Garitta Nuova (Testa di) da Becetto

note su accesso stradale :: qualche breve tratto innevato sopra Becetto
La neve si incontra a chiazze solamente da Rua dove si può scegliere di percorrere la stradina con un paio di gava e buta oppure tagliare dal sentiero con circa 20 minuti di portage. Noi passando dal sentiero ci siamo messi gli sci a circa 1650 mt. Discesa discreta sulle placche ma bisogna andarle a cercare in mezzo a zone di crosta che non tiene. Un breve tratto centrale di neve trasformata ci ha rallegrati ma in un attimo si è arrivati sul sentiero invaso da rami e foglie e con alcune pietre ben nascoste.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
Questa è la terza volta sulla Garitta ma la prima su tale itinerario: boschina con strada all'inizio e poi pendii dolci ed ampi. Neve trasformata in basso ed in alto quasi, ma dopo il caldo di oggi a sud prossimamente sarà neve primaverile anche nell'ultima sezione. La vetta è sempre davvero panoramica e per goderci ancora un po' la gran veduta, abbiamo traversato sul colle di Cervetto e di lì scesi sino a ricongiungerci con la traccia di salita circa a quota 1850m. Non sapendolo abbiamo lasciato la macchina in paese ma, volendo, si può proseguire su strada ancora un pò. Molta gente in zona.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita fino al parcheggio sopra Ruà. Parcheggio con pochi posti auto
Saliti come da itinerario.
Neve continua e portante lungo tutto il percorso, sia in salita sia in discesa.
Vento decisamente importante in vetta, non freddissimo ma davvero fastidioso.
Gita fatta in compagnia di ski-alpinista: per lui, a scendere, neve ottima nella prima parte, un po' segnata dalle piogge tra i 2100 e i 1900 (comunque piacevole), nuovamente "cremosa" nella radura sopra la Baita del Lupo.
Al ritorno abbiamo provato a non seguire la strada ma a tagliare nel bosco: sconsigliato sia per ski sia per racchette.
Giornata bellissima e calda, mentre in alta Val Varaita doveva esserci un po' di bufera.
Siamo saliti in circa 2 ore (partiti dall'auto alle 9.00, in punta alle 11.00).
Lungo il percorso sono già presenti alcune tracce, ma - soprattutto in alto - i pendii sono tipo tavolo da biliardo e la neve è già trasformata nonostante abbia fatto brutto tempo fino a pochi giorni fa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada libera fino a Ruà
quota neve m :: 1900
Rispetto alla descrizione di pochi giorni or sono, la quota neve si è alzata, anche se più in basso resistono lingue di neve sul sentiero.
Dai 1900 neve abbondante e portante fino in cima e viceversa, almeno fino a mezzogiorno, quando arriva un caldo ...estivo. Oggi eravamo solo in due sulla cima a goderci un panorama stupendo sulle montagne e sulla pianura.
Un saluto allo scialpinista di Paesana.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1500
Nel primo tratto la neve scarseggia ,poi dalla Baita dal Lupo in avanti è continua .Neve compatta ,e ventata sulla cresta ,ma per la facilità del percorso non ci sono problemi
Gita sociale del Cai Mondovi' con 11 partecipanti.Problemi famigliari e malanni stagionali hanno un po' ridotto il numero degli iscritt,comunque .una bella giornata ,con temperature primaverili ,niente vento e panorama fantastico.Tutti sono stati soddisfatti ,compresi gli organizzatori Pierre e Gianpiero .Parecchie persone sulla cima ,per lo più scialpinisti saliti dal versante nord ,Val Po .


