Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto

In caso di rocce bagnate prestare un po' di attenzione perché piuttosto lisce e scivolose.
Bella gita, giornata variabile con molta umidità e frequenti banchi di nubi in cima, dalla quale comunque si poteva apprezzare un bel panorama verso la valle di Viù. Un saluto agli escursionisti incontrati lungo il percorso e in cima.

Panoramica dalla vetta verso la valle di Viù
Prima parte della salita tra boschi e prati
Case Fresté
In prossimità della pietraia
Verso valle: col del Lys (destra) e Niquidetto (sinistra)
Cascata
Laghetto del Civrari
In vetta!
Nubi e nevai sulle vette
Fontana Imperatoria

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: Buono
Come già descritto nella precedente relazione, il sentiero è ben segnalato da tacche bianco/rosse e molti ometti. Neve assente fino in vetta, i due guadi si superano agevolmente essendoci poca acqua.
Un saluto a Fulvio di Nole incontrato nei pressi del laghetto.

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Tutto perfetto
Sentiero in ordine, assenza di neve sino al laghetto Civrari dove mi sono fermato. Giornata molto calda,foschia verso la pianura. Numerosi escursionisti lungo il percorso. Kalipè

[visualizza gita completa]
Anche quest'anno non ho azzeccato il meteo favorevole. Circondato dalle termiche dal laghetto del Civrari fino alla cima, quindi vista zero.
Però molte persone incontrate sul percorso, compresi 5 sulla moto da trial (ma non c'è divieto in queste zone?)
Pace per il meteo.. sempre un buon allenamento.
Saluto la signora incontrata salendo e scendendo..


[visualizza gita completa]
Invece di seguire le indicazioni del sentiero che passa davanti alla chiesetta, da alcuni anni preferisco reperire la strada interpoderale che sale alle munade Freste con percorso più lungo ma decisamente meno ravanoso. Da quì il sentiero diventa evidente ed è privo di neve almeno fino a quota 1800. La neve in mattinata è portante e non crea problemi, con il passare delle ore comunque diventa sfondosa e qualche problema lo crea, sconsiglio comunque l'uso delle ciaspole in quanto bisognerebbe portarsele a spalle per buona parte dell'itinerario. La neve comunque è abbastanza scarsa rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti.
Salita condivisa con Massimo e Nicola in una bella giornata che col passare del tempo si è un pò coperta senza comunque toglierci il piacere di ammirare i bellissimi panorami.



[visualizza gita completa con 10 foto]
Salita su sentiero non sempre identificabile ,con 5-10 cm di neve fresca, tratti con ghiaccio o erba scivolosa sotto. Fermati in prossimità del laghetto: dopo un paio di scivolate e non tutti con ramponcini era la soluzione più prudente. Incontrato gruppo di alpinisti. Sereno sino alle 14 circa con nebbia e nuvole sottostanti. Formazione quasi al completo di " quelli del sabato"... anche senza raggiungere la meta una bella giornata.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: parcheggio abbastanza ampio, nessun problema
ramponi utili e picca opzionale, c'è da fare un po' di misto ora
qualche accumulo di neve c'è, neve sfondosa, percui volendo si possono mettere anche le ghette oppure inumidirsi i piedi
qualche brevissimo tratto di ghiaccio vivo prevalentemente verso metà percorso, comunque aggirabile con facilità
la parte bassa è praticamente estiva, il bosco è secco, per il resto direi primaverile
bella gita col giuliof & co., che ringrazio


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok parcheggio niquidetto da entrambe le valli.
Condizioni come esposte dal precedente relatore. Ottimi sentieri e traccia su neve compatta. Chi prima, chi dopo, abbiamo calzato i ramponi nel pendio finale e comunque tutti in discesa. Nei pressi del colle ci sono comodi pendii in cui esercitarsi alle manovre di auto arresto e siccome nel gruppo avevamo anche qualche picca ne abbiamo approfittato. Crestina finale con un breve tratto di misto ma nulla di che. Oggi allegra compagnia per questa gita di relax fatta con ottime condizioni meteo e temperature primaverili. Qualche tratto ombroso e qualche brezza hanno imposto vari cambi di vestiario lungo il percorso, ma nulla rispetto a quanto letto in altre zone più a nord o su creste di confine. Un decina di persone lungo il percorso oltre a noi cinque.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Strade pulite
Gita ideale in questo periodo di scarsità di neve, fatta in assetto Trial
Corso tutto il tratto fino dove inizia la neve, attualmente a circa 1700 m, successivamente si può salire abbastanza velocemente seguendo le peste gelate di chi mi ha preceduto, fuori dalla traccia la neve è crostosa quindi molto faticosa.
L’ultimo tratto di cresta presenta neve molto dura dove l’utilizzo dei ramponcini è cosa saggia.
Un'altra giornata con temperature sempre ben al di sopra dello zero, l’esposizione soleggiata della salita e le attuali condizioni di innevamento la rendono interessante per farla in velocità in assetto leggero, avendo però cura di portarsi dietro un paio di ramponcini leggeri.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Salita mattutina al Civrari. Neve continua appena passata la cascata a tratti sino al ginocchio. Nessuna traccia umana solo quella di due lupi passati probabilmente nella notte. Dal Lago ho percorso il crestone a destra del sentiero con poca neve
Utili comunque le ciaspole e i ramponi per il tratto finale.
Ho calzato i ramponi per scendere direttamente dalla cima .
Buona gita

[visualizza gita completa con 10 foto]
Bellissima giornata per fare questa gita a due passi da Torino. Sentiero in ottime condizioni.
In cima ho trovato Riccardo e Simonetta con cui ho poi condiviso la discesa e la sosta al Rifugio col del Lys per la solita birra. Un saluto al gruppo di evergreen che c'era in cima.



