Ostanetta (Punta) e Punta Rumella da Rucas, anello

Dalla punta rumella non vi sono più indicazioni nè ometti. Occorre stare in cresta semplice ma esposta fino a incontrare il sentiero che arriva dal bivio sotto la rumella. In discesa ho fatto l'anello per il colle verso ostana. La traccia è tutta segnata e la direzione per rucas indicata con una paletta. Si può fare anche con nebbia come era oggi senza alcuna difficoltà di orientamento.Gita divertente in condizioni ottimali. La stella in meno è determinata dagli orrori alla partenza non solo per gli impianti ma soprattutto per le innumerevoli cave che stanno sventrando la montagna. Ma servono tutte queste pietre?.....

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nessun problema
E' stata una gita di ripiego, legata ad un problema di strada interrotta, ma si è rivelata comunque una buona scelta.
Percorso ad anello completo come da descrizione itinerario, compreso la salita alla Rumella e la cresta tra Rumella ed Ostanetta, non difficile ma da fare con cautela, primi concetti base di arrampicata.
Rispetto alla stessa gita fatta il 6 aprile 2015, non ho potuto fare a meno di rilevare il fortissimo degrado dei sentieri, sia quello di cresta tra stazione sky-lift e Rumella che quello basso da colle Bernardo, completamente invasi da arbusti e smottati per tutta la lunghezza. Anche i paletti indicatori in legno sono danneggiati o caduti per inclemenza del tempo. Peccato, con il percorso a posto sarebbe una gita da 5 stelle.
Bella giornata, tempo magnifico, purtroppo compagnia ancora ridotta, con Danolo e Vittolo. Per V. battesimo d' arrampicata con qualche protesta ed apprensione (...ma dove mi avete portato, basta torno indietro, ...), ma superato alla grande.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Oggi una bella gita a punta Ostanetta di fronte al Rè di pietra il Monviso - Gita di perlustrazione per una gita CAI - Partiti presto per evitare le solite nuvole e nebbie, arrivati a Rucas la giornata era splendida, ma dopo poco hanno cominciato a formarsi rapidamente nuvole di calore e nebbia che hanno limitato i panorami nella parte bassa, mentre in vetta siamo usciti sopra le nuvole ed il Monviso era li che svettava - Sentiero che dal colle Ciapè in avanti era bagnatissimo dal temporale della notte e con molta erba alta ed arbusti che chiudono il sentiero con pietre viscide ed alcune brevi pietraie da attraversare che in queste condizioni specialmente in discesa diventava da equilibrismo - Partenza come da itinerario da Rucas, iniziale risalita lungo le piste e poi sentiero passando dal colle Ciapè, di qui con un lungo traverso in risalita porta al colletto dove c'è il bivio per la cima Rumella (che nelle condizioni odierne abbiamo evitato), abbiamo quindi seguito le tracce di sentiero che passano sotto alla cima Rumella e dopo aver attraversato alcune pietraie, siamo risaliti lungo la cresta della punta Ostanetta (alcuni punti con esposizione), sino al grande ometto ed alla croce di vetta - Usciti dalle nuvole basse e nebbia dal colletto che divide la Rumella dalla Ostanetta, sopra sole e panorama - Bella gita in una zona che non ci ero mai stato
Un saluto ai compagni di gita Claudio e Renzo


[visualizza gita completa con 4 foto]
Fatto giro ad anello in cresta e colle Bernardo.
Non ho visto nulla causa nebbia. Maledizione!


[visualizza gita completa]
Eseguito il giro ad anello passando da Punta Rumella, Punta Ostanetta ed infine Punta Razil come da descrizione. Trovata qualche traccia di neve durante la salita e poi dalla Punta Razil verso il colle Bernardo, però nulla di preoccupante. Salita in cresta con alcuni passaggi dove bisogna mettere le mani ma anche in questo caso nulla di troppo difficile.
Ottima gita con vista sul Monviso e fratelli attorno.
P.S. ho perso lungo il tragitto una macchina fotografica Panasonic colore argento dentro una custodia rigida blu. Se qualcuno l'avesse trovata mi può far sapere? Potete anche contattarmi al 3498625914. Grazie mille

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Ampio e comodo parcheggio a Rucas. La strada che sale da Bibiana a Montoso risulta interrotta, ma è tranquillamente perc
Completamente sgombra di neve, tranne per qualche traccia sul sentiero nei pressi della Meidja. La salita alla Rumella è segnata da ometti e risulta semplice, anche se non per principianti.

