.scarson
    Le poche chiazzette di neve residua dove non batte il sole i cresta non infastidiscono. Tutto il catename è in ordine.
    16/02/20 - Scopel (Bivacco) da San Liberale - lancillotto
    Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]