[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nessun problema
gita pomeridiana in solitaria: Ho cercato di sfruttare le ore meno calde della giornata. Sono arrivato in punta alle ore 18,30 e disceso con un clima piacevole. Ho incontrato sul sentiero solo un paio di escursionisti che stavano scendendo

[visualizza gita completa con 4 foto]
Salita molto varia e d'ambiente, boschi, guadi con belle cascate, laghetto e praterie fiorite e infine pietraie e terreno un p'o più brullo ma sempre tutto ben segnato da tacche e ometti. Purtroppo nebbia, nebbia, nebbia dal laghetto fino alla cima, peccato per il mio socio di gita Giulio al suo primo Civrari.
Una buona occasione per ripeterlo.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Stavolta il meteo ci ha azzeccato. Tempo di mettere piede in cima e inizia a piovere e a seguire una leggera grandinata.
Discesa veloce fino al laghetto superato il quale si esce dalla dimensione temporalesca.
3 nevai ancora da attraversare, ma innoqui considerato che sono salito con le scarpe da ginnastica sderenate.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ok
Mi sono alzato tardi, nonostante l'ora solare, ed ho deciso di tornare al Civrari da Niquidetto, gita breve e vicino a Torino. Iniziato a camminare alle 10:15 e, su sentiero perfetto, sono arrivato in cima dopo poco più di 2 ore. Cielo sempre pesantemente velato e temperatura decisamente calda fino al laghetto che, sorpresa, ha ancora un po' di acqua. In cima vento abbastanza forte e fresco, mi sono fermato pochi minuti e sono bastati per vedere le spaventose colonne di fumo che salgono dai versanti della bassa valle Orco. Incontrato diversi escursionisti, saluto i due che sono scesi dal versante sud-ovest della Torretta del Prete, coi i quali ho scambiato qualche parola.

[visualizza gita completa]
Salita tranquilla e piacevole in una finestra di bel tempo, arrivati in cima giusto in tempo per un po' di panorama. Ridiscesi velocemente mentre le nebbie chiudevano tutto, rinunciando alla cresta per Punta della Croce, peccato. Rovescio di neve umida pallottolare in discesa, di nuovo sole a Niquidetto. I cani dell'Alpe Frestè (ottima toma!) fanno solo un po' di scena, è il loro lavoro, ma in realtà sono buonissimi.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: libero
Partite dalla chiesetta. Tutto segnato fino in cima, sentiero a posto. Discreto sviluppo. In due orette tranquille eravamo su. Proseguito da sola fino alla torretta poco più avanti. Bel panorama sul Re e sul Roccia, nuvole al confine. Solo noi. Con Anna di ritorno dalle Ande.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Metterei il Nome delle 3 cime in vetta, molti escursionisti incontrati avevano dubbi sull'associazione della cima al nome.
Partita ieri da Niquidetto ore 8,30, clima fantastico sole ventilato, raggiunta cima senza nessuna difficoltà (sentiero ben segnalato) ore 11:00 in piacevole compagnia di Claudio chiacchierando conquistata Punta Imperatoria, qualche foto e breve sosta per poi toccare Torretta del Prete e Punta Croce. Arietta fresca dunque ridiscesi per un po di sole a Lago Civrari per poi rientrare su Niquidetto.
Sempre bella gita :-)


[visualizza gita completa con 4 foto]
Preserale con gli ugettini del martedi'.
Molto caldo, ma ci si puo' rinfrescare nel torrente a 1600m.
Fontana Imperatoria e di Niquidetto funzionanti, ma ho preferito la sterrata fino all'Alpe Freste' dove al solito c'erano i cani minacciosi mal governati dai padroni.
Pizza a Villardora.
Un saluto a Marco, Germano G, Elena, Luciana, Anna, Alice, Valeria, Silvia T, Silvia M, Francesco, Paolo Senesi.

[visualizza gita completa con 10 foto]
Sono salito prima alla Punta Imperatoria e poi alla Punta della Croce. Bella giornata e bel panorama. Incontrato salendo una biscia e scendendo un gruppo di camosci. Un saluto ai 2 ragazzi che salivano alla Punta Imperatoria. Altri escursionisti visti in lontananza sulle punte.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Bella giornata, ma qualche nuvola passeggera che ha riparato dal sole mentre scendevo.
Salito alla consueta Imperatoria, sceso al colletto e salito alla punta della croce.
Dal colletto in giù si incontrano due piccoli e innocui nevai che fanno piacere a calpestarli per smorzare la calura.

Oggi diversa gente sui sentieri.. ma devo fare i complimenti a due "ragazzi" di 76 e 78 anni che con molta voglia e convinzione salivano con passo cadenzato il sentiero. Bravi!
Bravo anche il ragazzo con il suo cane, partito a piedi da Druento, ha staccato tutti e raggiunta la punta riscendeva verso il colombardo e poi Condove, dove lo aspettava la moglie.


[visualizza gita completa]
Sentiero per Punta Imperatoria completamente libero da neve e ben segnalato (qualche tacca bianco-rossa rinnovata).
Nevai aggirabili anche fino al colletto, poi per andare sulla P.ta della Croce conviene tenersi sulla cresta (facile) per evitare di traversare ripidi nevai, e poi sotto la cima seguire la traccia più vicina alla cresta e traversare a sinistra 5 m sotto la punta. Per chiudere il bel giro sono sceso dal colletto: nevai solo nella parte inferiore, non ripidi e pure portanti (ero in scarpe basse e non mi sono bagnato).
Un rigraziamento a chi ha defecato poco sotto la cima sulla traccia: ideona!


