Antena (Punta 'd l' ) da Campiglia Soana

note su accesso stradale :: Nessun problema
Il sentiero che sale all’Alpe Antena, è stato recentemente risegnato con tacche di vernice bianco-rossa ed inoltre sono state infisse due paline segnavia, una a Campiglia vicino al cimitero e la seconda, poco prima della baita dell’Alpe S. Antonio; ai tre alpeggi sono state pure affisse le targhette gialle con nominativo ed altezza dell’alpeggio.
Partenza dalla piazza di Campiglia, cielo nuvoloso e nebbia bassa, giunti all’Alpe Brogliatto la nebbia si è diradata ed ha lasciato posto ad una bella coltre di galaverna, ma il cielo è rimasto grigio per quasi tutto il periodo. Grazie di cuore a Franco che ha accettato la proposta di chiudere l’anno a l’Antena, posto che mi fa sempre avere una stretta al cuore, in quanto la mia mente torna indietro di molti anni, quando la mia famiglia saliva col bestiame nelle estati del 1956/57/58. Riscesi all’Alpe Antena, dopo un piccolo spuntino di metà mattinata, sono partito alla ricerca del passaggio che usavano fare le capre per andare al pascolo; dopo una decina di minuti di ricerca nella pietraia a grossi blocchi, ho individuato la giusta via e siamo scesi ad incrociare quello che era il tracciato del sentiero di salita delle mucche; ovviamente le tracce di sentiero non ci sono più e anche oggi non ci siamo fatti mancare un breve tratto di ravanata nella bassa vegetazione, ma per noi, va bene così l'importante è riesplorare il territorio. Buon Anno a tutti i lettori di Gulliver!

Alpe S. Antonio
Verso i 1600 m. di quota, si giunge al Pian Ramatè
Ruderi dell'Alpe Brogliatto di sopra
Punta 'd l'Antena
Sotto il canale della Via Gervasutti alla Cima Fer
Oggi, rododendro stellato!

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: tutto ok
Bella chiusura d’anno all’Antena,anche oggi in discesa non ci siamo fatti mancare la dose di esplorazione nella ricerca di un antico sentiero rimasto memorizzato e ben impresso nella mente dell’Amico Blin malgrado i lustri passati siano vicini alla dozzina.
Un Grazie all’Amico Blin per questo 2015 pieno di soddisfazioni,Escursionisticamente parlando naturalmente.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Bella variante ad anello alla Punta ‘d l’Antena.
Con l’Amico Giuseppe.Gita corta ma impegnativa con salita dal canale terreno di gioco di Blin verso la fine degli anni 50,allora la Play Station non essendosi ancora evoluta aveva quattro zampe, coda e pelo, al comando del giovanissimo Blin il gioco consisteva nel radunare e riportare alla Baita strani animali coperti di lana, allora anche loro con quattro zampe, poi con l’evoluzione della specie si sono riprodotti esemplari anche con sole due zampe, ma senza lana.Tornando alla gita,pendio ripido fino alla Cresta,poi divertente e breve tratto con qualche passaggio esposto fino alla Cima.Discesa per l’Alpe Antena posta in una bella conca con davanti la bella parete della Cima Fer terreno di gioco del Fortissimo e altri bravi Alpinisti che ancora oggi non disdegnano cimentarsi su queste vie in un Alpinismo d’altri tempi.Ringrazio l’Amico Blin per questo bell’anello sulle “sue” Montagne.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Percorso un piccolo anello molto panoramico, salendo lungo la larga e piatta cresta est e scendendo poi sulla via normale per l’Alpe Antena. Nota dolente a riguardo della traccia di sentiero che a causa dell’abbandono dei pastori e alla molto scarsa frequenza dei gitanti e per contro la grande prolificazione dell’erba e degli arbusti, è sempre meno evidente ed in certi tratti quasi invisibile soprattutto nel tratto fra Brogliatto di sopra e l’Alpe Antena.
Salita mattutina veloce alla vicina Punta ‘d L’Antena, sfruttando al meglio la bella mattinata; mancavano pochi minuti alle 9 ed eravamo giunti in vetta, saliti lungo la larga e piatta cresta est ed il breve tratto finale su cresta a blocchi rotti; breve sosta per rapida colazione, poi visto che la Rosa dei Banchi aveva già il cappello nebbioso, siamo scesi veloci ed alle 11,05 siamo giunti all’auto eludendo la prevista pioggia. Un grande Grazie all’Amico Franco che anche oggi mi ha accompagnato su questa breve ma inedita variante di salita su pendii ripidi e fuori sentiero ma molto panoramici, di cui conoscevo solo la parte bassa per averli percorsi da bambino portando le pecore al pascolo, più di 55 anni fa.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Salito in compagnia dell'amico Mario-Mont che ha già relazionato per cui poco da dire di più.
Il sentiero è sì ancora ben rintracciabile, ma pochi ometti lungo il percorso e nessun segno di vernice.
L'erba molto sviluppata nel sentiero evidenzia il fatto che è molto poco frequentato.
Ringrazio l'amico Mario per la proposta che mi ha fatto conoscere un vallone per me sconosciuto e di cui ho apprezzato la bellezza e la caratteristica selvaggia del luogo.
Salito in h. 2,35
Km di salita 3,950

[visualizza gita completa con 8 foto]
Sentiero abbastanza agevole. E' stato ripulito da poco da tronchi caduti e rododendri invadenti.
Solo nel tratto dopo il bosco, in corripondenza della zona acquitrinosa, è un po' scomparso. Attenzione qui al passaggio su roccia dove vi sono i due fittoni, perchè se bagnato può rivelarsi insidioso.
Senza Blin a guidarci, abbiamo provato ugualmente a percorrere i suoi posti preferiti, riuscendo persino a non perderci !
Bel vallone aspro e selvaggio, dove ci si chiede come potessero sopravvivere i margari con i pochi prati a disposizione.
Stranamente pochissimi animali. Giornata che prometteva bene, ma che si è annuvolata presto, chiudendoci i panorami.
Con Gianni.


