Fourchon (Mont) da Saint Rhemy per il Canale Sud

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada chiusa 1,5 km dopo Saint Rhemy
quota neve m :: 1600
Finalmente una neve che ti permette di muoverti senza l'obbligo di usare la traccia altrui o procedere faticosamente sfondando! Il caldo del we e il freddo dei giorni scorsi, insieme alla poca neve caduta la scorsa settimana in questo angolo di VdA, hanno consentito una rapida trasformazione sui versanti più ripidi ed esposti a sud.
Così stamattina bella neve portante fino al conoide. Il canale è svalangato (e qui ce l'aspettavamo visto il caldo del we) e in neve portante (qui oltre ogni aspettativa), molto dura nella larga rigola centrale. Dal conoide alla cima sono poco più di 200 m. Non avevo l'inclinometro ma a mio avviso le pendenze sono sempre prossime ai 40 gradi con qualche decina di metri più ripidi nella parte centrale e verso l'uscita. Sulla cresta c'è attualmente una grossa cornice che incombe sulle teste di chi sale, che non si tocca perchè all'ultimo il canale piega a sx verso la cima. Sul versante sud della costiera Fourchon-Pan de Sucre c'è anche un altro interessante pendio/canale che porta ad un colletto q. 2800 m circa posto fra le due cime (più prossimo al Pan de Sucre): questo possibile itinerario meriterebbe più considerazione perchè permetterebbe di abbreviare molto la salita a queste punte rispetto all'itinerario classico.
Dopo il Fourchon, inevitabile anche la salita del Pan de Sucre (MRA) (utili - ma non indispensabili se tracciato - ramponi e piccozza per la cresta finale). Discesa lungo l'itinerario classico cercando il percorso più breve, che ci ha condotti a passare a dx scendendo (sud) della Tour des Fous (il caratteristico torrione roccioso in mezzo alla conca del Gr. S. Bernardo); in questo caso c'è da discendere un breve ma molto ripido pendio (30-40 m expo S), meglio passare a sx (nord) puntando verso le case di Montagna Baus. Dalla Casa Cantoniera abbiamo seguito il canale che porta diretto alla conca sottostante.
Anche oggi in ottima compagnia di Renato ed Emma in una bellissima giornata fredda e ventilata.
la parte finale del percorso vista dalla crevacol (foto Sapetti 11-3-2011)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1400
Avevamo l'intenzione di andare a fare il canale sud del Fourchon,ma non avevamo notizie e sopratutto non sapevamo le condizioni del canale ma abbiamo rischiato e con piacevole sorpresa,una volta arrivati sotto la sud del Fourchon,abbiamo visto tutti i canali già svalangati!
La salita fino al conoide è stata su ottima neve primaverile,mentre il canale(percorso in una rigola)aveva una neve dura e portante,in certi punti entravano solo le punte dei ramponi,quindi salita ottima e abbastanza veloce.
Le pendenze maggiori si hanno in un restringimento nell'ultimo terzo del canale(42/43° max)e l'uscita dello stesso è direttamente in vetta al Fourchon,fare attenzione ad una grossa cornice che incombe sul canale,oggi faceva abbastanza freddo,ma con il rialzo delle temperature valutare bene.
Raggiunta la vetta e fatte le foto di rito ci siamo poi diretti alla vetta del Pain de Sucre con simpatica esposta crestina finale e discesa per l'itinerario classico su neve crostosa.
Buon innevamento in zona ma inferiore come quantità al sud della val d'Aosta.

ndr per fabri1979:
spero che alla nord del viso tu possa aver trovato pendii intonsi,qui ,sai,era un pò tutto arato ed oggi in tre con le racchette (ben 6,dico 6 ciaspole)abbiamo lasciato qualche segno,spero ci potrai perdonare,non vorremmo essere "aboliti"come da tuo post!
Che dire,gita perfetta,meteo splendido


[visualizza gita completa con 7 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 09/03/11 - pr18
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: in canalone
    difficoltà: BRA :: PD :: [scala difficoltà]
    esposizione: Sud
    quota partenza (m): 1670
    quota vetta/quota massima (m): 2902
    dislivello totale (m): 1232

    Ultime gite di racchette neve

    22/04/19 - Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Seccia - luciano66
    Parto alle 7.30 dal parcheggio alto e arrivo all’inizio della neve continua sulla sterrata in 10 min. (1800m circa) e proseguo su quest’ultima fino al suo termine, dove inizia il pendio in comune [...]
    21/04/19 - Hommes (Tete des) da Mont Blanc - laura59
    Adocchiato le condizioni torniamo in zona.Prima parte fin sotto l'Alpe a piedi. Poi neve continua con ciaspole. Parte finale sotto alla Torretta e cresta con ramponi su velluto.Bello fresco in vetta.
    20/04/19 - Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia - andrea.paiola
    Saliti verso le 7:30 sulle piste mentre stavano ultimando la battitura. Abbandonate presto le piste percorse da mandrie di motoslitte che portano i rifornimenti ai rifugi. Fuori dalle piste la neve [...]
    20/04/19 - Rossa (Cimetta) da Mont Blanc per Dondena - diecimilapiedi
    Ottomilacentosessantanove piedi. Previsioni più ottimistiche della realtà: sereno e magnifico fino alle 9, poi nuvolosità che va e viene tra sprazzi di sereno e raggi di sole alternati a nuvoloni; [...]
    20/04/19 - Champillon - Letey Adolfo (Rifugio) da Haut Praz Bas - C. NORD
    Si arriva fino a Plan Debat superando due brevi tratti con neve, senza grossi problemi ,oppure si parcheggia poco prima lungo la strada. Si calzano le racchette dall' auto e si sale ancora bene fino [...]
    20/04/19 - Vargno (Lago del) da Pillaz - laika58
    Oggi gitarella veloce per rientro a casa nel primo pomeriggio per un impegno - Partenza da Pillaz lungo la poderale, dal divieto di accesso le ciaspole si portano a spalle per 20 min. poi neve continu [...]
    20/04/19 - Raty (Col) da Mont Blanc, anello - laura59
    Saliti dapprima su sentiero poi appena imboccato il vallone per il Ros abbiamo messo le ciaspole. Neve stupenda liscia come velluto. Arrivati al colle siamo scesi verso il Barbustel in un ambiente d [...]