Brignola (Cima della) da Prato Nevoso

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Altra giornata trascorsa sulle montagne a noi più vicine nella speranza di evitare il forte vento previsto, tutto è andato bene fino al colle della Brignola ma da lì in su' proprio non c'è stato verso di salire per le forti raffiche.Discesa piacevole su nevi morbide con solito finale sulle piste di Prato Nevoso.
sotto il colle della Brignola
si batte in ritirata
neve super
farina rimaneggiata
bella neve nelle zone riparate dal vento
risalita alla ricerca di zone in farina
ambiente suggestivo
fantastico
in basso neve ammorbidita dal sole

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Gita in controtendenza: buona per scialpinismo classico, no speedy ma era un bel po' che Riccardo ed io avevamo sto sassolino nello scarpone.
Partiti dall' ex Verde di Pratonevoso e seguito l'itinerario descritto. Tra risalite all'andata (abbiamo tolto le pelli dalla Balma per andare a prendere il vallone della Brignola), e risalite al ritorno (abbiamo raggiunto anche Cima Artesinera) l'altimetro segnava + 1460 mt. e più di 19 km. di spostamento.
Abbiamo battuto traccia dalla Balma in poi. Meteo spettacolare.
Che dire della neve: farina fredda. veloce e poco profonda per tutta la gita.... uno sballo.
Con Susanna e Riccardo e solo noi 3 nel vallone tutto intonso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Artesina saliamo per le piste fino al colletto Balma da qui invece che seguire la stradina vista la scarsa scorrevolezza preferiamo scendere fino al Gias nella piana sottostante e fare le prime curve dell'anno. Da qui riprendiamo l'itinerario classico fino in vetta. Discesa a ritroso su neve ventata nella cresta finale e poi bella farina che ma mano che si scende diventa più pesante. Ovviamente solo noi sull'itinerario.
In compagnia del Koba.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito dall'arrivo seggiovia del Rosso. Seguito la mia traccia di giovedì sino alla Colla est del Seirasso; salito poi sulla Cima est e breve discesa alquanto ripida sul versante sud per seguire poi la bella dorsale che con lievi saliscendi porta alla Colla Ovest della Brignola sempre battendo traccia. Da qui salito sulla Cima della Brignola non ancora raggiunta da nessuno dopo le ultime nevicate. Discesa da urlo su neve ancora fresca e intatta sul versante nord passando dal Lago della Brignola sino a raggiungere quota 1770 dove ho ripellato per risalire alla Balma e da lì discesa alla baita del Verde giusto all'ora di pranzo per rifocillarmi con un bel piatto di pasta. Pomeriggio ho tirato due curve con mia moglie sulle piste di Prato Nevoso con neve ancora molto bella.
Gita effettuata in solitaria come quella di giovedì a Cima Seirasso


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Artesina con cielo plumbeo in avvicinamento che ci regala verso il colletto della Balma anche qualche minuto di neve e vento come se il freddo non bastasse... Dal colletto tolte le pelli nella bufera siamo scesi in direzione Alpe Brignola. Ripello e salita in vetta con cielo sempre nuvoloso che si apre solo in vetta. Le idee erano altre ma il freddo ci fa a questo punto decidere di scendere gli assolati pendii lato Valle Ellero su crosta portante per poi risalire al Seirasso. Dal Seirasso sempre su crosta portante scesi alla colletta Seirasso e da li rientro via Mondolè ad Artesina.
In compagnia della congelata Fede e di Fra.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata non fredda e la farina polverosa dei giorni scorsi è solo più un ricordo.Questa volta siamo partiti da Artesina quota 1400 per poi seguire l'itinerario classico,in discesa prima parte su neve ventata poi nel vallone inizialmente bella farina che gradualmente si è umidificata e in posti come questi con poca pendenza vuol dire che in certi tratti bisogna spingere.Fortunatamente il cielo dopo una iniziale velatura si è ripulito regalandoci di panorami bellissimi che già da soli ripagano della fatica fatta.Dalla conca dei laghi della Brignola abbiamo ripellato per risalire il valloncello che porta al colletto tra la C.delle Ferlette e il Lusco raggiungendo la quota m.2279 ,anche qui in discesa neve ventata alternata a tratti ancora in farina.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo seguito per l'ennesima volta la traccia che conduce al Seirasso est m.2423 ed una volta raggiunta la cima con una breve discesa(piccolo tratto impegnativo)abbiamo proseguito sulla dorsale che porta alla C. della Brignola,da qui discesa nel vallone verso l'alpe Brignola dapprima su neve ventata poi gran farina per cui era d'obbligo un ripello .Da quota m.1770 ennesimo ripello per risalire alla Balma e comodo rientro per piste su Prato Nevoso.
Anche se in ritardo auguri di un felice anno nuovo.


