Scaletta (Monte) da Argentera per i Laghi Roburent e il Passo Scaletta

note su accesso stradale :: Ok
A causa del poco tempo a disposizione, decidiamo di salire dall'ex casa cantoniera sulla SS21 (q. 1850) anziché dal centro di Argentera. Il dsl è solo apparentemente inferiore in quanto dal Passo Pra di Bals (q. 2258) si perdono circa un centinaio di metri che vanno ovviamente risaliti al ritorno. Il sentiero P41 da Argentera è, inoltre, molto più marcato e in buone condizioni rispetto a quello che parte dall'ex casa cantoniera. Risultato: all'andata perdiamo clamorosamente il sentiero e ci inerpichiamo per circa 500 m di dsl sulla ripidissima china dove sono sistemati i paravalanghe, (scoprendo che si può anche arrampicare sulle reti metalliche semi-coricate!) del tutto ignari che la traccia del sentiero è appena poco più in là. Poi, dopo un piccolo pianoro, un altro pendio di erba e piccola pietraia ancor più ripido fino ad arrivare alla base della cresta rocciosa che origina dal Bric della Sabbiera. Da quel punto (q. 2300 circa) vediamo in basso la mulattiera che sale da Argentera e alla ns. destra (anche questo più giù) il Passo Pra di Bals. Discesa a raggiungere il P41 poi tutto come da relazione, ricollegandoci al sentiero che sale dal Colle Roburent al Passo Scaletta tramite una evidente traccia con ometti che si stacca dal sentiero per i laghi di Roburent poco prima del grande lago Superiore. Il passaggio nel piccolo tunnel non necessitava quasi nemmeno della frontale, data la fortissima luce proveniente dall'esterno. Sentiero Roberto Cavallero pulito e in ordine: lo abbiamo percorso oltre la vetta fin quasi sotto il Passo Peroni, dove si incontra il bivio con un sentiero parallelo al Roberto Cavallero che riporta al Passo Scaletta. Abbiamo seguito quest'ultimo per un tratto in discesa, per poi abbassarci su dolci declivi erbosi sino al lago mediano, dove abbiamo riguadagnato il sentiero P41. Giunti alla malga, a me è toccato il facile compito di scoprire com'è il sentiero per Argentera, mentre Alf è risalito al Passo di Pra Bals alla ricerca del sentiero perduto all'andata: la traccia che sale dalla malga è visibile, poi si perde un po' nell'erba ma la si ritrova, dopo aver attraversato la bifida dorsale, al grande ometto su masso che indica il passo. Di lì in poi si fa più evidente e si trovano ometti, per poi perdersi di nuovo un po' all'attraversamento del canalone ma ormai in vista della casa cantoniera. In ogni caso ho aggiunto una variante all'itinerario, nel caso qualcuno voglia ripercorrerla.
Con Alf: ancora una giornata soleggiata e calda a chiusura della nostra mini-vacanzina. Molto suggestivi i passaggi fra le guglie dolomitiche e splendide le vedute su Val Maira e Valle Stura di Demonte, bellissimi i laghi.

Ravanage sui paravalanghe
Il ripido pendio da noi risalito, sulla sx il canalone al di là del quale nel bosco si trova il sentiero
La bifida dorsale e il Passo Pra di Bals
E laggiù il sentiero P41 da Argentera
Lago superiore di Roburent dalla traccia per il Passo Scaletta
Monte Scaletta
Passaggi fra le guglie sul sentiero Roberto Cavallero
Tratto attrezzato
Passaggi
Guglie
In discesa per dolci declivi erbosi
La malga e alla sua sx la traccia di risalita al Passo Pra di Bals
Il grande ometto che indica il Passo e in fondo la casa cantoniera
Tratto di sentiero nel bosco
Nei pressi del canalone, in fondo la casa cantoniera
Le tacche sbiadite sulla pietra
Il bel sentiero per Argentera

