Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo dx uscita diretta e cresta Est

note su accesso stradale :: Nessun problema
Condizioni della neve ancora perfette. Nella seconda metà del canale un po' di sassolini mescolati alla neve, ma nessun problema. Di fatto, neve portante per tutta la salita.
Partiti con un meteo che prometteva nuvole e neve, abbiamo avuto la fortuna di anticipare il peggioramento e giunti in cresta siamo stati accolti da un sole smagliante. Nebbia dal Colle del Viso ma siamo arrivati al Pian della Regina senza intoppi. Con Ewa, Gloria e il maestro Claudio Bernardi (guida alpina).


[visualizza gita completa]
Confermo le ottime condizioni della neve su tutto il percorso, dura come una lastra di marmo. Nell'avvicinamento si trova qualche mucchio di neve spostata dal vento, che oggi l'ha fatta da padrone. Proprio il vento in alto ci ha tirato addosso per tutta la salita pezzetti di ghiaccio e pietrine, ma niente di pericoloso.
Con il solito Chioli. Visto che in vetta tirava un ventaccio abbiamo pranzato all'invernale del Quintino Sella, dove abbiamo beccato la "gang dell'Alpetto" e abbiamo festeggiato insieme un compleanno :) Non abbiamo incrociato nessuno nè nel canale nè sulla normale.


[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: ok
Confermo le ottime condizioni del canale. Neve portante su tutto il percorso.
Solo in un singolo punto nella parte alta dove inizia a scoprirsi qualche roccia ma si passa ancora molto bene.
Consigliato.
Oggi circa 15 persone sul percorso. Giornata dal meteo perfetto in ottima compagnia


[visualizza gita completa]
Oggi condizioni super nel canale e meteo perfetto! Neve trasformata praticamente su tutto l'itinerario, il canale si sale agevolmente e per il momento non ci sono rocce scoperte.
Bell' itinerario, molto divertente, consigliato.
Ritorno al Canale dei campanili dopo la doppia puntata al ramo sx dello scorso anno.
Un saluto a Battista e al suo gruppo che oggi hanno fatto da apri via!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Neve portante su tutto l'itinerario, racchette da neve inutili. Il canale è in ottime condizioni e non ci sono punti su roccia. Giornata strepitosa in un ambiente spettacolare.

[visualizza gita completa]
Confermo le ottime condizioni di Samu83!
Avvicinamento con neve portante, canale perfetto in neve dura, nel canalino finale al momento le rocce sono ancora coperte.
Cresta E ben tracciata, discesa dalla normale su neve che nonostante il sole non ha mollato.
Giornata spaziale e pochissimo vento...gran soddisfazione! Con Serena

[visualizza gita completa con 4 foto]
Condizioni super!! Neve marmorea dall'inizio alla fine. Soltanto nel canalino finale in corrispondenza del primo salto un pochino sfondosa ma ora è tracciato. X il resto punta di ramponi. Cresta gia tracciata qualcuno nei giorni scorsi è salito dal ramo di sx. Discesa dalla normale sempre in punta di ramponi ciaspole inutili. Itinerario in condizioni strepitose super consigliato

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: Tutto ok
Bellissima gita da lungo tempo nel mirino. Meteo ottimo anche se un po' troppo caldo. Neve molto varia, piuttosto dura fino al colle della Ghiancia Pastour. Il conoide invece è un vero calvario: crosta non portante che sfonda fino alla coscia e resti di valanga. Per fortuna dentro al canale la situazione migliora decisamente, neve ottima e bella dura. Siamo usciti nel canalino centrale, tutto coperto con un paio di metri piuttosto ripidi da superare con attenzione.
L'uscita in cresta è da affrontare con attenzione perché su neve recente inconsistente.
La discesa molto faticosa con neve fino al polpaccio fino al lago Chiaretto, poi meglio.
Gita infrasettimanale rubata ai vari impegni e a questo meteo assurdo.
Ambiente spettacolare, peccato non avere gli sci per la discesa.
Incontrati, e invidiati, alcuni skialp.
Tante valanghe a pera esistenti e viste molte scariche da Viso & Co.
Come sempre con Seba