[visualizza gita completa]
Salito come da descrizione bucando la fitta nebbia della partenza nei pressi del colle Ciapè. Per il ritorno dall'Ostanetta ho preferito fare un anello un po più ampio raggiungendo punta del Razil e colle Bernardo dove un bel sentiero in costante traverso riporta sul percorso di salita proprio al colle Ciapè. Non ero mai stato qui a camminare ma devo dire che, a parte le schifezze alla partenza, il percorso merita sopratutto in una giornata limpida e tiepida come quella di oggi!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: ok
Salito dai ripetitori seguendo la dorsale fino al colle Ciapè. Poi seguito sentiero fino sulla Rumella dove mi sono fermato. Due dita di neve fastidiosa sul percorso , attenzione in discesa. Cielo blù in alto su un mare di nebbie , vento forte sulla cima che mi ha fatto rinunciare all'Ostanetta.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: libero sino al parcheggio
gran bella giornata effettuiamo il percorso come descritto nell'ultima gita descritta, meglio salire la Rumella da subito e fare il giro in senso antiorario , cioè in salita da Rucas deviare per il sentiero di destra, la prima parte del sentiero ha una piccola spolverata di neve ghiacciata che in salita non è pericolosa ma in discesa e un pò ostica.
un ringaziamento al gruppo CAI Cumiana


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: pulito
Con Renzo Marangon abbiamo salito prima la Rumella dal segnale "per escursionisti esperti" con una pseudo arrampicata di primo grado su lastroni di roccia fantastica. Dalla cima, seguito la cresta molto stretta ma piatta sempre rocciosa, con anche incredibili cenge che sembrano costruite dell'uomo ma naturali, per salire poi su sentiero all'Ostanetta, ancora più in la alla Razil ed infine scendere al Colle Bernardo su vastissimi pratoni sempre su traccia segnalata. Il Re di Pietra sempre lì a controllare con la spolverata della notte. Dal Colle Bernardo ancora ottimo sentiero ben segnato a chiudere l'anello verso Rucas. Solo un pò di ghiaccio sul sentiero prima dell'impennata rocciosa della Rumella ma non da fastidio, poi tutto pulito. In alto sole tiepido e bel panorama fino al Rosa.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nessun problema
neve dai 1700 m che nascondeva buchi e rendeva assai scivoloso il percorso. Fatto solo il sentiero, comunque gran panorama. Che tristezza i casermoni di Rucas!
Con Roberto e Maurizio


[visualizza gita completa]
L'idea era di fare l'anello passando dal C.le Bernardo ma è salita una persistente nebbia che mi ha fatto desistere e sono ritornato per la via di salita. Come detto nella relazione precedente la cresta dopo la Rumella ha un paio di punti abbastanza esposti da fare con attenzione; conviene comunque tenersi sul filo di cresta e non avventurarsi sulle cengie sottostanti che sembrano presentare qualche passaggio più facile ma che poi portano a dei canalini molto scoscesi. Ancora qualche nevaio sul versante della Rumella verso il Rucas.

[visualizza gita completa]
Oggi certamente non è stata una bella giornata ma sempre meglio che stare a casa! Comunque è una gita simpatica su una montagna di bell'aspetto. Il percorso, se come noi si sale alla P.ta Rumella e poi si segue rigorosamente il filo di cresta fino alla Razil, non è assolutamente monotono e per nulla banale. Alcuni tratti tra la Rumella ed il colletto prima dell'Ostanetta sono abbastanza esposti e richiedono prudenza. Soprattutto quando, come oggi, il terreno è piuttosto scivoloso causa la recente nevicata. A circa metà cresta si incontra una catena che agevola il superamento di un breve ma liscio scalino in discesa: secondo me è mal posizionata, perché è ancorata troppo in basso e si fatica a mettersi in posizione. Comunque grazie ugualmente a chi l'ha piazzata! Dalla P.ta Razil siamo poi scesi al Colle Bernardo (ancora molta neve su questo versante) per seguire il sentiero, ma meglio sarebbe definirlo traccia (seppure fortunatamente molto ben segnato,) che riporta al Colle Ciapè. Ovviamente panorama praticamente nullo. Con Fausto e Michele.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Oggi e' toccata la salita all' Ostanetta e con sempre un meteo variabile, sono salito come da itinerario trovando qualche lingua di neve nel tratto prima della cresta che non crea problemi (no rampa) e poi a percorrerla integramente passando dalla Rumella e ad arrivare in vetta. Sempre tra sole, nubi e nebbie, si pranza e poi visto le nubi piu' minacciose si riparte per tornare all'auto con giusto qualche gocciolona e nebbia fitta nella parte bassa.