[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Sgombere da neve
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Gita nel complesso davvero lunga, non tanto per il dislivello, quanto per i chilometri percorsi per l'avvicinamento alla vetta!Forse conviene prendere un impianto che porti direttamente al rifugio Balma, si evita parecchio stradello per niente divertente (a meno di non essere puristi sci alpinisti :-)). Considerate un po' di dislivello in più rispetto a quello riportato a causa dei numerosi saliscendi. Nella parte alta della gita si trova ancora dell'ottima farina!
Bellissima giornata in ottima compagnia ;-)


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Nessun problema fino a Prato Nevoso
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Ho fatto una variante originale, visto che la meta sperata era il Mongioie: Bocchetta della Brignola, discesa nel pianoro retrostante, salita nel canalone ripido verso la Cima della Brignola (placcato, meglio salire coi ramponi a lato, grazie per le peste al gruppetto che mi ha preceduto;). Poi era tardi, l'itinerario e' comunque lunghetto, per cui son salito "solo" sulla Cima delle Brignole... Piena soddisfazione comunque!! Discesa dalla via "normale", bella polvere! Tra vari sali/scendi si ritorna sulle piste di Prato Nevoso. Bella gita, bell'ambiente!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: No problem
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Altra giornata di meteo strepitoso e altra gran bella gita. Dopo la Balma invece di seguire la stradina un pò monotona abbiamo preferito risalire un tratto nella conca del Seirasso per poi collegarci in discesa alla conca della Brignola trovando bella farina. Ripellato e raggiunta la cima della Brignola su traccia già esistente. Anche oggi non abbiamo saputo rinunciare a qualche curva su neve trasformata sul versante assolato della Val Ellero. Ritorno sui nostri passi per poi scendere nel vallone della Brignola dove ci attendeva una bella neve polverosa fino in fondo ovviamente tenendo i pendii più in ombra.Ritornati con breve risalita nella conca del Seirasso,stradina della Balma e piste battute fino a Prato.
Auguri di un felice Natale a tutti


[visualizza gita completa con 14 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: No problem
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Giro sulle montagne di casa, meteo discreto con rigelo notturno più che buono e ancora tanta neve. Salita tutta sotto il sole e pura coincidenza arrivo in cima insieme alla nebbia. In discesa comunque la visbilità è stata ottima anche perchè le nuvole si sono fermate solo sulle punte. Neve primaverile fantastica su tutto il percorso. Giunti al fondo del vallone della Brignola m.1800 per accorciare la lunga stradina verso la Balma abbiamo ripellato e risalito un'invitante pendio che ci ha consentito di sbucare nel vallone che porta al Seirasso. Con un meteo più stabile si sarebbe potuto facilmente raggiungere anche la cima del Seirasso ma oggi le troppe nuvole presenti ci hanno fatto desistere. Dalla Balma rientro su Prato Nevoso su piste ormai chiuse ma ancora molto ben sciabili.

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Gita alquanto irrilevante se vista sotto il profilo della sciata fine a se stessa. Prevalenza di lunghi tratti in piano, per 2/3 su stradina, una discesa a meta' percorso oltre il rifugio della Balma circa a meta' tragitto, molto lungo nel complesso. Almeno una dozzina i kmtri da Prato Nevoso alla vetta tenendo conto di tutte le rientranze e contornamento di costoni a cui la strada deve sottostare per addentrarsi il piu' possibile all'interno del vallone. Con risalita al ritorno ben diluita o se preferite ben distribuita di almeno un 100naio di mt e piu', tale da portare il dislivello complessivo ben al di sopra dei soli 975 mt che si leggono nei dati base della gita, dilavati a quanto pare di tutte le discese e corrispettive risalite che di questa gita ne sono la caratteristica principale. Anche nei pochi punti sciabili tolto il tratto su piste battute, la neve gia' in parte risentiva dell'azione del sole, complice l'esposizione favorevole, per la presenza di una sottile crosticina ovviamente non portante e tale da rendere la sciata non proprio il massimo. Ma se mettiamo in conto che andare in montagna e' prima di tutto salire su una vetta, beneficiare del meglio che si puo' ricavare dal semplice stare a contatto con la natura, considerando insomma un po' tutti i fattori nel loro insieme chi se ne frega, se la sciata non ha avuto l'esito che ci si aspettava..! Partenza dalla Colla del Prel, -5° che diventano -10° in punta alla Brignola. Meteo da sballo..le foto lo testimoniano. 5 le ore di salita a cui vanno aggiunte le altre 3 per la discesa fatta su medesimo itinerario. Niente anelli , un solo ripellamento x riapprodare nei pressi del rif della Balma in vista delle piste battute che hanno consentito di rimediare sia pur in un tempo breve a quella mancata discesa di pochi attimi prima. Ma questa e' un altra storia..! Con i soci Paolo e Rodolfo, dal canto loro validi ciaspolatori determinati che mai a raggiungere la meta senza mai battere ciglio!

