Baraccone di San Giacomo (Punta del) da Giordano

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Ok a Bout du Col
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partito con il dubbio tra Baraccone e Cerisira alla fine incontro per strada due amici, decidiamo di scendere uno dei canali della Gran Guglia, quindi, per comodità (e anche un po' per estetica, visto che il Baraccone è molto carino sia al colletto che verso la cima vera e propria), puntiamo dritti alla conca che separa Baraccone e Gran Guglia! Non la raggiungiamo ma tagliamo decisi a sinistra entrando in un canalone che conduce con buone pendenze alla dorsale che ci separa dal pendio classico che sale al colletto, nostra meta. Così facendo evitiamo di perdere metri per poi risalirli poco dopo e con un traverso comodo dalla dorsale giungiamo al colletto. Da qui saliamo in cima passando dalla crestina rocciosa, aggiriamo i primi metri salendo su neve più comoda per poi passare alla roccia gli ultimi metri.
Dalla cima vedendo il biliardo verso il Lago Verde ci buttiamo sul bel pendio, neve dura ma con ottimo grip! Arrivati nella conca, senza raggiungere il rifugio risaliamo velocemente al colletto della Gran Guglia per scendere il canale di sx ancora in buone condizioni (h 10.45 circa) anche se iniziava a mollare parecchio! Entrangolou ancora ottimo fino al fondo poi mezz'oretta a piedi per tornare alle auto!

Partenza con nessuno in giro, al ritorno parcheggio popolato! Un saluto agli amici incontrati durante la giornata, anche con il doveroso rispetto delle distanze fa piacere non essere da soli in montagna!

Sul dosso prima del traverso, la cima sullo sfondo
Attacco nevoso per la cima
Salendo alla cima del Baraccone, molto estetica nonostante la lunghezza esigua
Il Bric Bucie dalla cima
Discesa lato Lago Verde
Risalendo al colletto con il Bucie sullo sfondo

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Si arriva in auto fino a Bout du Col
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Anche se non abbiamo raggiunto la cima inserisco la relazione ugualmente, siamo arrivati fino a circa 2600 m quando abbiamo preferito fermarci a causa della scarsa visibilità (e per il fatto che avevo con me la mia ragazza alla sua seconda gita di sci).

Si arriva bene a Bout du Col dove bisogna portare gli sci per pochi minuti, si sale agevolmente (oggi grande affollamento) su neve che cambia consistenza man mano che ci si alza. Il nostro gruppo si è diviso in due, alcuni hanno tentato la Cima del Baraccone mentre altri sono saliti prima alla Campana e successivamente al Colletto della Gran Guglia. In entrambi i casi mi hanno detto che non si vedeva nulla e la neve era pesante ma abbastanza ben sciabile. In effetti anche noi da 2600 fino praticamente alla fine abbiamo trovato una neve discreta.

In discesa la strada era in parte sgombra di neve, si portano gli sci per una 50ina di metri di dislivello per tornare alla macchina.

Nel complesso, tralasciando il meteo, per essere maggio le condizioni sono buone.
Con Sara + tutto il gruppo dei Pinerolesi (non li nomino tutti perchè eravamo davvero tanti!)

Incontrato diversi diretti ai canali della Gran Guglia!


