Mucrone (Monte) Cresta NO

note su accesso stradale :: Da Biella si segue per Oropa, si lascia l'auto nel grande parcheggio della funivia.
Gita fatta a margine di un'uscita del corso base di alpinismo, dall'arrivo della funivia in poi praticamente tutta sulla neve nonostante la primavera inoltrata. Il tratto fino alla bocchetta del lago non presenta difficoltà, dalla bocchetta del lago all'anticima (dove c'è l'arrivo della vecchia funivia) si sale anche senza ramponi su neve molle lungo la larga cresta NO. Le roccette presenti poco oltre la metà della salita sono aggirabili spostandosi sul pendio verso O.
Una volta raggiunta la stazione abbandonata, la cresta per la cima del Mucrone, anche se abbastanza breve, si fa decisamente più alpinistica, la neve più dura obbliga al'uso di piccozza e ramponi ed in alcuni punti diventa decisamente affilata. Delicato un passaggio poco sotto la cima, su rocette verticaleggianti coperte da uno strato di ghiaccio.
Nel complesso salita di soddisfazione. Molto utili i bastoncini, soprattutto in discesa da sotto l'anticima al lago.
Cima e anticima del Mucrone dall'arrivo della funivia.
In cammino sulla stretta cresta nevosa verso la cima
Il passaggio più difficile, poco sotto la cima.
In vetta!

[visualizza gita completa con 4 foto]
Atteso alla partenza quasi un'ora che smettesse di piovere ad Oropa. Quindi verso le 6.30 sono partito. Il tempo è un pochino migliorato, ma le cime sono quasi sempre state coperte dalle nuvole. Arrivato appunto in cima con visuale pari a zero. Non sono andato alla croce perchè non sapevo esattamente dove fosse e non si vedeva ... Al ritorno ho fatto anche la cresta che dalla bocchetta del lago porta fino al laghetto del Monte Rosso: bella con un tratto un po' di arrampicata per superare la prima cima (che si aggira alla sinistra appena sotto alla cima oppure, se bravi ed esperti, arrampicando in verticale per pochi metri in diretta). Ho colto un momento in cui la cresta era libera dalle nuvole, ho invece rinunciato al Monte Rosso proprio perchè era immerso dalle nuvole, ma ero anche stanco. Dal laghetto sceso al lago del Mucrone un po' a naso, un po' seguendo degli ometti ed infine seguendo dell etracce di persone che stavano salendo. Poi fatto circa 200 m di dislivello verso il Camino (fino ad essere immerso dalle nuvole e dopo aver già preso un po' di neve/pioggia). Sceso poi dalla busancano (con pioggia), facendo una scappata al lago delle Bose, e deviando verso la variante D13 (bella soprattutto nel tratto nel bosco, anche se l'ultimo tratto si perde nella faggieta, ripida e scivolosa).
La salita al Mucrone e la cresta non hanno creato problemi particolari per la neve presente, ma bisogna andare nelle prime ore e ci deve essere un buon rigelo, altrimenti si sprofonda e può essere pericoloso.
Aver fatto la cresta ha salvato la giornata, altrimenti un po' "noiosa".
Un particolare ringraziamento a Frank, che ho incontrato in salita e che mi ha accompagnato fino alla bocchetta del Lago, per le informazioni date su varie escursioni possibili ed in particolare per quelli sulla cresta che ho fatto. Spero che mi chiami per organizzare qualche gita insieme!