[visualizza gita completa]
Bella sgambata, ideale per questo periodo di neve bassa. Tratti di neve, in parte anche sul sentiero, ma molto bassa (un paio di centimetri) e comunque con molte tracce di passaggi. Niente neve in cima. Sentiero (segnavia 104) sempre ottimamente segnalato, bolli rossi e bianchi fin dall'attacco da Niquidetto. Oggi panorama spettacolare di tutte le vette a 360°.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nessun problema
Oggi undici "evergreen" sono saliti alla Punta Imperatoria del Civrari. Giornata fredda, senza sole con presenza di neve da quota 1900 metri in su, che però non ha causato problemi. Bisognava solo fare attenzione nei brevi passaggi lungo tratti ghiacciati. Breve sosta in punta causa vento gelido e ritorno alla base

[visualizza gita completa con 4 foto]
Da 1900m neve molle; ho lasciato i ramponi nello zaino, mentre sarebbe stato meglio se mi fossi portata gli scarponi pesanti.
Nuvole e schiarite. Ho percorso la sterrata, ma stavolta ho tagliato i tornanti prendendo i tralicci come riferimento.
Ho visto 2 cacciatori. Torrenti abbastanza ingrossati specie al ritorno.
All' Alpe Freste' accerchiata da 3 grossi cani minacciosi, ma basta non dimostrare paura che se ne vanno.
Sosta merendera al Bar Prati di Rubiana.
Un saluto a Cristina e Massimo;
grazie ai compagni di gita Laura, Dario, Ettore e Gio' che hanno battuto la traccia


[visualizza gita completa con 9 foto]
note su accesso stradale :: nessun problema
Sempre gradevole il Civrari, anche se ormai le temperature non sono più da maglietta. Oggi comunque tutto asciutto e, al mattino, bei panorami

[visualizza gita completa]
Gita di ripiego, visto che il meteo dava peggioramento nel pomeriggio.
Molta acqua in giro per la pioggia del giorno prima, rocce qua e la' scivolose,
bel panorama sul lato Viu' che mi ha fatto vedere da prospettiva per me insolita
tutta la serie di montagne dello spartiacque Viu'- Ala salite negli ultimi anni.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Come da descrizione
Nulla da segnalare, non vi sono difficoltà tecniche.
Da tempo volevo salire al Civrari, essendo anche abbastanza a portata e quindi ho speso ( bene ) un giorno di ferie.
Salito dalla Chiesa, arrivo alle bergerie Freste ( mi sono anche intrattenuto per due chiacchiere con i proprietari ) e poi su per il sentiero, sempre segnalato ottimamente.
Giunto al laghetto, giusto in tempo per osservare il bagno di una marmotta ( che abbiano caldo anche loro ??? ), sono salito alla Punta Imperatoria ( fontana in funzione bella zampillante ).
Poi, per tracce e prati, disceso al Colletto del Civrari e rapida salita alla Punta della Croce, dove sono stato raggiunto da due escursionisti, i quali sono scesi poco dopo, saliti in cresta.
Ho effettuato poi la discesa dal sentiero 104, ovvero dal Colletto Civrari, il quale si ricongiunge al bivio segnalato precedentemente, nei pressi del laghetto.
In conclusione, una bella porzione di toma alle Freste ( gustata poi a cena, per la gioia di tutti, veramente ottima ) , poi per poderale all' auto.
Che aggiungere : una bella gita, sicuramente da ripetersi, anche in stagioni meno "battute".
Date le molteplici gite, ho inserito una foto della flora locale..
Grazie a Dani e Chiaretta, ed un abbraccio al mio papà...


[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: da niquidetto
bel sentiero curato e vario. Salito e sceso in 3.30 come al solito per mancanza di tempo. un po di nubi ma non ho preso acqua.
Ho lasciato sulla torretta di vetta qualche preghierina tibetana per il mio figlio Giulio nato 3 gg fa.

[visualizza gita completa con 1 foto]
9' preserale con gli ugettini del martedi'.
Bella fioritura di maggiociondoli e rododendri.
Giornata uggiosa, Madonna di vetta avvolta nelle nebbie, zero panorama.
Con consistente vantaggio in partenza ho raggiunto la cima, una parte del gruppo non l'ho incrociata, si e' fermata ai laghetti.
Un saluto a tutti;
tra i runners Marco, Guido in defaticamento dal Trofeo Chaberton, Luciana, Gerry, Alice (puffetta), Fabrizio, Cristina, Anna

[visualizza gita completa con 8 foto]
Escursione post- ospedale.
Per non rischiare ravanamenti seguito la sterrata fino alle Case Freste' dove ci sono i berge', le mucche ed un incazzatissimo border collie che se ti dimostri non intimorito diventa molto "coccoloso".
Peccato che nel tardo pomeriggio il vallone sia tutto in ombra; paesaggi e colori suggestivi in cima.
Fontana Imperatoria funzionante.
Luna arancione al ritorno.
In compagnia di Radio Monte Carlo

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Si parcheggia a lato strada a Niquidetto
Bella gita vicino casa organizzata a causa delle previsioni del tempo incerte a partire dalla tarda mattinata. Bel sentiero di salita con ancora alcuni alberi caduti causa neve nella parte bassa e poi con passaggi carini su roccia prima di raggiungere il laghetto del Civrari. Sentiero diretto che permette di arrivare molto velocemente in vetta (noi abbiamo impiegato circa 2,15 ore). A questo punto ci siamo fatti tentare dalla traversata per cresta e così abbiamo raggiunto il colletto del Civrari e poi Punta della Croce. Un ultima tentazione ci ha portato a percorrere la cresta verso il Rognoso molto estetica e con ottima veduta sulla pianura per poi discendere al Col del Lys e poi a piedi seguendo la strada siamo ritornati alla macchina.
Gita in relax con Sergio e Luigi. Ottimo pranzo all’Osteria “Gaute La Nata” all’arrivo degli impianti.


