Rui (Colle di) da Acceglio, giro

tipo bici :: full-suspended
Partiti da Villar sul classico itinerario per il Bellino, dopo la chiesetta abbiamo imboccato il vallone Fissela non dal primo bivio ma dal secondo che passa presso la vecchia cava di marmo. Sopra la cava si ricongiunge al sentiero G.T.A., da lì fino al colle si alternano pezzi ciclabili ad altri ove occorre spingere o portare. Molto selvaggio il vallone Fissela, ricco però di mirtilli trovati in abbondanza e dolcissimi anche se un pò appassiti dal gelo dei giorni precedenti. Andrea prima di raggiungere il colle Rui è andato fino al colle Lausetto godendosi in tal modo la bella discesa fino al bivio che divide i due itinerari. Molto ciclabile la discesa dal colle Rui a Chiappera, solo dopo il bivio per il colle Greguri il sentiero diventa ciottoloso per migliorare nuovamente nella parte più bassa. Nel complesso bellissimo giro.
La vecchia cava
Il Cervet
Prima parte di discesa
Spintage fra i mirtilli
Colle Lausetto
Arrivo al colle Rui

[visualizza gita completa con 6 foto]
tipo bici :: full-suspended
Breve giro partendo da chiesetta quota 2000 . Lasciate bici a quota 2500 , veloce salita al Freide . Discesa tutta su sentiero , bella ! mucche e pecore a parte .... buchi e cani .
Con questa discesa ho completato la gita di giugno , che avevo sceso per il percorso di salita .

[visualizza gita completa con 2 foto]
tipo bici :: full-suspended
A dispetto di ieri oggi giornata spettacolare! Fatto gita come itinerario.Salita bella pedalabile fino al bivio poi spintage e portage mai troppo duro fino al colle. La discesa nella prima parte non mi é piaciuta perché priva di difficoltà tecniche anche se OC per via delle pendenze e del traverso leggermente esposto. Poi dopo bivio per il colle greguri la musica cambia, pendenze leggere ma una miriade di passaggi veramente divertenti al cospetto del castello provenzale. Nell'insieme gita fantastica. Il mio GPS segnava 1450m d+ senza andare al lauset

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Utilizzo questo itinerario per segnalare salita al colle Lauset con bici , dal colle lasciata la bici ho prima salito il monte Freide e dopo Albrage , vista stupenda da tutti e due e bei ricordi di gite con sci !
La discesa dallo stesso versante di salita è tutta ciclabile , ho dato una stella in meno perchè in discesa a quota 2350 avrei dovuto seguire il Gta che mi avrebbe fatto arrivare sino a quota 2135 sulla carrabile . Io invece sono risalito al colletto 2400 ed da li ho percorso tutta la carrabile .

[visualizza gita completa con 5 foto]
tipo bici :: full-suspended
Siamo partiti da Acceglio con una giornata molto bella con clima ancora estivo,un po' di venticello gelido al colle.
Il vallone di salita nn mi ha entusiasmato molto come paesaggio,decisamente meglio quello di discesa col gruppo Castello-Provenzale in primo piano x tutto il percorso.
La salita lungo la sterrata nn è mai troppo impegnativa,nn abbiamo preso il primo sentiero che conduce direttamente al colle in quanto nn ciclabile ma abbiamo continuato ancora fino ad intercettare la sterrata che permette di salire ad un colletto ancora in sella,oltre è solo sano spintage fino al colle salvo brevissimi tratti..continuato fino al Passo Lauset con ciclabiltà molto buona.Discesa molto bella fino al Rui (breve risalita),poi molto varia e interessante:traversi esposti,tratti scorrevoli e una parte rocciosa nel settore medio-basso decisamente impegnativa e tecnica.
Un saluto ai soci di oggi :)