[visualizza gita completa]
Neve ottima fino al conoide e dopo un po' faticosa sia al sole che in ombra ma pur sempre più che buona. Un singolo passo su roccette affioranti con farina a poco dall'uscita. Giornata con temperture eccellenti e cielo blu profondo come la voglia dell'allegra brigata di passare una Pasqua assieme ed in un tal posto. In discesa non abbiamo calzato le ciaspole portate ma la neve aveva smollato parecchio specie in basso. Con Andrea, Paolo e Sergio.

[visualizza gita completa]
Partenza da pian della regina alle 6. Avvicinamento buono a quell'ora. Neve difficile, si sprofondava fino al ginocchio in quasi tutto il canale. Uscita in cresta buona, neve più stabile e dura.
Discesa dalla normale sci alpinistica, neve pessima troppo molle e faticosa. Era decisamente meglio portarsi gli sci!
Bellissima esperienza in solitaria, la giornata perfetta! Troppa fatica per la neve, ma ne è valsa la pena!!!
Rock'n roll


[visualizza gita completa con 1 foto]
Salito da Pian della Regina, partenza alle 06,30 alle prime luci dell'alba; avvicinamento piuttosto faticoso, nonostante un discreto rigelo, al canale durato circa 2 ore, nella prima parte del canale si alternavano tratti di neve dura, a tratti di farina, dove si sprofondava oltre il ginocchio. Dopo il bivio continua l'alternanza di neve dura a farina.
L'uscita diretta presenta alcuni semplici passaggi di misto, a parte un insidioso muretto di neve dura alto 1,5 metri a 30-40 dall'uscita del canale che mi ha dato un po' da pensare. Cresta est completamente in neve, ma larga e facile. L'ultimo "muro" prima di sbucare sul pianoro di vetta a pochi metri dalla croce, anche se facile, mi è sembrato infinito a causa di un sole spietato.
Discesa meglio del previsto, con neve non eccessivamente sfondosa, che permetteva di tenere un buon passo.
Impiegate circa 6h a completare il giro, 3h e 30' in salita e 1h e 30' in discesa e almeno 1h persa in pause e fermate di varia natura
Clima spettacolare, cielo azzurrissimo senza una nube in cielo, vento praticamente assente anche in vetta, e temperature piuttosto alte
Incontrata poca gente sul percorso, solo un gruppo di 4 ski-alper impegnati nel Giro del Monviso, sulla normale del Mozzo mentre scendevo.
Complimenti a Cesare,la mente del gruppo, 70 anni e ancora sugli scudi


[visualizza gita completa]
Canale salito col minimo sforzo grazie alla neve ricompattata a piu' riprese, per la gioia di sentire entrare giusto le punte dei ramponi. Quanto al resto eccezion fatta x l'avvicinamento che cmq andava fatto, era meglio rimanere a casa o inventarsi altro, ma che non fosse scialpinismo. Prevalenza piu' di pietre che di neve..e poi che neve..! Al suo posto scavi paurosi, onde, fossi, lastroni isolati profondamente scavati ai bordi dalla devastante azione del vento. Un unica lastra di ghiaccio dalla vetta giu' fino al Pian della Regina con nell'ultima parte solo piu' ghiaccio vivo tra una zolla di terra gelata e l'altra. Nel canale per andare a prendere il ramo centrale di dx, un proiettole di almeno 10kg rotolando a folle velocita'..studiata dal basso la sua traiettoria, siamo riusciti ad evitarlo sia pure di un pelo. Nella strettoia finale si avvertono ormai gli effetti delle mancate nevicate..canale quindi gia' un po' secco con un interruzione netta della continuita della neve a meta dei 50mt finali dove bisogna superare un gradino su roccia al momento ancora facile. Giornata spaziale, nemmeno tanto fredda, si poteva stare in cima a godere lo spettacolo, col re di pietra (che di qui par di toccare con mano), in tutta tranquillita'.
Con Paolino, in gran spolvero, dall'alto delle ormai sue quasi 67 primavere.