[visualizza gita completa con 5 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
si arriva in auto a bou du col, poi di li innevamento abbondante fin in cima , molta gente in giro, con omar su una cima che mi mancava, sceso un pezzo e risalito a( sunè la cioca), discesi lungo la gorgia sulla verticale dei canali, poi leggero portage , x rientro. birra e a casa x ripartire x i monti con fam.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si sale fino a Ribba, ma tra qualche giorno si arriverà quasi a Bout du Col
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Breve portage da Ribba a Bout du Col seguendo la mulattiera che sale diretta. Sci scende con gli sci comodamente a Bout du Col.
Neve dura e trasformata per tutto il percorso data la temperatura rigida: Le condizioni sono spettacolari in tutto l'anfiteatro della Resiasso, dalla Cerisira alla Gran Guglia. Oggi siamo risali al colletto della Guglia e scesi nel canale di destra, anche questo in buone condizioni. Vento a tratti ma non fastidioso.
Con Claudio con cui ho condiviso questa bella mattinata.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: in auto fino a 10 min da bout du col
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita, con meteo migliore di quello che ci aspettassimo e neve tutto sommato onorevole.
Lasciata l'auto lungo la strada (a 10 min da Bout du Col) si portano gli sci fino alla catena, poco dopo il bivio, poi innevamento al limite in basso e un po' più consistente in alto, ma non così abbondante a mio parere, se non dopo il 2500 mt (alcuni brevi tratti scoperti alle barricate).
Lo scarso rigelo notturno ha consentito una salita agevole (no rampant) ma ha compromesso in parte la bellezza della discesa.
Parte alta da 4* grazie alla neve portante (coperta da una bella spruzzata di fresca), parte centrale non più di 2* perché si sfondava parecchio, parte bassa 3* con neve marcia facilmente sciabile.
Noi siamo scesi ancora lungo la strada, ma siamo agli sgoccioli, a breve sarà di certo conveniente il canalone...
Un saluto e michele e silvia, uniche presenze umane incontrate oggi!