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Eseguito al contrario dopo aver salito il Monte Bellino e Il Colle Greguri.
Fatto al contrario rimane un percorso altrettanto bello, in salita in alcuni punti è perfino possibile pedalare, in discesa il sentiero si presenta non particolarmente tecnico ma con fondo pietroso nella parte alta e su erba nella parte bassa. In fondo occorre fare attenzione alle tacche bianco-rosse del Gta che si perdono un pò nei pratoni, ma la traccia resta abbastanza evidente ( si sposta sempre, scendendo, verso destra)almeno fino all'ultima ripida rampa prativa sopra la strada che sale alla Colletta, qui ho perso la traccia e sono sceso in stile free ride sulla max pendenza sulla strada sottostante cercando il percorso migliore, poi ancora per ripidi prati si può tagliare il tornante e arrivare nelle vicinaze del ponte a quota 2035.
Dopo la Chiesetta di Madonna delle Grazie si possono nuovamente tagliare i tornanti deviando sulla destra sui prati e tracce che passano dalla Grangia Varzio, giungendo così in prossimità dell'auto. (Vedi anche gita anello M.Bellino).
Oggi gran giornata, vento freddo solo al Colle, dal lato della salita non vi era praticamenbte più neve, in discesa invece un leggero strato assolutamente non fastidioso era presente fin verso i 2450 m.

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Gran bella pedalata di alta montagna, noi abbiamo raggiunto il colle di Rui passando dal rif. Carmagnola per poi proseguire con un pò di sano e a tratti delicato portage sulla traccia di sentiero che,passando sotto il monte Albrage,raggiunge il passo Lauset,da quest'ultimo si arriva comodamente al nostro obiettivo.Panorama eccezionale e ambiente severo.Discesa di grande soddisfazione!
In ottima compagnia di Patrik,Dado,Federico,Gianni e Corrado.


[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Anch'io sono salito lungo la militare fino a Gias Traversiera ed alla ex-cava di marmo: consigliato; discesa bellissima, come già evidenziato è molto divertente la prima parte, con traversi e tornanti prativi, più tecnica da bivio del Greguri in giù, ma sempre ciclabile tranne due brevi tratti.
A Chiappera ho seguito la sterrata della Crocetta di Saretto ma anziché scendere verso quest'ultima borgata, ho imboccato il Percorso Occitano che dapprima scende deciso e poi risale in traverso (90% in sella) fino alla chiesetta di San Maurizio sopra Lausetto; da qui, seguendo i vecchi percorsi di collegamento fra le borgate (ben evidenziati sulla carta Fraternali) si rientra ad Acceglio senza praticamente toccare bitume (il PO e questi ultimi sentieri sono, rispetto a qualche anno fa, molto più puliti e ben mantenuti, con l'erba sfalciata e i muretti di sostegno rimessi in sesto: bravi e grazie a chi ha provveduto).

[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Giro in cui la bici la si spinge abbastanza, ma non si è mai obbligati a caricarla a spalle.
Prima parte della discesa non troppo difficile ma che attraversa pendii con una certa pendenza.
Sotto il colle Greguri le difficoltà aumentano: tornanti più stretti e fondo decisamente più pietroso, 2 punti non ciclabili ma brevi.
Rilassante l'ultimo tratto che porta in centro Chiappera.
Inserisco la traccia gps con le varianti descritte da Mella, che anch'io consiglio.


[visualizza gita completa con 10 foto]
tipo bici :: full-suspended
Siamo partiti da Villar, così facendo il giro si riduce a circa 1400 metri di dislivello.

In salita, dopo la chiesa Madonna delle Grazie, non conviene imboccare il sentiero GTA, ma proseguire sulla sterrata ed in corrispondenza del Gias Traversiera svoltare a sx per strada quasi completamente pedalabile. Si giunge ad un colletto e perdendo una cinquantina di metri di dislivello si ritrova il sentiero che sale al Colle del Rui... così facendo si spinge meno la bici.

