Mongioie (Monte) da Artesina

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Artesina veloce salita al colle della Balma e li tolte le pelli per raggiungere il vallone che sale alla Brignola, nella stradina bisogna levare gli sci per superare una valanga e poi neve continua ad eccezione di una decina di metri. Saliti alla Brignola e da qui sceso il bellissimo pendio tra Brignola e Mongioie su neve da sballo. Risalita al Mongioie e poi discesa su bella neve primaverile nella parte alta e un po' sfondosa in basso fino sotto al Seirasso. Salita al Seirasso e discesa in direzione Mondolè per l'ultimo ripello di giornata. Dal Mondolè discesa su neve cotta ma divertente fino a colla Bauzano e da li per le piste a riprendere la macchina.
In compagnia della Fede.

Vallone della Brignola
Brignola e Mongioie alle spalle
Pendio sotto la Brignola.. Non male..
Mongioie
Pendii nord Mongioie
Risalita al Seirasso
Seirasso
Ultimo ripello
Mondolè
Discesa dal Mondolè ancora bella alle 16...

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
La bella neve di ieri al Seirasso ci ha convinto ad intraprendere questa lunghissima gita visto anche le ottime condizioni del tempo, siamo partiti da Prato Nevoso quota 1550 e abbiamo rifatto la strada di ieri x per arrivare sul Seirasso est m.2423 .Abbiamo poi raggiunto la dorsale che prosegue fino al colle Brignola-Seirasso m.2329 dove da qui in discesa con lungo traverso ci siamo portati al passaggio m.2150 situato sotto la spalla O.della Brignola,da qui ripello per risalire il vallone che tenendosi sotto la dorsale Brignola -Mongioie permette di raggiungere la cima.A quota 2500 m. nel tagliare una conca abbiamo provocato una frattura nel manto nevoso sottostante che ci ha coinvolto trascinandoci in basso per alcuni metri fortunatamente senza conseguenze né fisiche né ai materiali così superato il brutto momento abbiamo proseguito verso la cima. In discesa non potendo più transitare nel punto del distacco siamo stati obbligati a scendere più a sx ,risalendo poi nuovamento al colletto della Brignola e con successiva discesa su pendii farinosi intonsi nel vallone omonimo.Eterno ritorno alla Balma su stradino.
Sconsigliato seguire le nostre tracce di salita sotto la dorsale Brignola -Mongioie in quanto nel punto del distacco non si passa. Riflessione su quanto accaduto: non ci sono stati segnali tipo assestamenti, vento debole fin sotto il Mongioie però attorno alla cima era molto forte e probabilmente soffiava già da parecchio creando questo importante accumulo che noi purtroppo non siamo stati accorti ad interpretarlo.


[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: No problem
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Più che una gita di scialpinismo è da considerarsi un lungo viaggio alla scoperta delle Alpi Liguri con vari cambi di panorama. Come già da noi descritto nell'itinerario e ribadito dal Koba si possono adottare tante varianti al percorso. Quello intrapreso da noi oggi vede la partenza da Prato Nevoso,Balma,ingresso vallone Seirasso, spartiacque Valloni Seirasso/Brignola (m.2030), vallone Brignola, cima Brignola. Da quest'ultima per perdere meno quota possibile avevamo in previsione l'attraversamento del costone che unisce Cima della Brignola al Monte Mongioie senza però avere la certezza di passare. Fortunatamente c'erano tracce esistenti e le abbiamo pedestramente seguite. Da sottolineare che questo traverso transita su pendii ripidi ed è da valutare in base alle condizioni della neve. Oggi non ci sono stati problemi e da lì in poi tranquillamente in cima al Mongioie. Discesa versante Val Ellero sfruttando i bei corridoi in farina e riportandoci sotto le pendici della Brignola dove a quota m.2150 circa c'è un bel passaggio che permettere il rientro al colle tra il Seirasso e la Brignola. Ancora una discesa in bella farina in tutta la conca della Brignola. Il giro da noi effettuato comporta un dislivello in salita di m.1800 per 24 km.di sviluppo.

[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Come già descritto dal Koba più che una gita un viaggio... Noi abbiamo optato per la partenza da Artesina-colla Bauzano, discesa verso il Gias della Colletta e risalita al monte Castello. Di qui abbiamo preferito continuare in cresta verso il Seirasso per scendere nella Valle Ellero più a sud possibile. Discesa da 100m sotto la vetta del Seirasso su bella neve trasformata e diagonale infinito sul fondo. Risalita al Mongioie dove decidiamo per scendere verso il Bocchino dell'Aseo e da li poco sotto il lago Raschera, prima parte su neve primaverile un pò cotta ma scorrevole e poi bella polvere. Risalita alla Brignola e discesa su bella polvere per rientro al colle della Balma dopo pianello pauroso. Meglio quanto fatto il giorno dopo di ritorno dal Lusco (l'esperienza...).
In compagnia del Koba.


