Vaccia (Monte) da Pietraporzio per la Colletta Bernarda

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1300
Si parte da Pietraporzio paese, da dopo il divieto la strada è ricoperta quasi interamente da neve (poca) e ghiaccio (parecchio) ma si sale anche a piedi fino a Pian della Regina. Qui preso la deviazione di destra per il vallone Rio Costis, pista ben battuta e con poca neve ma si possono usare già le racchette. Dalla Grangia Rio Costis buon innevamento, fondo duro con uno strato di neve recente, ancora polverosa, di qualche cm, una decina nelle zone di accumulo da vento, meno altrove. Salita comunque rapida nonostante le tracce precedenti non più visibili. Il breve pendio ripido per la Colletta Bernarda si sale bene con qualche zigzag ricalcando una vecchia traccia ben gelata. Dal colle alla cima dorsale pressochè spoglia.
Discesa invece un po' più delicata nel tratto ripido a causa dello strato di neve inconsistente su fondo duro che quindi tendeva a scivolare (hanno avuto problemi a salire anche gli scialp) poi via via scendendo la neve recente cotta dal sole tendeva a formare zoccolo sotto le racchette, che ho tenuto ai piedi praticamente fino a Pietraporzio.
Percorso piuttosto lineare e diretto, gita consigliabile ed in buone condizioni.
Oltre a me un altro racchettaro salito da Besmorello percorrendo la dorsale, e un gruppo di scialpinisti francesi saliti da Pietraporzio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: ventata
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1200
Dopo 5 minuti si calzano le ciastre. Siamo saliti su bella traccia senza problemi nell'ultimo tratto prima del Colletto Bernarda,solitamente impegnativo,dal colle alla cima si sale senza racchette
Anche oggi alla ricerca dell'ultima neve nel Vallone del Rio Costis,con alcuni amici :Gianni ,Rita ,Ines ,Margherita e Claudia alla sua prima uscita stagionale con le racchette .Oltre a noi anche tre amici di Borgo SD.Oggi le temperature erano più consone alla stagione,purtroppo di neve ce n'è poca ,c'è da sperare in nevicate di fine stagione ..


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Parcheggio rigorosamente in paese, 5min alla neve.
quota neve m :: 1200
Le condizioni di ieri sono già un bel ricordo: +7° quando parto alle 8.30 e arietta calda con forte Inversione termica (in bassa valle era ben sottozero). Accenni di zoccolo già salendo, ma ancora buono rimanendo rigorosamente sulla traccia (grazie a chi ha provveduto).Da Colletta Bernarda alla vetta neve dura con passaggio tecnico nel breve tratto di roccette, se si rimane sulla neve, altimenti più banalmente si tolgono gli attrezzi e si passa sulle rocce asciutte.
Breve sosta all’aria fredda della vetta e quindi discesa molto attenta in racchette fino alla colletta:da qui fino alla fine del piano sottostante l’unico tratto con neve bella.Altra breve sosta per mangiare qualcosa e poi mazzo mistico con zoccolo devastante per tutto il resto della gita, anche sulla stradina battuta: oggi sono apparso alla madonna (come diceva carmelo bene).
All’auto alle 13.20 con 14°, nessun’altro su questo itinerario. Ovviamente le stelle sono per la bellezza della gita, la neve oggi era
da asterisco.


