Blegier (Monte) da Ruà

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: Ok ad Allevè
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Allevè, volevamo fare il Genevris ma poi siamo finiti qui. Le tre stelle sono la media delle 4 della parte centrale primaverile e delle due della parte alta (crosta portante con sastrugini) e della carenza di neve in basso. 15 minuti di portage da Allevè fino al bivio per RIF, al ritorno provato a stare alti nel bosco, ma è meglio scendere al sentiero.
Con Max


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte sci ai piedi ma i punti senza neve sono parecchi ed è sempre più difficili evitarli. In salito ho tolto gli sci solo per attraversare la strada pulita fino a Gran Puy. Neve in basso ghiacciata e traccia scivolosa (ma si sale senza rampant) in alto già smollata dal sole alle 10. Discesa al colle Lauson e risalita al Gran Costa. Alle 1130 la neve era veramente troppo molle per il gran caldo (sembra Aprile!) quindi la sciata non è ottima. Diciamo buona per metà discesa poi è un sopravvivere cercando i passaggi innevati, comunque di crosta non portante e neve molto inumidita. Io non ho avuto molto successo e in parecchie occasioni ho messo le solette sulla terra. Con Arki

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
note su accesso stradale :: Ottimo in statale sino a Ruà
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Nulla di rilevante, in alto utili ma non indispensabili i coltelli. Nell'ultimo tratto é utile aggirare la cima sulla SX (faccia a monte), evitando così il tratto più ripido e duro, da godere poi in discesa (vedi traccia). A scendere arrivati al bosco bisogna cercare un po' il percorso, anche in funzione delle numerose zone pelate; comunque sempre ottimamente sciabile.
Un buon inizio anno. Gita molto bella e meritevole, ottimo il panorama dalla cima.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Salita su traccia già presente dalle casermette, tolto gli sci per un tratto, lungo la strada verso grand puy.

discesa su neve farinosa, a tratti un po' pesante nella parte alta. Seconda parte su neve trasformata, ben sciabile.

Dal gran puy la neve scarseggia, alcuni di noi hanno fatto a piedi un tratto di strada per portarsi più sulla dx, altri sono scesi diretti da grand puy, con alcuni passaggi al limite si arriva alla macchina con gli sci.
Oggi gruppo molto numeroso a salutare la fine dell'anno,
mi scuso ma non ricordo i nomi di tutti, tra gli altri saluto: Margherita, Maria, Michela, Valeria, Beppe, Elio, Filippo, Guido, Luigi, Paolo, Riccardo, Walter, William


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Ruà al pelo sfruttando le lingue di neve sulla verticale della linea elettrica che sale a Grand Puy. -3° alla partenza, neve ben rigelata. In qualche modo sono salito (un po' laboriosi con tratti su erba per i primi 100 m di dislivello, poi raccordato) fino a Grand Puy. Innevamento molto abbondante dai 1700 in su. Aria molto fredda nel finale di salita. Pensavo di trovare neve più trasformata, oltre i 2200 è ancora in fase di trasformazione. Discesa: primi 50 m su farina compressa, poi crosta più o meno portante (non terribile), anche se su alcuni tratti più ripidi e con esposizione sud-ovest, sciando molto leggeri, sono riuscito a fare belle curve. Deciso miglioramento sotto i 2250 m, con crosta portante appena ammorbidita dal sole (fondamentale orario discesa). Bosco con neve sfondosa, prevalentemente gessosa ma sciabile. Dai 2000 in giù festival del firn. Sciata imperiale su velluto liscio come un biliardo. Ho fatto bene a partire da Ruà, ho così potuto sfruttare al massimo la neve trasformata. Si scende su ottima neve, nel finale mettere in conto qualche tratto su erba e qualche gava e buta (il più lungo 30 m lineari). Ultime curvette sui pendii blandi dietro le caserme. Più innevato il pendio dove sale la carrozzabile del Grand Puy. La partenza da Ruà è davvero alla frutta, anzi forse oltre, ma oggi valeva ancora la pena. Per la parte alta, dal bosco in su, ci vanno ancora 3/4 gg per una completa trasformazione, poi sarà meravigliosa. Le 3 stelle sono una media tra le 2 della prima metà e le 5 al di sotto dei 2000 m. Bella gita, nuova per me. Incontrato soltanto altri due scialpinisti, nessuno, ovviamente, partito da Ruà.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Neve nella parte bassa da Rua a grand Puy sciabile ma non penso per molti giorni
Grazie al gruppo e che mi ha preceduto e battuto traccia