[visualizza gita completa con 4 foto]
fermati a 2150, ancora troppa neve anche passando sul versante esposto a sud. Da rifare perché il posto è bello e i casermoni di Rucas non disturbano più di tanto. Si può fare con scarponi alti e ghette.

[visualizza gita completa]
bella gita per la giornata meteo che si presentava alla mattina
ringrazio i miei compagni di "cordata"


[visualizza gita completa]
sgambata mattutina prima del lavoro. Ancora voglia di sole caldo prima dell' imminente stagione bianca. Come da relazione saliti per cresta alla Rumella ancora cresta all'Ostanetta poi Rumelletta e colle Bernardo. Anello chiuso in traverso fino ai ripetitori dove avevamo l'auto. Con Randagia. 900 mt di disl e 9 km di viluppo. Pochini ma la gita merita per varietà di terreno e panorama. Ancora una splendida mattinata

[visualizza gita completa]
giornata, sbucati sopra le nebbie, stupenda. partiti da rucas, poi come da itinerario x meidja, rumella (EE/F), ostanetta. da qui vittorio è rientrato x il colletto rumella-ostanetta. io e Orny proseguito x Razil e rientrati x colle bernardo. bel giro. panoramico.

[visualizza gita completa]
Ritornato volentieri a rifare l'Ostanetta a distanza di 32 anni, solo che a differenza di allora, questa volta c'era molta piu' neve a cominciare dal col Ciape' in su'. Ma per fortuna era ben dura e tale da richiedere l'uso immediato dei ramponi, con i quali abbiamo affrontato l'intera cresta toccando di passaggio la Mejdia. Pero' non piu' con la bella croce installata sul punto culminante argentea e luminosa al sole come me la ricordavo. Bensi' appoggiata a una roccia e tutta arrugginita. Come cambiano le cose, dopo tanto tempo...! Segue la Rumella il cui tratto di cresta che la separa dall'Ostanetta, di fatto si e' rivelato impegnativo per l'inevitabilita' di doverlo attraversare ramponi ai piedi su neve dura ricoprente l'intero tratto e, con una certa esposizione. Certamente non la stagione migliore per percorrere questi tracciati in totale sicurezza. Nessun disturbo da parte del vento ridotto oggi a poco piu' che una fresca brezza. Come non notare la mole del Monviso, che da qui'e' davvero magnifico. Siamo poi calati giu' al colle Bernardo per discendere il canalone che guarda verso la valle Infernotto (sempre ramponi ai piedi) sul lato est di faccia alla pianura, e con un lungo traverso su tracce di sentiero, gelato in parecchi punti, passando per l'Alpe Pian della Bandia ci siamo ricongiunti al punto di partenza.(il tornante della strada che da Montoso sale a Ruccas a est di Ortieul). Con Franco e Bruna.