[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Strada pulita.
quota neve m :: 800
Partenza da Pietraporzio alle 07.15(albeggia alle 07.00);fa poco freddo e man mano che si sale si sente il vento,mai troppo forte.Purtroppo pero' ieri anche qui ha tirato vento forte e c'e' neve riportata gia' sulla stradina.Da Gr.Costis mi faccio una mia traccia,quelle precedenti sono tutte ricoperte.La conca sotto Colletta Bernarda e' pure tutta ventata,ma non il pendio per uscire al colle,che comunque risalgo con qualche titubanza,tenendomi a sx sulle tracce qui ancora visibili degli sciatori passati due giorni fa.Poi rapidamente in vetta dove arrivo alle 10.00 e mi fermo solo 5 minuti.Tutto bene anche nella discesa dalla colletta e poi riprendo piu' o meno la traccia fatta in salita e arrivo all'auto alle 13.50.Un saluto agli scialpinisti incontrati,tra cui alcuni che conosco.
Solo qualche tratto di neve farinosa dove il bosco e' piu' fitto,per il resto neve compressa molto faticosa e nella parte bassa,crosta.Al lavoro al pomeriggio.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: OK.
quota neve m :: 1000
Salita effettuata dalla cresta N/NO.
Ho potuto approfittare di una magnifica traccia (un ringraziamento agli sciatori che l'hanno fatta)che sale direttamente da Gr.Costis alla dorsale,gia' a monte del tratto boschivo della stessa;tutto questo pendio risultava
sicuro e per nulla rimaneggiato dal vento e che si e' mantenuto in neve polverosa con qualche tratto di crosta leggera anche in discesa.
Dopo il Cavias(quota 2500 sciistica)di ieri,ritorno da queste parti per il Vaccia per la dorsale N-NO;il pendio-canalone per Colletta Bernarda(normale classica)non e' stato ancora toccato dopo le ultime nevicate.
Molto freddo(-7 gradi alla partenza alle 09,45),in vetta alle 12.00 con bel sole e totale assenza di vento.
Mezzora di sosta e ritorno per la via di salita con arrivo a Pietraporzio alle 14.00.
Un saluto al gruppo di sciatori liguri che hanno fatto il Cavias,che ho incontrato in discesa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: non problem
quota neve m :: 1800
percorso in buone condizioni, in questa pazza stagione, con innevamento da max metà aprile in brillante contrasto con il verde carico dei prati. Più di 1 ora di portage senza neve, poi crosta portante fino all'ameno falso piano prevalentemente boschivo che precede la faticosa impennata finale (varie vecchie slavine lato sx, un classico) al colletto.
In precarie condizioni fisiche, in 3 ore, con cresta fondo durissimo lato dx e gonfie da vento lato sx salendo. Incredibilmente suggestivo e panoramico l'ampio pianoro di vetta. Con Enzo, fermatosi al colletto, antipasto dell'entusiasmante (e faticoso) proseguimento (to be continued)...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1200
Percorso completamente innevato con vari tipi di a seconda dell'esposizione al sole: da quasi farinosa nei tratti in ombra a praticamente trasformata nei tratti al sole (o crosta portante al primo mattino). Fermati alle Grange
Bella gita pasquale in ottima compagnia, grazie anche al contributo di due bottiglie (una di bianco e una di rosso), calici in vetro, pane, salame e tagliere di affettato e formaggio più dolci vari (portati non dal sottoscritto!!)


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita sino a Pietraporzio
quota neve m :: 1200
Nonostante il maltempo in bassa valle, ho deciso di muovermi confidando nelle previsioni che davano schiarite sulle Alpi e, effettivamente, ho trovato dal Pian della Regina in su, una giornata splendida di sole caldo primaverile. Aria fresca con condizioni di neve molto variabile, da farinosa nei tratti in ombra a quasi trasformata nei tratti al sole, con tutte le variabili intermedie (umida, crosta portante, crosta non portante, ecc...). Qualche traccia di sci e racchette dei giorni precedenti spolverate da circa 10-20 cm di neve fresca a seconda delle zone. Un po' di cornici sul crinale a destra della Colletta Bernarda e neve ventata sull'ultimo tratto tra la colletta e la cima. Ancora parecchia neve su tutto il percorso con accumuli di neve assestata che raggiungono i due metri di spessore, non male per fine marzo.

