Ardena (Pietra) da Garessio

note su accesso stradale :: strada ghiacciata al mattino.Piazzola alla partenza innevata e ghiacciata,parcheggiato circa un km.prima verso Garessio
Alla partenza non ci sono indicazioni ma iniziano dove arriva il sentiero da Garessio La TRinità,altro punto dove si può partire.La stradina è a tratti innevata e ghiacciata,soprattutto nella parte bassa,poi salendo diviene più pulita.IL sentierino finale è tutto pulito. Non un granchè dal punto di vista paesaggistico ma bel panorama dalla cima.
alla partenza
pietra ardena
inizio sentierino
ultimo tratto ripido

[visualizza gita completa con 4 foto]
Dopo aver salito il dirimpettaio m. Grappiolo per riempire un po' la giornata sono tornato dopo diversi anni su qusta bella cimetta che spicca arrivando da Ceva verso Garessio. Meno male che non ho fatto il sentiero...la stradina era pulita ma per il resto quasi tutte le piante, grandi e piccole, sono spezzate a metà o sradicate...dopo il vento ci devono aver pensato anche le copiose nevicate di quest'inverno a fare un simile disastro.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Noi siamo saliti partendo dal Ponte dei Corni sulla SP582 (la partenza coincide esattamente con il cartello di fine città sulla destra andando verso il colle San Bernardo) e siamo scesi dal percorso qui descritto.
Troverete dei cartelli lungo il percorso di salita ma fate affidamento alle frecce e alle tacche rosse, che vi guideranno sovente nei punti critici. Non fatevi spaventare dal fatto che il sentiero non sia in perfette condizioni (molto rovinato dalle acque nella prima parte e qualche pianta di traverso nella parte che precede l'arrivo in cresta) ma se seguite i segni rossi (anche quando sembrano portarvi nel nulla) arriverete in cresta dove troverete un cartello e una X rossa segnata su un grosso castagno.
Da qui NON scollinate e prendete a destra in direzione della vetta;il terreno diventa roccioso e la vegetazione si fa più rada, ma seguendo le tacche rosse tra le rocce arriverete ai resti di trincee che precedono lo strappo finale che vi porterà sulla vetta e alla grande croce.
Per la discesa abbiamo optato per l'anello (facendo l'itinerario descritto qui), quindi arrivati ai resti della trincea abbiam tenuto la destra (scritta Strada su roccia) e seguendo le tacche rosse (attenzione a non scendere troppo) abbiamo attraversato verso destra passando tra blocchi rocciosi e giungendo al Ripetitore.
Qui abbiamo seguito fedelmente la strada (non preoccupatevi se vi sembra andare troppo a sinistra) e seguendo le indicazioni Garessio - Santa Trinità sulla segnaletica verticale siamo giunti dopo lungo percorso allo stabilimento delle Acque san Bernardo dove seguendo Via Rovere siamo arrivati sulla SP e in breve all'auto.
Gita per gli amanti dei percorsi non troppo battuti, da farsi sicuramente in autunno o inizio primavera. Peccato che il tempo non abbia permesso di vedere appieno il panorama sui monti circostanti...ma difficilmente torneremo per una seconda opportunità :-D
Le idee oggi erano altre ma visto il meteo un pò così ci siamo dirottati su questa cima, che ci ha permesso di fare un buon allenamento in vista di gite più impegnative.
Classica punta da "una volta e prù"
In ottima e splendida compagnia della @.


[visualizza gita completa con 1 foto]
La situazione meteo di oggi non permetteva grandi gite,abbiamo allungato un po' il percorso seguendo il sentiero verso il Galero.
Ritorno in Val Tanaro per salire questa modesta ma panoramica cima accompagnati da 2 simpatiche ,ma un po' invasive caprette ci hanno seguito fino in cima .Visto che era ancora presto e il tempo teneva,abbiamo proseguito verso il Galero,giungendo fino al Bocchino delle Meraviglie,poi ci raggiunto la nebbia e una pioggerella fine,che ci ha invitato a ritornare sui nostri passi.Va bè ,per oggi non si poteva pretendere di piu'.Un saluto alla compagnia odierna:Germano,Franco,Angela e Amalia


[visualizza gita completa con 5 foto]
salito dal primo tornante della s.p. colle s.bernardo. sbucato (sentiero) al colletto pennino quindi da li in vetta da sud. tornato al colletto allungato il percorso x bocchino meraviglie al bric della penna (1375m,molto panoramico).ritorno per stesso percorso.

[visualizza gita completa]
Visto il pochissimo tempo a disposizione ed il dover passare da Garessio, abbiamo fatto una velocissima puntatina a questo balcone panoramico, anche come scusa per... sondare il sottobosco... Con Manu.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 590
quota vetta/quota massima (m): 1100
dislivello salita totale (m): 510

Ultime gite di escursionismo

20/06/19 - Gerbonte (Monte) da Creppo - daniele64
Percorso più impegnativo del previsto , per lunghezza e dislivello . Sentiero principale evidente ma segnaletica discontinua : prima parte con cartelli indicatori agli incroci e rade frecce bianco ( [...]
20/06/19 - Lausetto (Cima del) dal Ponte della Vagliotta - giody54
E' una gita appagante ,facile ,ma lunga e faticosa sia per il notevole dislivello(1570m) ,che per lo sviluppo che si avvicina ai 20 km.Oggi la giornata era splendida ,con brezza in cima.C'è ancora qu [...]
19/06/19 - Arzola (Monte) da Posio - laika58
Oggi una bella gita nelle nostre valli in compagnia del gruppo CAI Senior di Ivrea - Partiti come da itinerario da Posio e risaliti lungo il ripido sentiero nel bosco sino a giungere nei prati in vist [...]
19/06/19 - Piutas (Monte), Rocca delle Sommette, Rocca di Cairi da Grange Selvest, anello - muncamapa
19/06/19 - Bersaio (Monte) da Sambuco per il Vallone della Madonna, possibile anello - rolly52
Ridiscesi dallo stesso itinerario di salita. Gran bel percorso, perfetto per questa stagione, ricco di fioriture e panorami mozzafiato. Ambiente dolomitico e sentieri ingaggiosi ma mai spaccagambe. [...]
19/06/19 - Diavolo (Monte del) e quota 2431 m da Campiglia Soana, anello per San Besso e Colle Balma Arietta - guido5470
Bel giro con nuvole vaganti ma senza pioggia. Evitato il monte del diavolo, prati verdissimi e fioriti, camosci e marmotte. Un plauso a chi ha segnato ex novo il sentiero di discesa dalle grange.
19/06/19 - Ghicet di Sea e quota 2757 m da Pian della Mussa - mario-mont
Neve quasi continua da quota 2500 m circa. Il che ci ha fatto pensar bene di salire prima del colle, su pendii ripidi ma puliti , raggiungendo la quota 2733 della cresta, un po' dopo la puntina vicino al colle.