Mongioia (Monte) o Bric de Rubren e Monte Salza da Chianale per il Vallone del Lupo

note su accesso stradale :: molte auto a fine strada, nonostante il divieto, comunque non chiaro
Gita meritevole, in basso per l'ambiente ed i tanti laghi alpini, in alto per i luoghi parecchio selvaggi. Gran limpidone nonostante velature e nuvolaglie previste. L'itinerario è molto intuitivo e forse non da F. In salita per prendere il canale conviene scendere verso il lago Loup, si evita la scomoda pietraia che si attraverserebbe invece mantenendo la quota. Solo in uscita del canale il detrito è fine e faticoso, prima pietraia ben camminabile. Nel tratto di cresta a sinistra del colle è presente una labile traccia che cerca i punti più deboli, usciti sulla comoda cresta conviene mantenerla invece di traversare sotto, si evita così un canalino scomodo e franoso. Anche qui traccia abbastanza evidente tra detriti e roccette, nessun passaggio di arrampicata. Scesi al bivacco e risaliti brevemente al colletto tra Salza e Mongioia. In discesa conviene decisamente andare verso l'itinerario di salita, noi abbiam preso il vallone parallelo a destra presso un laghetto, finendo poi su salti di roccia. Alcuni ometti ci han diretto verso una lunga scomoda cengia detritica che porta in pieno all'antica morena, costringendo ad attraversare tutta la pietraia e a far ginnastica fino al lago. Di qui discesa diretta verso i laghi di Bes e raggiunto il sentiero del col Longet attraversando una zona di marcite.
In salita è possibile tagliare un bel pezzo andando a reperire il vallone del loup direttamente dal lago Blu, raggiungendo per prati e pietraie il ripido colletto a monte del lago (vecchi bolli rossi e labili tracce). Si sbuca in una conca prativa da cui si può già iniziare il lungo traverso ascendente verso il vallone del Loup francese. Non un'anima da sto lato, diversi escursionisti dal lato Rui. Salut!

[visualizza gita completa]
abbiamo percorso questo itinerario involontariamente, il progetto iniziale era di salire al passo di Salza e salire sul Salza. Invece abbiamo sbagliato strada e siamo finiti al pas de Cornalascle e quindi abbiamo fatto il Mongioia. Quindi siamo scesi dal passo di Salza e siamo riusciti di nuovo a sbagliare strada procedendo verso un laghetto ghiacciato senza nome.

Partenza da Chianale alle 6.30.
Ramponi utilizzati praticamente lungo tutto il percorso. Gita con ampio sviluppo e elevato dislivello (con gli errori che abbiamo fatto, circa 2000 metri), da eseguire in giornata partendo molto presto e sicuri delle condizioni meteo (siamo stati in giro più di 10 ore).
Gita con Checco (autore del video) e Scacco.

Un grazie particolare agli ometti che ci hanno guidati sulla retta via del ritorno :D

per relazione completa e foto:
-perdersi/


[visualizza gita completa con 9 foto]
Per dividere la salita ho piantato la tenda al lago Blu,poi in questa limpidissima giornata settembrina assieme a Jolie ci siamo sbizzarriti ad attraverasare piertraie e imponenti morene glaciali,c'è ancora un residuo di ghiacciaio ai piedi del Mongioia,ma è prossimo a sparire,ma come sono ondulate le morere sembra che il "fuoco "covi ancora sotto la cenere...La salita fatta tutta ad intuito ,nessun ometto ,mentre per la discesa dal passo Salza anche da ubriachi non si può sbagliare...

[visualizza gita completa con 8 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: F :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1800
quota vetta (m): 3340
dislivello complessivo (m): 1800

Ultime gite di alpinismo

27/02/20 - Civrari (Monte, Punta Imperatoria) Couloir NO - abo
27/02/20 - Civrari (Monte, Punta Imperatoria) Couloir NO - m.gulliver
Intanto ci sembra corretto precisare, visto che nessuno l'ha fatto, che la variante di sx, che abbiamo seguito anche noi, come tutti quelli che hanno relazionato prima a parte Garaca, ha difficoltà m [...]
26/02/20 - Antoroto (Monte) Parete NE - g.a.m.s.
La neve scarseggia ma è portante su tutto il percorso. Al termine della prima parte del canale, il traverso per accedere al canale superiore è scoperto. Noi abbiamo optato per proseguire e svoltare [...]
25/02/20 - Civrari (Monte, Punta della Croce) Parete Nord - cantieridaltaquota
Giunti al laghetto del Civrari, abbiamo optato per salire il pendio in corrispondenza dell'elevazione più orientale della cresta che conduce a punta della Croce. La variante presenta circa le medesim [...]
23/02/20 - Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo - dany1986
Partiti verso le 7 dal park con un tipico clima invernale (+12°) e folate di vento a tratti abbastanza forte che accompagneranno fino a tarda mattinata per poi mollare quasi del tutto. Anche la tempe [...]
23/02/20 - Legnone (Monte) La Porta di Durin - claudiopesenti
Lo zero termico alto e le condizioni di innevamento sulle cenge non hanno aiutato: condizioni ottime all'attacco, eccellenti parte mediana, buone parte sommitale, mediocri sulle cenge (ma ci siamo arr [...]
23/02/20 - Loson (Punta) Canalino Ovest - abo
Si sale in auto comodamente fino al tornante dove parte il sentiero per il Colle dell Roussa (si prosegue volendo ancora fino alle case successive, q. 1620m). Passato da Prato del Colle e da lì lungo [...]