[visualizza gita completa]
Ottimo rigelo notturno, ottimo grip per picca e ramponi. 4 stelle per il vento forte in quota, piuttosto fastidioso. Purtroppo le condizioni di innevamento, per la stagione, sono veramente scoraggianti...
Partenza dal piazzale della “Busancano” qualche minuto prima delle 8. Al lago del Mucrone indosso duvet e antivento, poiché si è alzato un vento veramente molto forte e freddo, e calzo i ramponi. Il rigelo notturno è ottimale, così come il grip. Nel vestirmi scorgo un bel canalone che, salendo, taglia trasversalmente la montagna da destra a sinistra e ména al crestone nord-est (foto). Il canale all’inizio si presenta largo e relativamente inclinato (sui 40°-45°), poi diventa più ripido (50°) e si restringe nell’imbuto finale. La cresta nord-est alterna tratti di neve ad altri piuttosto “pelati”, dove si può percorrere agevolmente il sentiero estivo. Dall’anticima della montagna mi incammino sulla cresta settentrionale che percorro integralmente, alternando tratti innevati a porzioni su roccia. Arrivo in punta del Mucrone alle 11 meno cinque; al netto delle varie soste, 2 ore e 20 minuti per raggiungere la cima.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Saliti lungo la pista Busancano (numerosi i tratti su ghiaccio vivo).
Calzati i ramponi e poco sotto la Bocchetta del Lago deviato a sx e risalito il breve pendio/canale max 35° sottostante l'ex arrivo della seggiovia. Dall'antecima proseguito prima a mezza costa poi su cresta già tracciata ma da fare con attenzione (utile la picozza).
Quota relativamente bassa ma percorso interessante.
Discesa fino al rifugio Savoia poi approfittato della funivia evitando così 600 m dsl su stradina noiosa e rognosa.
Con l'amico Renato in un'ennesima giornata primaverile.
Persa mofola grigia lana cotta lungo la Busancano.


[visualizza gita completa con 10 foto]
Bella alternativa quando, in periodi di magra come questo, è sconsigliabile lo skialp.
Partiti dal piazzale degli impianti seguendo la pista Busancano completamente sgombra da neve,sono presenti solo alcuni brevi tratti ghiacciati,all'ultima curva prima dell'arrivo della funivia inizia la neve dura e ghiacciata.
Calzati i ramponi,per velocizzare la salita,dopo aver costeggiato il lago sulla destra,ci siamo inoltrati nel breve canale(vedere relazione nella sezione sci ripido)che spunta sulla cresta in prossimità dell'antecima.
Canale breve con pendenze che non arrivano a 40° e permette di salire veloci,dall'antecima breve traverso discretamente esposto,poi bella cresta estetica e tracciata con peste gelate che facilitano la progressione,anche se l'attenzione non deve venire meno.
Il Mucrone,pur non essendo una "montagnona" e/o un quotato 3000 offre,da questo versante,una salita di tutto rispetto con un panorama di prim'ordine sulle montagne da un lato e sulla pianura dall'altro anche se ,in questo magro inverno, le tonalità di verde e marrone prevalgono sul bianco...............
Visti pochi skialp in giro,quasi tutti con gli sci in spalla,per evitare nuovamente la noiosa e brulla Busancano,in discesa,abbiamo approfittato della funivia velocizzando i tempi di rientro.

[visualizza gita completa con 8 foto]
Partito in solitaria da Oropa e tramite la busancana raggiungo il lago del Mucrone e successivamente la bocchetta del lago dove decido di calzare i ramponi ,la neve è portante transito sotto l'anticima e dalla cresta NE arrivo alla cima del monte in h 1,50. La giornata viene allietata dall'arrivo degli amici Stefano , Renzo, Stefano 1 e Iulia che ho l'onore di conoscere in prima persona . La discesa viene effettuato su stesso percorso in compagnia degli amici di cui ringrazio .

[visualizza gita completa con 6 foto]
Bella salita in solitaria. Partito alle 7 da Oropa con la frontale e freddo pungente. Busancana in alcuni tratti ghiacciata ma quasi prima di neve. In un ora e poco più sono arrivato all'altezza del Lago del Mucrone dove ho incontrato la prima neve consistente. Al colle ho calzato i ramponi a causa di neve crostosa e ghiacciata che mi ha permesso una veloce salita. La cresta dopo l'anticima portante e ghiacciata. Arrivo in cima alle 9.15 , cielo limpido e panorama spaziale in ogni direzione !

[visualizza gita completa con 7 foto]
Salito tramite busancana, poca nella parte bassa, buon innevamento nei pressi del lago del mucrone, depositi da vento prima de colle, dal colle all'arrivo del vecchio impianto calzato ramponi per neve con crosta portante e ghiacciata, rinunciato alla parte finale della cresta ed alla vetta per fortissimo vento.

