Mercantour (Cima di) per il Vallone del Ciriegia

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: OK FINO AL PIAN DELLA CASA CON AUTO ALTA
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Visto il notevole affollamento si decide per il colle di Ciriegia. La neve è ben rigelata (partenza ore 7.30), e nella prima rampa del vallone di Ciriegia è molto dura, e richiede tassativamente i coltelli o ramponi. Dal colle discesa sul versante francese su ottima neve trasformata e appena mollata per circa 150-200 mt di dislivello, poi a piedi abbiamo seguito il sentiero che taglia a sinistra e porta al bellissimo lago del Mercantour, completamente gelato. Da lì sci ai piedi siamo risaliti al colle e poi alla vetta, con l'ultimo tratto su roccette. Discesa sulla ripida parete est su ottima neve, più dura sul lato destro scendendo. Ancora una ripellata per risalire un buon tratto verso la Ghiglié e qualcuno verso la cresta del Brocan, poi classica discesa nella gorgia con neve che aveva mollato abbastanza e piuttosto collosa, che frenava molto. Si scende bene fino in fondo, pochi buchi.
Gita bella che si apprezza ancora di più dopo 2 mesi di astinenza, meteo ottimo, pochissimo vento.
Gino, Mauro, Maurizio, Roberto, Ricki, il sottoscritto e Valter incontrato sul percorso, rigorosamente max 2 per macchina (guidatore e passeggero seduto dietro) con mascherine, e distanziati sulla neve (qui gli spazi non mancano......)


Nel vallone di Ciriegia
versante francese
il lago di Mercantour
sotto la vetta

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok pian della casa
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
gran bel gitone!!portage circa 25 min.Rigelo notturno assente,ma la neve è ormai ben compattata,noi siamo saliti al colle ciliegia e discesi x circa 300m.e risaliti a sinistra verso il lago Mercantur e proseguito x la cima,ultimi 100m.senza neve.Bel colpo d'occhio dalla ghiliè all'argentera...Discesa dalla cima sul pendio est inizialmente molto ripido,poi giù a ricongiungersi via ghiliè,neve un pò molliccia ma bella bella.....il gorgione finale comincia ad aprirsi lato destro del pietrone.
oggi poco affollamento su questo intinerario...ma noi eravamo già un bel gruppo allegro e di grande compagnia!!!!
ciao a tutti..........


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok al Pian della Casa
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti verso le sei dal Pian della Casa per evitare la successiva "processione alla Ghiliè". Portage di un quarto d'ora circa. Vallone del Ciriegia - Canalino N della Punta di Ciriegia - Punta di Ciriegia - discesa diretta dalla cima verso il lago - risalita al Mercantour (ultimi 50 metri sotto la cima senza neve) - discesa Parete Est - immissione nell'autostrada Ghiliè e risalita alla cima. Necessari ramponi per canali N del Ciriegia. Neve in discesa sempre e semplicemente fantastica. Giro molto remunerativo. Con Mauro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Nel vallone del Ciriegia puntiamo al bel canale che risaliamo raggiungendo il colletto a quota 2600 circa sotto la cima Ciriegia. Vista la bella giornata miriamo alla cima Mercantour. Senza discendere, con gli sci sullo zaino, in mezza costa ascendente attraversiamo pendii di chiazze di neve, erba e facili roccette raggiungendo un colle (2600 m circa) tra le due cime. Qui, verso nord scende un bel canale sui 35/40 gradi molto invitante. Proseguiamo seguendo la cresta in parte innevata raggiungendo la cima Mercantour. Viste le belle condizioni della parete Nord decidiamo di scenderla con gli sci, un po di titubanza all'inizio, ma dopo le prime curve vinta la "paura" con bella discesa raggiungiamo il vallone di Balma Ghilie, per tornare sul classico percorso a Pian della Casa.
Anche oggi sembrava di essere in un "salotto" con piacevoli incontri di amici che saluto di nuovo, il gruppo di Arenzano e i gemelli Fabri e Stefano. Noi un bel gruppetto, Celso, Cesare, Lucio, Pietro, Alessia, Luigi, e la grintosa Chiara.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gran bell'itinerario ....molto interessante ed in perfette condizioni. Canale di salita ben tracciato e canale sudest ripido di discesa dal Mercantour, ripido il giusto...ed emozionante che collega alla discesa della Ghigliè
saluto Gian e Celso della Ligure sempre in giro!.
Oggi molta gente ma ben distribuita
complimenti a chi ha relazionato questa bella e non banale traversata.
oggi i Geki Adele Mario Elisabetta Walter Alessio e Carlo
gli altri colle Ciriegia Maria Attilio Marco Augusto

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi molto caldo e molta moltissima gente sui tanti itinerari possibili dal gias della Casa. Risalito il vallone del Ciriegia abbiamo optato per la variante Sanet per portarci nel vallone del Mercantour, scesi fino a quota 2500 a monte del lago. Dalla cima abbiamo deciso di ritornare verso il lago mentre la maggior parte degli skialp o scendeva direttamente la bella e ripida parte NE o continuava per la Ghilliè. Per risalire al colle Ciriegia siamo scesi fino a quota 2400 con gli sci quindi ancora una 50na di metri su pietraia. Risalita in un forno a micro onde fino al colle e bella discesa del vallone.
Con Luca e Marco


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: in canalone
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1678
quota vetta/quota massima (m): 2775
dislivello totale (m): 1400

Ultime gite di sci alpinismo

27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]