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Artesina (m.1400)seguendo la pista Rocca Giardina, Balma e stradina che conduce nel vallone della Brignola. Gita dal lungo sviluppo con portage dalla Balma fino a sella Brignola. Vallone ancora ben innevato e salita in un'ambiente molto rilassante fino in cima. Scesi circa 300m. di disl. verso la Val Ellero su buona neve portante. Ripellato e ritornati in vetta. Discesa per l'itinerario di salita su neve inizialmente portante fin verso quota m.2100 poi più umida ma sciabile. Nella parte bassa del vallone della Brignola ci siamo tenuti sul versante a destra che ci ha permesso di arrivare fino a quota 1770 m. con gli sci.Poi portage fino alla Balma e rientro sulle piste chiuse di Artesina dove il vecchio fondo portante ci ha ancora regalato una buona discesa. Nel complesso siamo stati soddisfatti viste le alte temperature e lo scarso rigelo notturno.

[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Sulla scorta dell'ultima recensione ci abbiamo provato ma.... quel "qualche centinaio di metri di strada senza neve" può tranquillamente essere ridefinito utilizzando il metro superiore.... al bivio ove è presente una sbarra, (direzione Seirasso) dopo aver dato un'occhiata a quel che ci aspettava sulla perfida stradina... nessuna esitazione circa la direzione da prendere! Risaliti in direzione della cima Ovest del Seirasso. Raggiunto l'ultimo pendio prima del colle un lastrone, sebbene di piccole dimensioni, ha ritenuto opportuno schiantare..... definitivo dietro front... le temperature ormai più che primaverili, una neve a tratti sfondosa, aggiunti ad uno spostamento da "gita d'altri tempi" ci hanno fatto desistere.
Giornata soleggiata e calda con solo un po' di venticello a "mitigare"! In compagnia del Druido che non ha apprezzato affatto e di Massi che comunque vede sempre il lato positivo delle cose. Qualche bella serie di curve l'abbiamo anche fatta, tuttavia, la risalita fino alla Balma ed alle piste spalleggiando gli sci.... francamente a nostro gusto non ne è valsa la pena. Due stelle per il vallone, molto bello.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: la strada per la Balma è ancora tutta innevata
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: telemark
Gita facile ma di grande soddisfazione : nel primo tratto della sterrata che scende dalla Balma occorre togliere gli sci per qualche centinaio di metri, poi è tutto ottimamente innevato. Io sono passata a destra del lago, risalendo i pendii dolci che portano allo spartiacque con la Valle Ellero e da sull'arrotondata vetta. Giornata splendida. Nessuno in giro e pochissima gente anche sulle piste intercettate di Prato Nevoso.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
Partiti da Artesina 1300,pista Roccagiardina,strada della Balma,sella Brignola e cima .Gli ultimi 100 mt.per arrivare in vetta ,sia in salita che in discesa,li abbiamo percorsi con i ramponi in quanto la neve si presentava con uno strato di verglas poco abbordabile.
Discesa verso la valle Ellero su neve primaverile (dura)e risalita verso il colle fra i due Seirassi ,anche qui calzati i ramponi per scendere una cinquantina di mt. per riuscire a rimettersi gli sci.
Successiva discesa verso la strada della Balma su neve farinosa ma non proprio bellissima .
Giornata fredda però soleggiata ,sempre bella la discesa e successiva risalita nella valle Ellero .

