Bego (Monte) da Casterino per la Valmasque

Nella tappa dal ref. de Nice al Meravilles, siamo salite al Bego dalla Bassa di Valmasque e scesi dal lato Meravilles.
Il sentiero si stacca netto sulla sinistra ed è poi sempre molto evidente, anche se non segnato. Ci sono solo degli ometti.
Si aggirano diversi torrioni, con numerosi saliscendi e diversi tratti abbastanza esposti. Il sentiero è sempre discretamente largo e solido ma naturalmente altamente sconsigliato in caso di pioggia.
Raggiunta la cima, la discesa sull'altro versante è decisamente più semplice: superata qualche roccetta fino alla sella verso l'anticima, il resto è prima una sassaia e poi un buon sentiero.
Con l'instancabile Milena! (grazie!)

primo tratto di salita
parte dei torrioni aggirati
l'anticima
laghetti, laghetti, laghetti!

[visualizza gita completa con 4 foto]
Salita dalla Valmasque, discesa sul rifugio Merveille e rientro dalla Baisse de Valmasque. Fresco e ventoso al mattino, fino al rifugio mulattiera su scomode pietre smosse, poi migliora il fondo e gran bell'ambiente. Dalla Baisse a sinistra per ripida traccia quindi al Bego per cengie e roccette. Passando sul filo di cresta si trovano divertenti passaggi su roccia solida. Meglio specificare che da questo lato l'EE è costante e l'esposizione continua, alcuni tratti possono esser delicati con neve residua o bagnati, traccia comunque evidente e standoci sopra le mani si usano ben poco. Dal lato Merveille è decisamente più banale, il sentiero molto chiaro e diversi ometti guidano verso l'accesso da anticima a vetta. Fattibile anche con non piena visibilità o condizioni incerte. Scendendo verso il rifugio abbiamo tagliato a destra per cengie e prati ripidi, appena possibile, in alto ci sono salti di roccia. Si raggiunge un profondo impluvio tra roccioni e quindi il sentiero per la Baisse. Sulle belle placche rosse e levigate da antichi ghiacciai si trovano già in questa zona belle testimonianze rupestri, cercando i massi più lisci e levigati, chiaramente saranno molte di più poi nelle zone recintate che si intravedono dall'alto. Non lo sapevamo ma non è comunque possibile una visita in autonomia fuori sentiero, solo con guida, per cui chiediamo venia. Raggiunto il sentiero lo seguiamo fedelmente fino al lago alto de Merveille ammirando prima lo splendido masso verticale rosso e lucido su cui è difficile scorgere i graffiti antichi in quanto deturpato da varie incisioni (passi per quelle di pastori, che arrivano fino a due secoli fa, ma quelle recenti no comment) e poi la bella figura antropomorfa nei pressi del lago. Faticosa risalita alla Baisse e rientro per lo stesso itinerario, preferendo evitare la lunga mulattiera del vallone delle miniere e lo spostamento su asfalto. Gran gitone con Puffetta in giornata limpida e ottima visibilità, comunque impegnativo anche se per una volta abbiam girato leggeri e in assetto quasi da trail. Non credo di esagerare ma immagino siano sui 25km A&R, ben fattibile con calma e in lunghe giornate di buon meteo ma meglio su più giorni, non per la lunghezza ma perchè da Casterino vien voglia di tirar dritto in Costa Azzurra invece di infilarsi nelle calde code del Tenda. Salut

[visualizza gita completa]
sviluppo molto lungo, bello il tratto finale, occhio all'esposizione soprattutto in caso di roccia umida
ottima compagnia: Fede (ha organizzato), Rita, Sergio, Carlo e Lorenzo.


[visualizza gita completa con 1 foto]
occhio col bagnato ai passaggi su cenge esposte, sentieri evidenti ma attenzione con poca visibilità ai molti bivi presenti.
al parcheggio di casterino partenza alle 10 confortati da un breve sprazzo di sole e nuvole relativamente alte ma minacciose e che invitavano ad un passo allegro. Seguita la variante citata ed arrivo alla Baisse di valmasque prima di mezzogiorno. Il tempo teneva e quindi via verso la cima invogliati da squarci di luce verso il mare e la v.merveille. Arrivati in prossimità della punta è iniziato a piovere con un forte vento, quindi toccata e fuga e rapido rientro con attenzione sui pochi passaggi a causa della visibilità nulla e delle rocce bagnate. Lavata senza pietà fino al parcheggio, non ha più smesso. Rinunciato alla traversata nel vallone delle miniere e seguito il sentiero per il ref. Valmasque.
Prima volta in zona, posti molto belli e paragonabili all'alta montagna nonostante la quota non esagerata. Bucolico il valloncello seguito all'andata ma certo sotto un bel sole è un'altra cosa..
salut


[visualizza gita completa]
Lo avevo visto appena ieri dalla vetta del Capelet, ed ora eccomi qua' a recuperare anche questo bel monte. Non il piu'alto in questa Valle delle Meraviglie, ma sicuramente il piu' famoso per le incisioni rupestri che abbondano sui suoi fianchi, e che ne fanno una meta apprezzata sia dagli escursionisti che dagli appassionati di storia. Dalla vetta son sceso per pendii moderatamente ripidi, giungendo alla Baisse de Valmasque. Percorso a scendere il lungo e pittoresco vallone di Fontanalbe con rientro a Les Mesches passando da Casterino. Tempo nel complesso buono.

[visualizza gita completa]
bella gita fatta in giornata,salita agevole in ambiente grandioso su questa panoramica cima,giornata con temperature estive in compagnia di Fulvio e Danila.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1700
quota vetta/quota massima (m): 2875
dislivello salita totale (m): 1200

Ultime gite di escursionismo

16/02/20 - Scopel (Bivacco) - lancillotto
Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]
16/02/20 - Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi - lupus1946
Molti escursionisti in giro...colpisce l'assoluta mancanza di neve sull'ultimo pendio... Le ciaspole sono rimaste sullo zaino...più utili i ramponi.
16/02/20 - Rubbio (Monte) da San Damiano Macra - flavytiny
Lasciata auto in piazza a S.Damiano Macra. Itinerario facilissimo adatto al post-influenza, la strada forestale che parte dal borgo subito dopo il ponte sulla dx è molto bella e rilassante. Parecchie [...]
16/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - climbandtrek
Sentieri sgombri da neve e ben indicati da tacche e numerose paline. Fatto l'anello come da descrizione: gita piacevole e con numerosi scorci nel bosco rado ed un bel panorama sulle vette circostanti dalla cima.
16/02/20 - Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot - sergio 51
Usati solo i ramponi. Passati prima dal Pala Rusà e poi saliti alla Punta Lance, che sembra una vera montagna seria ma in miniatura: sarebbe stata interessante la, pur breve, traversata, ma le cornic [...]
16/02/20 - Butetta (Monte) da Castellar - lonely_troll
Gita vista mare in un bell' ambiente e con clima già primaverile. Alla partenza rosmarini e mimose fiorite e in alto niente neve, nemmeno sulla parete Nord del Grammondo
16/02/20 - Baral (Bec) da Limonetto - dario 67
Salita oggi un po' piu alpinistica x la presenza di tratti innevati sulla cresta e nella parte finale verso la cima si sale comunque senza problemi prestando attenzione solo nei tratti leggermente esp [...]