Sampeyre (Colle di) da Confine

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1200
100/200 metri di crosta portante, poi tutta da battere. Enzo e Andrea, hanno per fortuna forza e forma fisica tali da superare ogni condizione ( beati loro ). La gita è stata per questo di grande fatica. Raggiunta la meta si dimentica tutto, si gode per lo spettacolo che la montagna offre. Sembra che la vita rinasca nuova tutte le volte. Forse esagero...ma è veramente questo che io provo tutte le volte. Grazie ai soci per tutto il lavoro fatto. Un ricordo all'amico Paolo che tanto ci manca.
tanto per dare l'idea!
Enzo e Andrea e vento gelido!
in cima al Cugn
verso il Cugn
la Borgata Confine di sopra
si parte e si arriva da qui

[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Sul presto strada bianca dopo sampeyre.
quota neve m :: 800
Racchette subito dal ponticello di Villar alle 08.10 e poi su tracce dei giorni precedenti e di sciatori partiti prima di me.Da Tenou ho preso la bella traccia a sx che esce al Pian delle Baracche,in gran parte tracciata nel bosco fitto e ripido,cosa che non sarei stato in grado di fare per ragioni di difficile orientamento(credo che sia stata fatta dal mitico Jacolus,che ringrazio).
Arrivo al Colle di Sampeyre alle 10.30,giusto in tempo per farmi investire in pieno dal forte vento di bufera proveniente dalle vette di confine.Mezzoretta di sosta e poi discesa dal pendio diretto(quello dei tralicci,tutto ravanato),compiendo cosi' un bellissimo anello da Tenou.
Bella neve in alto e tracce di discesa ancora morbide.
Gita tutta all'ombra fino al colle,poi freddissimo a causa del vento e infine piacevole e calda per il resto della discesa;all'auto alle 12.30.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1100
Nulla di rilevante.
Bella gitarola, su "mega" traccia di moltissimi skialp, dalle grange Tenou in poi sono salito lungo i tralicci del ENEL (evidente "intaglio" nel bosco visibile in lontananza), bella giornata ma con un gran vento in vetta alle 11:30 -10 gradi. Incontrato tre skialp lungo il percorso.


[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Parcheggio di fronte al ponte di legno.
quota neve m :: 1100
Note:fatto una variante nella parte alta,senza passare dal Piano delle Baracche,il pendio salito a dx di Borgata Tenou e' decisamente ripido,richiede neve sicura ed e' una bella alternativa di discesa se si sale da Pian delle Baracche.

Sono partito dal ponte in legno a bordo strada poco dopo Villar;racchette da subito,ma ancora per poco per la prima parte della stradina.
La stradina termina ai ruderi di Meire Gioanotta,dove diventa sentiero(qualche tacca bianco-rossa),passa in
prossimita' di altri ruderi e arriva infine alla pregevole chiesetta alpina di Borgata Tenou(mt 1650).
Da qui salgo a dx,a monte della chiesetta,su una serie di dossi nel bosco puntando al pendio-canale dei tralicci
Enel(e' ben visibile quando si arriva in prossimita' di Borgata Tenou)su una traccia gia' in parte ricoperta.
A meta' pendio,dove questo si apre(occhio alle condizioni della neve),si abbandonano i tralicci e si risale direttamente il pendio,sempre ripido,uscendo fra Colle Sampeyre e Rocca Frace.
Giunto al colle ho proseguito fino al Cugn di Goria;da qui per la panoramica e facile dorsale sono ancora sceso fino
al Colle S.Giovanni(mt 1940)per una breve pausa al Rif. Sousta dal col.
Quindi indietro a ritroso per la stessa via,risalendo al Cugn,scendendo di nuovo al Colle Sampeyre e da qui direttamente giu' dal ripido pendio salito al mattino,canale dei tralicci,breve sosta alla chiesetta di Tenou,Meire Gioanotta e ritorno al ponte di legno.
Cosi' facendo il dislivello di oggi e' stato di circa 1700mt,su uno sviluppo piuttosto lungo;partito alle 08.30,sono arrivato alla macchina alle 15.30.
Tempo bellissimo,aria fredda in quota,neve marcia nella parte inferiore del percorso,farina pesante in quella superiore(ma si poteva saltellare agevolmente anche dove gia' ravanato).


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1100
Neve trasformata in basso, crosta portante ma non sempre in alto (da 1500m circa).
Per fortuna le numerose tracce fanno faticare meno.
Partiti con tempo non bello siamo arrivati con leggero nevischio a Tenou e poi ci siamo rilassati e siamo scesi; ambiente comunque magico e nessuno in giro.
Con Bianca, Fausto ed il cane.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1000
Mi sono fermato a pian delle Baracche per via della stanchezza, mi sembra che il tratto per arrivare al colle sia in buone condizioni.
Partito con -10, ovviamente la neve era una favola, polverosa e comunque asciutta; l'unico problema è che c'era un unica esile traccia fino alle prime grange a 1300, di lì a Tenou (1650) nulla di nulla con farina in cui si sprofondava fino al ginocchio.
Da Tenou c'era addirittura un pistone fatto da motoslitta e poi da tracce abbondanti, io comunque sono arrivato a pian delle Baracche e non ho fatto nemmeno l'ultima rampa ripida che collega alla strada asfaltata, non ne potevo più e con me anche il cane che sprofondava fino a metà pancia (dopo un pò si è messo rigorosamente nelle mie orme!).
Gran bell'inizio d'anno. Con Bianca che si è fermata un pò prima a prendere il sole e mi ha atteso con i viveri.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: bosco fitto
difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota partenza (m): 1100
quota vetta/quota massima (m): 2300
dislivello totale (m): 1200

Ultime gite di racchette neve

17/03/19 - Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Saretto - titty79
se si sale per la mulattiera della Sorgente del Maira si trova piu' innevamento... io invece sono salita per il sentiero normale spallandomi le racchette fino a poco prima del piccolo alpeggio, quind [...]
17/03/19 - Aigle (Pitre de l') da Villardamond - madox
Giornata straordinaria in alta valle. Vento solo in cresta. Messo le racchette dalla fontana Gravier in su (2.070 m circa), la pista forestale è quasi tutta asciutta e molto fangosa. Percorso ben tra [...]
17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - frapic
Lo scarso innevamento consente di arrivare in macchina fino alle Terme di Valdieri. Di qua, fino al Rifugio Valasco, la neve è ghiacciata il primo mattino e acquosa con continui buchi al ritorno. Mol [...]
16/03/19 - Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave da Chialvetta - titty79
ho dato per scontato che la strada per Viviere non fosse ben percorribile, invece, a parte qualche tratto ghiacciato ma breve, si percorre comodamente... sono quindi partita da Chialvetta...arrivata [...]
16/03/19 - Clausis (Pic de) da Abries - Andrea81
Mi aspettavo di trovare poca neve e fare parecchio portage, ma non così tanto; alla partenza neve non se ne vede neppure col binocolo, tra l'altro è possibile arrivare in auto fino a quota 1800 m lu [...]
16/03/19 - Palasina (Punta) da Estoul - laura59
Ciaspole da subito.Neve di tutti i tipi. Abbiamo tracciato il pendio finale a dx. ..comoda la discesa sul dritto. Giornata spaziale .Purtroppo gran caldo nel pomeriggio.
16/03/19 - Meidassa (Monte) da Pian della Regina - jdomenico
Buone condizioni della neve, che è presente e continua dopo la strettoia sopra al Pian del Re, all'inizio del piano Armoine. Portante con buon grip in salita, mollato il giusto spessore in discesa. Q [...]