[visualizza gita completa con 16 foto]
Bellissima giornata, partiti presto dal Pian della Regina, ottimo rigelo fino in cima. Salito il ramo destro con uscita diretta, poi percorso fedelmente il filo di cresta (facili risalti di roccia) e siamo saliti in vetta.
Con Max e, Fabio al suo primo canale.

[visualizza gita completa]
Da Pian della Regina circa 250 m di portage che con questo caldo aumenteranno rapidamente.. In salita abbiamo trovato crosta portante nei tratti fatti in sci mentre nel canale abbiamo trovato crosta non portante alternata a neve gessosa. Abbiamo battuto traccia sul ramo dx affondando non poco. Dal colle ci sono ancora circa 100m per la cima con qualche facile passaggio d'arrampicata su cresta molto divertente. Scesi in sci dalla normale che in queste condizioni presenta la migliore neve per scendere dalla montagna.
Con il fidato andrea nel suo ambiente preferito (monviso)!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Canale ancora in buone condizioni, neve portante su quasi tutto il percorso, solo due piccoli salti di roccia sull'uscita facilmente superabili. Per una volta la meteo ci ha guardato dall'alto regalandoci una finestra di bel tempo sino alle 14,00
in compagnia di: Decadenzo (sherpa in discesa),Pier (inossidabile) Manu (in formissima),Elena( il presidente alpinista) e Otto............e a parte gli scherzi una bella gita in ambiente favoloso.Una lode particolare al posto tappa GTA (la Baita della polenta) per il trattamento, la simpatia, e l'abbondante cibo


[visualizza gita completa con 6 foto]
di solito si dice 10'di portagè in primaverili..,ma per noi oggi è stato 10' minuti sci ai piedi resto tutto sulla groppa , vabbe lo avevamo messo in conto ,fa allenamento ,dario il promotore di questa gita di frettolosi di tornare x molteplici impegni x tre come noi , ci sta .direi la neve nel conoide iniziale non cè, ma si riesce salire su chiazze sfondose fino al inbocco del canale principale ,da dove noi siam saliti su di una rigoletta da slavina un po piu dura quindi una buona progressione fin in cima all'uscita del canale di dx ,tutto in neve ,bellissimo ambiente caratteristico , merita una visita , da li in 15' si esce in cima su percorso mai obbligato . gran panorama e temperatura calda , in cima un sign. di pine con cane bau,(che saluto)discesa sui pendii ripidini diretti ,su ottimo firn ed un gava buta extrem ,poi fin giù dopo il chiaretto . saluto dario e fabri . non piu consigliata se non che la si vuol fare cosi.

[visualizza gita completa con 7 foto]
Bella gita in ambiente spettacolare. Partiti con portage fino a circa 1950 m di quota; da li fino all'apice del conoide siamo risaliti su neve molto dura e ghiacciata (utili coltelli). Nel canale abbiamo montato i ramponi e sotto una fitta nevivcata ed abbiamo proseguito la salita sprofondando frequentemente fino al ginocchio su neve fresca accumulata dal vento. Uscendo dal canale è tornato il sole in un contesto estremamente variabile e da li in 15-20 min abbiamo raggiunto la punta. Discesa molto bella, fino ai 2300 m circa, su 5-10 cm di neve fresca su crosta portante, inferiormente neve via via più marcia e pesante fino alle ultime lingue di neve
con Pino e Marta