[visualizza gita completa con 17 foto]
Seguito l'itinerario proposto con la variante che dal lago Sup. di Roburent abbiamo proseguito raggiungendo il colle e scendento a Le Pontet.
Gianpiero, Giuliana, Laura e Leon


[visualizza gita completa]
Gita bellissima.Giunti alla Tinetta si percorre l'appartato vallone del rio di Roburent,si raggiungono i due laghi inf.
di Roburent e dal fondo del secondo si prende la non segnalata ma evidente traccia che porta lungamente verso
Passo La Croce.
Invece che svoltare dopo poco a sx in direzione del Passo Scaletta,ho proseguito fino al Passo Peroni(piu' che un passo e' un bivio a mezzacosta sul pendio);da qui si svolta sempre a sx in corrispondenza delle prime tacche rosso-blu del Sentiero Roberto Cavallero.
Si raggiunge quindi rapidamente la cresta verso lo Scaletta,rimanendo sempre sul lato di Roburent,passando in mezzo ad una serie di pinnacoli rocciosi e alcuni passaggi attrezzati con catene,infine ultimo breve tratto sommitale alla croce.
Solo dieci minuti in vetta a causa del maltempo incombente(che poi mi rispiarmiera')e quindi discesa verso il Passo Scaletta,sempre seguendo le numerose tacche rosso-blu,fino al camminamento in galleria che,causa mancanza di pila,ho aggirato a valle su un breve tratto di detriti mobili,riprendendo il sentiero a valle della galleria.
Quindi rapidamente al P.Scaletta e in breve,su ampio sentiero,fino al lago sup. di Roburent;da qui a sx verso i laghi inferiori,dove ho ripreso il sentiero fatto in salita,chiudendo l'annello,e poi a ritroso fino ad Argentera.
Partito alle 08.00,in vetta alle 10.30 e alla macchina alle 12.30,praticamente senza fare soste e quasi sempre sotto nuvoloni minacciosi.
PS:indicazioni scarse o assenti,conviene portare con se mappa della zona.



[visualizza gita completa]
Grazie a questa fase di bel tempo stabile, mi adopero al meglio per cercare qualcosa da fare, cosi da riempire bene le giornate. Mi viene di puntare il dito sul Monte Scaletta che andro' a salire proprio da Argentera, da dove necessita superare un dislivello maggiore rispetto al versante opposto, cioe' da Prato Ciorliero. Suggestivo il percorso tra i laghi di Roburent fin su al colle Scaletta, da dove tramite un breve tunnel son sbucato in vetta, gia' presidiata da altri escursionisti. Tramite il sentiero Roberto Cavallero molto panoramico, continuo il mio cammino itinerante fino al passo Peroni, con sublimi vedute sui sottostanti laghi di Roburent, sull'Oserot e sull'Oronaye alle mie spalle. L'obbiettivo era giungere a visitare il bivacco Due Valli al passo La Croce, e ridiscendere ad Argentera con giro ad anello. Giro che mi ha portato fin sopra quasi le case di Berzezio. Mancavano 2 km per chiudere definitivamente l'anello, i piu' brutti, perche' su strada asfaltata.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: parcheggio sterrato poco oltre la chiesa di Argentera
Gita rubata al maltempo, che come da previsione nel primo pomeriggio è arrivato con temporali sparsi in zona.
Salita abbastanza diretta, con solo un paio di pianori ma rapidi, bella la zona dei laghi Roburent. Avremmo voluto salire dal sentiero Cavallero lungo la cresta per poi scendere al Passo Scaletta, ma non abbiamo capito bene dove passare, quindi abbiamo optato per la via normale, raggiungendo dai laghi rapidamente il Passo Scaletta.
Qui la salita è molto più agevole di quel che può sembrare, prima un sentierino tra ghiaioni, poi la galleria, molto breve ma cieca in quanto compie una curva di 90°, pila consigliata e occhio alla testa.
Fuori dalla galleria qualche roccetta e sentiero comodo (con tanto di muretti!) e siamo in cima, dove vediamo l'arrivo della perturbazione.
Scesi al Passo avremmo voluto tentare anche il vicino Vanclava, ma il tempo in rapido peggioramento ci ha fatto scegliere una discesa rapida, qualche goccia di pioggia nei pressi del lago inferiore e poi sole e schiarite fino all'auto. Tutto sommato è andata più che bene, peccato non aver potuto fare l'anello del sentiero Cavallero.
Solo io e Wonder Ale in cima, e pochi escursionisti in zona, solitamente molto frequentata.