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: nessun problema
Tempo incerto anche oggi, e quindi abbiamo optato per una gita vicino a casa…partenza da Niquidetto alle 9,45 con il sole, ma le nubi si addossavano già sulle cime. Sentiero un po’ umido e fangoso nella parte bassa, ma segnato benissimo (sembra di recente). Entrati nel vallone siamo entrati nelle nubi ed ha iniziato a piovere abbastanza forte, tanto che per un attimo abbiamo pensato di rinunciare…poi per fortuna ha quasi smesso, con una debole pioggerellina intermittente che ci ha accompagnati per il resto della gita, con solo qualche timidissima e rapida schiarita. Dal lago abbiamo seguito il sentiero che sale direttamente in cima, anche questo ben segnato. Arrivati in vetta in circa 3 ore, ovviamente nella nebbia, quindi siamo scesi subito facendo la traversata fino al Colletto del Civrari. Discesa da fare con molta attenzione perché il sentiero è abbastanza sassoso e con alcuni brevi passaggi su roccia, il tutto reso viscidissimo dalla pioggia. Arrivati a Niquidetto c’era di nuovo un pallido sole.
Gita tutto sommato positiva viste le premesse, soprattutto per fare un po’ di allenamento…ovviamente panorama quasi completamente nullo…nessuno oltre a noi, a parte qualche camoscio non allergico alla pioggia…



[visualizza gita completa con 5 foto]
Bella giornata di sole, ma fresca. Qualche nuvola di passaggio nel primo pomeriggio. Poca gente incontrata in punta, ma viste molte altre alla punta della Croce e al Colombardo.
Il sentiero è praticamente sgombero di neve, tranne alcuni nevai all'altezza del laghetto, ma che non danno fastidio.
Percorsa la cresta verso la Torretta del Prete, ma ho perso le tracce.. e sono ridisceso nel vallone intercettando il 104 in discesa.

[visualizza gita completa con 8 foto]
Verglas coperto da un sottile strato di neve sul sentiero durante la salita, al ritorno sotto il laghetto si era già sciolto quasi tutto.
Discesa via colletto del Civrari e poi con i ramponi giù per la comba.
Ramponi o almeno ramponcini (spike da trekking) non indispensabili ma utili per camminare tranquilli.
Con Ovidio.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Statale fino a Niquidetto
Nessuna traccia di neve se non in discesa dal colletto del Civrari. Salita per la linea di massima pendenza dal laghetto, fuori sentiero.
Con Mario e Edo.

Vedere video per report completo!


[visualizza gita completa]
Sempre una bella gita per l'ambiente che propone e il panorama. Sentieri in buone condizioni e ben segnati, Dopo punta Imperatoria percorsa la cresta e scesi dal colletto del Civrari, e da qui, con sommo piacere, si è persino riusciti a calpestare un po' di neve. Bello il laghetto (oramai una pozza) completamente ghiacciato.
Con mio figlio Simone e Luna.

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: ok a niquidetto
Salito abbastanza presto e arrivato in cima da solo. Dopo mezzora a godermi lo spettacolo di panorama senza nuvole e senza vento è cominciata ad arrivare gente. Sceso per lo stesso itinerario di salita senza passare dal colle dove c'è da calpestare neve. Itinerario non scorrevolissimo dato che bisogna prestare attenzione a qualche passaggio con roccette liscie e avvolte ghiacciate.
Un saluto a Bepun e Cristina incontrati mentre arrivavano in cima.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: parcheggio comodo nello spiazzo sulla strada
Altra giornata "settembrina" in questo dicembre anomalo... Saliti sul sentiero di sinistra che porta al colle e poi per cresta sino alla Punta Imperatoria. Salendo da questa parte si pesta un po di neve nel valloncello per circa 200m di dislivello, ma senza alcun problema. Discesa effettuata dal sentiero diretto che scende dalla punta, da questa parte zero neve. Panorama spaziale dalla punta e temperatura mite, sul percorso incontrato una decina di escursionisti fra cui Mario Fyplom che saluto. Per la gioia di Wakan abbiamo beccato anche per 3 volte camosci e in basso caprioli. Bella sgambata in ambiente selvaggio con Cri, Bruno e Wakan 4WD

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: ottimo
Finalmente mi sono deciso di fare una gita con i famosi fratelli evergreen.Civrari è stata la scelta,per me un po lunga,ma ce lo fatta,2 ore e 50 il mio tempo di salita,ringrazio Elio di essermi stato vicino a incoraggiarmi.
Giornata primaverile con sole e assenza di vento.
N'ambras a touti

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: nessun problema
Oggi 10 evergreen hanno effettuato l'escursione al Civrari. Sentiero ben segnato senza tracce di neve vista la stagione particolarmente asciutta. Laghetto del Civrari ghiacciato dove alcuni di noi si sono sbizzarriti.... (vedi foto)

[visualizza gita completa con 8 foto]
Visto che di neve ciaspolabile per ora nemmeno l'ombra, il civrari è sempre una buona alternativa: vicino a Torino, dislivello già onorevole, punta assai panoramica. Giornata inizialmente grigia, sentiero del tutto asciutto a parte qualche placca ghiacciata. Arrivati in cima, il tempo volge al sereno e ci godiamo la stupenda vista, a 360 dalle Liguri al Rosa. Con Frenk e Felice, in trio inedito.

[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: niente da segnalare
sentiero tutto ok assenza di neve su tutto il percorso

[visualizza gita completa]
Bellissima salita, paesaggio vario, dal bosco alla pietraia, tra ruscelli pascoli e pure il laghetto!! Molto semplice, indicata benissimo dai segnavia bianchi e rossi e comunque super battuto come sentiero. Molto generoso il tempo del cartello di 3h30 io che vado tranquillo in 2h20 ero su. Oggi panorama mozzafiato, dal Monviso al Rosa vedendo pure il Cervino. Gita fatta in solitaria.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Stupenda giornata, ramponi non necessari.
Dai 1900m chiazze di neve presente nel vallone in ombra.
Piu' pulita oltre i 2100m che prende sole.
A giudicare dalle impronte cima parecchio frequentata.
Incrociati 5 escursionisti.
Scarponi ai piedi a mezzogiorno.
Grazie alla coppia col fuoristrada che mi ha caricato al ritorno dall'Alpe Freste'!

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
Piacevole ritorno sul Civrari dopo alcuni anni, giornata limpida e temperatura gradevole, splendidi colori autunnali....saliti sia alla Torretta del prete che sulla Punta Imperatoria direttamente dal laghetto...rientro in cresta scendendo dal colletto del Civrari, facile e molto panoramica. Sentieri ben segnalati e gita oggi ben frequentata!!! Con Gigi dopo alcuni mesi di assenza...forzata!!!! Ottima scelta!!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
Partiti ancora più tardi di Giuliano, alle 10,40 circa, abbiamo goduto di una bella e rilassante giornata. Incontrato molti escursionisti che scendevano, un guppetto di 6 persone in punta e, durante la nostra discesa, ancora qualcuno che saliva....
Buone gite a tutti!