[visualizza gita completa]
La gita invernale con partenza da Oropa è stata nel ritorno al rifugio Savoia abbinata alla salita al Monte Camino / Capanna Renata molto impegnativa ma di grandi soddisfazione ....
Gita invernale di alto valore atletico e fisico con 1700 mt. di dislivello con partenza da Oropa in solitaria tramite la busancana transito da l rifugio Savoia ha seguire la bocchetta del mucrone e percorrendo la cresta N/W arrivo in h2,00 sulla cima del Mucrone 2340.La giornata leggermente ventosa ma splendida panorama da mozzafiato . Lascio la cima seguendo la stessa via sino al rifugio Savoia dove tramite la pista risalgo al M. Camino / Capanna Renata 2391 coronando le due cime Biellese in giornata invernale tutto eseguito in h 4,00 soste comprese da Oropa . Il ritorno su stessa via tramite la busancana .


[visualizza gita completa con 5 foto]
Parte superiore sulla cresta neve portante
Bella gita alpinistica in solitaria sul monte Mucrone cresta N/W con partenza dal piazzale d'Oropa per la terza volta in invernale 2012.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Utili i ramponi e picozza x la parte finale .. peccata la nebbia in cima

Gita in solitaria partito col sole alle 9,30 e arrivato in punta alle 11,20 con la nebbia peccato ... Il percorso nella parte dopo il rifugio Savoia tutto innevato e la parte terminale della cresta necessitano i ramponi e picozza .


[visualizza gita completa con 2 foto]
Picca e ramponi
Possibili cornici, cresta aerea discretamente esposta
Molta gente in giro con sci e racchette. C'è ancora gente che ha piacere di scambiare due parole anche con sconosciuti. Un saluto a Desiderio conosciuto in loco. Giornata magnifica.
Un saluto a tutti i gulliveriani


[visualizza gita completa]
Lo scopo era quello di chiudere l'anno in qualche modo andando a cercare cosa di meglio c'era da fare nei paraggi di casa. Ne e' uscita questa gita al M.Mucrone raggiunto direttamente dal basso facilmente tramite il suo bel lago e la panoramica cresta nord. Anche se con gia' un bel po' di neve da pestare e la vista orribile del casotto abbandonato proprio in uno dei punti piu' belli dell'escursione.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 27/12/11 - carlo 53
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: PD- :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1180
    quota vetta (m): 2335
    dislivello complessivo (m): 1155

    Ultime gite di alpinismo

    03/06/20 - Salimmo (Cima) Parete Nord - diretta Faustinelli - davec77
    Finalmente si ritorna sulle Alpi, con un classico canale facile ma dal lungo avvicinamento, se si parte da Valbione (nel mio caso per soli motivi di allenamento, volendo ora si sale in macchina per la [...]
    02/06/20 - Sommeiller (Punta) Parete Nord - dany1986
    Partenza ore 5:30 al primo tornante sopra lo Scarfiotti con un temperatura di 3 gradi. Abbiamo calzato gli sci a circa quota 2600. Ottimo rigelo fino al colle del Sommeiller, poi nel traverso ad arco [...]
    02/06/20 - San Matteo (Punta) Parete Nord - full68
    condizioni ottime al san matteo martedì sia sulla parete nord , terminale si vede ma ancora coperta da neve, parete scalinata e solo pochi metri di ghiaccio. ( attenzione se si pensasse di sciarla in [...]
    02/06/20 - Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel - pennhouse2
    Da pracatinat sul sentiero 335 fino ad incrociare il 336. Lingue di neve molle dal lago allo scivolo sotto l'attacco. Cresta totalmente asciutta e percorsa velocemente in conserva protetta, tutta per [...]
    02/06/20 - Ciamarella (Uja di) Parete Nord da Forno Alpi Graie - simonecima
    I Malvisti alla prova lock-out! La parete è in condizioni perfette così come la facilissima discesa verso il Pian della Mussa. Probabilmente lo è anche la cresta Est, ma la neve da 3400 e’ un p [...]
    02/06/20 - Provenzale (Rocca) Via Normale della Cresta Sud - dragar
    Confermo quanto detto nelle numerose altre gite. La prima parte in effetti è la più rischiosa, consigliata corda per chi non arrampica abitualmente. Appena si arriva in cresta diventa tutto meno es [...]
    02/06/20 - Oin (Cima d') Via Normale dalla Diga del Serrù per il Passo della Vacca - laura59
    All'alba il pendio del paletto era duretto.Siamo passate sotto il colle e abbiamo proseguito per la vetta d'Oin.Uno spettacolo.Complimenti alle tracciatrici Vale e Barbara e un saluto a Sere ,salita e scesa con ginocchio sifulo.