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: dal piazzale sup. la strada per la Balma è in ottime condizioni
quota neve m :: 1500
Dalla Balma si scende bene su strada ottimamente innevata fino al fondo del vallone. Si risale seguendo la strada (attenzione in alcuni punti agli accumuli molto consistenti che hanno già causato distacchi di lastroni lungo i pendii un pò in ogni esposizione) e dalla conca del lago della Brignola si guadagna su neve un pò faticosa l'evidente colletto sulla destra della cima Brignola, che si affaccia sulla valle Ellero. Da lì per facile cresta arrotondata si arriva in breve alla croce ed all'ometto di vetta. Rientrati per la via di salita
Prima uscita scialpinistica della stagione, a poche "ore" dall'apertura ufficiale degli impianti del comprensorio. Discesa su un abbondante strato di neve polverosa ed innevamento perfetto anche su tutta la strada da e per la Balma.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Giro colto al volo per le condizioni ottimali, anche se effimere, dato che la strada dopo la balma al ritorno non aveva più quasi neve, perchè durante la giornata si è sciolta (per fare il giro abbiamo impiegato 6 ore). Cima brignola (occorre abbastanza spingere sulla strada), discesa sui pendii a cavallo con la valle ellero su neve spettacolo, traverso per portarsi sotto il mongioie, saliti in cima, discesa su firn spettacolare, grandissimo traversone verso dx per portarsi sotto il colletto fra i due seirassi, risaliti al seirasso ovest, discesa su neve dura e un pò verglassata fino alla strada per la balma, ripellato (anche se poi gli sci abbiamo dovuto portarli fino alla balma perchè la neve era sparita) e poi giù sulla pista battuta fino all'auto. Innevamento abbondantissimo in quota.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1400
con la tavola.
qui si è al sicuro dai pericoli valanghe di questi giorni.
impianti chiusi e piste imbattute, solita storia dei lunedì: tempo bellissimo, nessuno in giro, neve vergine e fresca, (30cm su buon fondo) non ho fatto la cima, ma un pò di punte attorno agli impianti, perchè oggi avevo degli impegni istruttori.
Alle 14 abbiamo smesso perche' ne avevamo basta e la neve mollava un pò dai 2000 in giù.
Col mio grande fratellino Giulio.
Non oso mettere foto per non far arrabbiare troppo chi deve lavorare il lunedi.
bai bai

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
Saliti alla cima per l'itinerario che passa nei pressi del Lago della Brignola, poi sale a destra e raggiunge la cima passando per la dorsale Maudagna - Ellero. Nel tratto finale della salita, la neve è stata accumulata dal vento creando zone a onde alternate ad altre spoglie. Siamo scesi dalla parte opposta per il canale che termina al Lago Raschera su neve quasi tutta con crosta morbida alternata a zone più dure. Non conviene però scendere fino al lago, ma è meglio tagliare, con neve sicura, i pendii sulla sinistra, riportandosi così alla base del Bocchino della Brignola. Da qui, risalitolo, abbiamo raggiunto nuovamente l'omonimo lago, ricollegandosi all'itinerario di salita.

[visualizza gita completa]
gita un pò noiosa con lungo trasferimento su stradina. partiti da artesina

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1497
quota vetta/quota massima (m): 2472
dislivello totale (m): 975

Ultime gite di sci alpinismo

18/02/19 - Rossa di Sea (Punta) da Balme - luca94
Dopo l'abbondante farina di venerdi scorso girando tra Fournier, colle Begino e qualche traversata oggi ho deciso di stare vicino a casa cambiando completamente esposizione. Si parte sci ai piedi da [...]
18/02/19 - Gran Testa da Etroubles, anello canale O e canale N - Rebatta bousa
Canale con 600 metri di dislivello, ultimi 300 metri con pendenza media di circa 35° che si mantiene abbastanza costante a parte un breve tratto più ripido. Appena abbandonata la traccia per il Fla [...]
18/02/19 - Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto - tettorubia96
Partiti presto su neve dura e compatta sino a quando il sole ha fatto capolino e allora vai con il forno acceso. A parte un breve tratto appena sopra il ponticello innevamento ancora continuo. Nei var [...]
17/02/19 - Poncione di Cassina Baggio da all'Acqua - barrosismo
Bella neve dalla cima al Gerenpass. Da qui in giù neve morbida primaverile con tratti ottimi e altri più sfondosi. Tanta gente in giro, anche verso il Maniò. Ampi pendii sotto al Gerenpass in cui s [...]
17/02/19 - Glatten da Saliboden - sillylamb2
Gita molto affollata. Salita su ottima traccia autostradale. Discesa nel canale su neve polverosa nella parte alta, ventata nella parte centrale, in via di trasformazione in quella bassa; cmq sciabilità sempre più che discreta.
17/02/19 - Trois Frères Mineurs (Col des) Traversata da Claviere a Bardonecchia - Miesh
Traversata "primaverile" viste le temperature di ieri. Saliti fin al Colle, nulla da segnalare; la prima discesa intervallava tratti ventata con neve molto dura a pezzi di polvere intonsa molto bella [...]
17/02/19 - Croce (Monte) o Brun da Saint Jacques - cinin-asti
Partendo da S.Jacques conviene seguire la strada che va verso il vallone delle Cime Bianche e poi si si svolta a sn. verso il Rif. Tournalin. Dall' Alpe di Nana in su la copertura di neve é totale e [...]