[visualizza gita completa]
Partiti ben più tardi di gigi02, verso le 9.45, in cima in 2h 45' senza forzare eccessivamente, godendoci la bella giornata e gli stupendi colori autunnali. Qualche roccetta nel tratto in cui il sentiero costeggia il torrente merita un minimo di attenzione e infatti un'escursionista davanti a noi si è trovata leggermente in difficoltà in un passaggio. Il tratto tra la Punta Imperatoria e la Punta della Croce richiede poco più di 30' e si volge su sentieri segnati e/o evidenti, anche la discesa dal Colletto del Civrari al Laghetto è segnalata. In compagnia di Andrea T.; un saluto alla ventina di escursionisti (e ai 4 cani) incontrati sui sentieri .

[visualizza gita completa]
Iniziata la salita alle 8; saliti lungo la sterrata fino all'alpeggio e poi sul sentiero classico. Giusta temperatura. Ottimo panorama. Con Guido. Scendendo incrociato parecchi che salivano.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Con Fulvio, sentiero 104 ben segnalato da tacche bianco/rosse e moltissimi ometti.
In vetta arrivati altri ecursionisti saliti da Borgial.

[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: Nessun problema
65 anni fa, avevo 12 anni, ero in colonia alla Casa Alpina di Mompellato,. L'ultimo giorno di permanenza ci hanno accompagnati al Civrari.
Di quell'esperienza ricordo solo la sosta, in mezzo alla nebbia, presso il laghetto di q. 1956, dove ho mangiato carne in scatola.
Solo per questo motivo la valutazione è per me di 5 stelle.
Giornata soleggiata e calda fino al laghetto poi sono arrivate le solite nebbie. Ma senza pioggia.
Un saluto al ragazzo, Angelo, che ho trovato in punta.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Rapido giretto con salita anche alla p.della croce e rientro per lo stesso itinerario. Bello anche nel tardo pomeriggio, gran fioriture, tratti prativi ridotti a pantano per le piogge notturne. Nessuno in giro, 3 orette a/r. Finalmente senza levatacce, salut!

[visualizza gita completa]
Gita sociale del CAI di Giaveno. Partiti in 18 umani + 1 bassottina, in vetta in 16 + il simpatico 4 x 4. Tempo incerto, ma che ci ha consentito una bella gita con momenti di discreta visibilità. Prime fioriture di rododendri e a tratti tappeti di genziane. Dopo una sosta al laghetto, siamo saliti direttamente in cima, senza passare dal colletto. Abbiamo portato un nuovo libro di vetta, perché nella gita di prova avevamo riscontrato che era completo. Bisognerebbe restaurare la croce sul pilone... In cima abbiamo avuto il tempo migliore, con una simpatica sosta prolungata e condivisione di alimenti e bevande... Grazie ancora a Roby, incontrato in cima, e coinvolto come fotografo ufficiale delle varie foto di gruppo. Al termine grande merenda sinoira all'agriturismo La Comba di Colle S.Giovanni.

[visualizza gita completa con 6 foto]
Sentiero in ottime condizioni,un pò di attenzione nel primo tratto nel bosco in quanto scivoloso.Anche oggi, le nebbie hanno avuto la meglio. Per fortuna non ha piovuto.Gita in solitaria,un saluto alla combriccola del Cai di Giaveno incontrati in punta Imperatoria.Ciao

[visualizza gita completa con 3 foto]
Un ritorno gradito al Civrari dopo vent'anni: escursione sempre piacevole su ottimo sentiero perfettamente segnalato di fresco.Prima fioritura di rododendri e acqua abbondante nel torrente emissario del Laghetto.Saliti dal sentiero di sinistra, seguito la cresta e tornati dal sentiero che scende ripido sul sottostante pianoro.
Peccato per la nebbia che ha impedito la visuale di lunga gittata.
Saliti sotto l'occhi vigile di un camoscio che dalla Cima della Croce ci ha tenuti sotto controllo per un lungo tratto.
Con Federico


[visualizza gita completa]
Visto le condizioni generali lasciamo ancora a riposo gli sci.
Dieci cm di neve fresca alla partenza che aumentavano di poco in cima.
Ciaspole inutili se non per un breve tratto finale (tanto non le avevamo).
Temperatura accettabile e tutto sommato sempre ottimo allenamento.
Con Patrizia nella speranza di usare al più presto gli sci.

[visualizza gita completa]
Ciaspole al seguito ma poco utili, meglio i ramponi nel tratto finale: la neve è dura e crostosa.
Innevamento buono e continuo dal laghetto, prima piuttosto scarso.
Ghiaccio sul percorso ma sempre evitabile.

Ritrovati bastoncini al parcheggio.


[visualizza gita completa]
Gita veloce pomeridiana.Evitato temporale.
Oggi come temperatura non sembrava di essere a ferragosto.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
finalmente "conquisto"il Civrari da Niquidetto
Bella gita con la scorta e la compagnia di Luciano saliamo in vetta in una giornata spaziale
avvistati 2 cinghiali nel boschetto e 2/3 camosci/caprioli verso la vetta
buone gite a tutti

[visualizza gita completa con 2 foto]
Cielo nuvoloso in quota, temperatura accettabile, sentiero asciutto con qualche traccia di neve.
Davide, Luigi e Eyck bellissima giornata


[visualizza gita completa]
Bella camminata anche oggi, pestato un po di neve nell'area del laghetto, vetta raggiunta senza problemi, sentiero ben marcato, meteo velato ma non ha compromesso il bel panorama
Con gli amici Maury, EU, Ilary e Lu