[visualizza gita completa con 7 foto]
note su accesso stradale :: attenzione alle buche nell'asfalto da Montoso a Rucas
Gamba quasi a posto, ma di nuovo problemi di salute…, ma malgrado tutto oggi grande scappata montana, alla faccia degli acciacchi e soprattutto stringendo i denti.. meteo e panorama eccezionale…
Il sentiero di salita nel tratto nord oggi era cosparso di brina nonostante l’ora tarda (ore 11.00) a parte un po’ di scivolosità non è problematico perché quasi tutto in piano, anche se parecchio invaso dalla vegetazione in alcuni punti. Dal bivio per la Punta Rumella siamo saliti seguendo gli ometti decisamente più sul filo di cresta per divertenti roccette. Dalla croce della Rumella la cresta è molto piacevole e non c’è particolare esposizione (a mio avviso), però alcuni passaggi non sono banali soprattutto se li si fa in questo senso (disarrampicando) però alla "belle meglio" ci si arrangia aggirandoli per gradoni rocciosi e prativi da entrambi i versanti. Finita la cresta abbiamo tralasciato il sentiero e proseguiti sul crestone dell’Ostanetta senza percorso obbligato (vedi relazione) per roccette, molto piacevole e panoramico fino alla vetta. Discesa tranquilla sul sentiero anche per non esagerare con la gamba.. “a sa mai..” Alla fine è un bel piccolo anellino... La cresta della Rumella se bagnata, o c’è neve-ghiaccio, la sconsiglierei sarebbe poco divertente a meno che una vada in cerca di difficoltà…
La cartina Igc non segnala correttamente i sentieri, occhio!
I satelliti del Viso sono oramai tutti puliti ad eccezione di ancora una spruzzatina sui versanti nord, approffittarne se uno è intenzionato fare salite in questi giorni di tali punte, ovviamente, meteo a parte.

Piacevolissima compagnia di “nonna Adriana” che mi ha gentilmente sopportato con tutti i miei acciacchi… “cavolacci” se arrivo in forma come te alla tua età… ci faccio la firma…


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Buono
Poco prima di giungere a Rucas, dopo un tornante, si possono notare sulla sinistra i ripetitori (q. 1580 ca.). Si accede al piazzale antistante con una breve strada sterrata che si dirama a sinistra in corrispondenza degli stessi. Parcheggiata l'auto sul piazzale, si può notare sulla sinistra una targa che indica un campo di volo per parapendio e da qui, egregiamente segnalato, parte il sentiero che, seguendo il versante sud, ci porta al colle Ciapè. Da qui seguendo il sentiero di destra si risale il versante est della dorsale che scende da punta Rumella, per poi arrivare ad un bivio dove si sceglie il sentireo per esperti sulla destra (indicazione) che consalti elementari di roccia ci conduce alla punta Rumella. da qui si segue la divertentissima cresta che collega le due cime (bisogna porre attenzione in alcuni punti) per poi ritrovare il sentiero (facile) al colletto sotto la Punta Ostanetta, da qui raggiungibile in 10 minuti circa. La discesa procede cerso il sopracitato colletto, per poi piegare a destra entrando in una pietraia sotto le balze rocciose della punta rumella ed infine, ritrovat il bivio sotto la stessa, ripecorrendo l'itinerario fino ai ripetitori
Grazie a Marco per la compegnia, giornata fantastica ed elettrizzante per il ghiaccio sell'itinerario.


[visualizza gita completa con 9 foto]
...che fare con mark e le sue tre costole incrinate?Vabbene così..piacevole e rilassante passeggiata sulla Rumella e traversata Ostanetta..riguardando i vertiginosi pendii di quest'inverno..

[visualizza gita completa con 3 foto]
Salita un po’desolante nella parte iniziale che diventa interessante dal colle Ciapè 1820, dove troviamo una palina con l’indicazioni per la Punta Rumella e Ostanetta. Saliti a destra per la Rumella il sentiero è ben segnalato fino all’attacco alla cresta finale della Rumella.Da quì, saliti a destra per la cresta seguiamo gli ometti, incontrando facili e divertenti passaggi su roccia. Il tempo di una foto in vetta alla Rumella, riprendiamo il cammino sulla cresta, facendo molta attenzione su alcuni passaggi un po’ esposti. Arrivati al colletto tra le due punte risaliamo gli ultimi facili metri fino alla punta Ostanetta. Peccato per le nuvole in aumento che ci coprono il grandioso Rè di Pietra. Prima gita di quest’anno con mio figlio Daniele. Bravo!!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
veloce e fresca gita mattutina con partenza alle 7.00 trovato brina a 1800. lasciata l'auto all'alpe pian de mar per evitare la vista sullo scempio dei rucas. salito per ripidi pendii erbosi sotto l'impianto dismesso di ortieul fino ad incrociare il ben segnato sentiero v23. salito in successione la meidja,rumella,ostanetta,razil(non indicata sulle carte igc) e rumelletta. ritorno dallo stesso itinerario evitando però la cresta ostanetta-rumella passando poco sotto su sentiero benm segnato. giornata limpida fino alle ore 11.00 poi nebbie in arrivo,ma ormai ero già alla macchina.