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Senza problemi a Bout du col
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
In salita portage fino all'Etrangoulu, poi neve continua fino al colletto. Salita alla cima per roccette, bel panorama. Dopo 200 m. di discesa su bella neve compatta, siamo risaliti al colletto della Gran Guglia per scendere il canale di sx. La gorgia ė al limite. Con Francesco, un saluto a Podina e Mark con cui abbiamo condiviso parte della gita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulito fino alla Grangia
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partito ultimissimo. Per fare piu' in fretta son salito sci in spalla fino all'Eitrangolou. Ma qui mi sono arenato, xche' senza ramponi dimenticati a casa era troppo duro x i miei gusti. Perso mezz'ora a cercare in su e in giu'un posto meno ripido x passare.Stupidamente e inultimente. Tornato sui miei passi ho messo sci e coltelli e in un attimo son passato. Poi piu' nessun problema fino al collettino finale, il punto sciistico piu' alto a sx della vera vetta.
Quantita' neve : da 0/5 a 2/5 fino all'Eitrangolou, poi 3/5
Qualita' neve : 4/5 dalla cima fino all'Eitrangolou , poi 2/5
Giudizio complessivo 5/5, gita molto bella , dal verde splendente attorno al laghetto sopra Bout da col al bianco ancora candido dei pendii ancora discretamente innevati.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Saliti a Bou du Col
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora ottime condizioni della neve che ci hanno concesso una bella discesa. Con Chef Paulin, Ivana e Paola.
.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono fino a bout du col
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: snowboard
Ampi spazi sereni in mattinata, più nuvoloso nelle ore centrali. Si arriva bene in auto a Bout du col, ancora un po' di fango e slalom tra buche. Salita su neve dura, buon rigelo, ramponi molto utili sul traverso, poi tenuti per comodità. Dal ripiano sotto la G.guglia seguita sulla sinistra la gorgia centrale, poi su dritto fino a un bel colletto posto a sinistra di un'elevazione da cui si domina anticima con campana e cima della Gran Guglia. Negli ultimi 50m neve sfondosa e traverso per l'uscita un po' laborioso.
Scesi 150 m e risalita verso il Baraccone (non sapevo che cima fosse), attirato dagli splendidi pendii trasformati. Neve che inizia a mollare in superficie e che rende veloce l'uscita su un dentino appena a destra della vetta.
Discesa splendida su neve liscia e perfetta, pendii regolari e ampi. Breve traverso per riportarsi sopra il gorgione, qui un po' di ondulazioni ma visto l'ammorbidimento nessun problema, di nuovo gran curvoni appena fuori. Dopo il pianoro seguito direttamente il canale valanghivo fino al piano, solo la parte centrale (per alcuni metri) ha una placca di neve dura su cui puntualmente ho fatto un volo.. Si arriva al piano su bella marcetta, giusto per accorgermi che ho mollato le ciapsole, portate a prendere aria, sotto un larice poco oltre l'Eitrangoulou.. Cambio d'assetto e risalita, e ancora qualche curva, stavolta sui pendii attorno al sentiero estivo. salut!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: lasciata auto a Ribba, ma si procede più avanti, poco dopo il tornante
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Gita piacevole e tranquilla. Portage poco dopo Bout du Col. Neve portante, buono il traverso dell' Etrangolu; oltre innevamento ottimale. Saliamo due canali, che non promettono bella neve a scendere, poi sempre portante. Saliamo i belli e lisci pendii della Cima Est (poco più bassa della principale, ma sciistica sino in cima). Usati i rampant negli ultimi 250 m di dsl. Discesa alle 11,30. I primi 350 da sballo, poi 250 m sfondosi ma con qualche tratto accettabile, infine la primaverile. Scendiamo l' Etrangolu che è in ottome condizioni e divertente. Lingue di neve ci portano ancora un po' avanti e poi sci in spalla da 1730 sino a Ribba.
Bella compagnia, con Elena, la giovanissima Giulia, AlbertMorin, il Vindro, PaoloKast. Un saluto a Mark, incontrato al bar di Villar Perosa.
Scialp alla Ceresira, Gran Guglia e da qualche altra parte, come i camosci.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si sale fin quasi al Bout du Col
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni super con una spolverata di farina su fondo duro nella parte medio alta e trasformata nel canale in basso. Si parte con gli sci ai piedi dall'inizio della mulattiera del col d'Abriès. Cielo sereno e visibilità illimitata.
Con Elio, Michela e Walter tutti molto soddisfatti della giornata.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva a 500 m da Bout du Col
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Altra bella gita di fine stagione, in auto si arriva senza problemi circa 500 m prima di Bout du Col, poi la strada è bloccata da alcune frane. Partenza intorno alle 7.20, da Bout du Col si cammina ancora 10 minuti sulla stradina prima di mettere gli sci (in totale circa 20 minuti a piedi). Da lì in poi innevamento continuo fino in vetta; grazie alle temperature piuttosto basse, il rigelo notturno è stato ottimo anche in basso. Nella parte iniziale abbiamo seguito il sentiero estivo fino all’uscita del bosco. Abbiamo messo i coltelli prima di affrontare il traverso e li abbiamo tenuti fino in cima visto che anche l’ultimo pendio è parecchio ripido e con neve durissima…con queste condizioni li ritengo praticamente indispensabili!
Arrivati in vetta all’incirca alle 11, anche se in realtà quella che abbiamo raggiunto non è la vera cima, che è un po’ più spostata verso Ovest e di circa 20 metri più alta. La foto che accompagna la relazione è sbagliata, va presa come riferimento quella postata da GIORGIOBI. In ogni caso ai fini della sciata cambia poco perché il pendio sceso da noi è davvero bellissimo e con pendenze abbastanza sostenute (30° circa). Discesa iniziata alle 11.45; nonostante l’ora nella parte alta la neve non ha mollato niente ed era ancora un po’ troppo dura…il pendio comunque è un biliardo spettacolare, se avesse mollato un po’ sarebbe stato da sogno!!! Da sotto la campana della Gran Guglia neve un po’ più morbida e divertentissima; nei giorni scorsi deve aver piovuto fino a circa 2.500 metri e quindi ci sono alcune rigole che però non danno troppo fastidio. Anzichè seguire il percorso di salita siamo scesi dal canale dell’Eitrangoulou, che è ancora totalmente innevato fino al fondo anche se un po’ svalangato e quindi in condizioni non perfette. Raggiunto il torrente si scende ancora con gli sci fino a quota 1.800 m circa, a circa 15-20 minuti da Bout du Col.
Bellissima gita in ottime condizioni, secondo me sarà fattibile ancora per parecchi giorni. Parecchia gente in giro, un gruppo sulla Cerisira e un altro che hanno bissato il Baraccone con il canale di sinistra della Gran Guglia, che non sembra in grandi condizioni in quanto parecchio svalangato…le loro tracce però non sembravano così male!!!