[visualizza gita completa con 2 foto]
Come ha già detto Giorgio gran bella gita. Giornata stupenda e non fredda. Trovata neve da ca 1800 m. con alcuni tratti gelata. Sentiero sempre ben segnalato. Siamo saliti, arrivati al lago, direttamente in punta, tralasciando il sentiero innevato che porta al colletto del Civrari.Panorama stupendo dalla vetta. Dalla partenza ci ha accompagnato sino in vetta il simpaticissimo cane Border.
In compagnia di Marco, Giorgio, Gianni, Sergio e Pier Albino


[visualizza gita completa con 7 foto]
Gran bella gita ,come pure il tempo.Da quota 18oo si pesta neve.Dalla cima panorama a 36o gradi ,bellissimo.Visto caprioli.Gita fatta con Franco,Gianni,Marco,Pier Albino e Sergio.Per tuuto il giono ci ha fatto compagnia il cane guida Border.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: machina a niquidetto
Bella gita per colori e tempo. No vuvole, vendo durante la salita e in cima. Visto 2 camosci in discesa. Panorama a 360°. pascoli ancora verdi e bosco da favola. Bella salita, sentiero segnato. Tempo salita 2.30 h
ringrazio luca


[visualizza gita completa]
partito da niquidetto,
ma nel vallone del Civrari dopo la pietraia prima del laghetto decido di desistere per nebbie in quota
avvistato branco di cinghialoni
ed è già la seconda volta che non riesco ad arrivare a cima...grrrr
qualcuno mi scorta?

[visualizza gita completa con 1 foto]
Solo due parola, BELLISIMO & COMPLETO.

[visualizza gita completa con 8 foto]
Gita mattutina di allenamento. Approfitto della breve tregua dal maltempo per salire in ore 1.30 da Niquidetto.
In verità ho preso acqua dalla cima sino alle Freste, comunque sempre bello il Civrari

[visualizza gita completa]
Giornata con nuvole che si sono fortunatamente mantenute sempre alte, ogni tanto il sole a fare capolino, bel panorama verso la pianura mentre praticamente nullo verso le testate. Ottima la tracciatura del sentiero. Erano circa 20 anni che non salivo a P. Imperatoria, e ho provato un po' di delusione poichè mi ricordavo il pilone di cima alto almeno il doppio (e le pietre attorno lo testimoniano): andrò a vedere sulle vecchie diapo se è proprio così. Con Luna

[visualizza gita completa con 5 foto]
il sentiero da Nuquidetto parte di fianco alla chiesa,risegnato di recente,è evidente e a nostro giudizio impossibile da perdere anche in nebbia,com ieri abbiamo potuto sperimentare! dal laghetto siamo saliti per la traccia che sale al colletto e poi in cresta,scendendo poi per la traccia più diretta che passa dalla fontana imperatoria. purtroppo le nubi ci hanno coperto il panorama,ma la gita è sempre bella!
con Fla Stefy ed Andrea.


[visualizza gita completa]
9' uscita preserale del Cai Uget Torino.
Essendo poco evidente la partenza del sentiero da Niquidetto, anche stavolta ho parcheggiato qualche tornante dopo in fraz. La Moglia all'inizio di una strada sterrata di proprieta' privata ( non fanno la multa) che finisce a q. 1432m alle Case Freste' dove si ricongiunge con l'itinerario classico.
Forse e' un po' piu' lunga, ma e' + agevole e sbagliare e' impossibile.
Cani minacciosi permettendo, alle baite c'e' anche una fontana.
In cima alle 19.30, foschia e poco panorama.
Ottima pizza al Grillo Verde di Villar Dora.
Un saluto a Mauro F, Marco, Stefano, Lucia, Luciano, Gianni, Luciana, Francesco, Silvia, Stefano,Valeria, Mauro2 e Tiziana che, non accontentandosi della normale, seguendo tacche e ometti tenendosi a sx, ha fatto il percorso x cresta!


[visualizza gita completa]
Alla partenza fare attenzione a non sbagliare (come noi) subito il sentiero: non seguire la strada che sale dritta ma girare subito a sx e raggiungere una costruzione dell'acquedotto, alla sua dx inizia il sentiero segnato. In ogni caso per tracce di sentiero, strade forestali ed ometti, se si sbaglia, ci si riesce a ricongiungere al sentiero in prossimità delle case Frestè. Tracce sempre evidenti fino in punta. Fontana a 2150m funzionante.
Gita preserale del martedì del CAI Uget di Torino, stavolta c'eravamo anche noi! Un saluto a tutti i partecipanti e un grazie per la serata.


[visualizza gita completa]
Sentiero ben segnalato e completamente asciutto. Dalla Punta Imperatoria abbiamo proseguito un pò sulla cresta verso la Torretta del Prete (No sentiero, seguire la cresta e scendere talvolta sui versanti per evitare alcuni tratti più esposti), ma poi abbiamo desistito.
Bella gita e bella giornata con A.; tanta gente salita da molti versanti su questa cima. Incontrato sull'Imperatoria Lorenzo (Lo incontro più volte in cima ad una montagna che altrove!) con il quale abbiamo fatto una piacevole chiaccherata.


[visualizza gita completa con 7 foto]
note su accesso stradale :: poco parcheggio a Niquidetto
Oggi ripetuta una delle mie prime gite in montagna, dopo 13 anni... all'epoca il sentiero non era molto evidente, oggi ben segnato da tacche bianco/rosse, anche nella parte bassa dove la vegetazione è più folta rimane sempre evidente. Ovviamente percorso sgombro da neve (ovviamente ma non troppo per quest'anno!). Rocce un po' lisce e umide nella zona vicina al torrente fino al laghetto. Ancora tanta acqua nel rio (si potrebbe fare il bagno!) e belle fioriture dappertutto, specialmente i rododendri.
Parecchi escursionisti in giro, meteo classico di questa zona, con sereno al mattino e poi aumento progressivo delle nubi con formazioni di nebbie alternate a schiarite.