[visualizza gita completa]
veloce e fresca gita mattutina con partenza alle 7.00 trovato brina a 1800. lasciata l'auto all'alpe pian de mar per evitare la vista sullo scempio dei rucas. salito per ripidi pendii erbosi sotto l'impianto dismesso di ortieul fino ad incrociare il ben segnato sentiero v23. salito in successione la meidja,rumella,ostanetta,razil(non indicata sulle carte igc) e rumelletta. ritorno dallo stesso itinerario evitando però la cresta ostanetta-rumella passando poco sotto su sentiero benm segnato. giornata limpida fino alle ore 11.00 poi nebbie in arrivo,ma ormai ero già alla macchina.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Sentiero ben segnalato (anche le varianti) anche se un po' difficoltoso a volte.
Splendida giornata di sole e ottima compagnia (me stesso).


[visualizza gita completa con 1 foto]
le tre stelle sono per le nuvole che non ci hanno lasciato godere del magnifico panorama a 360° , x fortuna almeno abbiamo visto il monviso. saliti anche x la cresta con simpatica arrampicata alla punta rumella x poi concludere facendo tutto il giro passando xil colle san bernardo al ritorno chiudendo così il percorso ad anello

[visualizza gita completa con 1 foto]
Nebbia su tutto il percorso con squarci di sole solo in vetta; grande fioritura di rododendri e maggiorane (viole di montagna).
Gita sociale Cai Almese.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 04/02/16 - muncamapa
  • 24/01/16 - ponza 74
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE/F :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Tutte
    quota partenza (m): 1530
    quota vetta/quota massima (m): 2375
    dislivello salita totale (m): 900

    Ultime gite di escursionismo

    20/09/19 - Sciguello (Monte) dal Deserto di Varazze - LuCiastrek
    IL sentiero nel tratto che passa nella pineta sta per essere invaso dalla vegetazione in special modo dal brûgo da spasoîe(in dialetto genovese)che poi sarebbe l'erica scoparia, per il rimanente per [...]
    20/09/19 - Cravè (Sentiero dei) da Rastello - giody54
    Questa volta ho voluto fare il giro al contrario,da S.Anna siamo saliti al Monte Pigna ,proseguendo fino al Casino del Cars ,passando per la Cima Gardiola ,sempre accompagnati da nebbia spesso intensa [...]
    20/09/19 - Piano Cavallo (Cima di) da Upega e la Cima Cantalupo - parlapà
    upega,colla bassa, ripido per cima cantalupo, pian cavallo e ritorno a colla bassa sul sentiero pianeggiante; un po di ravanamento nell'erba alta per scendere a prendere il sentiero comunque poco man [...]
    18/09/19 - Fontananegra (Forcella) da Cianzopè, giro della Tofana di Rozes - lancillotto
    Escursione fatta in senso inverso salendo prima al Col dei Bos, abbassandosi in Val Travenanzes senza raggiungere l'omonima malga. Passati sotto l'attacco al sentiero attrezzato con la scala Menighel, [...]
    18/09/19 - Soardi-Fassero (Bivacco) da Forno Alpi Graie - parinott
    Primi colori autunnali nel magnifico Vallone di Sea. Sentiero evidente, dato che la vegetazione ormai è bassa. Il nuovo bivacco è ancora sprovvisto del materiale per poter bivaccare. Mentre la passe [...]
    18/09/19 - Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet - madunina84
    In una giornata dal meteo incerto decido di salire al col Leynir. In realtà il cielo si apre concedendo panorami splendidi e sole e così, raggiunto il colle, proseguo con gran soddisfazione fino all [...]
    18/09/19 - Brune (Rocher) da Valgrisenche - Franco1457
    Visto che le previsioni indicavano pioggia nel pomeriggio abbiamo scelto una gita breve e tranquilla. Con Giorgio e Gianni siamo saliti alla Rocher Brune prima e al Col du Mont dopo. Abbiamo abbandona [...]