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a borgata Rua
Oggi io, Manu e Andrea (con gli sci ) siamo saliti su questa panoramica vetta in una giornata spettacolare con cielo limpido; peccato per il vento, soprattutto in cima. La neve ha tenuto bene nonostante il sole caldo, questo anche perché a mezzogiorno eravamo già alla macchina. Un saluto e ... Buona Pasqua a tutti!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
partito da Rua' seguito la strada fino al Colle del Prete x allungare un' po', quindi verso sx su facile ma lungo pendio in direzione della cima ( ripetitore ) su poca neve spazzolata, sosta di 1/2ora poi discesa seguendo questo itinerario fino all' auto facendo cosi un piccolo anello, gita fatta tutta senza racchette, oggi con Valerio.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok fino a borgata Rua
quota neve m :: 1400
Viste le temperature quasi estive della giornata precedente, abbiamo deciso di partire all'alba con l'intento di raggiungere la cima delle Rossette da Chianale. Arrivati alla dogana, abbiamo trovato un vento forte e fastidioso e, senza pensarci troppo su, abbiamo cambiato itinerario e abbiamo optato per questa meta. Alla fine siamo stati ripagati poiché la neve era abbastanza portante, il vento non sempre presente e comunque poco fastidioso, il sole presente fino in cima. Viste le numerose macchine e prevedendo un grande affollamento, abbiamo deciso di salire non dal percorso solitamente battuto ma dagli ampi pendii in direzione del ripetitore. In vetta abbiamo incontrato numerosi sciatori. Oggi con Manu.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
Gita Cai Beinette, 20 skialp in punta. Sarebbero state 5 stelle ma in basso ha mollato parecchio.
Grazie a tutti per la compagnia!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1400
Molto vento e neve bagnata mi hanno fermato al colle del prete.
Neve abbondante e marcia parecchie cornici ppoco rassicuranti.
Temperatura praticamente estiva sole bellissimo e panorama a 360 gradi.
Tracciato fino al colle e poi un pezzo per il ricordone.
Incrociati in discesa due ciaspolatori.
Per il resto solitaria con i miei due cani

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
Gita a metà tra ciaspole ed escursionismo, con un pò di fantasia in discesa si possono tenere le ciaspole quasi fino alla macchina, in salita le ho messe dai 1900 in sù (e anche da lì fino ai 2100 la neve era evitabile...).
Una stella in meno solo per il tempo grigio, che mi ha concesso così una splendida solitaria (a parte il simpatico ski-alp in salita da pian Munè).
Con il mio branco.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok fino a Ruà
quota neve m :: 1500
Splendida gita partendo da Ruà abbastanza tardi (8,30) e quindi già con 8 gradi sopra zero!
La neve in alto cominciava a mollare già alle 10,30, in basso era pappa.
Visti parecchi ski-alp salire alle 11 quando già ero sulla strada del ritorno.
Con i miei due cani



[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Termiche per ruà
quota neve m :: 1000
Gita splendida, partito ancora sotto una leggera nevicata, traccia tutta da battere con farina tutta mia.
Sono arrivato "solo" ad una baita diroccata a 2100 sotto la cresta, troppa la neve e troppa la fatica, ma sotto di me le nuvole in diradamento.
Vista cadere una valanga dalle pendici della Crosa, piccola ma impressionante.
Discesa fino alla baita del lupo tutta in fresca sensazionale.
Incrociati un paio di escursionisti al ritorno.
Con il mio cane.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Rua.
quota neve m :: 1000
Una 3 giorni in val Varaita con base al rifugio Alevè,consigliato.Giovedi giro nel bosco fino al Bagnour,tracciato.Venerdi lo spettacolo dalla testa di Garitta con parecchia neve,ma poco fondo.Oggi,sabato,sotto una nevicata sempre più abbondante verso il colle Bicocca,seguendo vecchia traccia.Consigliata tappa da Rita....con fuori fitta nevicata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: termiche per ruà
Partito abba stanza presto da Becetto, sono riuscito a salire alla Garitta sfruttando le tracce di ciaspolatori e ski-alp che sono saliti alla Riba del Gias ed alla Garitta.
Nessuna traccia ancora per il colle Cervetto (evidentemente ancora pericoloso).
Discesa favolosa in fresca, il primo tratto a scendere dalla cima mi sono tenuto "abbottonato" ed ho seguito la pista di salita (a 2200 ci sono penso 2 metri o poco meno di neve).
Parecchia gente che saliva mentre scendevo, parcheggi strapieni.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
Le racchette si possono lasciare tranquillamente in auto. Lasciata l'auto dopo la Rua su una piazzola della strada per il Colle del Prete. Seguita la strada fino al Colle poi per la dorsale un po sul sentiero e un po sul prato per evitare le ultime chiazze di neve. Pestato neve solamente nell' ultimo tratto puntando al ripetitore. Per scendere presa la direttissima segnalata da ometti che in poco tempo ci riporta sulla strada per il colle, sconsigliato in caso di nebbia.