PS: incredibile ma vero…gli impianti di Prali erano ancora in funzione!!! Non so fino a quando saranno aperti né quanto costa il giornaliero, ma se dopo la gita volete concludere in bellezza la giornata con un pomeridiano in pista potete informarvi!!!


[visualizza gita completa con 9 foto]
note su accesso stradale :: strada aperta fino a Ribba
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti al Baraccone (la foto qui presente è errata,la punta è un roccione più a dx - ultimo tratto un pò delicato), scesi fino alla Gran Guglia. Sceso il canale di sx. Al fondo altra risalita di nuovo fino alla Gran Guglia e sceso il canale di dx. Farina compressa nei canali, lisciata dal vento. Fuori il sole ha ammorbidito la dura crosta del mattino, rendendola divertente.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Ho fatto lo stesso giro di blex, con grande soddisfazione per ambiente e itinerario. La qualità della neve nel canale non è perfetta, ma in ogni caso è stato divertente scendere. Forse per l'ambiente ci starebbero anche le 4 stelle.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Nell'insieme una bella gita,le 3 stelle solo perche,rispetto a 2 giorni fa(relaz. precedenti non mie),oggi si portano gli sci per circa 150/200mt di dsl.,fino al primo pianoro con il laghetto.Saliti a una cima a sx del Baraccone scesi fino al colletto e risaliti alla base della Gran Guglia.Scesi su ottima neve nel canale nord,un po grumosa ma per niente fastidosa.Alla fine del canale siamo scesi sul fiume fino a sotto.Oggi un po al limite,se continua questo caldo dura poco.con Matteo

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Ribba
attrezzatura :: scialpinistica
Visto le buone condizioni descritte da Guidox, ritornato a distanza di pochi giorni in questa zona. Bella discesa, sui versanti nord / ovest dove il sole non scalda molto nelle ore calde si trova ancora buona farina, da quota 2400 circa, si passa direttamente a crosta portante poi neve trasformata nel canale di Entrangoulou. Qualche gava buta per arrivare a Bout du Col, un po’ di ravanamento fino a Ribba (alcuni ski alp hanno scelto la strada), ma ne vale ancora la pena.
In compagnia di Giacomo.


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a Ribba
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata spaziale per uno splendido concatenamento Baraccone di S. Giacomo + Cerisira con un dislivello complessivo di poco più di 1500m.
Temperatura sufficientemente fresca che ha mantenuto la neve recente leggerissima.
Un briciolo di ravanamento in salita fino a Bout di Col dove si calzano definitivamente gli sci. Passaggio dell'Etrangoulou in ottime condizioni. Saliti prima al Baraccone, poi discesa al bivio, ripellamento e salita alla Cerisira.
15 cm di neve impalpabile su crosta ben portante su entrambe le gite fino al traverso. Ottimo firn nel canalone sotto l'Etrangoulou, solo un po' svalangato sul lato superiore sinistro, e neve al limite sul piano ma che consente di arrivare con pochi gava-buta a Bout du Col.
Discesa a Ribba di nuovo ravanosa sul fondo del torrente ma con qualche peripezia si arriva all'auto con gli ai piedi.
In splendida compagnia di Franco, Giovanni e Marco.
Nessuno in zona, tracce (tante) quasi solo sui canali della Gran Guglia.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva a 1750 m
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita, con tre stelle piene e meritate e solo un po' di portage all'inizio, normale per questa stagione. La neve ha tenuto benissimo anche se siamo scesi verso mezzogiorno. Nei canali in salita, ramponi direi indispensabili, con queste temperature.
Ottima gita di un gran bel maggio scialpinistico.
Con la compagnia dell'Afghanistan