[visualizza gita completa con 9 foto]
buon percorso e con una giornata splendida come oggi si apprezza ancor di piú! L'ultimo pezzo per arrivare sino in cima e quasi senza sentiero, peccato per le nuvole basse che hanno ridotto un po' la visuale sul panorama.....
Saluti ai compagni di viaggio Geova e Drio....Andre!


[visualizza gita completa]
Giornata con meteo variabile e nebbia nella parte alta che mi ha privato del panorama verso nord. Sentiero umido con erba alta e con tratti allagati e scivolosi ma senza problemi, occorre prestare attenzione solo in un traverso su di una placca rocciosa adiacente ad un ruscello a circa metà percorso dove gli alberi sono diradati, è presente un grosso ometto e due pezzi di ferro conficcati nella roccia, probabile rimasuglio di un precedente tratto attrezzato. Incontrato solo un pastore all'alpe Antena che mi ha dato alcune indicazioni sulla zona, mi ha detto di aver visto più volte una lince sui versanti della cima Fer, la presenza del felino mi viene confermata anche da altre persone incontrate nella valle nel pomeriggio quando ho fatto un ulteriore escursione a Mombianco, una signora dice che la lince gli ha fatto fuori 14 gatti; sarebbe un bel colpaccio riuscire a fotografare l'animale. Salendo il tratto finale su discreta traccia in mezzo alla nebbia avevo un solo punto di riferimento : le campane delle capre al pascolo nella conca dell'alpeggio che si presenta interessante per il labirinto di rocce montonate. Apprendo che la cima Fer è famosa per attirare i fulmini durante i temporali, per cui rimando ulteriori salite verso ovest, zona oggi del tutto priva di visibilità.

[visualizza gita completa con 2 foto]
meteo sfavorevole, per fortuna le nuvole sono rimaste piu' alte della vetta. Al ritorno qualche goccia di pioggia. Senza la descrizione su Gulliver non mi sarei mai avventurato in questo vallone, che sulla cartina sembra il tipico posto dimenticato da decenni, con sentiero ormai scomparso. La cosa piu' bella (e rara nel suo genere) e' stata vedere la splendida fioritura del gruppo di vecchi sorbi presso la baita Sant' Antonio,

[visualizza gita completa con 1 foto]
con gli amici corrado giuseppe e mauro.gita molto bella questa proposta da blin che ringraziamo, nei luoghi dove saliva con la famiglia da bambino.dopo aver raggiunto la punta antena siamo scesi di 150m di dislivello x risalire alla sx del colletto e per cresta toccare le quote 2438 e 2493 della cima fer.x noi è stata una bella escursione mentre x blin è stato sicuramente un ritorno indietro nel tempo con un velo di tristezza x le persone che oggi non ci sono piu'.questo è l'inganno del tempo anche se il vecchio detto dice...MAC AL TEMP A L'E' MAESTRO.

[visualizza gita completa con 4 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 19/09/13 - Blin1950
  • 21/05/11 - Blin1950
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: Qualche ometto solo fino all'Alpe Antena
    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1327
    quota vetta/quota massima (m): 2327
    dislivello salita totale (m): 1000

    Ultime gite di escursionismo

    16/08/18 - Ghicet del Vallone da Pian della Mussa - otaner
    in quattro evergreen siamo saliti alla cresta che unisce l'Albaron di Sea al Ghicet di Sea. Essendo una cresta innominata qualcuno di noi l'ha denominata punta FRANCI in ricordo di Zavattero Francesco [...]
    16/08/18 - Faveroy (Col) da Runaz - Brunello 56
    Era uno sfizio fare il Col Faveroy da Runaz in versione estiva per vedere il percorso su terreno pulito da neve. In breve: dal parcheggio basta seguire sempre il sentiero 20B, che è sempre ben segnal [...]
    16/08/18 - Rossa (Colle della) da Cretaz - freney1961
    Partito da Cretaz un po' tardi (h.11) tempo sereno, sole ma fresco, sentiero in buone condizioni, no neve, discesa dal versante Sella con molta gente ancora in salita, anche qui il sentiero è ok.
    16/08/18 - Pas de la Beccia dal Colle del Moncenisio, anello per il Forte de la Petite Turra - mario-mont
    Cone segnalato nell'itinerario, l'attacco del sentiero è molto da cercare.
    16/08/18 - Belice (Cappella di) da Cuorgnè per la vecchia mulattiera di Chiesanuova - laika58
    Poco tempo a disposizione, solita gitarola di allenamento - Salita mattutina dal versante di Nava e discesa per il versante di Chiesanuova - Sentieri parzialmente invasi dalla vegetazione - Tempo nuvoloso e molta umidità
    16/08/18 - Cinto (Monte) da Haut Asco - basca
    Partenza da Haut-Asco alle 7,00 in cima alle 10,00 acqua sul percorso sia all’inizio che dal ruscello prima della salita al colle. Dal colle seguire i bolli Rossi e gli ometti a volte difficili da individuare (meglio in discesa).
    16/08/18 - Nunda (Sommet de la) da Plain des Fontainettes - krisma
    Niente da segnalare. Fare attenzione solo in caso di nebbia...