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Conviene partire da Gran Puy perchè i prati sottostanti sono insciabili. NN che sopra vada meglio... Proprio a volerla cercare ogni tanto si riesce a fare qualche curva nel bosco o in accumuli da vento, per il resto crosta da cima a fondo. Nessuno in giro: ce la siamo dovuta tracciare tutta!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Con gomme termiche no problem
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
L'intenzione era di andare al moncrons, poi ho visto tracciato il versante SO del blegier e (purtroppo) ho cambiato idea. Sono salito lungo la traccia che, diversamente dalla descrizione, sale da soucheres hautes dal ponte all'inizio della strada per il grand puy. Prima si segue un tratto del "sentiero" delle moto da trial, poi ci si infila nel bel vallone del rio pomerol fino ad incontrare la strada che porta all'alpe giarasson ed infine per bei pendii aperti si raggiunge la cima. In basso neve molliccia ma non troppo vento, dalla bergeria in su sembrava di entrare nella galleria del vento: addirittura non c'era neanche più la traccia di salita dei tre che mi avevano preceduto che ho incontrato all'alpeggio. In cima panorama molto bello ed esteso con tutte le montagne martoriate dal vento e "fumanti", più che val chisone sembrava Patagonia. In discesa il primo tratto sembrava di essere in una centrifuga e la neve era un mix di croste da vento più o meno portanti (comunque sempre abbastanza morbide e sciabili). Qualche curva bella sopra alla bergeria e poi dalla stradina in giù neve già molle e pendenze scarse, va già bene che ci si può divertire saltando i vari terrazzamenti.

[visualizza gita completa]
Solo per dire che ho mandato un mp a LoryFranco riguardo la gita del 28.
P.S Chissà oggi se le stelle sono aumentate ?

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Ci aspettavamo farina e abbiamo trovato...polenta!!I primi 50 mt dalla cima(fra l'altro non sono nemmeno sicuro che fosse la cima giusta)neve lavorata dal vento,si toccano pietre(ho fatto qualche danno alle mie amate solette,sigh!)dopodichè non male (non male significa neve pesante ma sciabile),poi diventa polenta pesantissima,raggiunta la frazione puy decidiamo di scendere lungo la strada abbastanza innevata che porta fino in paese.In definitiva brutta gita,non consigliabile.Salut

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1700
Partita con mark sulle orme del Beppe pensando di puntare al Gran Costa ma in definitiva non meritava più del Blegier, anzi a vista sembra decisamente più pelato..Molta gente sull'itinerario e trovati per caso il BeppeChiappero e Ilario Manfredini con cui abbiamo condiviso salita e discesa.Bella discesa su una spannetta di farina non sempre omogenea, ma meritevole.

[visualizza gita completa con 8 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1511
quota vetta/quota massima (m): 2585
dislivello totale (m): 1074

Ultime gite di sci alpinismo

23/02/20 - Cialma (la) o Punta Cia da Carello - citta
Caldo eccezionale anche qua, vento teso, qualche velatura. Innevamento ancora buono. Impianti chiusi. La neve non ha ceduto eccessivamente grazie al vento, quindi buona trasformata, anche se non molto [...]
23/02/20 - Auto Vallonasso da Chialvetta - gio notav
Quarta volta sull’Auto Vallonasso…ma questo è un itinerario, tra i più interessanti della Valle Maira, meritevole di più ripetizioni per la bellezza dell’ambiente e per la sciabilità dei pen [...]
23/02/20 - Armoine (Col d') o Dar Moine da Pian della Regina - giorgiobi
Da Pian della Regina se si sale dalle ex piste e si rimane in dx orografica l'innevamento risulta ancora buono. Nonostante l'imbarazzante temperatura di 10,5° alla partenza arrivati in cima abbiamo d [...]
23/02/20 - Arpelin (Cime de l') da le Laus per il Col Perdù - c.ale
Gita sociale della scuola di sci escursionismo nevelibre del cai uget. Gruppo misto telemark skialp al col Perdu. Nonostante il caldo fuori stagione neve buona non sfondosa marcetta solo nella strad [...]
23/02/20 - Pianard (Monte) da Palanfrè - lup
Questa mattina vento caldo e assenza di rigelo. Nella prima parte si passa senza problemi su un bell'accumulo di valanga, sono poi uscito in cresta sul lato sinistro in direzione di salita. Vista la [...]
23/02/20 - Cassorso (Monte), cima Ovest da Preit - bubbolotti
Tre stelle e mezzo. Condizioni simili a quella relazionate ieri, rampant utili ma non necessari. Con un po’ d’attenzione si arriva sci ai piedi sulla cima. Discesa su neve primaverile da tre stell [...]
23/02/20 - Auto Vallonasso da Chialvetta - vik
Tantissimi skialp sul percorso, neve molle già al mattino quindi coltelli non necessari. Noi abbiamo proseguito fino alla vera cima (picca e ramponi), nonostante la discesa ad ora tarda la neve non e [...]