[visualizza gita completa]
Partito presto, 8.15 in punta, scelta azzeccata perchè poco dopo la cima era già dentro le nuvole. Resta ormai solo qualche chiazza di neve per arrivare in punta, volendo evitabile; sentiero ben tracciato. Bel panorama sulle valli di Lanzo, ma quanta neve ancora in giro!

[visualizza gita completa]
Gran bella gita.Molta soddisfazione oggi per questo itinerario innevato dai 1800 metri in su.Sentiero ok, giunti alla neve non siamo riusciti a trovare le tracce di un ragazzo che diceva di aver raggiunto il colletto alla sinistra della punta Imperatoria.Le abbiamo trovate molto tardi poco prima di giungere a tale colletto.Neve portante la mattina in salita,il ritorno è stato più tragico e faticoso causa continui sfondamenti a volte fino all'inguine.Raggiunta la cresta finale ci siamo fermati 30 metri in linea d'aria dal pilone votivo che caratterizza la Punta,la cresta era affilata ed insidiosa,io non amo il rischio inutile ed il mondo è già pieno di "esperti" che ci lasciano la pelle!
Condiviso la gita con Nicola in gran forma anche se lui sostiene il contrario.Un saluto alla coppia di Asti incontrata lungo il percorso,speriamo di condividere qualche altro bel gitone insieme.Vedi filmato


[visualizza gita completa con 2 foto]
Prima parte su mulattiera nel bel faggeto (attenzione al ritorno alle molte foglie scivolose su fondo pietroso). Dai 1800 neve portante e continua su tracce esistenti con brevi tratti su rocce con colate di ghiaccio.
Al ritorno la neve non era più portante per cui la progressione è stata più lenta e faticosa.
In compagnia di Renato in questo percorso sempre di soddisfazione e con l’aggiunta di un vivacissimo cucciolo di border collie.

[visualizza gita completa]
Neve continua da sopra la cascata,quota 1800m circa,una buona traccia fino alla cima con neve portante e dura.Arrivato sulla cima Imperatoria decido di proseguire fino alla Torretta del Prete2264m lungo la sottile cresta ancora innevata e lunga circa 1km. Da considerare F+ come grado di difficoltà.
Con Gianni che pazientemente aspetta il mio ritorno per pranzare sulla cima Imperatoria.Bella giornata, scesi dalla via di salita.


[visualizza gita completa con 7 foto]
note su accesso stradale :: OK fino al piccolo park di Niquidetto
Questa è una di quelle cime che, a torto,non avrei mai pensato di salire e quindi l'ho sempre snobbata.
Bella salita nella splendida faggeta iniziale poi,dai 1800mt in su,neve rigelata che,grazie alle peste di scarponi e racchette,permetteva una salita veloce e splendido panorama dalla cima.
Fin dalla partenza dall'auto siamo sempre stati accompagnati da uno splendido cucciolo di Border (7 mesi,così ci ha detto il proprietario al ritorno)che instancabilmente è andato avanti e indietro aspettandoci e posando con noi per la foto di vetta.
Incontrati in discesa due escursionisti genovesi.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Gita mattutina, accompagnata dal vento freddo.
Neve continua dopo l'attraversamento della cascata.
Traccia già presente e neve dura portante.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Bellissima giornata, spettacolo di colori autunnali. Causa doppia storta alla caviglia ormai lasca e inaffidabile ci ho messo piu' tempo a scedere che a salire. Un calvario. Ma la vista dalla cima ripaga.
In vetta 4 cristiani e due cani. Piu' altri tre escursionisti incontrati sul sentiero.


[visualizza gita completa]
giornata libera da impegni spesa in giro per i monti a godere della solitudine e dei colori autunnali.Salito al civrari dalla via classica.Clima umido e molto caldo.Lunga pausa in vetta con sole appena velato.Quindi sceso al colle e risalito a cima della croce.Le nebbie erano appena sotto di me quindi tornato al colle sono sceso in direzione del laghetto immerso nella nebbia.Percorso ben segnato quindi nessun problema a parte l'erba un pò scivolosa.Nella zona del bosco la visibilità è migliorata ma sempre comunque in una tipica colorazione grigio autunnale che contrastava piacevolmente con i colori caldi della vegetazione.A parte me nessun essere vivente in giro

[visualizza gita completa]
Oggi da solo, un pò di nebbia dal laghetto fino alla vetta,ma visibilità comunque sufficente e sentiero con bolli ben visibili.
Un grazie a Raffaella e Sergio che l'anno scorso hanno ribollato il sentiero molto bene


[visualizza gita completa con 5 foto]
Dato il tempo incerto,abbiamo scelto questa gita che ben conosciamo,percorribile anche in caso di nebbia senza troppi problemi.All'andata abbiamo seguito la strada che sale all'alpe Freste,prendendo qualche scorciatoia,al ritorno abbiamo fatto il sentiero che scende a Niquidetto,leggermente più breve.Gita azzeccata perchè dopo una partenza con un pò di nebbia,a circa metà percorso si apriva e almeno nella nostra zona il cielo era sereno con buona visibilità delle cime circostanti.Oggi in punta solo noi tre (Fervado-Gianfranco-Giovanni)più una signora con un cane che ha fatto il percorso con noi e che ringrazio per la foto che ci ha scattato in vetta.Dopo esserci fermati un'ora e mezza in punta,percorriamo la cresta verso la punta della Croce che in breve raggiungiamo.In salita,occhio di falco Giovanni ha avvistato una piccola vipera sul sentiero da noi percorso solo un attimo prima e che noi non abbiamo visto.Il Civrari è sempre una bella gita,i sentieri sono in ordine,cominciano a vedersi i primi colori,gita consigliata.Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa con 11 foto]
Salve.Oggi il tempo era nebbia alternata a schiarite.Ho portato Laura per la prima volta qui,peccato che in punta si vedesse appena la strada del Collombardo.Visto un umano e nessun animale selvatico.In vetta è stata sostituita la madonnina,è molto bella.
Oggi Con la mia Laura,siamo sempre più innamorati di questi posti... Purtroppo lei è stata punta da una fantomatica ape(mah!),che le ha offeso la coscia(rimah!)...molte risate e bella gita.Vivete felici