[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Si parcheggia in paese.
quota neve m :: 1200
Favolosa (mezza)giornata di montagna;-8 alla partenza alle 07.40,preludio a condizioni strepitose della neve.
L'auto si lascia in paese,rapidamente a Pian Regina sulla strada ben battuta,ma non gelata,poi stradina e scorciatoie ben battute fino ai prati del Costis.
Arrivato ai Costis invece che proseguire sulla traccia canonica,mi sono tenuto subito piu' a sx,passando
sui pendii sotto la dorsale diretta alla cima,su tracce di discesa degli sciatori abbastanza portanti.
Quindi Colletta Bernarda e brevemente sul pendio sommitale ben innevato,su crosta portante.
Alle 10.00 in vetta,totale calma di vento,mi concedo una bella pausa di un'ora,ambiente e giornata fantastici.
Discesa con attenzione sulla colletta e poi uno spettacolo di neve fresca fino ai prati dei Costis,anche dove e' gia' tutto ravanato e sempre per la massima pendenza.
Quindi velocemente sulla stradina,con alcune scorciatoie,fino a Pian Regina e strada battuta fino
a Pietraporzio;alla macchina alle 12.00,pomeriggio al lavoro.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Parcheggiare in paese.
quota neve m :: 1300
Gita fatta con Franco.Partiti alle 08.00 dal piazzale di Pietraporzio,buona parte del tragitto sulla stradina
molto battuta su neve ghiacciata/dura.Arrivati a Grange Prati Costis abbiamo seguito anche noi per sbaglio
la traccia a destra verso il Cavias,confidando che poco sopra avrebbe svoltato a sinistra in direzione della
Colletta Bernarda.
Quindi piu' in alto abbiamo raggiunto Massimo66(como scopro ora dalla sua relazione e saluto)e insieme abbiamo traversato senza alcuna difficolta' fino alla base del pendio-canale che sale alla colletta,percorrendolo
al suo centro;due veloci scialpinisti davanti a noi.
Alle 10.45 in vetta e dopo un'oretta di sosta ritorno lungo la dorsale che corre parallela al percorso di salita fino
a scendere su pendii molto ripidi verso Pian della Regina,seguendo le tracce di salita della gita scialpinistica di Clabo di qualche giorno prima.Alla macchina alle 13.45.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1200
Giornata spaziale pe meteo e panorama,,salito come da descrizione salvo tenermitroppo a destra sopra le grange e finire sotto le pendici del Ciaval..Trsverso su bella farina fino sotto il colle delle Bernarada e poi in cima..La neve il alto e' bella,ma molto lavorata dai passaggi nel bosco un po piu' marcetta e stradina ghiacciata.
Un saluto ai due ciaspolatori con i quali ho condiviso una parte della salita e lo spettacolo della cima.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1200
Bella gita in compagnia di due scialpinisti. Saliti seguendo una traccia fino a metà percorso, abbiamo poi puntato in direzione del canale di salita verso il colle della Bernarda, prestando attenzione ai ripidi pendii abbastanza carichi e con qualche scarica già presente, specie sulla destra orografica.
Arrivati al colle, siamo saliti al monte per via diretta, passando sulle roccette finali un po' verglassate per evitare i ripidi pendii laterali molto carichi (cornice sulla sinistra).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1200
gita mista sci + racchette. Arrivati in punta prima noi con le racchette, avvantaggiati dal poter tirare su dritto senza fare diagonali. In discesa gli skialp sono tornati dalla via di salita. Noi con le racchette abbiamo percorso la dorsale NO e siamo scesi da un ripido pendio canale ma non è granchè consigliabile. Arrivati all'auto in men che non si dica visto che con le racchette abbiamo potuto tagliare bene i tornanti della strada e districarci nelle boschine. Freddo boia.


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 25/02/12 - settecapelli
  • 20/02/11 - giody54
  • 15/02/09 - erba olina
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: incassato in stretto fondovalle
    difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Nord-Ovest
    quota partenza (m): 1230
    quota vetta/quota massima (m): 2475
    dislivello totale (m): 1245

    Ultime gite di racchette neve

    16/06/19 - Menta (Costa di) dal Lago Serrù - laura59
    Giornata spettacolare.Strada pulita finoo ai laghi Losere ma divieto al Seru. ...di cui alcuni motociclisti se ne sono fregati.Dai laghi neve continua e anche bella sia in salita sia in discesa.Contin [...]
    15/06/19 - Bezin Nord (Pointe de) per la Combe de la Jave e possibile anello - jdomenico
    Partito alle 8:00, salito come da descrizione fino al lago, poi più direttamente verso la cima, senza passare dal colletto senza nome. L'idea era di proseguire, addirittura verso la P.te du Pisset (f [...]
    14/06/19 - Teodulo (Rifugio) da Cervinia - giuliano
    Gita di allenamento in quota. La neve inizia poco sotto Plain Maison, da qui c'è una pista battuta fino a Plateau Rosà. Racchette molto utili in quanto, almeno in caso di partenza non antelucana, si [...]
    08/06/19 - Carro (Cima del) dal Lago del Serrù - The Jack
    Parcheggiato vicino alla diga, partenza poco dopo le 6, abbiamo proseguito su neve portante fino alla base del pendio che porta al colletto a quota 2720.Di lì abbiamo imboccato erroneamente il canale [...]
    08/06/19 - Sommeiller (Punta) dal Rifugio Scarfiotti per la Cima dei Fourneaux - jdomenico
    Partenza 5:30 (dormito in auto nei pressi dello Scarfiotti, che dovrebbe aprire il prox we) arrivo in cima 8:35, per evitare caldo in salita e sfondoni in discesa. I tornanti si possono tagliare trami [...]
    08/06/19 - Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti - Andrea81
    Premessa: non ho salito nè il Pic Brusalana, nè la Rocca Rossa, perchè l'obiettivo era il Pan di Zucchero. Partenza dal parcheggio di quota 2500 m, ho effettuato il giro salendo alla Sella d'Asti [...]
    02/06/19 - Sises (Monte) da Sestriere - madox
    Neve a rade chiazze fino al monte Alpette, poi da 2400 in su il manto nevoso è ancora abbastanza continuo ma bagnato...racchette ancora molto utili per gli ultimi 200 metri ma ormai è quasi escursio [...]