Oin (Cima d') parte N, via di sinistra

note su accesso stradale :: sbarra chiusa ma strada pulita, neve dal solito secondo tornante
Dopo giorni di studio alla webcam del serrù, ci decidiamo per l'Oin. Parete in quadro, polvere nel canale obliquo (una favola) leggermente appesantita nel traverso. Rispetto alla foto della linea degli apritori (bravi! la parete sembrava molto più secca) a metà del traverso alto siamo saliti ancora di 50m in un canalino (55°) a fermarci sotto le rocce della cresta (come hanno fatto i nostri predecessori due settimane fa). E' li che abbiamo trovato la parte più ingaggiosa, la neve era abbastanza collosa e abbiamo fatto difficoltà a prendere il volo nella curva saltata. Dall'onda di neve in giù ululati. Partiti dai chiapili alle 5 e mezza arrivati alla piazzola alle 8 e 45 (andando abbastanza a tutta). Sembrava scendibile anche la linea originale di dx (vedi ripido, a mio avviso più ingaggiata ancora, stima per Fedneg e i ripetitori) ma prende più sole e conviene anticipare ancora la partenza. Con Fede e Pippo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m. :: 1900
La scelta è stata veloce e molto sicura, a differenza di altre volte dove il giorno prima alle 23 siamo ancora li a decidere.Partenza dalla macchina con le frontali che dureranno poco, per godere della splendida luce regalataci dall'alba.
Ottimo rigelo ovunque. Arrivati al Serrù, sbinocoliamo la parete e vediamo un bel distacco sulla parte inferiore da percorrere. Demoralizzati e un po' in paranoia, per la paura di trovare neve non proprio bella, proseguiamo comunque. Si va sempre a vedere. Arriviamo al conoide e con stupore e qualche sorriso, notiamo che quel distacco è vecchio. La neve che c'è, è polvere su fondo liscio duro. L'ultima nevicata ha riempito quel distacco con una quindicina di centimetri di polverella. Gasati ci prepariamo e saliamo. Inizio io a tracciare, ma duro poco, per fortuna arrivano in mio soccorso Fabricino poverino e Alfio. Piano piano che saliamo, la neve diventa sempre più profonda ma mai troppo. La pendenza aumenta ma è bellissimo, le condizioni sono sempre ottime. Anche il traverso finale prima di arrivare al colletto è perfetto, li la pendenza scende ma comunque è sempre una pendenza considerevole. Curve ingorde in parete, la neve lo permette su queste bellissime spine tipo Alaska e le urla accompagnano la discesa fino alla conoide dove sorrisi e strette di mano sono d'obbligo. Veloce ritorno alla macchina per i pendii inferiori con firn e qualche zona che non aveva ancora smollato.
Con Fabricino poverino il mio super compagno di vacanza islandese e Alfio (Powderboy) chiamato anche Flevio, sempre in gran cundi per queste discese.
Un ringraziamento a Giulia per l'ottimo pranzo!


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: aperta fino alle Brancie
quota neve m. :: 1800
sono partito nel buio alle 5 per fare Disneyland alla Galisia, ho seguito le tracce di Feis e Cristian e quando mi sono reso conto di aver sbagliato ero troppo alto e così ho continuato per l'Oin, ovviamente nella parete le tracce erano coperte e non avendo studiato l' itinerario sono andato a casaccio , mi sono arenato su delle roccette 150m sotto la punta, tutto sommato la discesa è stata interessante, dal fondo della parete in giù crostaccia

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: /
Rispetto alla linea originale, finito il canale non abbiamo attraversato a sinistra e tenendoci più alti siamo arrivati ad collettino a 40 m dalla vetta (nessun differenza di grado rispetto all'originale). Neve inconsistente su rocce da sciata tecnica i primi 50 m, poi perfetta farina consistente nella parte stretta del canale e poi....poi curve andanti da metà itinerario fino al termine della conoide.
Note: ora è segnata dai passaggi, ma con un'altra rinfrescata e senza scaldate...
Con il gran padrone di casa Feis. Itinerario stupendo. Sempre fantastiche le linee della Valle dell'Orco.