[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: Pian della Regina
Innevamento a partire dal gabbiotto dei vecchi impianti (circa 20 minuti di portage). Risalito sci ai piedi l'intero canale di dx (senza utilizzo di coltelli) fino alla prima strozzatura dell'uscita diretta. Da lì, sci a spalle, siamo usciti sulla cresta sommitale, raggiunto la vetta e discesi per la normale. Un po' delicate le uscite dei due saltini di roccia a causa dell'inconsistenza della neve che copre gli sfasciumi. Il canale era tutto in farina, infatti è stata fortissima la tentazione di ridiscendere da lì, non fosse stato che i programmi erano altri. Per quanto riguarda la discesa dalla cima, neve bella nella parte alta, anche se bisogna fare lo slalom tra le pietre; nella parte medio bassa invece si trova tendenzialmente crosta non portante (noi siamo scesi dietro ad un gruppone di Torino che ha provveduto a "fresare" la crosta permettendoci di scendere più agevolmente). Finalmente, dopo un periodo di stasi, una bella gita. Con Manu.

[visualizza gita completa]
temperature altissime, neve molle già al mattino presto, ambiente superbo, in sè il canale non presenta grosse difficoltà se non la modesta pendenza della parte finale, in questo periodo lo sconsiglio vivamente perchè c'è un salto di rocce scoperto da superare non facile

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada per il Pian del Re aperta
Partiamo dal Pian del Re credendo di risparmiare tempo in quanto nel pomeriggio lavoriamo entrambi... invece si finisce per fare un gran traverso.
Raggiungiamo il conoide che risaliamo su sfasciumi... la neve inizia a quota 2600 dove si stringe a canale. Alla biforcazione, mentre noi prendiamo a dx, vediamo scivolare dal canale di sx un piccolo di camoscio, non riescie a fermarsi e rotola per tutta la lunghezza del canale con la mamma che lo rincorre impotente. Non proprio una bella scena ma per fortuna si ferma illeso prima di sbattere contro le rocce.
Tornando a noi... la neve non è rigelata ma non si sprofonda molto per cui si sale bene. A metà canale una scarica di neve e sassi accellera il nostro passo!
Nel tratto finale, dove è più ripido, un salto roccioso scoperto ci impegna nel superarlo, poi usciti dal canale proseguiamo per cresta e con qualche facile passo di arrampicata siamo in vetta.
Discesa su neve fin sotto il Colle di Viso.
Gita di soddisfazione in ambiente super con questi spettacolari "campanili" che sembrano in equilibrio precario.
Oggi con Slash.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Avvicinamento quasi del tutto sgombro salvo che per solo poche chiazze di neve non portante fino al conoide di accesso, poi la salita si rende godibile dalle condizioni della neve direi perfette su tutto il canale che lo abbiamo salito con uscita diretta a destra.
Cresta pulita e che con solo qualche bel passo di arrampicata si giunge presto sul bel panettone di neve della vetta.
Una stella in meno è la causa del meteo che purtroppo ci ha riservato parecchia nebbia che andava e veniva e che non ci ha permesso di godere dell'ottimo panorama.
La discesa per la normale ci avrebbe fatto risparmiare una buona mezzora di tempo se ci fossimo portati con noi le ciaspole.
Nel complesso il canale è consigliatissimo....

[visualizza gita completa con 1 foto]
Neve con crosta non portante fino a 2500m poi nel canale migliore.Dopo il canale verso la vetta marcia come anche tutto il ritorno.Consiglio ciaspole per avvicinamento e ritorno noi non le abbiamo prese purtroppo.
Con Lorenzo e Valdo in grande spolvero.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Beh alla partenza c'era quasi da disperarsi! Cielo nuvolose e neve marcia fino a 2300 m, poi crosta che però rompeva, specie sul conoide. I temporali di giorni scorsi hanno portato un po' di neve fresca e non si vedeva traccia alcune dei passaggi precedenti. Fino alla biforcazione con le racchette, poi ramponi e picca. Neve sfondosa, ma ancora passabile dove non crostosa. Uscita diretta ripida ma abbastanza agevole, salti rocciosi abbastanza coperti (diciamo che non si vedono ma si sentono...). Lato sud con neve recente cotta ma fondo duro. In vetta stanchi ma soddisfatti e con cielo sereno e gran vista sul Monviso! Discesa su crosta abbastanza portante (ramponi fino a 2600), poi primaverile e quindi marcione da sisalvichipuò.
Gran gita, oggi finalmente con Andrea (ritrovato dopo sei mesi, troppi...) e il solito grande amico Renato, alla 100esima gita insieme in tre anni e mezzo. Auguri anche a te, socio!