Alla prossima


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ottimo fino a Becetto, con gomme termiche si va fino alla fraz Ruà
quota neve m :: 1400
partito presto al mattino e salito in solitaria scappando dalla nebbia. Dalla cima splendido panorama sopra le nuvole e un bel sole. Incontrato solo una guardia forestale in cima per fare due parole. Discesa difficile nelle nuvole con visibilità praticamente nulla fino al bosco, per fortuna c'era una discreta traccia. Neve più bella nella parte alta, appena sufficiente sotto, a tratti si vede l'erba spuntare.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1300
Fino ai 1700-1800 la neve è appena sufficente per le racchette, senza fondo, occhio con gli sci.
Partiti da Becetto sono arrivato al colle cervetto e poi alla cima sotto un sole caldissimo, in cima si stava con un pile leggero, a 1800, dove ci siamo fermati a mangiare, in maglietta faceva caldo.
Ovviamente neve bella solo fino a 2000 circa, giù in massima pendenza si sprofondava il giusto per divertirsi.
Visto un solo altro ciaspolaro.
Con Bianca ed il mio cane.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strada sporca oltre Sampeyre
quota neve m :: 500
Noi siamo partiti da Becetto ma si poteva salire ancora in auto (ovviamente con termiche o catene) fin sopra Ruà.
Gita facile e sempre al sole su dolci pendii. La neve ancora sugli alberi a tutte le quote ed esposizioni inganna perchè ce n'è meno di quel che sembra. Comunque ambiente da cartolina. Sole caldo che come avevo previsto ci ha fatto sudare un sacco e ha umidificato la neve (ancora tutta farina) il giusto per creare un fastidioso zoccolo sotto le ciaspole già in salita. Ambiente intonso, a parte l'ottima traccia di ieri di due scialpinisti. Oggi con Enrico, finalmente dopo tanto tempo, e un simpatico cane che ci ha accompagnati dall'auto per tutta la gita.

[visualizza gita completa con 5 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
esposizione: Sud
quota partenza (m): 1388
quota vetta/quota massima (m): 2385
dislivello totale (m): 997

Ultime gite di racchette neve

20/02/20 - Ciarmetta (Monte), sella SE da Lausetto - giody54
Circa 45 minuti di portage ,poi neve continua anche se nella parte intermedia comincia a scarseggiare.
19/02/20 - Puina (Forcella della) dal Passo Staulabza, traversata al Rifugio Aquileia - lancillotto
Buon innevamento con però neve molto variabile da ghiacciata a sfondosa. Usate ciaspole e ramponcini. Il traverso sotto le pendici del Pelmo necessita assolutamente di neve assestata: trovato molti [...]
17/02/20 - Pianard (Monte) da Palanfrè - luciano66
Partito alle 8,20 con 1 grado e nebbia fino a circa 1500m, dove si bucava ad un bel sole e vento via via in aumento. Sulla parte finale e in vetta e' stata una lotta con il vento caldo e fortissimo. I [...]
16/02/20 - Midia Soprano (Monte) da Ponte Maira per il Monte Estelletta - roberto vallarino
Dopo la salita nel ripido bosco con neve ghiacciata fino verso i 1800 che rendeva la gita deludente, le cose migliorano e sempre con le racchette saliamo dritto x dritto fino a sbucare sul Monte Estel [...]
16/02/20 - Bianca (Rocca) da Indiritti - rccs
La poderale che porta agli ex-capannoni delle miniere a quota 2000 è larga e facilmente percorribile. Purtroppo a causa della scarsità di precipitazioni delle settimane scorse, la neve in questo tra [...]
16/02/20 - Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc - benoit
Bella cima con panorama stupendo su Cervino e Rosa – peccato che ieri era grigio. Anche l’innevamento non era il massimo: neve molle sotto e dura in cima. Almeno era sicura. Confermo che la part [...]
16/02/20 - Cornour (Punta) da Giordano per cresta NE - laitbrusc
Condizioni della neve ideali per una salita in sicurezza e senza fatica eccessiva. Poca rispetto alla stagione (condizioni primaverili) e sempre ben portante grazie alle velature che hanno evitato lo [...]