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Bout du Col
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Anche oggi salendo la neve comincia da Freibugio mt 2130, ma scendendo si arriva al piano mt 1800. Portato gli sci fino a 2400m lungo il sentiero poi per i canali con ramponi fino a 2560. Di qui in su con gli sci.
Fermati alla Sella a 2860 1 ora ad aspettare che mollasse un pò. Discesa alle 11 perfetta. Il canale è scendibile ancora per un pò ed interrotto in un solo punto. Mezzora di marcia su tracce riportano a Bout du Col. Gente sulla Ceresira e molti sul canale destro della Gran Guglia.
Un saluto a Molalacorda, che è stato l'unico a salire in cima ed a Roberto F.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Discrete condizioni fino a Bout du Col
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata piuttosto bella con qualche nuvolone presso la punta e temporale dieci minuti dopo il ritorno alle macchine. L'anello è interessante per il percorso ma allunga di un'ora buona il tempo di salita al Baraccone. Discesa su neve perfetta su tutti i 1000m di dislivello dalla punta fino al canale finale che permette di scendere al Piano di Bout du Col con solo qualche disturbo di visibilità nei primi 200m che riducono il giudizio di una stella. Condizioni perfette e veramente rare a trovarsi per il Baraccone e tutta la conca di S.Giacomo. In ottime condizioni anche i canali della Gran Guglia. Mezz'oretta di portage in salita ed una ventina di minuti in piano in discesa.
Splendida compagnia di Flavio, Guido, Livio e Walter GSA-CAI Uget.
Un gruppo sul Baraccone da S.Giacomo e altri gruppetti su Cerisira e Gran Guglia.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: si arriva a Bout du Col
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
saliti fino alla sella q. 2860 appena sotto la punta che da qui si può raggiunge con finale alpinistico, gita penalizzata dal vento freddo che non ha consentito alla neve di mollare per bene.
Primo lenzuolo davvero ottimo,breve risalita alla campana della Gran Guglia giusto per vedere che scendere dal canale non era il caso e ritorno sui nostri passi.
Parte centrale neve durissima e per nulla liscia, canale del Eitrangoulou bello in alto poi di nuovo in neve dura.
Con Valter e Ilda, fine gita all'agriturismo di Giordano dove si sta proprio bene!

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: A duecento metri da Bout di Col
quota neve m :: 1800
Simpatico anello che sale alla punta del Baraccone passando dal Lago Verde.
Da Bout du Col si segue una traccia che traversa scendendo un pò lungo il bosco (neve interrotta da vari ruscelletti). Guadato agevolmente il torrente si risale il canale a Y ancora ben innevato e si sbuca nella bella conca del Fontanone.Si arriva in vetta lungo ampi pendii ottimamente innevati.
Discesa sontuosa su neve primaverile fino all' Eintrangoulòuu. Poi si percorre il bel bosco fino a Bout du Col su neve un pò marcetta ma ben sciabile.
Partenza alle 6.30, in vetta alle 10, all'auto alle 10.30.
Nessuno sul nostro percorso. Poche persone alla Gran Guglia.
Ottimo rigelo notturno al di sopra dei 2000 metri, ma il sole comincia scaldare.
Fanco Stillavato
Carlo Ravetti


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: con cautela fino al Bout du Col
quota neve m :: 1900
Arrivati sci ai piedi ad una sella a sx della vetta a 2860 c.ed è un bel posto per fermarsi!perchè avevamo del buon salame e acciughe e peperoncini che ha portato il mio amico Pinu'd Setu, il tutto innaffiato da vini bianchi e rossi e correzioni varie nel caffè.L'ambiente è stato surreale,neve invernale sotto un sole estivo.Discesa da sballo prima su farina poi su primaverile fino in fondo al canalone Eitrangoulou,bellissimo!C'era anche Jolie che ha recuperato bene la gita dell'altro giorno e... anche l'appetito!