Discesa divertente… prima parte su sentiero facile ma esposto su ripido pendio, poi tratto intermedio molto bello con qualche tornante. Quando si passa a fianco della Provenzale ci sono un paio di tratti non ciclabili, poi di nuovo più facile. Lungo tutto il percorso ci sono dei lunghi tratti con pietrisco sul sentiero che rallenta la discesa.
Per ultimo, in vista di Chiappera, imboccare il sentiero a sx che con percorso divertente immette direttamente nella borgata. Da questa seguendo indicazioni MTB si evita un altro lungo tratto di asfalto per seguire invece una sterrata che dapprima è in leggera salita e poi scende dritta su Saretto.
Ricambio i saluti a Massimo66 incontrato sul percorso... ma quand'è chet cati 'na muntan baic?!
Oggi con Swiffer e Gianluca.

[visualizza gita completa con 4 foto]
...che dire? un percorso che lascia senza parole...
Le fatiche del "portage-spintage" in salita sono ampliamente ripagate con una discesa strepitosa ed emozionante tra dolci tappeti erbosi e severe pareti rocciose del Gruppo Castello-Provenzale.
Due valloni selvaggi con scenari da urlo.
Abbiamo avuto alcune difficoltà nell'identificare il sentiero che si immette nel Vallone Fissela in quanto è veramente poco evidente.
Prima di giungere al Colle Rui, abbiamo proseguito per il passo Lauset dove il sentiero è ben conservato e abbastanza pedalabile e dalla cima si scorge un panorama eccezionale!
Gita definibile ciclo-alpinistica per i molti tratti da fare a piedi.
Prossimamente su

Un particolare grazie agli ideatori di questo giro...i sempre più grandiosi Bobo, Rino e il Bracco.



[visualizza gita completa con 9 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: OC :: OC+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1220
quota vetta/quota massima (m): 2708
dislivello salita totale (m): 1800
lunghezza (km): 30

Ultime gite di mountain bike

15/02/20 - Sirio, Pistono, San Michele (Laghi) da Banchette, giro per Borgofranco e Montalto Dora - monviso71
Abbiamo fatto un giro diverso di quello descritto qui. Partiti da Montalto Dora abbiamo seguito i cartelli per il giro dei laghi, passando per il Nero poi Pistono ed infine Sirio. Vari saliscendi t [...]
11/02/20 - Baraccone (Monte) da Altare per Quiliano e Roviasca, giro - lonely_troll
Tra i vari percorsi di questa zona dal mare alle ultime montagnole delle Alpi questo è di difficolta media. Sulla pista di discesa a Viarzo si trovano poche indicazioni ma è sufficiente seguire le [...]
07/02/20 - Pietraborga (Monte) e Monte San Giorgio da Trana, giro - bubetta
Siamo saliti solo al Pietraborga. Sempre suggestivo e piacevole il tratto di bosco nel "Sito dei Celti". Una volta ritornati al Colle Damone abbiamo imboccato il sentiero molto panoramico, scorre [...]
06/02/20 - Peitagù (Testa di) da Aisone, giro - kika
Per evitare la salita su neve dal versante dell'arma, mi sono cammellato la bici sul sentiero delle punte chiavardine fino al bivio sotto alla Peitagù. Sentiero bello, panoramico e ben segnalato, ma [...]
29/01/20 - Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette - monviso71
sterrata in buone condizioni generali, qualche canale di scolo (tipo guardrail) é fuori sede ma si passa senza problema, magari in discesa potrebbero essere più insidiosi. un po' di fango nelle zon [...]
26/01/20 - Colletta (Monte) da Piasco, giro - lonely_troll
I sentieri della Valle Bronda sono evidentemente frequentati e sempre ben segnati sia per bikers sia per escursionisti. Ho scelto un itinerario a bassa quota e senza discese lunghe per evitare neve e freddo.
19/01/20 - Moncuni da Rivoli, giro per la Collina Morenica - rg68
Ritornato sul Moncuni in mtb dopo qualche anno: tutto a posto, parecchi ciclisti e gente a piedi, giornata tersa e freddina, sentieri e strade in buone condizioni, poco fango.