Gardiole (la) dal Col du Granon

Oggi abbiamo effettuato una ricognizione CAI, per una prossima gita - Bellissima giornata soleggiata con solo alcune nuvole alte che non hanno impedito la visuale dei bellissimi panorami sulle cime Francesi della Barre d'Ecrins e sulle cime di confine con l'Italia - Partenza dal col du Granon, proseguito lungo il sentiero che con un lungo traverso a mezza costa porta sino al colle de Cibieres, di qui il sentiero sale ripido tra pietraie e macereti sino alla cima della Pointe de Gardiole, sormontata dai resti di una vecchia fortificazione - Panorami dalla cima a 360° straordinari su una moltitudine di vette, sui laghi d'Oule e sui laghi di Bristol e sulla piana di Briancon - Sciamo poi scesi lungo il ripido sentiero lungo la dorsale sino a raggiungere il colle d'Oule e proseguito sino al laghi d'Oule - Rientro al col du Granon lungo il sentiero che attraversa gli ampi pratoni e raggiunge la dorsale - Dal col du Granon visto che eravamo in ricognizione abbiamo risalito la stradina militare verso i laghi di Bristol sino alla Porte de Cristol, per rientrare poi nuovamente al col du Granon - Volevamo ancora curiosare la cresta di Peyrolle, siamo quindi risaliti alla vicina cima del Grand Meyret con croce e grande ometto, da dove la visuale ravvicinata sulla Cretè de Peyrolle, ci ha permesso alcune considerazioni - Incontrati diversi escursionisti prevalentemente francesi quasi tutti diretti ai laghi
Un saluto alle compagne di gita Matilde e Vincenzina

Fortino in cima alla Pointe de Gardiole
Foto di vetta
Panorami
Laghi d'Oule dalla cima
Laghi de Cristol dalla vetta
Vette della Barre d'Ecrins
Lago d'Oule
Cima del Grand Meyret
Ometto di vetta del Grand Meyret
Pointe de Gardiole vista dal Col du Granon

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: strada asfaltata ok
Partiti da quota 2170 su itinerario per la porte de cristol, deviato a destra per la gardiole. Giornata ottima e panorami quasi puliti. Scesi sul versante opposto inizialmente su sentiero e poi a sinistra guadagnando il colletto sottostante con ometto e da qui a vista senza sentiero puntando verso il lac rond de cristol. Dopo un lunga pausa a relax sul bordo lago risaliti alla porte de cristol e scesi in breve alla macchina. Giro un po più lungo con 800 m di ds e circa 9 km di sviluppo.
Con Lia e Paoletta.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Era da parecchio tempo che volevo fare escursioni in questo territorio e finalmente sono riuscito.
Semplice escursione in ambiente interessante, con poco dislivello ma egualmente soddisfacente soprattutto se si percorre il tour di cui alla descrizione del percorso.
Il lago è incantevole e tranquillo.
Parecchia gente sul percorso e soprattutto al lago famiglie e banbini che lo hanno raggiunto dal sentiero più semplice direttamente dal Col Granon.
Gita in solitaria con il mio fedele Flick che si è divertito tantissimo a rincorrere le numerose marmotte presenti in zona.


[visualizza gita completa con 7 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 2404
quota vetta/quota massima (m): 2753
dislivello salita totale (m): 349

Ultime gite di escursionismo

19/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - rolly52
Confermo l’ottima valutazione di questa gita, tutta su sentieri piacevoli e ben tracciati.Peccato per il momentaneo annuvolamento appena giunti in vetta. Lunghetta nel complesso ma poco faticosa.
19/02/20 - Santa Cristina (Monte) da Bracchiello per el Senté dla Scalinà - parinott
Diversi alberi caduti sul sentiero 261, il Cai di Lanzo ha previsto a Marzo l'intervento di pulizia, comunque ben segnalato da bolli B/R. e cartelli ai bivi. Molto meglio dai Monti di Voragno a S.Cristina.
19/02/20 - Croce dell'Ubacco (Monte) da Moiola - klaus58
Fatto il solito giretto mattutino salendo per la strada asfaltata, prima il monte Croce dell'Ubacco, poi punta Il Bric e il boscoso Saret Alto, scendendo dai tetti Masuè per il tracciato MBK con un s [...]
18/02/20 - Frassati (Poggio), da Graglia per il Tracciolino e traversata a Oropa - brunello 56
Gran gitona, all’arrivo ad Oropa erano 30 km con un 1500 m di dislivello, con 8h abbondanti di cammino. Ma ne valeva la pena. Non conoscevo il Tracciolino e volevo percorrerlo, anche sapendo che sa [...]
18/02/20 - Artondù (Cima) da Tetti Gallina per il Bric della Ciarma, anello per Meschie - lonely_troll
Una passeggiata alle pendici della Besimauda con salita per un percorso dimenticato e attualmente riportato solo da OpenStreetMap. Pochi brevi tratti di neve dura ma non scivolosa che non danno fastidio.
16/02/20 - Corte Lorenzo (Cima) da Bracchio - chit.scarson
Le poche chiazzette di neve residua dove non batte il sole i cresta non infastidiscono. Tutto il catename è in ordine.
16/02/20 - Scopel (Bivacco) da San Liberale - lancillotto
Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]