Madre di Dio (Bassa della) dal Gias delle Mosche, anello Rifugio Bozano - Rifugio Remondino

Fatto il giro ( prima il Remondino) con discesa al gias delle mosche dove avevo lasciato l'auto. Quando sono stato sotto la cima della Madre di Dio, memore di una quindicina di anni fa ho provato a salire ma l'altra volta ero con un paio di amici che sapevano il fatto loro...anche io so dove posso arrivare da solo e per questo a quota 2650 ho lasciato perdere e sono tornato giù proseguendo il bel giro comunque (ma oggi senza cime). Mica me l'ha scritto il medico che devo per forza fare una punta tutte le volte....
Il Corno
Testa sud e nord di Bresses
rocche soprana e sottana di san giovanni

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ultimi km strada dissestata
Prima volta al Rifugio Bozano, ultimo weekend aperto, costruito nel 2004 frequentato da un buon numero di climbers.
Poco sotto il Bozano vecchio adibito a confortevole locale invernale.
Considerata la recensione di "cornacchia" alla fine ho rinunciato alla traversata, sono scesa all'auto e salita al Remondino dal Pian della Casa facendo cosi' 1725m di dsl.
Dal Gias della Mesa e' possibile accorciare la salita al Remondino senza passare dal Bozano.
Volevo vedere la targa dedicata a Luca Colombo, un caro amico morto assiderato nel 2000 per non aver trovato ormai al buio l'ultima sosta scendendo dal Corno stella ed avendo dovuto affrontare un bivacco in parete non programmato sotto le intemperie.
Una coppia di comaschi incontrati poco dopo la partenza e riincrociati 400m sopra il Pian della Casa mi hanno riferito che il percorso e' ben segnato, prima con tacche rosse e poi gialle, il tratto piu' delicato dopo la Bassa della Madre di Dio.
Presso il Remondino ci sono 2 cartelli vicini , uno da' la traversata il 2 h 30' e l'altro in 3 h 30', mentre dal Bozano da' 3 h 30'.
Incontrati diversi escursionisti che per il giorno dopo avevano in programma l'Argentera.
Visti tanti camosci.
Giornata conclusa all'affollata pizzeria Posillipo di Borgo San Dalmazzo

[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: Ottimo
Percorso classificato EE, sicuramente non tecnico ma occhio, particolarmente esposto, una scivolata non perdona. Tratto su Cenge erbose e tratti su roccia in parte assicurati da corde (non canaponi). Il percorso è molto panoramico ma da affrontare con tempo a disposizione. Dal Remondino viene indicato per 2,5 ore, è ERRATO, sono 3,5h (infatti indicate correttamente dal Rifugio BOZANO). Lo sconsiglio vivamente a chi soffre di vertigini, secondo me da evitare in caso di cattivo tempo, pioggia.
Bellissimo, affrontato con il mio compagno di avventura Eddy.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
il versante che dà sul rifugio Remondino è ripidissimo e presenta numerosi tratti a mio avviso anche pericolosi, per quanto tecnicamente non impegnativi. Si tratta infatti di canalini e roccette erbose ed instabili su pendii sempre molto esposti, dove una banale scivolata può essere fatale.

[visualizza gita completa]
La meta doveva essere il rifugio Bozano,con relativa visita al cippo di Francesco Raffi,forte alpinista caduto sul Corno Stella nel 1965 a causa della rottura di un chiodo durante la discesa in doppia.Con me,Gian e Mauro,occasionalmente all'epoca compagni di cordata di Francesco,e Carla.Dopo la visita al cippo,vista la giornata splendida e l'ora ancora mattutina,si decide "democraticamente"di effettuare la traversata verso il Remondino. Traversata non difficile ma neanche banale,specialmente il tratto che va dalla Bassa della Madre di Dio fino alla discesa delle corde fisse,sconsigliata con nebbia o tempo incerto o terreno umido per pioggia.Da segnalare la vista di una vipera nei pressi dello scavalcamento di un colletto,occhio a dove si mettono le mani perché ogni tanto servono. Visto numerosi camosci in entrambi i valloni,abbastanza movimentata la zona del Remondino,fioriture sotto le aspettative.Un grazie a Gian e Carla per l'idea della traversata,e un bravo a Mauro che pur senza allenamento ha compiuto felicemente questo itinerario.Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa con 15 foto]
…la giornata si fa lunga… ma ci tocca arrivare al Remondino prima delle 19 (ora di cena).
La cosa migliore per arrivare al Remondino dal Bozano è certamente la traversata attorno all’Argentera e la Madre di Dio, ma fatta dopo il tentativo sullo sperone Campia non la si apprezza particolarmente visto che un po’ di dislivello si deve fare per forza e le gambe sono ormai in riserva!
Grazie al mitico Davide che ci è venuto incontro per alleggerirci un po’ gli zaini!

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: lasciare la macchina al primo Gias delle mosche per motivo di parking
Crde fisse e tratti dda canalino
Ringrazio Ugo


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 15/09/12 - leviedeinonni
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 1591
    quota vetta/quota massima (m): 2480
    dislivello salita totale (m): 1300

    Ultime gite di escursionismo

    16/02/20 - Scopel (Bivacco) - lancillotto
    Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]
    16/02/20 - Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi - lupus1946
    Molti escursionisti in giro...colpisce l'assoluta mancanza di neve sull'ultimo pendio... Le ciaspole sono rimaste sullo zaino...più utili i ramponi.
    16/02/20 - Rubbio (Monte) da San Damiano Macra - flavytiny
    Lasciata auto in piazza a S.Damiano Macra. Itinerario facilissimo adatto al post-influenza, la strada forestale che parte dal borgo subito dopo il ponte sulla dx è molto bella e rilassante. Parecchie [...]
    16/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - climbandtrek
    Sentieri sgombri da neve e ben indicati da tacche e numerose paline. Fatto l'anello come da descrizione: gita piacevole e con numerosi scorci nel bosco rado ed un bel panorama sulle vette circostanti dalla cima.
    16/02/20 - Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot - sergio 51
    Usati solo i ramponi. Passati prima dal Pala Rusà e poi saliti alla Punta Lance, che sembra una vera montagna seria ma in miniatura: sarebbe stata interessante la, pur breve, traversata, ma le cornic [...]
    16/02/20 - Butetta (Monte) da Castellar - lonely_troll
    Gita vista mare in un bell' ambiente e con clima già primaverile. Alla partenza rosmarini e mimose fiorite e in alto niente neve, nemmeno sulla parete Nord del Grammondo
    16/02/20 - Baral (Bec) da Limonetto - dario 67
    Salita oggi un po' piu alpinistica x la presenza di tratti innevati sulla cresta e nella parte finale verso la cima si sale comunque senza problemi prestando attenzione solo nei tratti leggermente esp [...]