altre foto poi su


[visualizza gita completa con 6 foto]
Subito dopo la galleria militare, nel punto probabilmente più dselicato di tutto l'itinerario perchè esposto ci sono delle sottili lastrine di neve ghiacciata, attenzione.
Giornata splendida, nessun umano sul percorso, moltissime marmotte belle grassottelle in attesa di andare in letargo, cosa desiderare di più da una gita in montagna?
Con il mio cane.


[visualizza gita completa]
In cima dai laghi di Roburent e colle Scaletta, con annesso passaggio nella galleria. Panorama spaziale dalla cima. Scesa dal SRC verso il col Peroni che ho poi abbandonato discendendo ghiaioni verso i laghi inferiori di Roburent per poter tornare ad Argentera. Raggiunto il Rifugio Maljasset in Ubaye nel pomeriggio che nei prossimi giorni sono in giro per su di li


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 17/06/18 - giannipinotta
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: giallo/rosso ai Laghi Roburent, sentiero Cavallero rosso/blu dal Passo Scaletta
    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1700
    quota vetta/quota massima (m): 2850
    dislivello salita totale (m): 1150

    Ultime gite di escursionismo

    22/02/20 - Teste (Alpe le) e Alpe Campo da Rimasco - giuliano
    Fatto il giro suggerito in relazione come variante: Rimasco- Rifugio Alpe Campo- Cima Alpe Campo- discesa sulla ex pista fino all'Alpe Pianali- Alpe Teste- Le Teste- ritorno all'Alpe Pianali- discesa [...]
    21/02/20 - Planes (Alpeggio le) da Morgonaz - brunello 56
    Gita sui sentieri ormai nell’oblio. Variante all’itinerario descritto. Sono partito dal Castello di Quart, salito sul sentiero n. 7 fino al Beato Emerico, poi sul 7a per Valsainte. Poco dopo il [...]
    21/02/20 - Ceppo (Monte) da Baiardo - rolly52
    Bellissimo itinerario quasi tutto all’ombra, ideale in inverno senza neve o nelle mezze stagioni. Sentieri ben tracciati con linea gialla e indicazioni in legno. Ultimo tratto assai panoramicò co [...]
    21/02/20 - Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi - joker
    Oggi avevo in macchina anche gli sci ma ho usato solo gli scarponi. Ho salito la Sea Bianca , non ho usato i ramponcini ma sono comunque consigliabili. Il percorso non è come d’estate, bisogna cerc [...]
    21/02/20 - Ricordone (Monte) da Rore - rudolph
    Si tocca un unico nevaio sulla cima per il resto percorso totalmente estivo. Gita pomeridiana rapida con un gran caldo e panorama sconfinato grazie anche al vento teso ma non eccessivo. Nessuno sul percorso. Con il mio cane
    20/02/20 - Da Chatillon al Castello di Cly, attraverso il Ru Chandianaz Da Chatillon al Castello di Cly, attraverso il Ru Chandianaz e Ru Marselleir - laika58
    Oggi una bellissima gita con il CAI Intersezionale Canavese e valli di Lanzo - Itinerario come da descrizione in una bella zona a mezza costa sulla valle centrale - Giornata di sole e mite e assenza d [...]
    20/02/20 - Sourela (Punta) da Col San Giovanni - franco1457
    Con l’instancabile Gauso saliamo alla Punta Sourela. Partiti dalle case di Col San Giovanni. Primo tratto senza neve e con rari segni sbiaditi. Poi arrivati in vista della cima neve continua e porta [...]