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Comodamente a Bout du Col.
5 minuti ski in spalla poi neve continua fino in cima (se si passa per il sentiero si portano nella parte alta x 5 minuti). Salita nella nebbia fino a 2450 poi sereno alternato a nuvole. (fatto cima tra il baraccone e cerisira per paura del nebbione). Discesa da sballo nella parte alta su 2 cm di fresca su fondo portante. Raggiunto il grande Peter nella conca sotto la Cerisira, ripellato e in cima alla Cerisira per una seconda discesa stupenda da cima a fondo su neve vellutata con ottima visibilità. Ravanando un po' si arriva praticamente alla macchina!! 1 Giugno...5 Stelle... ;-))
Saluti al grande Peter Vintage che hoggi aveva un sorriso simile a quello di un bambino quando gli si presenta davanti un barattolo di nutella... :-))))))))))


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Arricchito questa gita gia' abbastanza lunga con la salita anche della Cerisira. Data la relativa distanza che la separa dal Baraccone, con un ora in piu' di sforzo da fare (noi muntagnin siamo abituati), il risparmio sta nel non dover ripercorrere di nuovo questo vallone solo per la Cerisira. E vi pare poco?

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1400
Lasciata la macchina a Giordano e percorso il canale x raggiungere Bout du Col (sulla strada vi son tratti senza neve).
Passaggio dell'Eitrangoulouu in discrete condizioni e poca neve nella parte mediana, raggiunto solamente la selletta 2860m a sx della cima. Neve pressata dal vento nella parte alta seguita da neve crostosa non portante sotto i 2000m.
Discesa complessivamente divertente x la ricerca della continuità di neve fra dossi e vallette.
Nota: Il percorso segnato sulla foto di Marco Colangelo è quello della Cerisira, il Baracun si trova + a dx sulla continuazione della cresta Nord che parte dalla Gran Guglia (vedi Valli Pinerolesi di E.Quero itin.N.22)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: si lascia l'auto prima di bout du col, non ancora raggiungibile
quota neve m :: 1800
semplicemente perfetta! neve primaverile favolosa dal primo all'ultimo metro. scendendo il canalino dell'eitrangoulou si scende sino quasi a bout du col evitando la parte piu' molle nel bosco. sceso alle 11. andate finche' potete.
foto e ulteriori commenti a breve su:
_colangelo

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: strada libera fino a Bout de Col
quota neve m :: 2000
In auto fino a Bout de Col. La neve inizia a circa 2000 m (pianoro dove si devia per Viafiorcia). Nella notte non ha gelato, ma la neve è risultata abbastanza sciabile, soprattutto nella parte bassa, dove era molle uniforme. Sono arrivato al colletto sciistico sotto la punta vera e propria.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1700
Sveglia antidiluviana per cercare di sfruttare il leggero rigelo notturno. Neve presente in discreta quantita' da Bout du Col. Salito con sci in spalla tranquillamente sino ai 2000, con crosta portante. Calzati gli sci e raggiunto l'imbocco dell'Eitrangoulou senza problemi. Sul ripido del passaggio, su placche di neve dura, ho provocato crepe di qualche metro quadrato di crosta poco gradevoli che mi hanno fatto desistere dal rischiare il passaggio. Peccato perche' l'innevamento sino in cima sembrava continuo. Primi metri di discesa alle 8:30 su crosta portante (un ora piu' tardi sarebbe diventata polenta.) Dai 2000 in giu' ho seguito le vecchie tracce dei ciaspolari che aiutavano la tenuta; al di fuori di esse, nevaccia insciabile. Morale della favola: itinerario ancora fattibile, sperare in rigelo piu' consistente.
foto e commenti nei prossimi giorni su:
_colangelo

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 31/03/12 - turialdo
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
    quota partenza (m): 1495
    quota vetta/quota massima (m): 2898
    dislivello totale (m): 1403

    Ultime gite di sci alpinismo

    27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
    Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
    26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
    Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
    26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
    Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
    26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
    Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
    Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
    Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
    25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
    Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]