[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: nn
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Gran bel tour/cul.
Neve molto varia, da buona a ottima, farine, croste simil trasfo, etc.
Noi abbiamo fatto questo percorso ad anello: Artesina - Sella Bauzano - discesa nella v.Colletta - saliti al M.Castello e proseguito per il Seirasso - scesi sul Rio Bellino e con traverso a mezza costa (menello) raggiunto il Gias Gruppetti - salita al Mongioie - discesa sul Bocchino dell'Aseo e Lago Raschera - risalita alla Cima Brignola per il canale E (NE) - discesa sul versante N e seguito il vallone della Brignola e poi stradina (menello) per raggiungere la Balma e quindi, finalmente, la macchina lungo le piste ghiacciate. Allego traccia.
Consiglio di adottare varianti per evitare due menaggi: traverso mezza costa per Gias Gruppetti e stradina finale per la Balma, le possibili alternative non mancano, anche a costo di aumentare il dislivello...

[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi finalmente siamo riusciti,grazie alle ottime condizioni sia della neve che del meteo, ad intraprendere questo lungo giro che da tempo avevamo in mente. Buon rigelo notturno, temperature fresche e ancora tanta neve. In partenza sulle piste, oggi chiuse, neve dura poi sulla stradina della Balma conviene procedere a piedi per mancanza neve ed oltre innevamento continuo. Salita senza problemi fino in cima al Mongioie in un'ambiente sempre molto rilassante e con vista mare dalla vetta. Prima parte di discesa su neve dura e leggermente ondulata ma sciabilissima poi tutto firn. Sulla via del ritorno saliti fino a quota 2422 vicino al Seirasso x poi scendere il suo invitante pendio nord oggi in perfette condizioni. Dalla Balma picchiata su Artesina su bel firn.
Incontrato gruppetto di ski-alp verso il Seirasso.


[visualizza gita completa con 9 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 13/03/20 - montanoandrea
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: pendii ampi
    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Varie
    quota partenza (m): 1400
    quota vetta/quota massima (m): 2630
    dislivello totale (m): 2300

    Ultime gite di sci alpinismo

    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - fyplom
    Saliti, dall'alpeggio a q. 2330, al Fourchon, m. 2906, dopo esser scesi per circa 300 m. dsl, saliti al Tete de Fenetre, m. 2823. Ottima giornata e neve ancora buona, solo in basso un po' bubbonata. In basso comincia a mancare la continuità-
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - gmzolenart
    prima gita primaverile in Val d'Aosta con evergreen e Maurizio. Il punto di partenza è l'alpe Baou, due tornanti prima del Colle. La salita risulta quindi di poco più di 500 metri dislivello, abbia [...]
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - roberto.maucci
    Buona sera a tutti. Bella giornata tiepida al Fourchon, la neve un po meno. Scesi alle 10 circa su neve primaverile, piacevole fino a metà e basta. Buone gite.
    03/06/20 - Fonteinte (Tète de) da Saint Rhemy - albert61
    con la strada aperta fino al Colle del G.S. Bernardo siamo partiti da poco prima della galleria. gita molto breve con ambiente stupendo. la neve in basso come già ampiamente riportato presenta dell [...]
    02/06/20 - Galisia (Punta) dalla Diga del Serrù, giro valli Orco, Rhemes e Isère - billcros
    Gran gitone e bellissimo anello x visitare 3 regioni diverse , compreso di cime che non avevo ancora salito, x la basei saliti x il sentiero estivo fin sopra la balza da dove poi si aprono i pianori e [...]
    02/06/20 - Ferré (Pizzo) da Montespluga - basca
    Partiti alle 7,45 e attraversato a sx sullo spallone (per studiare la neve per il rientro) con 20 min di portage fino alle prime lingue di neve (su tutto il percorso compatta leggermente morbida in su [...]
    02/06/20 - Galambra (Punta) da Rochemolles per il Passo Meridionale dei Fourneaux - gondolin
    Partiamo dalla conca del Rifugio e portiamo gli sci a spalla sino al Pian dei Morti a quota 2.400 m. Qui calziamo gli sci, percorriamo il lungo tratto in piano ed imbocchiamo il Vallone della Balma, [...]