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: OK fino a pian della Regina,oltre strada chiusa
Oggi decidiamo per i canali del Viso Mozzo visto che ci erano saltati lo scorso anno per il maltempo,arrivati a pian della Regina tempo maffo ed umidità alle stelle,ma confidiamo nelle previsioni che danno schiarite da metà mattinata.
Messo le racchette a quota 1900mt in prossimità del gabbiotto di cemento degli impianti,neve orrendamente umida(rigelo nullo),comunque arriviamo all'inizio del canale di dx con le racchette ai piedi,poi picca e ramponi su neve crostosa che però poggia su un buon fondo duro.
Durante la salita del canale decidiamo di fare l'uscita diretta con alcuni mt a 50° grassi grassi,arrivati in cresta con traverso ci dirigiamo verso l'ultimo canale che porta direttamente a 20 mt dalla croce di vetta.
Salita spettacolare,sicuramente da consigliare e meteo che ,come da previsioni, si è girato al bello regalandoci splendidi panorami sul Viso,aria freschetta ma sole rovente!
Discesa fatta dalla normale con neve che aveva mollato ma non era diventata la temuta "pappa",quindi ramponi e poi racchette fino al gabbiotto di cemento.
Oggi in compagnia di Marco e di Andrea che non vedevo da parecchio tempo.



[visualizza gita completa con 5 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: AD- :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1714
quota vetta (m): 3019
dislivello complessivo (m): 1350

Ultime gite di alpinismo

17/03/19 - Chambeyron (Brec de) Canale Nord - Bernard
Pernottato sabato notte al comodo Bivacco Barenghi in compagnia di quattro francesi, difficile è stato chiudere occhio per il rumore continuo del forte vento. L'indomani raggiunto velocemente il Col [...]
17/03/19 - Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo - Chiara Giovando
Aggiungo qualche foto alla relazione di Dino. Noi abbiamo salito la via quasi del tutto in conserva protetta, superando sul secondo tiro l'unica cordata presente domenica oltre noi, che si è calata f [...]
17/03/19 - Macerola (Punta) - Sirente Parete Nord Via Baiocco - Pallante - davec77
Nonostante le temperature alte (ma la mattina alle 6 al parcheggio erano -5° C) e lo scarsissimo innevamento di quest'anno, la via è in buone condizioni, seppure più ripida e tecnica del normale. [...]
17/03/19 - Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi - Golfarman
Via molto secca. Il camino per accesso al traverso è completamente su roccia.Lo stesso per il passo dei massi incastrati. In cima usciti a dx con 15 metri di misto su piccola colata di ghiaccio (l' [...]
17/03/19 - Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo - dinoru
Le valli alpine offrono sempre nuovi posti da scoprire che vanno al di la dell'aspetto tecnico: valle bellissima con una parete di placca incredibile con un nastro ghiacciato in mezzo direi pittores [...]
17/03/19 - Meidassa (Monte) Canale SO e Cresta S - Disagioagogo
Partiti presto con neve portante. Canale in ottime condizioni se affrontato di buon ora. Poco vento in cima.
17/03/19 - Laurenti (Punta) Canale Nord Forcella Varrone - piedinalto
Che gitone godereccio! Il fatto di lasciare l'auto a Terme di Valdieri rende l'itinerario odierno impegnativo per i 7km ed i 400m di dislivello in più. In salita non abbiamo usato le ciaspole ( nel r [...]