[visualizza gita completa con 3 foto]
Bella gita, sentieri ottimamente tracciati e segnalati di recente. Giunto al lago ho preso il sentiero sulla destra che porta direttamente in punta senza passare dal colle ( sempre ben tracciato), disceso poi su cresta al colletto del Civrari e ritornato al lago. Gita in completa solitudine, non ho incontrato nessuno sul percorso, qualche camoscio sulle creste che si teneva alle dovute distanze.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Bella passeggiata con Luca, Nicola e Davide "Everest" finalmente di nuovo in marcia dopo l'infortunio! :)
Giornata nuvolosa che ci ha permesso di salire senza morire di caldo per fortuna!
Partiti da Niquidetto dal sentiero e su fino al Laghetto del Civrari, poi Davide per la temperatura un pò fredda per il braccio si è fermato.. Io e Luca abbiamo così intrapreso la "Diretta all'anticima dx di Punta Imperatoria" fuori dai sentieri e tra le pietraie, prontamente raggiunti lateralmente da Nicola, con il quale ho poi completato l'anello scendendo in cresta fino al Colletto del Civrari e giù al Laghetto dal sentiero da cui normalmente si sale..
Posto e vista strepitosi!
Estremamente consigliata!!

[visualizza gita completa con 8 foto]
Sgambata mattutina con il Piermy. Sole pallido, nebbia, pioggia e infine neve e temperature invernali.
Visuale paria zero in vetta, solo qualche attimo ha fatto intravvedere il colombardo e la valle di Viu.
Saliti in 2 ore e mezza.

[visualizza gita completa]
Ancora tanta neve considerato il periodo, ma per fortuna non di ostacolo sul sentiero, che rimane libero fino alla vetta, a parte una paio di nevai che non destano attenzione. Conviene salire seguendo le tracce a destra, le quali portano dritte sotto la vetta, invece che il percorso classico, dal colletto seguendo il crinale.
Oggi nessuno in cima, giust 3 persone a mezzogiorno sulla punta della Croce.
La strada che porta al Colombardo da Lemie è priva di neve, mentre questa è ancora presente sulla sterrata che affiance la Punta Sbaron.
Giornata calda, da ustione, ma con molte nuvole in avvicinamento

[visualizza gita completa con 5 foto]
Sentiero in ottime condizioni fino a circa 1600 m. Quando ci si inoltra nell' anfiteatro tra le punte del Civrari la traccia attraversa il rio e si porta sulla dx idr. Purtroppo qui la neve e' molta e non e' portante. Dopo aver faticato seguendo qualche vaga traccia di ciaspole riattraversiamo il rio e saliamo obliquamente verso sinistra il pendio verso la vetta. Il terreno e' mediamente ripido e con pietre piuttosto mobili, abbastanza faticoso. A una quota di 2100 m circa rinunciamo, causa problemi di orario. La salita pare comunque fattibile fino in cima, anche se consiglierei di attendere la fusione della neve, ancora presente in quantita' nel valloncello percorso dalla traccia estiva per giungere in cima.
Meta decisa all' ultimo momento in gradita compagnia di Bruna (grazie per le foto!). Anche se non arriviamo in cima l'ambiente e' comunque interessante, ancora quasi invernale nei pendii esposti a settentrione.


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 03/06/17 - vittorio.balbiano
  • 24/05/16 - guido.ch
  • 21/05/16 - gieffe
  • 17/12/15 - muncamapa
  • 14/11/15 - angema4746
  • 13/05/07 - fracesco
  • 22/05/04 - gianmario55
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: segnavia bianco/rossi
    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Est
    quota partenza (m): 1180
    quota vetta/quota massima (m): 2302
    dislivello salita totale (m): 1122

    Ultime gite di escursionismo

    17/06/19 - Les Ors (lago), anello da Morge - Brunello 56
    Oggi gita rilassante a bassa quota per ritornare con Frank on-the-road e poi perché l’attuale innevamento non permette di salire oltre (conca di Planaval ancora abbondantemente bianca); percorso es [...]
    17/06/19 - Mongioie (Monte) da Pian Marchisio - giody54
    Siamo saliti dal Passo delle Saline e discesi sul versante ovest ancora parzialmente innevato puntando verso la Cima della Brignola per poi scendere nei pratoni verso Gias Gruppetti.Il dislivello tot [...]
    17/06/19 - Revelli Gino (Bivacco) da Forzo per Pian delle Mule - insosta
    Vallone stupendo, molta acqua di disgelo, parecchie cascate gonfie. Molti animali in giro , camosci e stambecchi. Siamo saliti fino alla bergeria delle muande, poi poco dopo ci sarebbe stata neve e n [...]
    17/06/19 - Saut (Cascate del) e Pis del Pesio da Pian delle Gorre, anello - Fiorenza1988
    Il Pis del Pesio non butta acqua, ma molto bello il Salto e la prima cascata che si incontra, quella del gias Fontana. Se volete andare c'è da affrettarsi.
    16/06/19 - Bertrand (Monte) da Monesi - daniele64
    Percorso relativamente facile in parte su sterrate ed in parte su ampi sentieri ben segnati . Qualche attenzione sulla ripida diretta del Bertrand e per le residue chiazze di neve ancora persistenti i [...]
    16/06/19 - Saurel (Cima) dal Lago Nero - insosta
    Facile escursione sopra il lago nero , ottima per famiglie e per chi non ha molto allenamento, facile anche l' aggiunta del lago dei sette colori poco sotto.. Panorama e zona che ripaga molto la vista Gita in famiglia con gli amici
    16/06/19 - Diavolo (Monte del) e quota 2431 m da Campiglia Soana, anello per San Besso e Colle Balma Arietta - climbandtrek
    Sentieri puliti e ben segnati dai bolli di vernice; fatto l'anello, con ambiente veramente bello e appagante, scendendo da alpe Arietta ed Azaria....oggi meritava sicuramente. In discesa un breve cono [...]