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada chiusa alla sbarra alta dei chiapili si sopra
quota neve m. :: 1900
Strada chiusa alla sbarra alta dei chiapili di sopra.
Sotto il cielo stellato siamo velocemente alla diga del serrù e quindi alla base della parete con le prime luci.Qualche dubbio sul conoide per neve insidiosa poi bellissima farina pressata nel canale,quindi sulla rampa ed infine sul traverso ascendente finale.
Partenza hard dal colletto subito "cattiva" a 55°-58°ma la neve buona ci permette molte curve di grande soddisfazione;ingresso aereo sulla ripidissima rampa e curve da sogno sulle contropendenze in neve che mi viene difficile da descrivere,FANTASMAGORICA per sminuire....canalino pefetto,poi curvoni veloci fino ad una selletta sulla morena dove molto soddisfatti e per nulla affaticati osserviamo la magica parete appena scesa.

...Sono troppe le volte che ho desiderato di sciare questa linea,troppe le volte che il mio sguardo tornando dal rifugio ballotta si è posato su questa parete di grande fascino,da oggi tutte le volte che passerò in questa bellissima valle,tutte le volte che salirò con la mia bicicletta le rampe del serrù per andare al nivolet...mi fermerò qualche istante a ricordare quando in un magico e soleggiato sabato del 2 aprile 2011 si esaudiva uno dei sogni più grandi che costudivo nel cuore.
Oggi con il fuoriclasse Dario Taricco alias TARIK che regala emozioni sulle curve nel traverso così come sulla rampa,grandissimo compagno di discese ma anche e soprattutto persona con la quale mi trovo molto bene.
Lo sci ripido non smette di regalare emozioni e nei grandi giorni come questo ti sembra di toccare il cielo;incredibile e meraviglioso quando in vetta blocchi gli attacchi..tac-tac,tutti i dubbi scompaiono insieme alle incertezze,alla paura.Curvi.E lassù nel vento,lo fai in un modo molto speciale.
Sien,papà,questa è per te ;-)


[visualizza gita completa con 38 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: itinerario complesso
difficoltà: III :: 5.4 :: E4 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 2280
quota vetta/quota massima (m): 3280
dislivello totale (m): 1000

Ultime gite di sci ripido

28/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - giovarav
Una gita che mi frullava in mente da un po'. ne approfitto viste le supercondizioni, grazie a chi è andato e ha forntito la recensione. Super condizioni per salire con ottimo rigelo e sciata fino al [...]
24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - chiara giovando
Itinerario bellissimo e inedito se concepito in sci in questa stagione, ben descritto dal compagno di salita Diego; come detto già da lui, le condizioni di questa tarda primavera e l'ottimo rigelo di [...]
24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - lupo solitario
Un sogno realizzato!! Erano anni che volevo salire la Torre del Gran S.Pietro ma il valore aggiunto è stato poterlo fare nella stagione scialpinistica così da portare a casa anche la discesa del can [...]
24/05/20 - Monviso Parete Sud - giole
Parete magra ma tutti i passaggi sono collegati (eccetto i fornelli, in roccia viva). Entrati in parete poco dopo le 7 su neve perfettamente rigelata, saliamo la prima rampa e sbagliamo subito, tene [...]
23/05/20 - Perduto (Colle) da Ceresole Reale - umbertobado
Partiti alle 4:40 con gli sci a spalle. La neve inizia a quota 2200 circa grazie alle grandi valanghe scese nei mesi passati. Fino a quota 3000 la salita si svolge dentro e fuori dagli accumuli e d [...]
23/05/20 - Roccia Viva Canale Coolidge - rickyalp82
Portage dalla diga fino alla fine del Pian delle muande. Causa alte temperature, in basso il rigelo è stato praticamente nullo, ma comunque si sale bene, la neve è compatta. Mano a mano che si sale, [...]
14/05/20 - Serpentiera (Punta) Canale NE - popino
Come i Gulliveriani avranno già capito, di questi tempi è un buon affare andare in valle Argentera. La strada è aperta e il versante Nord ha un buon innevamento a partire dai 2000/2200 mt. Portage [...]